Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By luciano
#2360
syncster ha scritto:Sono in transizione (verdura, frutta, pane integrale tostato e ogni tanto pasta integrale), oggi mi sono svegliato con un mal di testa terribile, mi sono misurato la febbre e ho 38, che sia l'effetto della disintossicazione Luciano?

P.S. Luciano l'hai ricevuto il mio pm


Posso solo risponderti con un'altra domanda: "Secondo te, con i dati che hai appreso dal libro, cosa potrebbe essere?"

Riguardo al pm, devo averlo già ricevuto, o non l'ho letto accuratamente o non ho ancora la risposta. porta pazienza.
Avatar utente
By luciano
#2361
L'influenza? che cos'è l'influenza se non un'azione di disintossicazione, attuata dal corpo?

Io quando ho avuto la febbre, anche 39,2 (tossine in frizione nel sistema che si sta liberando causando con la frizione, temperatura + alta) mi sono fatto dei clisteri di acqua tiepida, e da lì a un po' mi è ritornata normale la temperatura.

Per favore, non chiedete consigli su prendere farmaci su questo forum, non è il forum adatto.

E' come richiedere una prescrizione, chi crede in esse vada dal suo medico di base a chiedere consigli.
Avatar utente
By luciano
#2362
Arnold Ehret ha scritto: Questa È La Sua Malattia Latente
Quando questo materiale, la malattia latente, viene occasionalmente messo in movimento, per esempio da un raffreddore, la persona espelle grandi quantità di muco e si sente infelice, invece di essere contenta di sperimentare un processo di eliminazione che la Natura sta eseguendo. Se l’eliminazione del muco disciolto è abbastanza consistente da coinvolgere l’intero organismo, ma non ancora pericolosa, può darsi che venga diagnosticata come Influenza. Se il lavoro di eliminazione intrapreso dalla Natura scava più in profondità nel sistema, specialmente negli organi importanti come i polmoni, molto più muco e veleni vengono disciolti contemporaneamente, sottoponendo la circolazione ad un forte attrito, come avviene quando si fa girare un macchinario con gli ingranaggi sporchi o si guida un’automobile con i freni tirati. La frizione produce calore anormale, che viene chiamato febbre, e il medico diagnostica la Polmonite che è davvero un “febbrile” sforzo da parte della Natura per liberare il PIÙ VITALE degli organi dai suoi prodotti di rifiuto. Se invece vengono chiamati in causa i reni per eliminare il muco disciolto, venendo colpito quindi questo organo, viene diagnosticata una Nefrite, eccetera, eccetera.
In altre parole, l’impegno della Natura per salvare una vita umana, tramite i suoi “febbrili” sforzi di eliminare il muco e prodotti tossici, viene etichettato come malattia allo stato acuto.


Arnold Ehret ha scritto:“ Nessuna febbrile malattia acuta deve, né può concludersi con la morte, se si esegue l’ordine istintivo di smettere di mangiare, dato dalla Natura con la mancanza di appetito.” È una follia dare da mangiare a un paziente di polmonite con febbre alta, per esempio. Per una contrazione insolita del tessuto polmonare a causa di un “raffreddore,” il muco compresso esce dai tessuti ed entra nella circolazione sanguigna, provocando la febbre. La macchina umana, sul punto di scoppiare per l’eccessiva temperatura, si scalda ulteriormente per il consumo dei cibi solidi, brodo di carne, ecc. (i cosiddetti buoni cibi nutrienti) che vengono amorevolmente somministrati al “malato”. La stanza ben aerata, dei clistere, lassativi, limonata fresca salverebbero la vita di migliaia di persone che ora muoiono ogni giorno, vittime innocenti di polmonite o qualsiasi altra malattia, a causa dell’ignoranza testarda dei medici e delle cosiddette persone altamente civilizzate.


Chi ha domande riguardo alla febbre, chi mangia quando ha la febbre, chi ha paura che la febbre possa essere pericolosa, deve rileggere il libro.

Arnold Ehret ha scritto: Natura attraverso un semplice fatto: ogni animale ammalato rifiuta il cibo. L’istinto animale di rispondere a qualsiasi malattia o disturbo attraverso il digiuno è la dimostrazione naturale di come salute e malattia dipendano principalmente, quando non interamente, dall’assumere o meno del cibo, così come dal tipo di cibo assunto.
Che poi l’uomo medio e persino molti dottori progressisti addossino le colpe delle malattie a qualsiasi altra causa non considerando il fattore cibo, è dovuto ad un tragico fatto: la malattia è per le loro menti ancora il più buio dei misteri.


Per concludere.
Avatar utente
By Bruschino
#2364
X Luciano, in riferimento alla mia domanda sul cristere fatta nella precedente pagina.

Luciano, pensi allora che potrebbe andare bene un semplice clistere a peretta acquistabile in farmacia o proponi, come ho già letto, quello da 2 lit. da appendere in alto? Ed eventualmente qual'è la frequenza dei clisteri, almeno inizialmente, per assicurare una corretta ed efficace pulizia del nostro intestino?
Avatar utente
By luciano
#2367
Bruschino ha scritto:X Luciano, in riferimento alla mia domanda sul cristere fatta nella precedente pagina.

Luciano, pensi allora che potrebbe andare bene un semplice clistere a peretta acquistabile in farmacia o proponi, come ho già letto, quello da 2 lit. da appendere in alto? Ed eventualmente qual'è la frequenza dei clisteri, almeno inizialmente, per assicurare una corretta ed efficace pulizia del nostro intestino?


Ognuno può fare come vuole, può prendere la peretta da 200 cc e riempirsela e svuotarsela dieci volte e faticare in posizioni scomode o può prendere un contenitore da 2 litri e riempirlo una sola volta.

La frequenza giornaliera per chi è stitico dovrebbe essere la prassi, prima di andare a dormire. poi se uno va bene senza ok. Ma ogni volta che c'è un malessere dovrebbe essere fatto. E' la nostra aspirina senza effetti collaterali.

Ps:. Non monopolizzarmi con dei prefissi Xluciano. Devo essere lasciato libero di rispondere o meno a un post, e se non metti precisazioni potrebbero rispondere anche altri che si sentono così invece esclusi.
Avatar utente
By Bruschino
#2369
Si va bene.

Oggi ho acquistato un enteroclisma in un negozio per parafarmaceutici e spero di avere fatto la scelta giusta.Ho le foto ma non so come postarle.

Ad ogni modo il clistere è della for.me.sa, contiene 2lt di liquido, una cannula di media lunghezza (7,5 cm) ed una più lunga (13 cm) però per uso vaginale che a me sembrerebbe più adatta visto che è più lunga. Secondo voi potrebbe andare bene il clistere che ho acquistato?

Luciano, non ho capito bene cosa vuoi intendere con:"poi se uno va bene senza ok"? Vuoi dire che se uno si libera bene durante il giorno, non è necessario fare il clistere?
Avatar utente
By Merlo
#2371
Bruschino ha scritto: Secondo voi potrebbe andare bene il clistere che ho acquistato?


E' esattamente come il mio: per me va benissimo.
Io tra l'altro usa la cannula piu lunga, mi trovo molto meglio. :wink:
Avatar utente
By Bruschino
#2372
Benissimo, grazie del parere, sono contento.
Avatar utente
By luciano
#2531
Ti avevo suggerito di usare l'argilla con i clisteri, è l'ideale in un ambiente acido come descrivi. Riguardo allo yoga non me ne intendo.
By syncster
#2657
Io sto andando avanti con i clisteri, praticamente me li faccio tutti i giorni la sera prima di andare a dormire o quando mi sento piu intasato del solito.
Ho il vizio di pesarmi prima di farlo e dopo aver evacuato.
Ma anche se ho evacuato bene mi succede che il peso resta invariato perche mi resta dell'acqua dentro che non riesco ad evacuare.
Mi capita certe volte di stare in bagno anche 2 ore :(
Cosa dite? è normale che resti dell'acqua o bisogna liberarsi completamente?
Noto anche che la mattina urino moltissimo, questo sara dovuto all'assorbimento dell'acqua dall'intestino.
Avatar utente
By Priscilla
#2675
Ho fatto un esperimento e NON mi sono trovata bene. Vorrei chiedervi se qualcuno l'ha fatto e come si è trovato.
Mi sono fatta due clisteri da due litri consecutivi, uno dopo l'altro (evacuando tra uno e l'altro, ovviamente).
Lo scopo era pulire meglio, eliminare anche ciò che non era stato eliminato prima.
Invece con il secondo clistere ho eliminato pochissimo (solo acqua sporca), ma ne ho derivato una sensazione di infiammazione all'intestino che mi è durata mezza giornata.
Sentivo proprio la mucosa infiammata.... fastidiosissimo.
Avevo usato solo acqua tiepida per entrambi i clisteri...
Che mi dite?
Avatar utente
By luciano
#2678
Potresti provare ad usare il kefir di 24 ore. Una persona che mi scrive spesso mi dice che mentre con l'acqua ha dei problemi, con il kefir va tutto liscio.
Avatar utente
By dani578
#2702
Ciao Luciano, sto leggendo molto volentieri tutti i vari messaggi che scrivono gli iscritti e mi farebbe piacere trovare questo libro che hai menzionato nella sezione in cui parli dei clisteri e del colon: ------ ti riporto quello che ho trovato scritto: -----Nel suo libro, Colon Health: The Key to a Vibrant Life , il Dr Norman Walker all'età di 113 anni, scriveva: "L'eliminazione di cibi mal digeriti e altri sottoprodotti è ugualmente importante quanto la digestione corretta e l'assimilazione del cibo. . . i risultati delle diete migliori non diversificano da quelli delle peggiori diete se il sistema fognario del colon è ostruito da rifiuti in putrefazione.

Si trova la traduzione in italiano?

grazie

Daniele
  • 1
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret