Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Orsa
#10894
luna ha scritto:
Orsa ha scritto:luna, anche al mio gatto di sette anni è stato trovato del tartaro sui denti. hai dei consigli da darmi per evitare questa piccola-grande tortura?


Prova a spruzzargli tutti i giorni un po' di argento colloidale direttamente in bocca, se ci riesci, sulle gengive.
Poi ho visto che dai rivenditori di cibo per animali si trovano croccantini per gatti anziani con prblemi di tartaro...prova anche con quelli.
Quanto al cibo naturale, un gatto abituato da anni ad altre cose non lo vuole più...
Ciao, facci sapere come va



forse è già stato detto, ma dove posso trovare questo argento colloidale?
By Derrik1966
#11368
Orsa ha scritto:
forse è già stato detto, ma dove posso trovare questo argento colloidale?


Ciao Orsa. In teoria (se ti fidi delle produzioni del mio laboratorio casalingo :roll: ) ti potrei dare una boccetta di quello che produco io per fartelo provare. Sono molto preciso nella produzione e ho letto/sperimentato/"giocato" molto coll'ACI (Argento Colloidale Ionico) prima di arrivare, modestia a parte, alla qualità di quello che preparo adesso! 8)

Uso solo acqua bi-distillata per preparazioni iniettabili e aggiungo (questo è molto importante ma pochi lo fanno) alcuni amminoacidi a fine produzione che "proteggono" lo ione Ag+ dal cloro presente nello stomaco. Il cloro del succo gastrico infatti crea con l'ACI un sale insolubile che, in quanto tale, fa' depositare l'argento nel tessuto connettivo impedendogli di diffondersi nel corpo e quindi diminuendo di molto la sua efficacia.

E ancor peggio grandi quantità di sali di argento mettono il soggetto a rischio di argiria, una colorazione bluastra della pelle.

L'aggiunga degli amminoacidi di cui parlavo ha lo scopo di ridurre questo problema.

Se ti interessa te lo potrei dare al prossimo meeting degli iscritti a questo forum che faranno nel nord Italia, al quale parteciperei volentieri, se mai ci sarà! :D

Ste'
Avatar utente
By luciano
#11386
onelove ha scritto:e si diventa come questo signore:

Non male! :D
Almeno non è più un brutto caso di dermatite, con gonfiori, arrossamenti e prurito della pelle, come dice l'articolo.

E il tipo sta guadagnando un sacco di soldi raccontando in giro per il mondo la sua storia. :wink:

E anche i media. :wink:

E la FDA coglie la palla al balzo per discreditare, come fa con qualsiasi prodotto che non esca da big pharma. :wink:

Ci sono anche molti casi di Argyria in cui le persone affette non hanno mai preso l'argento colloidale.

E bisogna anche vedere quale tipo di "argento colloidale" produce tale effetto collaterale, c'è molta confusione sul soggetto, molti prodotti con caratteristiche, densità e particelle diverse vengono tutti quanti chiamati argento colloidale.

Curiosità: In India una persona con la pelle blu viene venerata, in memoria di Krishna, che viene descritto appunto con la pelle blu, un privilegio.
By Derrik1966
#11541
No, no, usate l'ACI senza paura: l'argiria è un effetto collaterale molto difficile da farsi venire! Bisogna proprio "impegnarsi" per diventare blu! 8)

Per esempio ho letto di un tizio che era affetto da sifilide terminale e la pennicellina non aveva più alcun effetto su di lui, per via dell'eccessiva assunzione che ne aveva fatto che aveva "abituato" i batteri a tale antibiotico... con l'ACI riuscì a guarire dall'infezione ma ne prese UN LITRO al giorno, a 400ppm (concentratissimo, visto che l'ACI migliore è a 10 o 20ppm max.) e solo dopo UN ANNO di tale dosaggio e tale frequenza diventò blu! Senza considerare poi che lo assumeva SENZA amminoacidi chelanti. L'argiria si pensava fosse permanente, visto che le terapie chelanti per rimuovere i metalli dall'organismo non hanno effetto sui metalli NON-ionici depositati nell'epidermide. Nonostante questo lo stesso tizio riusci a guarire la sua pelle pure dall'argiria mediante un mix disintossicante... se volete vi posto la lista degli ingredienti...

Comunque un ACI che provoca argiria è un ACI fatto male: oltre a colorarti la pelle ha ANCHE un effetto anti-microbico NETTAMENTE inferiore a un ACI ben fatto che l'argiria non te la provoca.

Un po' come quel comico degli anni '90 che aveva coniato quegli schetch in TV dove diceva frasi del tipo: <<meglio avere una moglie bella e fedele, che una brutta ma fedifraga>>... oppure: <<meglio avere un lavoro riposante e ben pagato, che uno stressante e mal retribuito!>> :P Ve lo ricordate? Ebbene, sicuramente lui sull'ACI avrebbe detto: <<meglio assumere un ACI dal forte potere battericida che NON ti provoca argiria, che uno poco efficace sui batteri che ti fa' diventare pure blu!!!>> :roll:

In ogni caso, per infezioni molto serie è preferibile assumere l'ACI per endovena (pochi ml, in questo caso).

Stefano
Avatar utente
By alepax
#13669
Ciao, vi posso raccontare l'uso che ne faccio io.
Premetto che l'ho conosciuto per caso da internet, girovagando alla ricerca di qualcosa che mi disinfettasse le tonsille, e l'ho comprato solo dopo avere letto vari articoli scritti da medici statunitensi.
Lo uso per gli occhi, porto le lenti a contatto ed a volte ho piccole infezioni, con una goccia per occhio prima di andare a dormire mi sveglio senza fastidi.
Una volta l'ho usato per una infezione vaginale non meglio identificata, per la quale avevo usato vari tipi di creme, lavande ed ovuli. Con alcune gocce di argento è passatto tutto (ed in una sola applicazione).
Faccio qualche sciacquo con qualche goccia disciolta in po' d'acqua quando ho le tonsille arrossate ed una volta ho messo le gocce pure nel naso, per un attacco di sinusite.
Lo metto anche sui foruncoli infiammati e lo uso quando mi taglio come disinfettante.
Ha funzionato sempre benissimo, lo trovo molto efficace.
Buona giornata tutti!
Alessandra

P.s. Naturalmente l'ho comprato via internet, perchè quando sono andata nella mia farmacia di fiducia, con grande reparto di rimedi fitoterapici e omeopatici, "naturali e alternativi", le farmaciste (tutte e due, ovviamente entrambe laureate in farmacia) si sono guardate e si sono messe a ridere, dicendo che non avevano mai sentito parlare di una cosa del genere e che non non ritenevano possibile che l'argento assumesse la forma "colloidale", altrimenti sarebbe stato anche rischioso, perchè sarebbe stato viscoso e avrebbe ostruito qualcosa se assunto... quindi mi hanno dato l'argento proteinato!
Avatar utente
By mesenger
#13724
io l' ho trovato anche qui:www.naturvitae.com/index.php?mod=prodotto&ID=85&long.IT , se l'ho scritto giusto.
saluti

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret