Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By erre
#11615
salve a tutti, mi chiamo Roberto ed abito in prov di Cagliari, ed ho 52 anni
ho deciso finalmente di postare con voi dopo alcuni giorni d' incertezza per capire come funziona il sistema e poter scrivere su questo forum.
E' da quasi due anni che visito questo sito e quello ad esso collegato. Ho letto con calma ma con costanza tutti gli articoli di entrambe i siti ritenendo i contenuti e quindi gli insegnamenti riportati, in sintonia con quello che probabilmente andavo cercando. Stimolato dal bisogno di trovare delle linee guida meno dispersive. E' vero che tutto avviene per scalini e ritengo che fino a che non arrivi all'origine delle cose non puoi cominciare un percorso più preciso sul quale dedicarti e verificare i risultati che si ottengono, per poi esserne incoraggiati a proseguire nell' intento.

Nel raccontarvi brevemente la mia storia, tutto parte da oltre dieci anni fa, indico solo i passi salienti.
Prima per caso nasce l' interesse e curiosità per gli argomenti spirituali, poi l' interesse per le discipline interiori cinesi quali il tai-chi ecc. che pratico tuttora da dieci anni e fa parte di me, ed ancora poi scaturisce un' interesse per la corretta alimentazione. Insomma c'è sempre qualcosa che manca che ti costringe ad andare ancora più a fondo fino a quado trovi l' essenza da cui ripartire per un percorso più mirato e più stretto per la tua realizzazione psico-mentale-spirituale.
I concetti espressi nel sito e rimarcati nei libri di Heret "Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco e Digiuno Razionale", che ho acquistato appena stampati nella nuova edizione, mi hanno dato un'altro ulteriore modo di vedere le cose per le quali mi sto impegnando per la ricerca per una vita sana, equilibrata, consapevole e serena.La mia deduzione è questa: non è sufficiente fare attività fisica, avere uno stile di vita perfetto, fare meditazione, pensare positivo, e tutte le modalità ottimizzate per raggiungere lo scopo, se alla base non si eliminano le zavorre tossiche che mai potrai eliminare se non partendo dall' alimentazione corretta per l' uomo. E' questa la chiave che probabilmente apre definitivamente le porte ad una vita degna di essere vissuta. Perchè gli altri metodi di qualsiasi tipo utilizzati a tal merito non sono mai soddisfacenti nei risultati raggiunti, manca sempre qualcosa. Ho notato in questi anni quanto l' uomo si impegna per dimagrire e star bene, per restare lontano dalle insidie delle malattie, per essere atletico ed in forma, però non rinuncia al richiamo del cibo che soddisfa il palato, lo stomaco. Non rinuncia ad essere una buona forchetta a tavola tanto poi il superfluo lo smaltisce con severe sedute di palestra. Mi sembra il cane che si morde la coda. E' il tipo di alimentazione che crea le giuste condizione di base per una vita sana. Tutto il resto viene dopo. Questo è Il primo messaggio che ho colto dopo che ho letto i libri di Heret.
Come ho già accennato è ormai da circa due anni che ho iniziato ad eliminare pian piano molti degli alimenti tradizionali della nostra dieta e sono arrivato in questo momento ad una assunzione di cibi crudi e cotti per un 80% tra vegetali e frutta. Il restante 20% è ancora formato da pocchissima carne/pesce/latticcini/pasta/pane integrale tostato/vino/1 cappuccino + cornetto/ 1caffè d'orzo il pomerigio. La frutta sono riuscito a prenderla lontano dai pasti cosi pure per l'acqua.
Per effetto di tutto ciò sono sceso di peso da 65kg a 57kg per poi stabilizzarmi volutamente a 62kg. La mia altezza è di 169cm.
Fin qui tutto bene. Da quando ho iniziato a fare il digiuno della colazione solo il fine settimana ( sabato e domenica con relativa lunga camminata il sabato) ho cominciato ad avere i sintomi di vertigini (cosa che mi accadeva anni fa' quando affiorava lo stress lavorativo).
Ora chiedo se per voi possa essere sintomo di disintossicazione o basso apporto energetico. Quello che mi stupisce è che non ho mai avuto altri sintomi di disintossicazione in questi due anni tranne un'eritema della pelle l' estate scorsa curata con antistaminici ( era insopportabile il prurito). La lingua è sempre abbastanza pulita. La salute generale è ottima o quasi. Ho sin da giovane un problema di sinusite cronica allergica con polipi che non mi stà più disturbando, il muco è quasi sparito già dall' inizio della dieta in coincidenza anche ad una cura con farmaci due anni fà. Altri piccoli disturbi allergici alla pelle, emorroidi, seborrea del cuoio capelluto ( sono pelato) si sono molto attenuati. Cosa mai avvenuta ora risento meno del caldo estivo e meno del freddo invernale. In generale ho potuto ossevare un miglioramento del mio stato di salute. Penso proprio che non sia una coincidenza.
1) Vorrei porre una domanda: quando si arriva a capire che il corpo è pronto a passare definitivamente ad una dieta di sola frutta e verdura a foglie larghe come Heret la definisce?
2) In un articolo scritto da Luciano si parla dei punti riflessi del corpo umano nell' intestino crasso: Ciò mi fa dedurre che i trattamenti delle varie tecniche quali la riflessologia plantare; ago puntura; shiatzu ecc. ecc. non possono essere efficaci nella risoluzione definitiva dei disturbi fintanto che i punti riflessi del colon restano stimolati negativamente dal muco, tossine e incrostazioni, impedendo alle suddette tecniche di agire. Sembra questa una buona deduzione?
saluti a tutti
Avatar utente
By arca
#11619
Le vertigini sono una crisi da zuccheri, questione di dipendenza.
1) Vorrei porre una domanda: quando si arriva a capire che il corpo è pronto a passare definitivamente ad una dieta di sola frutta e verdura a foglie larghe come Heret la definisce?
2) In un articolo scritto da Luciano si parla dei punti riflessi del corpo umano nell' intestino crasso: Ciò mi fa dedurre che i trattamenti delle varie tecniche quali la riflessologia plantare; ago puntura; shiatzu ecc. ecc. non possono essere efficaci nella risoluzione definitiva dei disturbi fintanto che i punti riflessi del colon restano stimolati negativamente dal muco, tossine e incrostazioni, impedendo alle suddette tecniche di agire. Sembra questa una buona deduzione?

1
non arrivi a capire che il corpo è pronto a passare a quel tipo d alimentazione; semplicemente senti di togliere degli altri alimenti e ... puff... ti trovi sulla dieta senza muco.

2
i punti riflessi di qualsiasi zona del corpo hanno effetto su qualsiasi altro punto riflesso, per cui è possibile che A scardini B oppure che B scardini A.
Chiaramente se un punto è estremamente congestionato, la migliore azione è decongestionare quel punto poiché, probabilmente, agire sugli altri punti non sarà efficace. Faccio questo esempio: se hai un sasso nella scarpa, è inutile che fai shatzu: devi decongestionare il piede dal sasso.
Avatar utente
By raffa
#11629
arca ,scusa se mi intrometto ma allora....io dovrei eliminare semplicemente perche il mio coropo ad un certo punto lo rifiuta? è cosi?
ad es. ora il mio corpo rifiuta le carote, infatti non le mangio...progredendo con la transizione dovrebbe accadere anche per pasta pane olio etc...?
grazie
Avatar utente
By arca
#11671
semplicemente perche il mio corpo ad un certo punto lo rifiuta?

Se la transizione è fatta bene,questo è ciò che accade naturalmente.
Transizione fatta bene significa, tra l'altro, ridurre le cose un po' alla volta: è per questo motivo che poi si giunge a non avere più necessaria quella cosa.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret