Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By sidelait
#9572
Sto da diversi giorni in "silenzio" forumistico, un po' per il poco tempo e un po' perchè ho dedicato il mio tempo libero alla lettura dei vari articoli di medicinenon.
Scrivo a proposito di quello che ho terminato di leggere oggi, quello in tre parti sulla disintossicazione.
Scrivo per chiedere una delucidazione soprattutto all'autore dell'articolo (Luciano) poichè proprio le ultime righe dell'ultima parte mi hanno lasciato degli interrogativi, e precisamente parlo del dioxychlor.
Quel che mi ha lasciato perplesso su quanto letto è soprattutto legato a quanto letto in precedenza, e cioè sulla sostanziale inefficacia oltrechè tossicità dei vari farmaci che ci vengono prescritti ogni giorno. Se i farmaci (chimici o naturali) non servono ad un corpo che internamente possiede le risorse per automedicarsi, perchè questo "antibiotico naturale"?
E poi... altra cosa che mi lascia perplesso (causa mia ignoranza presumo), quanto enunciato nelle prime 2 righe e nelle ultime 2 righe del trafiletto che fanno pensare ad 2 categorie di batteri/germi, quelli buoni e quelli cattivi: eppure mi era sembrato di leggere nei vari articoli che sconfessano la teoria dei germi di Pasteur, che la teoria appunto destuita di fondamento per il fatto che germi/batteri vengono a trovarsi sul luogo del dellito (cellule morte o malate) in seguito allo stato di "malattia", e non perchè essi stessi ne siano la causa (della malattia). Di conseguenza il contrasto tra le due cose appare alquanto evidente, almeno nella mia testa in cui probabilmente le informazioni sono incomplete...
Avatar utente
By luciano
#9576
sidelait ha scritto:Se i farmaci (chimici o naturali) non servono ad un corpo che internamente possiede le risorse per automedicarsi, perché questo "antibiotico naturale"?

E poi... altra cosa che mi lascia perplesso (causa mia ignoranza presumo), quanto enunciato nelle prime 2 righe e nelle ultime 2 righe del trafiletto che fanno pensare ad 2 categorie di batteri/germi, quelli buoni e quelli cattivi:


Quando si parla di un corpo che ha la capacità di automedicarsi mi riferisco a quello di persone che stanno seguendo percorsi che ripristinano le funzioni del corpo, per esempio con la dieta senza muco.
L'articolo è indirizzato non solo alle persone di cui sopra ma anche a chi non ha mai fatto nulla e se ritiene di doversi curare con dei farmaci, è meglio che usi il dioxychlor piuttosto che antibiotici e altre schifezze.

Riguardo batteri/germi buoni e cattivi la distinzione è sempre per quelle persone che non hanno ancora assimilato che esistono microrganismi di diverso tipo né buoni né cattivi e che la categorizzazione in buoni e cattivi è arbitrariamente fatta dalla medicina ortodossa e quando parlo di cattivi lo faccio per farmi capire da quelle persone.

Per buoni si intendono di solito quelli la cui azione appare visibilmente benefica come la flora intestinale. Quelli invece che divorano muco, tessuti marci ecc. appaiono malefici in quanto i loro banchetti fanno apparire sintomi indesiderati, seppur necessari per far fuoriuscire le schifezze, e questi sintomi indesiderati vengono chiamati malattie. E naturalmente gli instancabili lavoratori che divorano il marcio puzzolente all'interno di quei corpi vengono chiamati ingiustamente cattivi.

Ora ripetendo, la suddivisione fra buoni e cattivi è solo a beneficio di chi è abituato a quel genere di definizioni e che sta cercando un momentaneo sollievo facendo fuori un po' di microrganismi che sono al lavoro per liberare il suo corpo dai rifiuti (quindi tutt'altro che cattivi), con conseguente diminuzione del sintomo e temporaneo sollievo.
Ovviamente nella speranza che poi adotti la dieta senza muco per eliminare i residui su cui tali germi proliferano.

Quindi in definitiva esistono solo microrganismi, non esistono microrganismi buoni o cattivi, ma il 97% degli uomini crede il contrario.

Non so se queste sono le risposte alle tue domande nel tal caso rifammele più specifiche e aggiusterò il tiro :D
Avatar utente
By sidelait
#9587
luciano ha scritto:Riguardo batteri/germi buoni e cattivi la distinzione è sempre per quelle persone che non hanno ancora assimilato che esistono microrganismi di diverso tipo né buoni né cattivi e che la categorizzazione in buoni e cattivi è arbitrariamente fatta dalla medicina ortodossa e quando parlo di cattivi lo faccio per farmi capire da quelle persone.


uhmmm però permettimi di avere qualche dubbio su questa cosa, cioè a meno che quello sulla disintossicazione non sia per pura coincidenza il primo di tutti gli articoli letti in materia, il lettore (come credo di esserlo in parte io) è già abbastanza cosciente di questi concetti sui germi... (ovviamente se li ha accettati :D) e quindi potrebbe trovarsi un attimino spiazzato come mi sono sentito io

Non so se queste sono le risposte alle tue domande nel tal caso rifammele più specifiche e aggiusterò il tiro :D


sì erano proprio le risposte che cercavo, ora il quadro mi è decisamente più chiaro... senza la tua precisa puntualizzazione ammetto che sarei rimasto un attimo perplesso! :wink:
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret