Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Ramita
#11477
Ciao a tutti
volevo solo lasciare un breve commento su Kathrin Woodlyn Bateman perché l'articolo letto mi é piaciuto molto e mi ha fatto pensare moltissimo alla storia di "Anastasia", libro scritto da Vladimir Megre.
Il contatto con la natura ai livelli di Kathrin é qualcosa che porta ad un cammino spirituale molto elevato...il suo ripararsi dal freddo con gli aghi dei pini mi ha fatto pensare tantissimo ad Anastasia, una donna che vive nella tundra in Siberia, di cui parla lo scrittore Megre nella serie di libri che ha scritto proprio ispirato (o direi istruito) da Anastasia.
La bellezza che si vede anche nell'aspetto di Kathirn (mi riferisco alla luminositá che trapela dai suoi occhi) é molto molto simile a quella di Anastasia.
La natura ci insegna, ci fa entrare in contatto con forze ed energie attraverso le quali si riesce a varcare la "soglia" del corpo fisico e si puó attraverso di essa raggiungere l'amore universale.
Anastasia é un'ehretista modello....nella tundra siberiana vive solo mangiando erbe e radici e facendosi nutrire dagli scoiattoli con semi di cedro siberiano (tipo pinoli).
Leggendo il primo libro di Megre, ero combattuta: la narrazione (per lo meno la versione inglese) é per me troppo semplice...e quasi scontata...ma é un libro ricco di insegnamenti su come comportarci con le piante...da quando si pianta il seme stesso.
Incredibile come ogni pianta risponda all'amore e alla cura dell'essere umano.
non voglio portare nessuno fuori tema o confondervi con teorie o filosofie di sorta. mi inserisco perché credo che i temi toccati in Anastasia possano essere di grande aiuto agli ehretisti che desiderano o che giá stanno coltivando le loro verdure!!!!
un caro saluto a tutti
elisa
By luna
#11489
Ramita ha scritto:La natura ci insegna, ci fa entrare in contatto con forze ed energie attraverso le quali si riesce a varcare la "soglia" del corpo fisico e si puó attraverso di essa raggiungere l'amore universale.


Quando ho letto di Kathrin io invece ho provato un senso di amarezza perchè vivere così è sempre stato il mio sogno, ma in questo Paese "isolarsi" per stare a contatto con la natura è diventato molto pericoloso...così ho dovuto dire addio al sogno della casetta nel verde, con piante e animali, dove avrei voluto vivere non appena ne avessi avuto la possibilità...
Poi ho pensato anche che mi mi sarebbe piaciuto provare qualcuno dei suoi preparati, ma l'esperienza mi ha insegnato che acquistare qualcosa dagli USA comporta una serie di vessazioni da parte della dogana (postale) e spesso poi rimandano indietro il tuo acquisto...
Avatar utente
By Ramita
#11500
non ti scoraggiare per le difficoltá...sai il contatto con la natura lo puoi cercare anche uscendo nel tempo libero e ti vai a godere un bosco con tutti i suoi alberi e la sua energia!
lo so qui negli usa la dimensione é diversa. (certo da sola in giro per i boschi nemmeno qui é consigliabile).
per ora ho un giardino dietro casa che é abbastanza grande per coltivarci tutto quello che voglio per mio marito e me e pure per piantare fiori etc. ma il nostro sogno é quello appunto di trovare una proprietá su una montagna qui in oregon, magari ancora piú vicino a portland (quí é possibile vivere vicini alla cittá ma essere isolati!) dove organizzarci ed essere autosufficienti dal punto di vista alimentare ;-)
poi anche il fatto delle calamitá naturali qui in questo mondo vasto ti fa pensare: mmm...meglio stare su una motagna che in una valle, dovesse venire un'alluvione...qui le case sono scatoloni di legno...che con una folata di vento volano via, o con una tempesta di lampi vanno a fuoco...é un mondo molto estremo e selvaggio. ma la natura é fruibile ancora per chi ci vuole vivere.
...per la dogana coi prodotti usa ho avuto esperienze positive e negative. adesso vorrei poter commercializzare l'innerclean in italia da qui, dato che qui lo producono...ti prego non mi scoraggiare! ma sono certa che una soluzione la trovo.
ciao
elisa
Avatar utente
By luciano
#11501
Abbandona l'amarezza, dopotutto credo che sia più pericoloso vivere in città. Ieri, scendendo da un tram, un'auto che lo ha sorpassato quasi mi stirava!

Riguardo ad acquistare dagli USA, finora mi è arrivato tutto, anche se con la posta normale, l'attesa in dogana ecc. ho aspettato anche 80 giorni dall'ordine, ma con i corrieri tipo dhl o ups si fa prima.
By luna
#11525
luciano ha scritto:Riguardo ad acquistare dagli USA, finora mi è arrivato tutto, anche se con la posta normale, l'attesa in dogana ecc. ho aspettato anche 80 giorni dall'ordine, ma con i corrieri tipo dhl o ups si fa prima.

Forse perchè vivi a Milano...ossia in prossimità dei "famigerati" uffici postali con funzioni dogananli che bloccano anche le merci con corrieri...
Sui forum di discussione ci sono valanghe di proteste.
A volte si riesce a "riscattare" il prodotto inviando dati personali e dichiarazioni varie, pagando tasse e balzelli e aspettando parecchi mesi
Io vivo a Roma e per il momento ci ho rinunciato...
Avatar utente
By luciano
#11526
luna ha scritto:
luciano ha scritto:Riguardo ad acquistare dagli USA, finora mi è arrivato tutto, anche se con la posta normale, l'attesa in dogana ecc. ho aspettato anche 80 giorni dall'ordine, ma con i corrieri tipo dhl o ups si fa prima.

Forse perchè vivi a Milano...ossia in prossimità dei "famigerati" uffici postali con funzioni dogananli che bloccano anche le merci con corrieri...
Sui forum di discussione ci sono valanghe di proteste.
A volte si riesce a "riscattare" il prodotto inviando dati personali e dichiarazioni varie, pagando tasse e balzelli e aspettando parecchi mesi
Io vivo a Roma e per il momento ci ho rinunciato...


In effetti c'è un ostruzionismo nei confronti delle merci che provengano dagli USA, oltre a un radicato comportamento burocratico, del tipo: "Metti lì sulla scrivania, che domani forse arriva Giovanni dalla malattia e ci pensa lui..."

In particolare vengono ispezionati integratori e vitamine, forse perché negli usa costano il 60/70% in meno che in Italia.
Avatar utente
By Ramita
#11536
tutto quello che dite é vero! ho spedito un prodotto cinese (ancora peggio!!! la peste!) di erboristeria a mia mamma e lo hanno bloccato a milano e ci é rimasto fino a quando non me lo hanno rimandato indietro.
per l'innerclean avevo in mente piú di fare un bel paccone e spedirlo tutto da mia mamma e poi far avere il flacone a chi lo ordina direttamente dall'italia. facendo un paccone ci metterei altre cose per la mia famiglia e ci scriverei su :regali. quando si fa cosí fila tutto liscio.
ma le cose non vanno solo male alla dogana italiana...pure qui non si lasciano pregare in quanto a disguidi di questo tipo.
ad ogni modo l'idea dell'innerclean mi é venuta perché qui ho sperimentato personalmente prodotti fantastici per la pulizia del colon ed ora l'innerclean di ehret...e pensavo che é un peccato che in italia queste cose non arrivino! per cui ho pensato che ce le potrei far arrivare io....dogana permettendo! e non é che mi ci voglio arricchire...devo fare dei conti...per lo meno da non rimetterci...e poi sarete voi a darmi un feedback.
ciao a tutti e buona domenica!
elisa

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret