Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Ferendil
#11326
Salve a tutti,
sperando di no essere "troppo OT" , vorrei chiedere le vostre esperienze riguardo agli animali di cui avete cura.
E' un argomento che mi stà molto a cuore ; sono responsabile della salute della piccola segugia che ho adottato a Natale.
LA SUA STORIA
Alma, così l'ho chiamata, è una segugetta di un anno.
Ripudiata dal suo padrone cacciatore,abbandonata in un bosco che non conosceva, è finita con la zampetta in una tagliola dei bracconieri.
Ritrovata...doveva essere salva ma ..Le sue sventure continuano , finisce in un lager,dove invece di curarla , la lasciano buttata in un box gelido con la zampetta rotta.

Finalmente dopo circa due mesi , vengo a conoscenza di questo sfortunato caso , e vado a prendrerla.
Ho litigato per farmela dare (non volevano che si sapesse la verità)...ma ora Alma è salva.
Operata d'urgenza , aveva una frattura esposta , le hanno amputato la falange che era in necrosi.
APPENA IN TEMPO.

Ora è la dolcezza di casa.
Vorrei tanto non fare errori sull'alimentazione
Come vi regolate con i vostri amici?
Il cane ha un apparato digerente diverso dal nostro, ma quello che vedo è che anche gli animali domestici soffrono delle malattie da intossicazione...allergie , raffreddori, discopatie, paralisi, tumori, tartaro e carie, ...
Li stiamo avvelenando? io credo di si.
Ma come alimentarli?
Sinceramente sono disorientata.
Ovviamente credo che le crocchette siano pessime, infatti preparo la pappa cucinata ...ma come?

Riso ..? pasta?...ma se sono collosi per noi ,perchè dovrebbero andar bene per loro ?Carne ...cotta ? cruda? VERDURE? io le cucino un pò di tutto, principalmente verdure...ma il cotto ad un cane? :roll:

Spero vogliate condividere le vostre esperienze.
Mi scuso se l'argomento potrebbe non essere pertinente, ma io credo che gli animali siano elementi della famiglia con pari diritti e dignità , e pertanto meritino tutta la nostra consapevolezza.

un abbraccio

FERENDIL
Avatar utente
By luciano
#11331
E' un argomento difficile questo, in quanto gli animali domestici sono una forma di aberrazione, nel senso che non dovrebbero essere domestici, ma vivere allo stato selvaggio, e l'uomo quando ha iniziato appunto ad addomesticarli in effetti ha causato a loro un danno, anzi il danno.

Questo come linea di principio. Ora che il danno è stato fatto, in pratica conviviamo con questa realtà degli animali "domestici".

La loro alimentazione allo stato selvaggio, se carnivori, sarebbe carne cruda e sangue, ma nella nostra società, la necessità di rendere pratica la loro alimentazione si viaggia con crocchette e scatolette.

Il loro acquisto viene ulteriormente differenziato fra il consumatore comune che acquista secondo la pubblicità e chi invece è pure motivato da motivi etici ed evita quei prodotti sperimentati su animali, ma oggi non esistono prodotti alimentari non sperimentati su animali, ma solo quelli che hanno indotto minore sofferenza.

Per quanto ne so io il riso e farinacei sono dannosi per la salute degli animali carnivori, ma già essere animali domestici lo considero il peggior danno da essi ricevuto nel corso del tempo.
L'ideale sarebbe fornire a loro carne cruda con sangue, ma molti possessori di cani vegani non li alimentano con cibi animali a seguito delle loro scelte.

Rimane la questione se la scelta del padrone sia anche la scelta ottimale per il cane, ma questo è un assunto che può essere sviluppato meglio su forum e liste vegane e suggerisco di spostare le discussioni in merito al topic qui iniziato da Ferendil su quei forum perchè possono rispondere in maniera più competente che su questo sito.
By Derrik1966
#11335
Secondo me è assolutamente sbagliato propinare la dieta senza muco a quasiasi animale che non sia ne un'uomo ne una scimmia antropomorfa (antropomorfe = quelle specie di scimmie più vicine, a livello evolutivo, alla specie umana).
Ti spiego perché... devi sapere che noi e le suddette scimmie siamo le uniche (o quasi) specie comprovatamente fruttiane! Lo prova il fatto che sia gli animali carnivori che tutti quelli erbivori producono vit.C all'interno del loro organismo e quindi non necessitano di assumere tale vitamina dall'alimentazione. Perché l'uomo (e scimmie) invece non ha questa possibilità? Semplice, perchè ha mangiato "troppa" frutta per "troppi anni" e, poichè nella frutta, specialmente in quella delle zone dove la nostra specie è sorta, è abbondantemente presente la vitamina C, il nostro decorso evolutivo ha "spento" l'enzima che produce la vitamina... tanto a che serviva consumare energia per produrla a partire da altre sostanze (zuccheri) quando bastava "coglierla" dal ramo? Questa è una brutta notizia perché siamo diventati "dipendenti" da quella vitamina ma almeno siamo sicuri della validità delle teorie di Ehret! :)

E' un po' la stessa cosa che può succedere agli sportivi che assumono troppi ormoni & steroidi anabolizzanti per lungo tempo (tipicamente il testosterone) per potenziare le loro prestazioni: questi ormoni sono prodotti dall'organismo ma, quando questi vede che gli arrivano COSTANTEMENTE dall'alimentazione, dopo un certo lasso di tempo ritiene superfluo doversi smazzare a produrli. E così si attrofizza "il motore" che li crea causando in tali individui dipendenza dall'assunzione esogena di tali sostanze. Idem è accaduto alla specie umana colla vit.C. E questo poteva accadere soltanto a una specie la cui alimentazione era quasi esclusivamente a base di frutta e non solo genericamente a una specie vegetaria/vagana!

Ma perché la nostra specie si è orientata verso la frutta? Secondo me è tutta una questione di predatori: l'uomo sapiens è "nato" in Africa, nella fascia climatica delle savane; se sono uno che corre veloce posso nutrirmi di erba e, quando arriva il leone, scappare e (si spera) riuscire a seminarlo! :wink: Ma se corro troppo lentamente (è il ns caso!) col cavolo che lo semino: l'unico posto sicuro è in cima agli alberi! Quindi non posso scendere per mangiare quantità di erba sufficienti per diventare un erbivoro (una mucca ne mangia a chili al dì) perché per mangiarne a sufficienza dovrei stazionare per ore a terra... ma c'è il leone! 8O Nemmeno posso procacciarmi il cibo cacciando altri animali, perchè non solo sono lento e non riesco a prenderli, ma poi non ho nemmeno l'apparato digerente adatto alla loro digestione! Insomma, i nostri antenati erano proprio... alla frutta! :D [con integrazioni di germogli e di... termiti!]

Ma quando l'alimentazione rimane costante per generazioni e generazioni, il metabolismo della specie cambia per adattarsi a quello che può mangiare...

Lo stesso per gli animali: un gatto non può assolutamente esimersi da mangiar carne, infatti la carne contiene sostanze (come p.es. la carnitina) che il gatto, per via del suo metabolismo, non può sintetizzare. E quindi morirebbe di sicuro, se gli fosse imposta la ns dieta! Tali sostanze sono indispensabili anche a noi uomini ma noi (a differenza dei gatti) le possiamo sintetizzare a partire da altre presenti nei vegetali. Una mucca non ha modo di salire su un albero a cogliere la frutta e allora ha sviluppato a livello endogeno il meccanismo di produzione della vit.C a partire dal glucosio (zucchero) che a sua volta ricava dalla cellulosa dell'erba... cellulosa (e quindi erba) che noi uomini non possiamo digerire perchè tanto troviamo già il glucosio (e il fruttosio) nella frutta belle-pronto! :D

Insomma... a ogni specie la sua dieta! 8)
Stefano
Avatar utente
By Alessio
#11341
Ferendil ha scritto:
Riso ..? pasta?...ma se sono collosi per noi ,perchè dovrebbero andar bene per loro ?Carne ...cotta ? cruda? VERDURE? io le cucino un pò di tutto, principalmente verdure...ma il cotto ad un cane? :roll:



Con tutto l'amore che provo per i cani e i gatti personalmente non riesco a concepire l'idea che una persona vegetariana o vegana dia loro da mangiare della carne anche se sicuramente è l'alimento più adatto data la loro natura, ma un conto è che il cane o il gatto uccidano loro stessi la preda per cibarsene, un'altro è che noi uomini per farli vivere in condizioni completamente innaturali (sono d'accordo con luciano) nelle nostre case e nelle nostre città asfaltate e senza verde leggittimiamo l'uccisione di mucche o agnelli o vitellini o polli, creature altrettanto degne di affetto e compassione, per sfamare i nostri animali domestici alimentando in questo modo l'industria della carne pur professandoci vegetariani.
Inoltre la carne contenuta nelle scatolette è di pessima qualità piena di grassi antibiotici dati all'animale e schifezze e costituita di solito da scarti di macellazione oltre che essere il risultato di violenze atroci ovviamente compiute dall'uomo, a questo punto dal punto di vista nutritivo e salutistico dell'animale, sarebbe meglio dare da mangiare la carne fresca del macellaio, ma dal punto di vista etico non cambierebbe nulla.

Esiste una casa "amì" che fa cibo, crocchette credo principalmente, per cani e gatti che non contiene carne o pesce e latte e derivati, ma non so quanto sia naturale cibarsi in questo modo per i nostri piccoli amici. C'è una mia amica vegana animalista che da al suo cane i croccantini di questa ditta e dice che il cane sta bene si è addirittura ammansito mangiando così e ogni tanto gli da del salmone o delle uova biologiche di galline allevate all'aperto, potresti provare così...
Avatar utente
By Ferendil
#11342
Alessio ha scritto:con tutto l'amore che provo per i cani e i gatti personalmente non riesco a concepire l'idea che una persona vegetariana o vegana dia loro da mangiare della carne anche se sicuramente è l'alimento più adatto data la loro natura, ma un conto è che il cane o il gatto uccidano loro stessi la preda per cibarsene

Il cane è domestico.
I suoi antenati il lupo e il cojote no.
Io sono strettamente vegetariana, soffro al supermercato , evitando il reparto carne .

Il problema è ETICO in due sensi : il rispetto per la salute dell individuo a quattro zampe (alimentazione e stile di vita) , e il rispetto per le convinzioni profonde e scelte di vita del padrone.

luciano ha scritto:Per quanto ne so io il riso e farinacei sono dannosi per la salute degli animali carnivori, ma già essere animali domestici lo considero il peggior danno da essi ricevuto nel corso del tempo.
L'ideale sarebbe fornire a loro carne cruda con sangue, ma molti possessori di cani vegani non li alimentano con cibi animali a seguito delle loro scelte.

Il problema è a monte ...caro Luciano.
L'uomo ha manipolato e manipola la natura a suo "comodo".
Ma chi come noi è desto, deve affrontare le cose così come sono; i danni del passato e del presente ci sono, ma IO come agisco ?

Grazie a tutti

FERENDIL
Avatar utente
By luciano
#11343
Ferendil ha scritto:Il problema è a monte ...caro Luciano.


E' quello che ho detto, l'uomo ha snaturalizzato degli animali rendendoli appunto "domestici" per suo uso e consumo

Ferendil ha scritto:Ma chi come noi è desto, deve affrontare le cose così come sono; i danni del passato e del presente ci sono, ma IO come agisco ?


Come ho già detto, ma repetita iuvant, ci sono forum vegan e animalisti dove la questione può essere trattata con maggior competenza.
Questo spazio (forum) è per fornire supporto alla pratica della dieta senza muco.

Sebbene marginalmente lasci discorrere riguardo ad altri argomenti, il continuarne la discussione esula dalle intenzioni per cui è stato fatto questo forum.

Inoltre cercando le informazioni riguardo a determinati argomenti su forum specifici si hanno maggiori probabilità di successo di trovare le risposte. :wink:
Avatar utente
By nosiel
#11346
Dai vari commenti ai documentari ecologisti ho potuto apprendere che gli animali carnivori non si nutrono di sola carne come siamo abituati noi, cioè limitarsi alla sola muscolatura al 99%. Nella loro alimentazione entrano le cartilagini, le piccola ossa, soprattutto quelle piatte, i tendini, il collagene, il connettivo, l'adiposo, tutti gli apparati interni (cervello, cuore, polmoni, fegato, reni, milza, ecc.) e anche stomaco ed intestini al completo del loro contenuto! Assumono, così, anche alimenti vegetali già parzialmente digeriti. A loro modo, anche se approssimativamente, godono di una dieta completa. Pensare di nutrire un cane o un gatto con sola carne cruda, sanguinolenta o meno, a parte il ribrezzo per l'uso di un cadavere, è molto riduttivo per la loro salute e per il loro benessere. E' anche vero, come dice Derrik 1966, che gli organismi, seppur lentamente, hanno la possibilità di adattarsi alle nuove esigenze e cani e gatti si sono adattati abbastanza a godere degli scarti di cucina. Oggi, però, la qualità della cucina è già scarsa per noi figuriamoci per loro! E' veramente un problema complesso. :?:
Se posso, vorrei a chiedere a Derrik 1966, che ha scritto della vit C, cosa ne pensa nella mancanza della capacità del nostro organismo di produrre la vit B12. E' vero, non è vero, esistono veramente pericoli per vegani, fruttariani, crudisti? :idea:
Avatar utente
By luciano
#11347
luciano ha scritto:Come ho già detto, ma repetita iuvant, ci sono forum vegan e animalisti dove la questione può essere trattata con maggior competenza.
Questo spazio (forum) è per fornire supporto alla pratica della dieta senza muco.

Sebbene marginalmente lasci discorrere riguardo ad altri argomenti, il continuarne la discussione esula dalle intenzioni per cui è stato fatto questo forum.

Inoltre cercando le informazioni riguardo a determinati argomenti su forum specifici si hanno maggiori probabilità di successo di trovare le risposte. :wink:

Sembra proprio che non riesca a farmi capire...

Nosiel ha scritto:....cosa ne pensa nella mancanza della capacità del nostro organismo di produrre la vit B12. E' vero, non è vero, esistono veramente pericoli per vegani, fruttariani, crudisti?

L'argomento è già stato ampiamente discusso in altri post. Usa la ricerca e dovresti trovare le risposte che desideri.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret