Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

By Arnaldo
#12523
Non ne avevo mai fatti in vita mia, quindi sono giunto alla conclusione, dopo tutte le belle esperienze lette in questo forum, che anche io dovevo smobilitare nel corpo i miei rifiuti. :roll: :roll:
Vi diro', pensavo fosse peggio, 8O ho mangiato solo cibi vivi e cioe' frutta e verdura, ho eliminato tutti i cibi con proteine animali, anche il caffe' di cui ne ero un vero intenditore :x , e il giorno stesso ho fatto al mattina il te' di erbe di centerfit, e quindi mi ha scaricato ben 5 volte tutto quello che avevo accumulato 8O 8O e quindi la sera ho fatto un clistere prima di andare a dormire

ho dormito come un ghiro, :)

il secondo giorno gia al mattino dopo avere bevuto acqua calda con limone e una punta di cucchiaino di miele biologico, sentivo il corpo che lavorava in economia, cioe' andavo piu' a rilento di tutti i movimenti e cosi' ho percepito che cominciava a cercare gli alimenti che non c'erano,
durante la giornata ho fatto ginnastica e sono uscito 1 ora, quindi la notte dopo un clistere mi sono addormentato, ma mi sono svegliato un paio di volte.

Comunque il terzo giorno stato per alzarmi dal letto e non ce lo fatta, mi sentivo il cuore affaticato e il respiro affannoso, :x a stento ho aperto la finestra, vedevo tutto nero attorno a me, come di svenire, e ho fatto un po di ginnastica, avevo sensazioni di paura e tremavo, e respiravo profondamente, quindi ho capito che nel circolo sanguigno stavano entrando molte tossine,:rol l: tra cibi sbagliati e medicine posso scrivere un libro, :!: percio' ho bevuto un te con limone e verso le 11 ho mangiato una mela cotta, subito i sintomi sono spariti, quindi verso le 2 ho mangiato verdure di sedano e carote e una foglia di spinacie mi sono sentito sinceramente bene. :lol:

Avrei voluto riprendere a mangiare il 4 giorno ma non sono riuscito, adesso che so cosa significa il digiuno sono convinto che la prossima volta riusciro' sino al 4 giorno. Ho avuto tanti bei pensieri :idea: :idea: e sopratutto una pace benefica. Veramente una esperienza che desidero rifare il piu' presto. Anche il forum mi ha dato la carica di cui avevo bisogno.

Grazie a voi possiamo sperimentarci una vita diversa. Cosa ne pensate, non e' cosi'? :lol: :lol: Saluti a tutti.

Arnoldo :P
By Arnaldo
#12566
Durante il digiuno ho avvertito un forte dolore al lato sinistro della faccia, lo stesso dolore che mi prende da anni quando ci sono cambiamenti di temperatura in particolare dal caldo al freddo, quindi i dolori erano piu' intensi e insopportabili, il secondo giorno ho dovuto dormire con la borsa dell'acqua calda sul cuscino per avere il calore, e quindi mi sono addormentato.

Come dice Ehret, durante il digiuno sperimenti cio' che e' la tua malattia, e come una cartina tornasole cosi' ho avuto conferma di quale malattia avro' disturbi nel prossimo futuro. Comunque sicuramente, dato che a 20 anni dopo una tonsillectomia ho avuto una pleurite che mi ha tenuto 3 mesi in ospedale, di cui 2 giorni in coma e potete immaginare quante medicine ho immagazzinato nel corpo :twisted: :twisted: , infatti dopo mi sono sentito molto piu' debole e non sono piu' riuscito a fare con vigore quello che facevo prima. :?

Ma il digiuno mi ha rinvigorito, mi sento vibrare come non mai :lol: :lol: :lol: e sono felice. Cosa devo dirvi, se riesco a riprendere la mia energia e a dare al mio corpo la possibilita' di scaricare tutte le tossine, beh! cosa posso volere di piu', ho combattuto finora e con le terapie naturali e non hanno funzionato, ma il digiuno e' davvero l'unica operazione che salva la vita :lol:

Saluti a tutti voi da
Arnoldo :P
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret