Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By Cosmonauta
#11542
Ciao a tutte e a tutti, :D
Iera sera ho passato una splendida serta con un gruppo di amiche e amici.
Ci siamo divertiti molto a vedere uno spettacolo teatrale di improvvisazione, da morire dal ridere.
Poi uno fa: Andamo a mangiarci una pizza?
La proposta è stata accolta e anche se era tardi siamo andati.
Bel locale, ancora un sacco di gente che mangiava, era già mezzanotte passata, ci siamo seduti ed è arrivato il momento di ordinare.
Tutto tranquillo, si stava bene, scorro la lista e scelgo la pizza.
Tutto normale per me, ma non mi ero reso conto di una cosa.
L'amica seduta di fianco mi dice: Ma hai ordinato una pizza senza pomodoro e senza mozzarella?
Rispondo di si, qual'era il problema? Vedo che la tavolata mi guarda, ma insomma cosa c'è di strano?
Allora ho detto che avevo variato un pò la mia dieta, l'ho buttata lì sperando forse che la cosa venisse accantonata perchè mi stava nascendo un certo imbarazzo.
Ho ordinato anche la birra, a casa non ne bevo più e mi rendo conto che l'ho fatto per un automatismo associativo ( birra+pizza).
Credevo di averla fatta franca invece la stessa amica di prima dopo poco mi fa: Ma che dieta é?
L'ho guardata e dentro di me ho pensato a quello che avrebbe potuto succedere, volevo evitare discussioni, così avevo deciso di dire che era per via dello stomaco un po' in disordine.
Invece le ho detto: Sto seguendo una dieta prevalentemente vegetariana con molta frutta e pasta integrale, non mangio più carne nè pesce.
Il desiderio di dirlo era stato fortissimo ma la tempesta stava montando.
- Ma da quanto tempo?-
- Tre mesi circa -
- Sbagli, ti mancheranno un sacco di sostanze...-
- Ma io mi sento bene -
Vedevo le nubi minacciose addensarsi sopra di me, ed eccola la domanda fondamentale, eccola che arriva squarciando la coltre oscura.
- MA COME FAI CON LE PROTEINE? -
Ormai tutta l'attenzione era concentrata su di me, l'ultima cosa che volevo in quel momento era una discussione. Provo a glissare, ma ci sono un sacco di alimenti che contengono le proteine.
- Ah ma allora mangi tanti legumi! - Esclamò un'altra amica quasi sollevata.
- Si - Non è vero, non li sto mangiando. Sembrava che l'interesse si stesse spostando su altri argomenti quando improvvisamente qualcuno mi chiede come mi stavo sentendo a fare questa dieta e lì colto di sorpresa perdo ogni controllo e racconto persino del germogliatore che sto pensando di acquistare. Non contento passo a spiegare perchè mi sto interessando ai germogli.
L'amica seduta di fronte a me mi guarda allibita, i miei amici tacciono perplessi.
Ma non vedo più nulla sono un fiume in piena, dico di come mi sento più energia e di come la mia lucidità mentale sia aumentata, mentre lo dico mi verso l'acqua che non scende perchè la bottiglia aveva il tappo.
Tutti giù a ridere.
L'amica che era seduta di fianco a me a 48 anni sta avendo guai con l'osteoporosi e il suo osteopata le ha detto che finora si è salvata perchè ha mangiato tanto formaggio :!:
Stavo bollendo... :evil:
Bella serata comunque, ma accidenti andare a mangiare fuori in compagnia sta diventando complicato.
Spettacolare si ma complicato.

Saluti Cosmici! :o
By Derrik1966
#11545
Ho letto la tua storia, Cosmonauta... sono sicuro che una singola serata "peccaminosa" (mucosa) non possa compromettere l'esito del tuo regime alimentare! Io penso sia meno salutare non concedersi mai uno sgarro alla dieta che, di tanto in tanto, concederselo... se il farlo ci evita di perdere tutti i ns contatti sociali! Tale perdita infatti ci porterebbe a depressione e, per consolarci, saremo spinti a magnarci dolcetti, cioccolata e altre schifezze insalubri! 8)
Nel mio caso sono più fortunato di voialtri: non avendo una vita sociale (a prescindere dal mio regime alimentare) non devo giustificare a nessuno ne quello che mangio, ne quello che faccio e nemmeno quello che scrivo nei forums! Almeno finché non mi bannano! :D

C'è una cosa che non ho capito nel tuo racconto, anzi due cose:
1) perché non il pomodoro??? Quel pomo non è controindicato da Ehret!
2) nella pizza è proprio la pasta l'ingrediente più controindicato per via del glutine che incolla l'intestino... perciò levare il pomodoro e il formaggio serve comunque a poco.

Auguri per la tua prossima serata
Ste'
By Cosmonauta
#11558
Ciao onelove :D ,
Si hai ragione, basterebbe un sorriso e pensavo anch'io che fosse facile reagire così.
Ma...è difficile resistere alla rabbia che ti viene quando senti che razza di consigli danno per far stare "bene" le persone!
Grrrrrrr!!!! :evil:
Però ho notato che sono sempre le amiche ad interesarsi di cosa mangio, sono più ricettive, per i miei amici invece anche se mangiassi un incudine non ci sarebbero problemi. :roll:
Saluti Cosmici! :o
By Cosmonauta
#11559
Ciao Stè :o
ti dirò che me la sto prendendo piuttosto comoda con la transizione anche perchè ho eliminato di colpo carne, pesce e latticini.
Ho tenuto la pasta ed il pane integrale sennò schiattavo ma devo dirti che il loro sapore non mi appaga più come prima.
E' vero, ho preso una collosissima pizza senza mozzarella e pomodoro perchè non mi andavano più.
Anche la birra non mi piace più tanto.
Sarà un'altro effetto collaterale della dieta...
Non ho una vita sociale molto intensa ma di tanto in tanto capitano delle belle serate in compagnia che ti auguro come sano complemento alla dieta!
Saluti Cosmici! :o
By fanny
#11561
Carissimo Cosmonauta,
Leggo sempre con passione le tue esperienze, forse perchè le trovo molto simili alle mie.
Anche io, dopo un tempo memorabile, mi sono concessa l'esperienza della pizza con le amiche.
Il mio desiderio è stato di passare un bellissimo momento con la mia cugina e le amiche.
Devo dire anche che precedentemente ho sensibilizzato mia cugina riguardo un approccio più sano alla dieta.... :wink: ed in quella occasione le ho consegnato due libri sul SGDSM.
Il resto della serata, desiderando vivere un momento in pace col mondo, mi sono concessa una vegetariana con birra.
Dico questo perchè per esempio al lavoro, in ospedale, sono in via di espulsione di muco-colleghe e non mi trattengo dal dire quel che penso e che ho trattenuto per anni, probabilmente è quello che sta succedendo anche nell'interno del mio corpo.
Il risultato è una maggiore chiarezza e leggerezza di animo e di corpo, mi sembra di volare. :D
Mi rendo anche conto che, anche se prima non facevo una vita mondana, ora mi sento molto meglio entro le mura della mia casa, dove posso esprimermi con assoluta libertà senza lo sguardo inquisitore di un chicchessia che inevitabilmente si erge da censore, questo succede anche perchè ora non incasserei il colpo passivamente, ma il mio essere mi porta a combattere per affermare la mia persona e la mia opinione.
Ora, penso, sarà meglio conservare le mie energie per acquisire maggiore serenità ed affrontare il mondo esterno e soprattutto le persone che non frequento quotidianamante con il proverbiale sorriso sulla bocca.
Un salutone a tutti.
Stefania
By Derrik1966
#11563
Cosmonauta ha scritto:Ciao onelove :D ,
Però ho notato che sono sempre le amiche ad interesarsi di cosa mangio, sono più ricettive, per i miei amici invece anche se mangiassi un incudine non ci sarebbero problemi. :roll:
Saluti Cosmici! :o


Caro cosmo. Ho la risposta scientifica a questa tua domanda! :D
Per dartela mi appoggio a quella scienza che si chiama antropologia. Si tratta di una scienza che studia il comportamento umano basandosi sulla stratificazione comportamentale proveniente dai nostri antenati. piuttosto che (come fanno sociologia e psicologia) sull'influenza della società attuale o sul vissuto personale dell'individuo.

Ma prima ti voglio dire che anch'io, come te, ancora non sono riuscito a rinunciare a qualche alimento "mucoso"... tu hai scelto la via dell'eliminazione di quelli sbagliati "alleggerendo" via via gli ingredienti che Ehret sconsigliava ma lasciando comunque qualcuno di questi ultimi (i farinacei nel tuo caso) per non "scoppiare", come hai scritto... io invece seguo un'altra strada: l'alternanza! Ovvero due o tre giorni di VERA e RADICALE dieta senza muco (e senza compromessi!) per poi "rifarmi" il quarto giorno con una pizza "regolare" alla quale però non tolgo NULLA (insomma una pizza che Ehret criticherebbe parecchio! 8) )... il mio intento è quello di "infilare" sempre più giorni di dieta vera & radicale "diradando" in questo modo sempre di più i giorni che (attualmente) dedico al necessario "sfogo"... già sto avendo successo, visto che i giorni nei quali mi lascio andare sono ormai solo 2 a settimana! :wink:

Ma torniamo alla tua domanda:

Cosmonauta ha scritto:Ciao onelove :D ,
Però ho notato che sono sempre le amiche ad interesarsi di cosa mangio, sono più ricettive, per i miei amici invece anche se mangiassi un incudine non ci sarebbero problemi. :roll:
Saluti Cosmici! :o


Ebbene ecco la mia teoria.
Che la curiosità è donna è noto, penso che anche tu conosci la storiella di quel re che, in cambio dell'emancipazione femminile, pretese una prova dal gentil sesso: conservare per una notte un cofanetto senza aprirlo. Prima del sorgere del sole le donne deputate a tale compito "scoppiarono" dalla curiosità: <<apriamolo solo per un attimo, il re non se ne accorgerà mai...>> ma dentro al cofenetto c'era un passerotto, che si involò appena la sua prigione fù aperta... e il re si tenne le donne "schiave" e prive della loro emancipazione!
Questa favoletta dice il vero sulle donne, ma NON SPIEGA la ragione per la quale nelle donne la curiosità è più sviluppata che nell'uomo. L'antropologia invece sì! Questo è quanto: anticamente, quando la specie umana viveva di caccia, l'uomo andava a cacciare mentre la donna si curava della sicurezza della prole a casa, pardon, nella capanna. Quando uno caccia è essenziale la concentrazione sulla preda, dimenticarsi di considerare tutto quello che lo circonda per non perdere di vista l'animale da catturare. Infatti il 99% delle volte la preda ci sfuggiva ed è per questo che siamo fruttiani!!! :lol: In tale momento di concentrazione sulla preda è ovvio che ogni forma di curiosità è negativa, per la sopravivenza.
Per questo motivo ai tuoi amici (maschi) non frega niente se tu mangi frutta o incudini: non lo fanno per cattiveria, si tratta di una stratificazione antropologica, il loro disinteresse nei tuoi confronti!
La donna invece, all'opposto, aveva il problema che un eventuale pericolo per la prole (e per lei) poteva giungere da ogni dove... ne consegue che ogni "fruscio" intorno alla capanna necessitava di essere ANALIZZATO, per comprenderne la natura e decidere se rappresentava un pericolo, se fuggire o se attaccarlo oppure se non era nulla di che... questo, appunto, l'ha portata, durante il corso dell'evoluzione culturale (da non confondersi con l'evoluzione darwiniana) a diventare sempre più curiosa e a curarsi dei particolari, nelle cose, molto più di quanto faccia l'uomo!
Infatti una donna è 10.000 volte più "maniacale" nell'analisi dei particolari rispetto a un uomo! Una donna ha 5 volte più sviluppato l'olfatto rispetto all'uomo (sempre per il discorso di pericoli da ogni dove, come detto sopra)... in compenso l'uomo ha enormente più sviluppato il senso dell'orientamente rispetto a una donna, perché nell'esperienza della caccia questa capacità è essenziale, mentre se la tua vita (donna) è prettamente relegata nel villaggio, il senso della mappa del territorio non ti serve a nulla!

Ma tutta questa pappardella antropologia che centra con la dieta-senza-muco??? Centra, centra! Queste considerazioni portano alla conclusione che se vuoi persuadere un uomo a far parte del gruppo degli ehretiani, dovrai agire sulla globalità del discorso convincitivo. All'opposto, se vorrai convincere una donna alla ns dieta, dovrai puntare sui particolari, sull'aspetto emozionale del discorso... insomma aggiungere molti "aggettivi qualificativi" alla tua arringa, esattamente come fanno gli editori dei romanzetti d'Amore (Harmony) per attrarre l'interesse del gentilsesso: descrivono con cinque pagine quello che un uomo avrebbe apprezzato leggere in due righe!
A una donna che ti chiede perchè ti nutri di sola insalata quindi dirai: <<mia cara, perchè la pasta, nell'intestino, forma una sorta di viscida e appiccicosa colla che si attacca ai villi intestinali provocando maleodoranti putrefazioni dovute al lento disfarsi dei cibi bloccati dalla suddetta insalubre collosa sostanza!>>
Tutti questi aggettivi, inutilmente ridondanti per un uomo, hanno invece un effetto CONSOLIDANTE nella struttura cerebrale femminile. Provare per credere. TENGO A PRECISARE che tutto quello che ho scritto non è uno scherzo.

ciao Cosmo
Stefano
Avatar utente
By luisa
#11566
Pensa, anch'io sabato sera ho avuto a cena amici con i quali non ci incontravamo da molto. Ho preparato per tutti i commensali (eravamo in 10) lasagne vegetariane e di secondo un sacco di verdure crude e cotte e del pesce.
Tutti allibiti perchè io mi sono mangiata solo verdure.....
Stessa cosa anche a me:" ma mangi tanti legumi altrimenti cone fai con le proteine?" Sono tutti fissati......Ho spiegato loro che non mi manca nulla ed alla mia tenera età di 59 anni le uniche cose che mi mancano sono il colesterolo ed i trigliceridi alti e così pure la pressione, tutte cose che a loro non mancano!
Inutile dire che quella delle proteine é un mito creato ad uso e consumo di varie e forti lobby (case farmaceutiche e allevatori)che anche la frutta e la verdura contengono proteine, ma è come parlare con i sordi. Io faccio spallucce e continuo a fare quello che voglio.
Ciao a tutti.
Avatar utente
By luciano
#11567
Derrik1966 ha scritto:L'antropologia invece sì! Questo è quanto: anticamente, quando la specie umana viveva di caccia, l'uomo andava a cacciare mentre la donna si curava della sicurezza della prole a casa, pardon, nella capanna. Quando uno caccia è essenziale la concentrazione sulla preda, dimenticarsi di considerare tutto quello che lo circonda per non perdere di vista l'animale da catturare. Infatti il 99% delle volte la preda ci sfuggiva ed è per questo che siamo fruttiani!!! Laughing In tale momento di concentrazione sulla preda è ovvio che ogni forma di curiosità è negativa, per la sopravivenza.

Ma davvero ci credi a queste cose? :lol:

Riguardo alle donne è agli uomini, vedo che si ricade molto spesso nelle generalizzazioni e non essendoci un uomo uguale ad un altra donna, quando si parla dicendo : "Gli uomini sono così, le donne sono cosà" si fanno solo dei discorsi accademici che non hanno alcuna applicazione pratica.

Riguardo a fare tre giorni di dieta stretta e poi passare a pasta e pizza alternando, non è fare la dieta senza muco, ma si sta facendo qualcos'altro, e nno credo che nemmeno sia di beneficio.

Vorrei invitare chiunque a rimanere semplici e di attenersi alle istruzioni di Ehret, e di non postare teorie o modi di fare la dieta diversi da quello descritto nel libro, perché altrimenti diventa tutta un'altra cosa, che non può aver credito in questo forum. :wink:
By Cosmonauta
#11592
Ciao Stefania :D
grazie per la tua dolce attenzione.
In questo periodo con gli altri mi sento piuttosto sereno, quello che mi frega è che tendo a dimenticarmi che per gli altri quello che sto facendo con il cibo è strano.
Il problema non è quello che pensano di me, ma la rabbia che mi viene quando vedo una persona che non sta bene dare retta a consigli assurdi e nocivi. :twisted:
Però anche io ero così fino a poco tempo fa, e ancora ne ho da migliorare...
Niente e nessuno ormai riuscirà a convincermi di tornare indietro, è troppo tardi e questa ti assicuro è una delle poche certezze che ho.
Saluti cosmici! :o
By Cosmonauta
#11593
Ciao Stefano :D ,
è molto interessante quello che scrivi e mi ha fatto riflettere, per questo quindi ti ringrazio.
Anni fa avevo molta fiducia nella scienza, nel progresso umano, credevo in tutte quelle cose positive che il futuro sembrava prometterci.
Da piccolo sognavo viaggi spaziali, mondi sconosciuti e incontri con extraterrestri, si ero uno di quelli che voleva fare l'astronauta.
Crescendo ho capito che la scienza, quella ufficiale, è diventata schiava del potere degli interessi etc.
Ho letto diversi libri in passato, pieni di bei ragionamenti e guardacaso sempre complicati nello spiegare il perchè ed il per come delle cose.
Ho imparato a diffidare dei paroloni e di tutte le varie teorie sociali, antropoqui e antropolà.
Crescendo mi sono accorto che stavo facendo veramente il cosmonauta, nel senso che ogni persona che incontravo è un mondo sconosciuto, un sistema solare, una galassia, un universo.
Non c'è una persona uguale ad un'altra, possiamo farle rientrare in ogni tipo di categoria, ma questo non cambia la sostanza delle cose.
La sostanza della cose è misteriosa e magica. 8)
Per quanto riguarda le donne e gli uomini non volevo generalizzare, anche se a volte ci casco, solo dire che ho riscontrato una tendenza, lungi da me pensare che tutte le donne sono uguali!
E non c'è un uomo uguale all'altro nonostante gli sforzi di omogeneizzarli.
Più vado avanti con gli anni e più mi sembra di non sapere niente, la mia logica fa acqua da tutte le parti e la mia razionalità si deve essere presa una vacanza, credo.
Sento che l'intuito, le sensazioni sono qualcosa di più importante, sono quello che mi ha fatto arrivare qui, su questo sito ed a mettermi in gioco con la DIETA.
A volte sento che intorno a noi ci sono cose strane e meravigliose, difficili da spiegare e poi perchè spiegarle sempre?
Scusa per questa menata, pensieri nati un pò così di notte dopo il lavoro.
Ciao Stefano stammi bene e...
Saluti Cosmici! :o
Avatar utente
By Ferendil
#11595
:D
Sento che l'intuito, le sensazioni sono qualcosa di più importante, sono quello che mi ha fatto arrivare qui, su questo sito ed a mettermi in gioco con la DIETA.
A volte sento che intorno a noi ci sono cose strane e meravigliose, difficili da spiegare e poi perchè spiegarle sempre?


Ciao Cosmonauta ,
ti ringrazio, mi specchio nelle tue parole.

Proprio l'ansia di razionalizzare tutto è la trappola.
quando si è in viaggio, si scelgono le persone da frequentare , anche in base alla possibilità di condividere e scambiare le esperienze.
Intendo dire ,che se devo solo "giustificare "le mie scelte con una persona con le orecchie serrate, che ha solo paura di quello che faccio ...desisto.
Se sono difronte a qualcuno che ha un minimo di curiosità per il nuovo e ha voglia di ascoltare , cerco di condividere ciò che sento.

Certo , c'è poi il problema di "tradurre "in linguaggio sensazioni fisiche ed esperienze spirituali ...ma questo è tutto un altro discorso.

Alle cene si salva il salvabile nel dialogo ...eppoi alle bruttissime...c'è sempre il comodo" scusate , ho dei seri problemi di intolleranze , con fastidi intestinali ...che non è il caso di esporre a tavola!!!"

Vedrai che l'argomento di conversazione cambierà magicamente! :wink:

Un abbraccio
FERENDIL
By Cosmonauta
#11602
Ciao FERENDIL :D ,
sono io che ringrazio te, le tue bellissime parole mi hanno scaldato l'anima...quindi non scriverle in agosto!
A tavola quando sono in compagnia spesso mi dimentico, penso che la mia scelta sia assolutamente normale e ogni volta casco dalle nuvole. :roll:
Comunque ho appurato che l'argomento è scottante.
Un Abbraccio Cosmico! :o
Avatar utente
By parider
#11603
Cosmonauta ha scritto:Il problema non è quello che pensano di me, ma la rabbia che mi viene quando vedo una persona che non sta bene dare retta a consigli assurdi e nocivi


Il fatto è che se da quando nasci vieni contuinuamente bombardato di informazione assurda e che fa parte di un sistema non ragioni più con la tua testa.
Il fatto è che poche persone ragionano con la propria testa e magari ragionano con la propria testa in certe cose ma non in altre.

Quello che ho scritto è un fatto oggettivo, lo si può vedere in tutte le culture del mondo.
Se uno nasce da famiglia cristiana quasi sempre diventa cristiano, se uno nasce da famiglia mussulmana quasi sempre diventa mussulmano e così via.
Questo perchè gli è stato detto che esiste un dio con certe caratteristiche e che gesù è stata la sua incarnazione e così via.
E lui ci ha creduto, per lui è normale che sia così, non vuole indagare è così e basta.

Così come per molte donne è normale avere l'osteoporosi ad una certa età, visto che molte donne hanno tale problema.
Quindi per loro è così e basta, non indagano perchè ciò succeda, per loro è già tanto quando la malattia non è troppo avanzata.

Se ad uno da quando nasce gli si dice che una cosa è la normalità e la si deve accettare quasi sempre la accetta e non indaga oltre.

E poi bisogna considerare che ci hanno sempre detto che i medici sono l'autorità e ne sanno necessariamente più di noi e ci dicono che rischiamo grosso a non prendere farmaci o a non operarci quando stiamo male e noi spesso ci crediamo perchè lo dice un medico o chi ne fa le veci.
Bisognerebbe capire che nulla è assoluto e quindi potrebbe essere che una persona "qualunque" potrebbe aiutarci più di un medico a risolvere in nostri problemi e ad elevarci, ma purtroppo per molti l'autorità ha un potere fortissimo nelle loro menti ed è come se fosse qualcosa di giusto ed immutabile
Avatar utente
By parider
#11604
Se uno nasce in matrix crede che quello sia il mondo vero.
Se uno nasce in un Truman Show crede che sia il mondo vero, a meno che ad un certo punto della sua vita inizia in lui/lei ad instillarsi un qualche dubbio...e forse ne esce.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret