Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By sidelait
#9346
Uno dei concetti che ancore non mi è perfettamente chiaro e limpido è quello sulle distinzioni che fa Ehret sulle verdure.
Se non sbaglio, la madre di tutte le "leggi" di ehret sulla dieta senza muco (perdonate la definizione un po' arzigogolata) è "verdura a foglia verde non amidacea".

Prima di tutto chiedo a voi che avete una grossa esperienza: nella DSM sono ammesse sia verdure crude che cotte? Mi pare che sia così, ma preferisco domandare perchè leggo a volte dei vostri post che mi traggono in inganno.

E poi per schiarirmi con voi le idee una volta per tutte, condivido con voi questa classificazione più o meno sommaria delle verdure

Verdure verde scuro

* bieta
* broccolo
* cavolo nero
* cavolo verza
* cicoria
* cime di rapa
* crescione
* indivia
* insalata a foglia verde scuro di vari tipi
* lattuga
* rucola
* spinaci
* radicchio

Verdure color arancio

* carota
* patata dolce
* peperone giallo
* zucche di vari tipi

Verdure amidacee

* patata

Altre verdure

* asparago
* carciofo
* cavoletti di brussel
* cavolfiore
* cavolo cappuccio verde
* cetriolo
* cipolla
* funghi
* germogli di soia
* lattuga iceberg
* melanzana
* peperone verde o rosso
* pomodoro, passata di pomodoro e succo di pomodoro
* rape
* sedano
* verza
* zucchina

Questo elenco siffatto non aiuta a chiarirmi le idee (ad esempio la zucchina o gli stessi spinaci che non vengono posti tra le amidacee, o il pomodoro che ehret a mio sindacabile giudizio pone indirettamente come "frutta" e non verdura, visto che lo consiglia addirittura nei digiuni sottoforma di succo).
Qualcuno puoò aiutarmi a porre un po' di ordine per capire cosa OK per la DSM e cosa no? Ad esempio quotando l'elenco qui soprariportato e scrivendo a fianco OK o KO :lol:
Anche se non certo a breve, mi dispiacerebbe certo privarmi in futuro di ortaggi di cui sono molto ghiotto come broccoli, spinaci, zucchine... ma mi sa che siano tutti da classificare come amidacei.

Ultima richiesta totalmente OT dall'argomento: il fruttosio (puro) in vendita nei supermercati è da considersi compatibile con la DSM?
grazie di tutto
Avatar utente
By arca
#9350
Anche se non certo a breve, mi dispiacerebbe certo privarmi in futuro di ortaggi di cui sono molto ghiotto come broccoli, spinaci, zucchine... ma mi sa che siano tutti da classificare come amidacei.


Una per tutte: la frutta e la verdura a foglia verde non è amidacea. I cavoli, non sono verdure a foglia verde, gli spinaci, le insalate, il radicchio ecc, sì.

La DSM ritengo che preveda che questa roba sia cruda, altrimenti perde di enzimi.

Prendere fruttosio non ha alcun senso nella dieta senza muco: sono sufficienti gli zuccheri della frutta.

Non credo che la cosa sia tanto complicata, anche perché per arrivare alla dieta senza muco ci vuole tanto di quel tempo per cui ti posso assicurare che sarà stesso il tuo corpo, quando giungerà ad un certo grado di avanzamento nella purificazione, a dirti cosa va bene e cosa no. Nella transizione qualsiasi cosa va bene, a patto che ci sia un discorso di avanzamento VERSO la dieta senza muco.
Il fatto che tu sia ancora ghiotto di certe cose, significa che devi ancora usarle; sempre meno, ma devi ancora usarle.
Avatar utente
By sidelait
#9351
arca ha scritto:
La DSM ritengo che preveda che questa roba sia cruda, altrimenti perde di enzimi.


ciao arca, grazie per il tuo intervento.
Mi focalizzo su questo punto della tua risposta, perchè nel libro trovo scritto (cito testualmente)

"La Dieta senza muco è costituita da tutti i tipi di frutta cotta e cruda, verdura senza amidi cotta o cruda, principalmente verdura a foglia verde."

Non trovo invece traccia di quanto tu dici sulla perdita di enzimi susseguente alla cottura...

Sugli spinaci inseriti tra gli amidacei chiedo venia, è stato un mio lapsus :oops:

Per il fruttosio in linea di massima non posso darti torto, lo introducevo per il semplice fatto che nella dieta di transizione sia l'ottimale sositituto nel caffè o altri composti dello zucchero di canna che uso tuttora, no?
Avatar utente
By arca
#9352
Infatti ho detto RITENGO proprio per il fatto che il crudo contiene più cose vive ed utilizzabili del cotto; questo è innegabile, anche se quando si parla di cotto, Ehret predilige (per quanto ricordo) la cottura al vapore, la meno traumatica delle cotture, cosa oggi non molto in voga tra saltato in padella, lessato o pentola a pressione.
Ultima modifica di arca il 28 novembre 2007, 14:37, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By luciano
#9353
sidelait ha scritto:"La Dieta senza muco è costituita da tutti i tipi di frutta cotta e cruda, verdura senza amidi cotta o cruda, principalmente verdura a foglia verde."

La Dieta Senza Muco, a seconda del contesto, ha il significato di dieta senza muco + diete di transizione, per intenderla nel suo insieme, oppure come dieta senza muco propriamente detta, differenziandola dalle diete di transizione. Appunto dal contesto non dovrebbe essere difficile distinguere a quale dei due significati ci si riferisce di volta in volta. :wink:
Avatar utente
By aran
#9355
Arca, cosa intendi per "cotta a vapore"? Io, per esempio, se mangio broccoli, li metto nella mia pentola di coccio, aggiungo un po' d'acqua, olio e sale (a volte peperoncino), chiudo col coperchio e aspetto che siano cotti girando di tanto in tanto. E' giusto così, no? Scusate la precisazione un po' sciocca.
Ciao
Avatar utente
By sidelait
#9356
aran ha scritto:Arca, cosa intendi per "cotta a vapore"? Io, per esempio, se mangio broccoli, li metto nella mia pentola di coccio, aggiungo un po' d'acqua, olio e sale (a volte peperoncino), chiudo col coperchio e aspetto che siano cotti girando di tanto in tanto. E' giusto così, no? Scusate la precisazione un po' sciocca.
Ciao


a vapore significa che i cibi non vanno a diretto contatto dell'acqua, per mezzo di cestelli (nelle pentole) o nei forni a vapore

a propo', qualcuno di voi fa o ha fatto utilizzo appunto di forni a vapore? se sì vi sentireste di raccomandarli?
Avatar utente
By mauropud
#9357
sidelait ha scritto:a propo', qualcuno di voi fa o ha fatto utilizzo appunto di forni a vapore? se sì vi sentireste di raccomandarli?

Io non avevo mai sentito parlare di forni a vapore (sicuramente un'altra cosa superflua che ci vogliono vendere! ) :evil:
Per cuocere a vapore puoi usare una pentola per la cottura a vapore o uno di quegli apparecchi elettrici "multipiano". Io uso uno di questi ultimi e mi trovo abbastanza bane. In 40 minuti ti cuoce 3 scodelle (circa 25cm di diametro per 10 di altezza) di broccoli, cavoli, carote e simili.
Avatar utente
By sidelait
#9359
mauropud ha scritto:Io non avevo mai sentito parlare di forni a vapore (sicuramente un'altra cosa superflua che ci vogliono vendere! ) :evil:
Per cuocere a vapore puoi usare una pentola per la cottura a vapore o uno di quegli apparecchi elettrici "multipiano". Io uso uno di questi ultimi e mi trovo abbastanza bane. In 40 minuti ti cuoce 3 scodelle (circa 25cm di diametro per 10 di altezza) di broccoli, cavoli, carote e simili.


eheh... quegli apparecchietti, come tu li chiami, sono appunto forni a vapore :lol:
quindi ne desumo che ti trovi bene, non hai obiezioni da sollevare sul loro utilizzo? :wink:
Avatar utente
By alexa
#9372
Io cucino a vapore nella pentola normale, metto un dito d'acqua e il coperchio e il gioco è fatto :D

Comunque Ehret menziona anche la cottura in forno.

Ciao a tutti.
Avatar utente
By sidelait
#9376
alexa ha scritto:Io cucino a vapore nella pentola normale, metto un dito d'acqua e il coperchio e il gioco è fatto :D



se gli alimenti sono a contatto con l'acqua, non è cottura al vapore... e da come tu descrivi il tutto (pentola normale) sembrerebbe così....
Avatar utente
By luciano
#9377
sidelait ha scritto:a vapore significa che i cibi non vanno a diretto contatto dell'acqua

Questa è la descrizione corretta per "cotti al vapore."
Avatar utente
By aran
#9380
Io sono in transizione e spesso mi preparo broccoli (anche con due patate e cipolla) con un po' d'olio e sale e un dito d'acqua (i broccoli sono così saporiti che richiedono pochissimo condimento) nella pentola di coccio, tutto ben chiuso dal coperchio, e sono davvero squisiti. Mi è chiaro adesso che la cottura a vapore sia davvero la meno traumatica come diceva Arca perché il cibo non viene sottoposto ad una cottura forte che ne altera i principi nutritivi. Il consiglio dato dal prof. Ehret è chiaramente saggio. Bene, mi organizzerò in merito.
Avatar utente
By mauropud
#9382
sidelait ha scritto:eheh... quegli apparecchietti, come tu li chiami, sono appunto forni a vapore :lol:
quindi ne desumo che ti trovi bene, non hai obiezioni da sollevare sul loro utilizzo? :wink:

Mah, a dire la verita' pensavo che fossero un'altra cosa: mai sentito chiamarli "forni"! :)
Obiezioni: i cestelli sono di plastica e la plastica si sa che non e' mai 100% "sana" soprattutto se esposta al calore. Inoltre mi pare che consumi un po'. Per il resto bisogna dire che e' molto comoda, semplice da pulire e il modello che ho io ha 3 piani ma per conservarla diventa circa un piano e mezzo. L'acqua delle verdure lessate rimane sul fondo e la conserviamo per farci il gulasch di verdure (un giorno o l'altro mi devo ricordare di postare la ricetta!). :P
Avatar utente
By aran
#9383
Gli orientali usano cestelli di legno per cucinare a vapore, penso che siano la soluzione migliore.

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret