Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

By Cosmonauta
#11363
Ciao a tutti, :D
qualche giorno fa sono andato a farmi una camminata in collina, è bello man mano che si sale lasciarsi alle spalle le cose degli umani. Quando l'ultima casa è superata restano solo i pensieri, i pensieri che ci si porta dietro sono quelli con l'asfalto, il cemento, il caos, lo stress, il lavoro, schegge impazzite di sentimenti che affiorano ed un vociare confuso di ragioni che vengono espresse nei nostri monologhi interiori.
Il sentiero continua e finalmente entro nel bosco costeggiando il pendio della collina, il paesaggio è stupendo e la mente lo ripete in mille modi e svariate sfumature però il lavoro è difficile, se risparmio su quella cosa ne posso prendere un'altra, gli alberi però come sono belli.
Più mi inoltro in questa bellezza della natura più la mente blatera quasi avesse paura di essere sopraffatta, ma prima o poi arriva il momento in cui tace e finalmente si bea della bellezza che la circonda.
Ammira silente in pace a tratti è commossa.
Mi sono accorto che è primavera, l'ho toccata l'ho vista da vicino.
Ho accarezzato l'erba verde che sta crescendo ed uno dei tanti bucaneve che sono spuntati numerosi ai lati del sentiero.
Questa è la forza della vita, il miracolo.
Non esiste opera d'arte creata dall'ingegno umano che possa raggiungere un tale livello di meravigliosa e stupefacente bellezza.
Eppure, ho pensato, qualcuno vuole distruggere questa bellezza.
Ci irrorano dall'alto con sostanze venefiche.
Ci avvelenano tramite il cibo.
Ci avvelenano con le idee.
Fanno di tutto per minare la nostra umanità e trasformarci in robot assistiti e pilotati.
Ci raccontano menzogne mentre ci stanno derubando della vita.
Io so e sento che la verità alla fine trionferà su questa miseria esistenziale.
Certo non sarà facile ma la primavera ci ricorda ogni anno quale forza possa avere la vita di cui l'essere umano fa parte.
Un pianeta incantevole ci ospita.
Arrivo quasi a sperare in una sua ribellione.
Esiste una giustizia, non parlo di quella farsa della giustizia umana.
Esistono persone che decidono azioni che causano morte e distruzione di esseri umani innocenti.
Mi auguro che quella giustizia intervenga e le fermi.
Sapete, viaggiando per il cosmo e vedendo certe cose a volte ci si incazza parecchio, scusatemi per lo sfogo.
Ma vi rendete conto?
Siamo vivi!
Proprio in questo momento stiamo vivendo!
Non è fantastico?
E adesso GNAM! Me magno n'a mela!
Saluti Cosmici :o
By fanny
#11364
Caro Cosmonauta, condivido e vivo in pieno quanto hai detto.
Sarà la trasformazione inevitabile(in meglio), dovuta alla progressiva depurazione, sarà pure il nostro karma che ci porta a fare questo, anch'io mi sono trovata ieri a voler desiderare, imbottigliata nel traffico, di sgranocchiare una mela fragrante ed inseguire questo sogno come un miraggio!
La tua fan...ny
By Cosmonauta
#11372
Ciao Fanny! :D
Non so, può essere la disintossicazione, ma sono solo due mesi che ho iniziato a eliminare certi cibi, quindi non mi pronuncio ancora.
E' che certe cose mi sembrano ormai così evidenti che mi viene spontaneo notarle.
A volte una mela aiuta. :lol:
Altre volte basta un sorriso della natura, e lei ci sorride spesso!
Un saluto cosmico a te Fanny e grazie della tua presenza! :o
Avatar utente
By Priula59
#11376
Poeti ehretiani vagano per le colline venete...
Lo sguardo stupito, scoprono ciò che sempre è stato lì...
Oggi è stato il mio turno di passeggiare in collina, quelle del paese di A. Zanzotto (altro Poeta, chissà se ehretiano?), e di scoprire che è primavera. Fiori punteggiano di vari colori i pendii, la voce gorgogliante di un ruscello fa da sottofondo alle grida di vari uccelli, l'aria tiepida riempie di gioia i polmoni e il sole riscalda il cuore e l'anima...
Anche l'odore del letame portato dai vignaioli ai piedi delle loro preziose viti di prosecco...
Cosmonauta, condivido le tue sensazioni primaverili e il disappunto (diciamo che amo gli eufemismi...) per tutto il male che l'uomo fa a se stesso e alla natura. Talvolta è un male involontario, molto spesso è un male noncurante, negligente, talvolta è un male volontario e si tratta sempre dei casi più gravi (guerre preventive... scie chimiche... Caste varie...)
Mi dico: il male peggiore è farsi prendere dal pessimismo a causa di tutti questi problemi del mondo. Invece la natura che sempre rinasce, che sempre fa tutto il possibile per "essere" quello che necessariamente deve, che fa nascere i più bei fiori e i più succosi frutti sopra il letame, questa natura ci educa ad un umile ritorno all'ottimismo, ad un normale, inevitabile, semplice ottimismo, una fiducia verso la vita, questa forza così misteriosa che erroneamente pensavamo di poter conoscere e dominare.
Aver scoperto Ehret, grazie a questo sito, mi ha fatto recuperare l'ottimismo che le brutte notizie del mondo mi avevano fatto perdere. È un processo ancora in divenire, ma il sentiero è ben segnato e il passo ben cadenzato.
Gp
Avatar utente
By mauropud
#11398
Ottima ispirazione! :)
Stai a vedere che tra un po' divento poeta pure io! :D
By Cosmonauta
#11400
Ciao Priula59, :D
si, il sentiero, come dici tu, è ben segnato.
Lo sconforto per fortuna dura poco, ma lo vedo come un segnale positivo significa che ci stiamo rendendo conto di quello che ci circonda veramente, di quello che stiamo facendo.
La potente forza creatrice è anche dentro di noi e vederla in azione in questa stagione aiuta a ricordare che anche noi ne facciamo parte. :lol:
Questa forza se la ascoltiamo ci farà da guida lungo il sentiero e ne avremo bisogno perchè la prova sarà anche ardua. :twisted:
Maggiore l'impegno più alta la vittoria. :D
Saluti Cosmici! :o

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret