Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By anny
#12040
Salve a tutti sono Anny e vorrei raccontare la mia storia. Da bambina ho mangiato molta carne, soprattutto di cavallo e tutti dicevano che ero una bambina sana e robusta, ed in effetti apparentemente lo ero e non mi ammalavo quasi mai. Nel crescere ho cominciato ad avere mal di testa (a soli 10 anni) e dolori alle gambe. Ma soprattutto avevo problemi di ansia dato che ero molto sensibile. All'età di 16 anni cominciai a soffrire di forti emicranie. Queste emicranie si intensificarono sempre di più portandomi spesso a far visita al pronto soccorso nel quale mi rifilavano antidolorifici molto forti e rimandandomi a casa senza emicrania ma rimbambita totalmente. Queste emicranie sono durate nel tempo e sempre più accanite. A 26 anni conobbi un ragazzo che mi condusse verso il sentiero vegetariano che io abbracciai con molto entusiasmo, ma in famiglia ebbi molte controversie, perchè non mangiare carne per loro significava niente proteine, poco ferro e quindi malattia. Di nuovo ripresi a mangiare carne ma con meno entusiasmo. All'eta di 32 anni ho avuto un figlio e questa gravidanza ha avuto alcuni problemucci. Pressione altissima, diabete gestazionale, nonchè tocsoplasmosi, per cui mi diedero una forte cura antibiotica che durò anche dopo la nascita del bambino il quale a sua volta ha dovuto assumere per un piccolo periodo di tempo lo stesso antibiotico in sciroppo. Ora ho 42 anni e tre anni fa ho cominciato a gonfiarmi. La diagnosi fu un'intolleranza al lattosio per cui eliminai la carne vaccina e tutti i formaggi, ma dentro sentivo forte la spinta di eliminare totalmente la carne, per cui ho cominciato a nutrirmi di pesce uova e verdure. Ma il mio gonfiore persisteva, anzi spesso sui mezzi pubblici mi cedevano il posto a sedere pensando fossi in dolce attesa. Questo mi imbarazzava molto, ma a parte l'imbarazzo, era fastidiosissimo questo peso che avevo all'addome. Nel frattempo cominciai a soffrire anche di reflusso gastroesofageo (nun me so fatta mancà niente come potete notare eh!) per cui altro gonfiore ed altri fastidi. Alcuni anni fa conobbi un iridiologo, quindi stanca di quella condizione lo contattai per una visita. Questa visita fu provvidenziale, perchè mi comunicò che il mio corpo era in forte stress e si stava degenerando lentamente, per cui, oltre ad alcuni integratori mi diede una dieta che comprendeva nei primi nove giorni del mese solo frutta e verdura. Qualche piccolo risultato l'ho ottenuto ma un pò di gonfiore persiste ed il mio peso, nonostante sono meno gonfia di prima è rimasto fisso sui 71 kg (sono alta 1,63....ne vogliamo parlare?). Ultimamente ho avuto la fortuna di conoscere il dott. Ehret tramite il fratello del mio compagno. Ora siamo all'inizio di questo cammino e spero in futuro di poter parlare degli sviluppi di questa bella esperienza che stiamo facendo insieme.
Avatar utente
By luciano
#12042
Benvenuta Anny, :D

Grazie per averci raccontato la tua storia.

Se non lo hai ancora fatto, leggerei con attenzioni i libri di Ehret, e inizierei una dieta di transizione.

A parte questo, farei anche delle sedute di idrocolonterapia, per dare un bel supporto al corpo e facilitare la disintossicazione.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret