Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

By LouLou
#9171
luciano ha scritto:
LouLou ha scritto:con mille euro e un lavoro precario con contratti di sei mesi in sei mesi poi è impossibile adottare un bambino


E' vero, comunque conosco persone che hanno scelto di non lasciare decidere la loro vita dalla situazione contrattuale e hanno messo su attività in proprio con tutti gli annessi e connessi, affrontando le difficoltà e ora i mille euro al mese li usano per le spese spicciole.

Si potrebbe dire:"Eh ma se tutti si mettessero in proprio...", o altre giustificazioni, ma la risposta potrebbe essere:"Bene, perché non tu?"


perchè non ho nemmeno un euro per iniziare niente...anzi purtroppo ho un debito, non immenso, ma ho quello anzichè risparmi.

dovrei iniziare un'attività in proprio mentre ancora lavoro e sceglierne una che non preveda alcun investimento (nemmeno minimo) :cry:
By LouLou
#9172
davideleo ha scritto:
LouLou ha scritto:come si può chiamare questa politica di precarietà ad oltranza che ti impedisce di pensare a una famiglia?


La precarietà fa parte della vita, della vita in libertà per lo meno. Prima ce ne facciamo una ragione meglio è.
Quando sento i miei coetanei che si lamentano della precarietà, che per me invece è ossigeno, penso: ma questa è una generazione di nati vecchi!


E' pericolosissimo ciò che dici... viviamo in una società in cui solo per vivere devi pagare (casa, bollette, tasse, cibo per citare solo la sopravvivenza e non il di più) quindi la precarietà è una condanna, perchè significa: mi lasciano a casa da un momento all'altro e io non ho nemmeno un mese di tolleranza, cioè dal momento in cui mi lasciano a casa non ho soldi per pagare casa e sopravvivenza a meno che io non trovi lavoro il giorno dopo.

Vivo da sola da 9 anni, da quando ne avevo 24, sono laureata, ho fatto diecimila tipi di lavoro e oggi sono in apprensione per il futuro. Non ho una famiglia alle spalle, non ho un compagno abbiente, non ho amici facoltosi e ho un limite biologico per poter pocreare...

sarei libera se potessi vivere senza denaro, ma non posso. il denaro lo guadagno lavorando e il lavoro precario mi mette a rischio di sopravvivenza.

la precarietà è libertà per chi può permettersela, cioè per chi può sopravvivere nonostante la precarietà.

Cmq ho portato tutti fuori tema, chiedo scusa...
torniamo a parlare di farmaggeddon..
Avatar utente
By Tyler
#9233
Consiglio a tutti di leggere questo...
vi accorgerete che molte cose sono parecchio superflue.
Baci...
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret