Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

By Martissima
#10865
Ciao a tutti, cari e care compagni d'avventura (ehretista)
Mentre vi scrivo sto proprio maluccio... Ora vi racconto:
Dopo un master cleanse a luglio, susseguente pulizia del colon per una settimana unita ad una dieta base di succhi di verdura, mi sono stabilizzata su una dieta di transizione quasi priva di muco (da notare che quando sono entrata in transizione ero già vegetariana da 10 anni e non mangiavo latticini
dall'inizio dell'estate). Tutto è proceduto benissimo, a volte sono stata colta da voglie irrefrenabili (pane,pasta,pasta, pane), ma sono riuscita ad arginarle più o meno bene :wink: Nel mese di dicembra la mia alimentazione era naturalmente divenuta crudista all'80% e mi sentivo una favola...
Poi il famigerato natale ci ha messo lo zampino, e nonostante gli sgarri fossero comunque limitati a cose piuttosto sane, tipo legumi e cereali integrali, il mio corpo ha reagito malissimo: ho avuto una settimana di nausea completa, debolezza estrema, umore in fondo ai tacchi, ultra depressione(e chi se la ricordava più?) :cry: Allora, libro di Erhet alla mano, mi sono rimessa in sesto, tanta verdura cruda e cotta e frutta fresca, ma sempre attenta alle reazioni del mio corpo; niente cereali, ma qualche patata per ammortizzare i morsi della fame, ritornata prepotentemente... Poi... 2 giorni fà 8O !!!
Torno a casa la sera alle 9, mi faccio un insalata di valerianella con semi di lino tritati e pomodori + broccoli al vapore (non biologici), aglio e patate...
Nel bel mezzo della notte non posso evitare di saltar giù dal letto per vomitare, con grande fatica, visto che io non vomitavo mai neanche nelle super ubriacature adolescenziali...
Beh, mi dico, tutto sto muco bianco che mi esce dallo stomaco è fuori, quindi starò meglio.
Per istinto e preucazione l'indomani digiuno, con limonata calda, come consigliato da Ehret... Sto maluccio, ma va bé. Alla sera super clistere e il giorno dopo sto una favola, continuo a digiunare e sera con clistere, momenti di estrema debolezza, ma non nausea...
Oggi clistere e poi a pranzo rompo il digiuno con insalata di bietola e pomodori e spinaci stufati... Non avete idea di come sto male, ma proprio male!!!
Considerate che durante il digiuno ho lavorato giù di vanga foraterra nell'orto, insomma, non mi sono risparmiata, ho tradotto fino alle 2 di notte e, ovviamente, come sempre, ho fatto il mio dovere di mamma (lava, metti a posto etc...)
Oggi non avevo vera voglia di mangiare, ma non volevo digiunare più a lungo, credo di essere abbastanza pulita dal punto di vista alimentare, ma in passato ho assunto sostanze che sicuramente devo ancora smaltire del tutto e avevo 11 otturazioni in amalgama...
Quindi ho mangiato, ma...
Che nausea indicibile!!! Vorrei cavarmi via le viscere, davvero!
Pensate che entrando in un supermercato, l'odore delle verdure mi ha procurato un conato di vomito, che come al solito s'è fermato lì lì
(magari uscisse!!)
L'unica cosa che non mi fa nausea è la frutta, ma mi viene paura anche a mangiar quella...
il mio amatissimo quanto onnivorissimo compagno stasera s'è fatto una pasta integrale al peperincino e l'odore della pasta mi diceva che se l'avessi mangiata la nausea sarebbe sparita... Ma non l'ho fatto, ho preferito 4 squisiti mandarini...
Non mi hanno disgustato per niente, anzi, ma ho ancora le forze sotto zero
e una repulsione per le verdure... (Penso che non mangiero più cavolo per un bel po'). Insomma, ma che mi sta succedendo?
Vi prego, se avete consigli datemeli, io non ci capisco più niente
Possibile che il mio corpo si stia rivoltando anche alle verdure? Pure l'olio mi nausea (quello anche prima del malessere)
Non è che così si viva tanto bene...
Avete anche voi avuto esperienze del genere?
E, se sì, che avete fatto?
Grazie per l'aiuto
Marta
Avatar utente
By luciano
#10962
Ciao Martissima, mi hanno fatto notare che nessuno ha risposto a questo post.
Quello che hai descritto lo vedo come un festival di sintomi di disintossicazione che si sono sbizzarriti, privi di controllo.
Il mio parere è che dovresti fare i cambiamenti minimi volta dopo volta, ma non ho dati riguardo al tuo stato di salute prima di iniziare la dieta e precedenti cure, ecc.
Come stai adesso, cosa stai facendo?
Avatar utente
By arca
#10964
Dispiace anche a me, ma anch'io non l'ho proprio visto questo post.
Oltre ai suggerimenti di Luciano, vorrei aggiungere che è di vitale importanza, durante un digiuno, risparmiare le forze per la guarigione.

Considerate che durante il digiuno ho lavorato giù di vanga foraterra nell'orto, insomma, non mi sono risparmiata, ho tradotto fino alle 2 di notte e, ovviamente, come sempre, ho fatto il mio dovere di mamma (lava, metti a posto etc...)

Gli animali, quando digiunano per guarire, si fermano dalle loro attività, per cui se in questo periodo dovessi ritornare a fare digiuno, ferma il fisico.
Aspettiamo tue informazioni. Ciao.
By Martissima
#10988
Ciao cari, grazie per la risposta, per un attimo ho pensato che non sapevate che dirmi...
Beh, come sto? Psicologicamente benissimo (per assurdo), ma mi rimangono grossi problemi con il cibo.Per tirarmi su ho appena letto l'avventura sul pianeta muko di cosmonauta :lol: :lol: :lol:
Tornando a me, non riesco a mangia verdure!!!! 8O
La nausea torna ogni volta dopo aver mangiato chicchessia... Sì, avte letto bene. chicchessia :? Sapete che mi è successo dopo 10 anni di totale astinenza? Di desiderare, non con la mente, con il corpo, il grasso animale, proprio il lardo... Un desiderio incredibile, beh, io l'ho assecondato con un pezzetto del suddetto dopo aver ringraziato il maialino, senza sensi di colpa, è il mio corpo, in tanti giorni bleh è parso gioire, poi la voglia è totalmente sparita e credo che non accadrà più per mooooolto tempo (mai non posso più dirlo). Pazzesco no? :roll: NOn fate quella faccia, mi stupisco anch'io di me stessa,davvero. E quello sarebbe il male minore, perchè, nonostante l'umore sia in alto (e io la depressione l'ho conosciuta parcchio bene) mi rimane un dilemma alimentare non indifferente..
In questi giorni non riesco minimamente a mangiare verdure, mi sforzo, ma non mi vanno, ieri ho condito una bellissima scarola dell'orto con olive bio e shoyu... Bleh che schifo!!! NOn ci sono riuscita a mangiarla, anche aiutata dalla totale repulsione per il sale del condimento...
La cosa che, purtroppo, :oops: riesco a ingurgitare benissimo sono i cereali, che tento di evitare come la peste, avendo ormai assodato che per me sono veleno, ma anche subdola droga...
E nonostante il mal di panza che sovviene dopo l'abbuffamento (lo chiamerei così) continuo a rivolgermi a loro quando vado in cucina a scegliere il mio cibo... Eppure davanti a me ho bellissime verdure bio, frutta bio(quella la mangio senza problemi, nausea anche lì, però quando la mangio mi fanno male i denti!!!), frutta secca e semi di ogni sorta...
MI dico, anche oggi hai fato una bella zuppa di schifo, allora mi esorto a riiniziare bene e lentamente dal giorno dopo, mi preparo con un lassativo gentile alle erbe, inizio la giornata con la mia amica limonata calda, mangio un ottima mela prima di pranzo e poi... CRISI 8O
Mo' che devo fà? Mi dico, proviamo a seguire l'istinto... Ma a quanto pare il mio istinto in questi giorni non funziona tanto bene, conducendomi al più assoluto disordina alimentare sopra descritto...
E inoltre, il troppo navigare tra i meandri nutrizionistici di internet non aiuta per niente!!!!
Cavoli, non so più cosa davvero vuole il mio corpo e cosa viene indotto da una indottrinazione passiva e invisibile su ciò che è bene e ciò che è male.
Allora forse un clistere... Ma l'idea mi butta giù, l'ultima volta è stata dura farlo, davvero pesante... Un probiotico? dice la testa, no, no, risponde il corpo
Scusate se vi ammorbo con queste complicatissime insensatezze
Ma è proprio così che mi sento, allegra, ma abborbata dal cibo, tanto che nel momento rituale di pranzo e cena vorrei teletrasportarmi per tornare già sazia senza sapere come e dove...
Aiutooooooo!!!!!!
Marta
Avatar utente
By arca
#10991
La cosa che, purtroppo, riesco a ingurgitare benissimo sono i cereali, che tento di evitare come la peste,

Cara Marta,
credo "semplicemente" (scusa per il termine, ma l'ho messo tra virgolette apposta) che tu ti sia data ad una troppo veloce transizione. Essere vegetariani è spesso essere messi male più di un onnivoro per le enormi quantità di acidi prodotti dagli amidacei.
Ricorda che qualsiasi cosa a cui ti opponi, essa ti rientra dalla porta di servizio e ti salta aggredendoti alle spalle; è il caso della citazione su dei cereali.
Passato questo momento di gran disordine, concedendoti nel frattempo un po' di "droghe" come tu le chiami, una volta ripresa credo dovresti fare un passo indietro e poi riprendere il cammino.
Questo contemporaneamente all'uso di clisteri quotidiani dopo che sei andata in bagno (per tenere pulito il colon) ed appunto facendo una buona integrazione di fermenti lattici a base almeno di acidophilus e di altri, ma certamente contenenti quelli ora da me citati.
Con le privazioni che sembra esserti data, mi sa che sei entrata in un circolo di rigetto psicologico delle cose: richiedi le "droghe" e rifiuti le verdure.
Sembra un effetto contraccolpo bello e buono.
Magari leggi anche questi:
leggi qui
leggi qui
Inoltre, ed è già stato detto tante volte, i semi di lino non vanno mangiati spesso poiché contengono veleni; poi i pomodori, se crudi, non vanno MAI mangiati con gli amidi, poiché fermentano violentemente. Solo cotti.
Questi potrebbero essere alcuni errori della cena di una settimana fa.
Chiaramente, se noti sintomi vanno oltre la normale nausea, consiglio sempre una visita medica.
Dimmi se è sufficiente la risposta, ma ciò che ho scritto è ciò che, puro e semplice, farei io.
Avatar utente
By luciano
#10993
Ciao Martissima ben tornata! :D

Io farei una bella pausa, mangerei quello che mi piace uscendo temporaneamente dal cammino del sistema di guarigione della dieta senza muco.

Essendo noi esseri umani costituiti da spirito, mente e corpo, per portare a compimento le nostre scelte, tutte le nostre componenti devono essere allineate in direzione dell'obbiettivo che vogliamo raggiungere.

Se, per esempio, il corpo vuole una cosa, la mente un'altra, lo spirito non sa che vuole, non può che crearsi confusione e insuccesso. Le rinunce e opposizioni ci fanno ottenere risultati opposti a quelli desiderati.

Attenderei quindi un momento più propizio, in cui altre mie priorità siano risolte, per dedicare poi la dovuta attenzione al sistema di guarigione che è molto di più del semplice adottare una lista di alimenti di cui cibarsi. :wink:
By Martissima
#11002
Grazie, grazie, grazie!!! :wink:
Le vostre parole in effetti hanno molto senso, solo che non credevo che questo potesse verificarsi, in fondo mangiavo proprio bene fin da agosto... Evidentemente non era abbastanza
E comunque, mi sono dimenticata di dire che non riesco a bere, spesso passano giorni in cui non tocco neanche un bicchier d'acqua e non credo sia una buona cosa, ma per bere devo appunto sforzarmi.
Può questo avere esacerbato il tutto?
L'anno scorso di questi tempi avevo iniziato (e lo feci per un mese) a cogliere erbe selvatiche fresche, depurative, come ortica, aparine, fumaria, primula e piantaggine ogni mattina, prima del lavoro, e farmi un litro e mezzo di tisana al giorno, così riuscivo a bere molto più volentieri ed è appunto lì che è iniziato questo mio percorso, mi sentivo una favola... Credo che ripeterò la cosa, che ne dite? Di nuovo grazie, un bacione e godiamoci questa bellissma giornata, che se non altro mi sta regalando tanta pace e gioia, nonostante tutto
Che sia così anche per voi!
Marta
Avatar utente
By Sabina23
#59981
Leggendo le tue parole, è come se il tuo spirito si sia disintossicato prima del tuo corpo e adesso soffri questo disallineamento. Quindi devi riallineare le due parti tornando un pò indietro con il corpo, quindi reinserire ancora qualche cosa della quale il tuo corpo necessita per potere continuare la opera di forte disintossicazione della quale abbia bisogno ( probabilmente più latenti della cattiva alimentazione, forse medicinali presi in passato, che si insinuano nelle cavità più profonde e intime del nostro corpo ). A me capita che se non mangio il cracker o il pane di segale alla fine della cena, entro in un vortice di falsa fame che mi opprime, pertanto, vuol dire che ancora non sono pronta per il trapasso. Proverò dopo questi giorni di digiuno liquido a rimettermi alla prova, un caro saluto!
Avatar utente
By Foca
#59987
Ciao Martissima, :wink: :D

spero che tu segua sempre il forum, avrei piacere di mettermi in collegamento con te, conosco benino le tue zone, sono Umbra anche io.

Inoltre mi piacerebbe sapere adesso a che punto della transizione, sei. :D
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret