Cura del Corpo e Bellezza

Prodotti cosmetici chimici sul corpo

Clicca per ingrandire

La cura del corpo è un argomento che viene sviluppato, direi anzi stressato, in continuazione dai media, dalla pubblicità murale, nei supermercati, ovunque, con qualsiasi mezzo.

L’industria cosmetica è riuscita a convincere miliardi di donne a cospargersi di ogni sorta di prodotto chimico, approfittando dell’ignoranza nella società controllata dalla cultura mainstream, convincendole che un corpo necessita di una costante cura da attuarsi con le loro creme e pozioni magiche.

Fino agli anni ’70 era una faccenda che riguardava solo l’universo femminile, poi si è iniziato ad introdurre timidamente qualche cosmetico per l’uomo, facendolo passare anche come crema dopobarba, evitando la suscettibilità di chi si sarebbe sentito effeminato nel porre una crema sul viso per “idratarla”, ma che avrebbe accettato il concetto di “lenire le irritazioni della rasatura”.

Oggi invece possiamo dire che le linee di cosmetici per l’uomo e per la donna sono quasi parificate, ancora non si promuove il fondotinta e il rossetto per l’uomo “macho”, ma visto come vanno le cose, in questa fase di “de-mascolinizzazione” non c’è da stupirsi che non vengano un giorno promossi.

L’industria cosmetica ci vorrebbe tutti unti di creme ed oli, di terre colorate, per poi farci usare gli struccanti e i “tonici” e ha sempre più successo in questo perché sempre più persone quando si alzano al mattino hanno un aspetto orribile.

Una normale ragazza mainstream che si prepara per una festa in elegante abito da sera, quando esce di casa può avere indosso più di 200 prodotti chimici.

Alcune cifre

Più di 1.000 nuove sostanze chimiche sono prodotte ogni anno.
Più di 300 sostanze chimiche di sintesi sono state trovate nei tessuti e nelle secrezioni umane, incluso il latte materno.
È stato stimato che 400 milioni di tonnellate di sostanze chimiche di sintesi sono prodotte ogni anno a livello mondiale.
È stato stimato che 5.000-10.000 sostanze chimiche sono da considerarsi pericolose, 150-200 tra di esse possono essere causa di cancro.

Il 95% delle sostanze chimiche usate nelle “fragranze” sono composti sintetici e derivati dal petrolio. Un tipico cosmetico/profumo può contenere fino a 100 fragranze, molte delle quali non sono mai state testate come sicure (www.wen.org.uk).
Ci sono più di 5.500 ingredienti approvati dalla FDA per l’uso cosmetico. L’Istituto Nazionale per la Sicurezza e la Salute nell’Occupazione (National Institute of Occupational Safety and Health) riporta che 884 degli ingredienti usati nei cosmetici sono tossici (Drop-DeadGorgeus; by K. Erickson; Contemporary books).

Nel giugno 2004 il WWF ha analizzato campioni di sangue prelevati da 14 ministri di 13 Nazioni dell’Unione Europea. Sono stati trovate 103 differenti sostanze chimiche di sintesi provenienti da 7 differenti famiglie chimiche: pesticidi organo-cloruri, bifenili policlorinati (PBCs), muschi sintetici, sostanze chimiche perfluorinate, ritardanti di fiamma brominati, ftalati e antibatterici… (Gender and Environmental report- by I. del Rio Gomez Ph.D.- march 2007 www.wen.org.uk)

L’Istituto Nazionale delle Ricerche sull’Ambiente della Danimarca (The National Environmental Research Institute of Denmark) recentemente ha trovato che il 99% dei cosmetici applicati sulla pelle e il 77% di quelli che vengono risciacquati contengono Parabeni. I Parabeni agiscono da conservanti, ma sono anche conosciuti come irritanti per la pelle e gli occhi ed hanno la proprietà di mimare l’ormone femminile estrogeno…”. (The Guardian 08-05-04 p.10).

Le donne potrebbero mettere a rischio la salute dei loro piccoli ancora non nati, usando cosmetici e profumi…Molti dei prodotti che esse usano contengono un gruppo di sostanze chimiche che si pensa possano interferire con il sistema riproduttivo e altri organi vitali. Tali sostanze conosciute come ftalati sono state trovate nei make-up, profumi, shampoos, deodoranti, prodotti solari, smalti per le unghie e dopo shampoos…Essi sono anche sospettati di alterare lo sviluppo dei testicoli riducendo la conta spermatica e danneggiando fegato e reni… (Daily Mail 10-01-2001 by M. Halle)
Il Dr. Sean Munroe, direttore medico dell’Ospedale Breakspeare, Hertfordshire, negli ultimi 20 anni ha trattato più di 8.000 donne per problemi di sensibilizzazione della pelle ai prodotti di bellezza… (Daily Mail 08-04-2002 By Tim Utton).
Apparirebbe che ci sia un aumento del numero della popolazione generale esposta ad alcuni allergeni e possibilmente nel loro livello di esposizione ad alcuni delle seguenti sostanze: paste dentifricie, spray per la casa, prodotti per la pulizia, profumi..etc. Fino al 35% della popolazione dimostra tale evidenza sui test immunologici delle IgE per la reattività agli allergeni. Un’alta porzione di questa popolazione (5-10%) mostra sintomi clinici di uno o più disordini di tipo allergico (tra i più comuni l’asma, l’eczema, la febbre da fieno)”.
(“The burden of disease attributable to environmental pollution. Prof. I. Mathews and Dr. S. Parry Department of Epidemiology, Statistics, Public Health, University of Wales, College of Medicine, Cardiff)

Due tipi di cure del corpo

Ci sono due modi distinti di prendersi cura del proprio corpo e questi dipendono dal modo in cui è il singolo individuo.

Se dobbiamo fare una differenza, dobbiamo distinguere le persone che sanno di essere uno spirito che è connesso ad un corpo da quelle persone che credono di essere il proprio corpo.

Un essere spirituale consapevole sa che il corpo è una macchina, un mezzo tramite il quale attua i suoi scopi e in questa dimensione materiale comunica con altri esseri rivolgendosi al loro corpo che fa da tramite.

Chi pensa di essere un corpo, vedendolo invecchiare o ammalare, diventa in maggior o minor misura ossessionato dal voler rallentare il decadimento con ogni mezzo. Pensa che è lui o lei che sta invecchiando, non il suo corpo.

Sexy e Corpi

Questa è una parola molto potente. E’ un aggettivo che indica la caratteristica di provocare, o tendenza a provocare, attrazione o eccitazione sessuale.

Chi crede di essere un corpo non può che provare piacere solo tramite i sensi fisici e quindi alquanto definiti e limitati.

Il sesso assume un’importanza estremamente esagerata e la bellezza viene forzatamente associata al sesso. Quindi molti pensano alla bellezza come capacità di attrarre sessualmente.

Si formano quindi dei giochi molto strani nella società aberrata in cui viviamo.

Molte persone sono certe della propria bellezza nella misura in cui sono in grado di attrarre sessualmente. Non necessariamente cercano il rapporto sessuale, anzi molte non ne traggono un piacere soddisfacente, ma si sentono soddisfatte dagli effetti che sono in grado di causare in quella direzione. Sono circondate/i da corteggiatori o corteggiatrici? Bene, sono belle o belli! Questo soddisfa come se si fosse in possesso di un grande potere. Ed è un grande potere perché c’è sempre qualcuno che nella speranza di possedere per un attimo un corpo così “sexy” è disposto a concedere favori e a scendere a compromessi con chi ha le caratteristiche ambite. E chi piace primeggiare considera questo potere utile, in questa società aberrata e perlopiù inconsapevole.

Si tratta di una bellezza mista al sesso, non una bellezza pura. Ed è su questa che le industrie della cura del corpo puntano, bombardandoci con ogni mezzo 365 giorni all’anno.

E’ un’aberrazione della natura umana. Nel mondo animale, il sesso occupa specifici momenti dell’anno, guidato dall’istinto, mentre sembra che l’interruttore del sesso nella società umana sia sempre su “ON”.

La chirurgia estetica rifà tutto, naso, orecchie, bocca, seno, sedere, ecc., svuota i corpi da tutto il grasso accumulato, gli istituti di bellezza depilano, schiacciano i foruncoli, fanno il peeling, impiastrano il viso di creme “nutritive” e tutto quanto altro offre quell’universo.

Quando vedi i personaggi televisivi non puoi fare a meno di notare le labbra piene di silicone, i seni grossi come meloni che ostentano davanti alle telecamere creando quell’audience che il programma frivolo o demenziale da solo non è in grado di radunare davanti al televisore.

Si arriva a un certo punto, che non è più possibile rimediare, quando il tempo fa notare la sua presenza, la pelle tirata dal lifting e trattata con i cosmetici per decenni sembra di cartapesta, le labbra sembrano quelle di chi si è beccato un cazzotto in bocca, i seni non sono più così attraenti.

E’ una “cura del corpo” dall’esterno, attuata sulla superficie, è come dipingere una cancellata, ma senza prima togliere la ruggine. Prima o poi la ruggine riappare.

La vera cura del corpo

Sapendo di avere e di non essere un corpo, viene naturale occuparsene in maniera non ossessiva, come quando si ripara un’auto e poi si fa la manutenzione di routine. Non si cerca di avere delle labbbbra stragonfie, o dei seni strabordanti, ormai simboli del sesso arrapato nell’immaginario collettivo.

L’alimentazione odierna nella società occidentale, e ormai anche in quasi tutta quella orientale, non è adatta a nutrire un organismo e per di più lo danneggia, lo fa ammalare, ne altera la forma.

Basta che fai un giro in una zona pedonale e ti metti ad osservare i corpi delle persone e te ne renderai subito conto di quanto la forma di molti si è allontanata dal suo archetipo.

Il modo in cui la maggior parte delle persone si nutre le porta a una condizione patologica, in cui sussistono disturbi, malattie e inestetismi di ogni genere.

Su questi corpi l’industria della bellezza prospera promettendo risultati che sono comunque effimeri perché tutto è costruito su fondamenta compromesse.

Ci sono persone che appaiono molto più giovani e belle di quanto siano, per merito della chirurgia estetica, ma la loro bellezza appare fredda e innaturale.

La cura del corpo deve considerare la salute per prima, dopo di che la propria naturale bellezza compare.

Non è una bellezza pompata dalle mode, oggi vanno le maggiorate, ieri le anoressiche, domani le abbondanti, quando non sapranno più che fare per fermare l’epidemica obesità che sta avanzando in tutto il mondo.

L’alimentazione corretta è fondamentale. Il corpo si cura da solo, si ristabilisce da solo una volta che viene nutrito correttamente.

Le diete suggerite dai media, dai dietologi da tv, non hanno alcun valore scientifico anche se dichiarano di essere il risultato di ricerche. Sono asservite alle industrie alimentari e trascurano tutto ciò che si conosce come dannoso mentre pubblicizzano i vari prodotti.

Per esempio è risaputo che gli amidi, pasta e riso, e i latticini, ostruiscono i vari sistemi del corpo. Ma le lobby dell’industria casearia, della pasta e del riso impongono i loro nefasti prodotti, con il potere del positioning pubblicitario, associandoli a parole che nulla hanno a che fare con il prodotto, come “il buon latte”, “i sapori della nostra tradizione”, “la dieta mediterranea”, “da più di cento anni produciamo riso”, “la bell’Italia” “dove c’è pasta c’è casa”, e altre associazioni accuratamente studiate.

Il famoso colesterolo è sempre oggetto di preoccupazione, ma continuano a pubblicizzare i cibi che lo producono, dicendo che sono nutrienti, che fanno bene per questo e per quello, che contengono minerali e vitamine, omettendo che tali minerali e vitamine sono forniti assieme a una pasta collosa che ostruirà gradualmente tutto l’organismo.

Il risultato è che ci troviamo di fronte a una catastrofe senza precedenti, migliaia di morti premature per cancro, per infarti, per ictus, e per altre gravi e letali patologie riconducibili all’alimentazione inadeguata della società occidentale.

Naturalmente il fatto che tali mali siano conseguenza dell’alimentazione incorretta non viene spiegato ampiamente, sia perché la medicina ufficiale ignora i fondamenti dell’alimentazione e della digestione, ma ragiona in termini aritmetici e semplicistici e spesso illogici.

Il modo in cui la medicina ufficiale ragiona è questo: Il corpo per costruire le sue cellule necessita di proteine. Quindi è necessario che nella dieta vengano introdotte le proteine. Il pensiero di chi formula tali enunciati è che occorrono proteine e quindi bisogna dar da mangiare proteine.

E’ una cosa davvero senza senso perché il corpo per poterle utilizzare, specialmente quelle animali e per di più completamente diverse, deve prima scomporle nei singoli aminoacidi e poi ricomporle in un altro ordine per costruire le sue proprie proteine.

Questo processo di scomposizione, oltre a comportare uno spreco di energia, lascia molti residui come acido urico, muco e tossine.

Questa errata concezione è stata applicata in ambiente zootecnico. Si è pensato che il miglior modo di far crescere la massa carnea nei bovini fosse quello di dar loro proteine sotto forma di farine di carne.

Naturalmente essendo le mucche animali erbivori, il loro organismo ha collassato nel tentativo di estrarre del nutrimento da materiali incompatibili.

Abbiamo avuto quindi la BSE, colloquialmente “mucca pazza”. Gli scarti e gli accumuli di mangimi indigesti e le tossine, su cui germi e virus proliferano, hanno costipato l’intero sistema sanguigno e linfatico fino ai capillari oltre la barriera emato-encefalica.

E’ possibile che il morbo di Alzheimer sia la condizione umana equivalente alla BSE. In effetti si sta nutrendo l’essere umano con una dieta “onnivora” iperproteica e estremamente costipante, quando invece l’uomo è un organismo nativamente frugivoro.

E’ evidente che spetta ormai al singolo informarsi sulla corretta alimentazione, perché non farà mai parte della cultura del mainstream.

Ma una volta trovata e messa in pratica la pelle diventerà più bella, la forma del corpo e il peso si normalizzeranno, il volto e gli occhi mostreranno la vera bellezza, espressione della salute del corpo.

Attualmente non conosco altro libro oltre al Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco, che offra la corretta conoscenza necessaria per gestire l’alimentazione e la salute del proprio corpo, per ottenere la vera salute e di conseguenza la vera bellezza.

La vera bellezza non è mai sfacciata, è sobria, non ha bisogno di barattoli di vernice, spatole e pennelli.

Leggi questo articolo:

Sostanze tossiche nei cosmetici

linea orizzontale grafica

Medicinenon.it e Arnoldehret.it sono due siti di Luciano Gianazza.

Medicinenon.it è da molti anni un punto di riferimento per chi vuole liberarsi della disinformazione e poi acquisire la corretta conoscenza.

ArnoldEhret.it è il sito ufficiale degli insegnamenti di Arnold Ehret, raccolti nei suoi libri, fra i quali Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco è un best seller internazionale. Arnold Ehret ha ritrovato il sentiero, di cui si era persa ogni traccia secoli fa, che porta all'alimentazione naturale dell'Uomo e alla salute perfetta in quanto ripristina la naturale capacità del corpo umano di disintossicarsi da tossine e veleni. In questo mondo avvelenato, il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco fornisce i fondamenti per un'alimentazione e stile di vita che sono essenziali per la buona riuscita dei vari protocolli di disintossicazione.

Tutti i libri originali di Arnold Ehret sono reperibili sul sito www.arnoldehret.it | Libri

Luciano Gianazza Luciano Gianazza

Dopo aver sperimentato i benefici degli insegnamenti di Ehret, ho deciso tradurre e pubblicare il suo capolavoro "Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco" per renderne possibile la lettura e la pratica al pubblico italiano. Era il dicembre 2005 e due anni dopo, nel 2007, il libro è stato riveduto e corretto e pubblicato nello stato dell'arte dalla Juppiter Consulting Publishing Co®. Nel 2013 è stata pubblicata la seconda edizione ampliata nella collana Ehretismo®. Nel frattempo l'opera di Arnold Ehret è stata completata con la traduzione e la pubblicazione degli altri suoi 5 libri. Molte persone hanno confermato con i risultati ottenuti mettendo in pratica il “Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” la validità degli insegnamenti di Ehret.