Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Priscilla
#9747
Vorrei raccontare questa storia incredibile, dove si evince che siamo in mano a dei medici impazziti. Devo fare una piccola premessa: io e mio marito per la prima ed ultima volta, abbiamo fatto la spesa al LIDL, comprando verdura fresca di vario tipo. Ieri sera abbiamo cucinato un minestrone con queste verdure fresche. Solo verdura, un pizzico di sale ed olio a crudo. Stamane siamo stati MALISSIMO!!! Lui dissenteria molto forte, io mal di stomaco fortissimo, digestioni acide, malessere generale.
Per prima cosa abbiamo chiamato i NAS, i quali ci hanno detto di chiamare il Centro Antiveleni. Qui ci ha risposto una dottoressa, a cui abbiamo esposto i nostri sintomi.
Ci è stato detto che probabilmente abbiamo un'influenza e di non preoccuparci, inoltre, e questa è la cosa GROSSA, ha detto che, non trattandosi di verdura biologica, non correvamo rischi.
Infatti secondo questa dottoressa, solo le verdure biologiche possono contenere batteri (tipo salmonella) perché concimate naturalmente, invece quelle non biologiche sono controllate e disinfettate e quindi non possono presentare danni per la salute. Le ho esplicitamente chiesto: ma i pesticidi non sono proprio loro dannosi? Mi è stato risposto che la quantità di pesticidi è severamente regolata da norme di legge e quindi adatta al consumo umano. Questo quello che dicono al centro antiveleni.
Intanto noi ora stiamo molto male, mentre con le verdure bio non abbiamo mai avuto nulla.

Che dire?
Pazzesco.
Mi piacerebbe denunciare il fatto da qualche parte, ma non so come muovermi.
E poi, forse, non servirebbe a nulla. Mi sento parte di un sistema ineluttabile, dove è inutile reagire
Avatar utente
By Tyler
#9757
INCREDIBILE!!!!
Non ci sono altre parole.
Una cosa però aggiungo, mi spiace dirtelo ma un po' ve lo meritate. Come si fa a comprare frutta e verdura da Lidl? :D
Saluti...
Avatar utente
By Priscilla
#9758
Tyler ha scritto:INCREDIBILE!!!!
Non ci sono altre parole.
Una cosa però aggiungo, mi spiace dirtelo ma un po' ve lo meritate. Come si fa a comprare frutta e verdura da Lidl? :D
Saluti...


Beh... tempo fa lo stesso Arca mi suggerì di andare al LIDL a comprare un prodotto, i crauti in scatola, perché diceva che erano ricchi di fermenti, essendo fermentati nell'aceto bianco. Me lo dava come cura contro la stitichezza...
Comunque questa volta siamo andati al LIDL a fare scorta di succo d'uva, marca Vitafit, che è un prodotto ottimo, non in vendita in altri supermercati. Già che eravamo lì abbiamo preso alcune verdure, non avevamo voglia di fare il giro dei supermercati di Milano.
Tutto lì.
Comunque d'ora innanzi non prenderò più le verdure fresche al LIDL!
Ti consiglio però, Tyler, di andarci a fare un giro: questo succo d'uva è proprio buono.
Avatar utente
By Tyler
#9759
Chiaramente la mia era una battuta, un po' acidina ma battuta scherzosa era...:D
In ogni caso non ci andrei nemmeno sotto tortura a comprare manco uno spillo in questi "mostri" che ammazzano ogni giorno la nostra economia.
Preferisco di gran lunga comprare dai coltivatori diretti, dai piccoli rivenditori o nelle bottegucce dei miei concittadini.
Del succo d'uva ne faccio volentieri a meno.
Baciuzzi...
Avatar utente
By Priscilla
#9760
Tyler ha scritto:Chiaramente la mia era una battuta, un po' acidina ma battuta scherzosa era...:D
In ogni caso non ci andrei nemmeno sotto tortura a comprare manco uno spillo in questi "mostri" che ammazzano ogni giorno la nostra economia.
Preferisco di gran lunga comprare dai coltivatori diretti, dai piccoli rivenditori o nelle bottegucce dei miei concittadini.
Del succo d'uva ne faccio volentieri a meno.
Baciuzzi...


Eh... si vede che non abiti a Milano!... ehehehe
Avatar utente
By Tyler
#9761
Eh si, hai proprio ragione...
Meno male che non abito a Milano aggiungo...
Baciozzi...
Avatar utente
By arca
#9763
Per la verdura fresca (e la frutta) alla LIDL, sono d'accordo con Priscilla: per più volte in più LIDL d'Italia, la verdura e la frutta che ho comprato era da buttare. A volte l'ho anche portata indietro e mi sono fatto restituire i soldi.
Mi sono promesso anch'io di non acquistare mai più nulla di quelle cose che chiamano "fresco" al LIDL, anche perché, come Fabio, preferisco i banchi privati che qui, almeno, qualcuno ancor ce n'è.

Effettivamente qualche prodotto valido alla LIDL si trova pure; confermo ad esempio i crauti.
Avatar utente
By luciano
#9765
Mi spiace per la disavventura.
Non è che abbiate esagerato con il succo d'uva? (butto li anche la mia opinione)

Riguardo al centro antiveleni, è esattamente coma hai descritto.

Per loro, un cibo demineralizzato, pastorizzato, pieno di additivi antimuffa e antibatterico, una di quelle cose che se te lo dimentichi su uno scaffale dura una vita, è perfetto, non può fare danno perchè non ha germi!

Mentre il biologico è pericoloso!
Forse un giorno otterranno una polpa dal petrolio molto simile al pongo che può essere colorata a piacimento, profumata, aromatizzata, con molecole a forma di piccole sacche che possono contenere liquidi nella quantità desiderata, minerali e vitamine e proteine sintetiche. Naturalmente "commestibile".

Può essere data la forma voluta con macchie e senza macchie, ma rigorosamente senza vermi e germi. Per ora viene usata solo per fare le vetrine.
Ultima modifica di luciano il 17 dicembre 2007, 22:37, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By salvatore3
#9766
Nella piccola (Milano del sud), succede ogni tanto che qualcosa va male; circa 10 anni fa, hanno trovato , ( vicino l'aeroporto di Catania), qualche ortolano che irrigava l'orto con dell'acqua di fogna, sono stati scoperti perche qualcuno si è sentito male, mangiando quelle lattughe che erano molto grosse e belle, melanzane, zucchine, molte grandi.....
La cosa venne allo scoperto quando qualcuno è andato in ospedale, con tracce di salmonella.

Come dice l'amico FABIO diffidate delle cose troppo voluminose.

Quando ho qualche dubbio nel cucinare certe verdure , spesso ci metto un pò di bicarbonato, e spesso funziona.

Saluti

Salvo
Avatar utente
By Priscilla
#9769
Alla fine ho reagito.
Ho scritto alle maggiori associazioni del biologico in Italia, esponendo in una lettera quello che mi è stato riferito dal centro antiveleni di Milano, da parte della Dott.ssa Moro.
Alcune di queste associazioni mi hanno già risposto, dandomi la loro solidarietà e facendomi capire che volevano andare in fondo a ciò che veniva detto alla cittadinanza da parte di questo organo sanitario. Infatti credo che si tratti di informazioni false, per cui queste associazioni sono in tutto e per tutto una parte lesa in questa faccenda.
Vedremo... ora io sto alla finestra a guardare.
Intanto un bel digiuno ed un sano clistere mi hanno come al solito riparato: ora sto meglio.
Buonanotte a tutti.
Avatar utente
By corvino72
#9838
luciano ha scritto:Mi spiace per la disavventura.
Non è che abbiate esagerato con il succo d'uva? (butto li anche la mia opinione)
luciano ha scritto:Mi spiace per la disavventura.
Non è che abbiate esagerato con il succo d'uva? (butto li anche la mia opinione)

Riguardo al centro antiveleni, è esattamente coma hai descritto.

Per loro, un cibo demineralizzato, pastorizzato, pieno di additivi antimuffa e antibatterico, una di quelle cose che se te lo dimentichi su uno scaffale dura una vita, è perfetto, non può fare danno perchè non ha germi!

Mentre il biologico è pericoloso!
Forse un giorno otterranno una polpa dal petrolio molto simile al pongo che può essere colorata a piacimento, profumata, aromatizzata, con molecole a forma di piccole sacche che possono contenere liquidi nella quantità desiderata, minerali e vitamine e proteine sintetiche. Naturalmente "commestibile".

Può essere data la forma voluta con macchie e senza macchie, ma rigorosamente senza vermi e germi. Per ora viene usata solo per fare le vetrine.


Cos'altro di diverso ci si potrebbe aspettare da un mondo che gira in questo modo? Vi sottopongo una lettera di Franco Libero Manco, da me già inserito su questo forum in un altro thread intitolato "Il neonato morto ad Atlanta"
Ciao a tutti da Raffaele!

-------------------------------------------------------------------------------------------------

From: Franco Libero Manco
To: Undisclosed-Recipient:;
Sent: Friday, December 21, 2007 10:38 AM
Subject: Se non ti ammali sei contro il sistema

Carissimi, vi invito a leggere e a divulgare il documento che vi invio. Salute a voi. fl
www.vegetariani-roma.itwww.universalismo.it

SE NON TI AMMALI SEI CONTRO IL SISTEMA
La medicina ufficiale e le industrie chimiche-farmaceutiche
di Franco Libero Manco

I medici, i ricercatori scientifici, i vivisettori, il personale ospedaliero, infermieristico, le industrie chimiche e farmaceutiche… Che cosa farebbe questo sconfinato esercito di persone se la gente non si ammalasse? Se la gente vivesse e si alimentasse in modo sano e naturale a che servirebbero i dottori e le medicine? Il modo migliore per consentire il perdurare di questa situazione di gente malaticcia e bisognosa di farmaci è fare in modo che mangi la carne, cibi raffinati, conservati, trattati ecc.. La salute non rende mentre la malattia da sostentamento ad un esercito sconfinato di addetti ai lavori. E’ vero, “la categoria dei medici e le industrie farmaceutiche esistono perché esiste la malattia” (come è altrettanto vero che la malattia esiste perché l’uomo vive male e si alimenta peggio) come è altrettanto vero che queste categorie non traggono alcun vantaggio da una popolazione in salute, se non quella di reclutare nuovi pazienti.
Tuttavia non credo (per mia buona fede) che questo meccanismo sia pensato e voluto, ma dal momento che questo dà lavoro ad un oceano di persone non conviene sia abolito facendo, tra l’altro, cambiare abitudini alla gente. Allo stesso modo per evitare che 60 milioni di persone restino senza lavoro non conviene abolire l’industria delle armi.
Se la gente smettesse di mangiare animali e derivati si verificherebbe:
- Chiusura di 10 milioni di farmacie, sovraccariche di farmaci inutili e la conseguente riduzione del 90% dei prodotti venduti.

- Impoverimento e degrado sociale dei cento milioni di medici: molti di quali dovrebbero adattarsi a fare altri mestieri.

- Un milione di fabbriche e piccole fabbriche di farmaci dovrebbero chiudere o cambiare attività e produrre altre cose.

- 10 miliardi di animali detenuti dovrebbero essere liberati dalle catene dagli allevamenti e dalle gabbie dei mattatoi. Un milione di allevamenti e un milione di macelli dovrebbero chiudere i battenti.

- Allevatori, macellai, commercianti di bestiame, operatori del grande settore carne e produzione casearia, pellami e concerie varie, industrie di smaltimento dei residui animali dovrebbero rassegnarsi ad una conversione delle loro attività.

- Decine di istituti sanitari tipo FDA, WHO, OMS tornerebbero ad essere piccoli e modesti uffici di raccolta e distribuzione dati e non più santuari sanitari che impongono al mondo la loro egemonia. - - Decine di migliaia di funzionari sanitari dovrebbero tornare a casa. Niente più fondi governativi multimiliardari per trucchi e buffonate gigantesche tipo Aids, Sars e simili. Niente più fiumi di denaro stanziati per una ricerca inutile, stupida e crudele.

Questo meccanismo infernale, in cui la popolazione ignara ne paga le conseguenze, con prezzi inimmaginabili in risorse umane, sofferenza e numero di morti, vuole che l’individuo continui a vivere (o sopravvivere) concedendosi tutte le deviazioni, i vizi e gli abusi che richiede la società opulenta; vuole che l’individuo non rinunci a nulla nell’illusione che la medicina può far vivere in salute anche violando le leggi naturali, che non rinunci a nessun piacere, che non capisca dov’è la causa delle sue disgrazie, che non abbia il senso critico e si fidi ciecamente di ciò che giornalmente propinano i mezzi di informazione televisivi al servizio delle grandi case farmaceutiche e consegni inerte e fiducioso nelle mani dei centri di potere politico ed economico delle multinazionali la propria salute e la propria vita, convinto che quel che dice la televisione torna a suo beneficio.

Abbiamo idea di quale rivoluzione può portare il regime vegetariano con il quale è possibile ridurre del 90% gli infarti, del 97% gli ictus e del 34% dei cancri? Oltre, naturalmente, le altre molte patologie correlate al consumo di carne e derivati animali, quali ipertensione, obesità, diabete ecc. E’ chiaro che la filosofia dei vegetariani deve essere ostacolata e possibilmente denigrata avvisando la popolazione che i vegetariani rischiano carenze alimentari (mai riscontrate e mai denunciate dagli più accreditati istituti di ricerca e dagli scienziati non prezzolati). Che i vegetariani s’improvvisano conoscitori della “complicata” scienza della nutrizione mentre è necessario consultare e… pagare un nutrizionista la cui scienza dimostrerà che per stare bene in salute occorre mangiare di tutto, praticamente quello che fanno tutti, senza bisogno di pagare nessuno. Per milioni di anni la specie umana non ha avuto bisogno di nutrizionisti e di medicine, come tutte le altre specie dei viventi, ora ha bisogno dell’uno e dell’altro: sarà per questo che è così malaticcia?

Così vanno le cose.
La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ciao Angelo, I tuoi problemi sono iniziati in età […]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret