Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By fenice
#13487
In questi mesi ho iniziato il mio approccio alla dieta di transizione, eliminando la carne, il latte e derivati e introducendo verdure e frutta in gran quantità. Avevo sostituito la colazione con un centrifugato di frutta, quando non la saltavo del tutto, bevendo solo acqua e limone biologico.
Ogni tanto "gli strappi" c'erano ma li contenevo considerandoli tappa obbligata per non rischiare un insuccesso. Ho inanellato disagi e malattie, che però ho dovuto affrontare talvolta con terapia medica. Fino alla scorsa settimana in cui, complice l'arrivo del bel tempo e di varietà maggiori di frutta ho intensificato il consumo della stessa. Ebbene, sono finita in ospedale per una crisi d'asma! So di essere allergica ad una quantità infinita di piante, erbe ed animali e anche per questo ho intrapreso la direzione della dieta senza muco. Non sapevo che molti tipi di frutta e verdura potenziano la risposta allergica in modo anche grave. Praticamente il mio frigorifero poteva far pensare ad un tentativo di suicidio! In teoria dovrei evitare:
albicocca, ananas, anguria, arachide, arancia, banana, cachi, litchi, melograno, pesca, pomodoro, prugna, uva, zucca, carota, ciliegia, finocchi, kiwi, mandorla, mela, nocciola, noce, pera, sedano, anice, camomilla, coriandolo, cumino, mango, miele, olio di girasole, peperone, prezzemolo, castagna, fico, frutto della passione, lattuga,.....
Ora che faccio??!! Non voglio assumere cortisone spray e antistaminici a vita ma non posso neanche rischiare uno shock anafilattico. Rimangono ben pochi gli alimenti permessi in questi mesi di massima fioritura....
Chi mi suggerisce un percorso? Non voglio gettare la spugna
Avatar utente
By luciano
#13492
Non discuto su quanto affermato dalle fonti ufficiali, facevano prima a dirti a che cosa non sei "allergica"

L'allergia non è altro che sintomo di intossicazione/disintossicazione.
Un aspetto psicologico spesso è coinvolto.

Io se ne fossi affetto, e al momento non fossi in grado di affrontare "l'allergia" diversamente non prenderei comunque il cortisone ma il ribes nigrum.

In ogni caso sotto la responsabilità di un terapista alternativo autorizzato, dato che la caccia alle streghe è sempre in atto. :wink:

Qui trovi tutto quanto ti serve per documentarti:
Ribes Nigrum
By cavalletta
#13503
anch'io come te ero "allergico" a diversi tipi di frutta e verdura, le reazioni più fastidiose le avevo da carote crude, pere e mele.

dopo aver letto il libro mi sono convinto che la medicina si sbagliasse. infatti mi dicevano che era una reazione anomala del sistema immunitario.

ci ho riflettuto sopra e mi sono chiesto: ma il sistema che ci dovrebbe curare può avere reazioni anomale?? e soprattutto, con la frutta e la verdura e non con porcate come gommini, coca-cola o altre schifezze... CHE INGIUSTIZIA!!

così ho insistito nel mangiare le mele e ho capito che l'asma che mi veniva era l'effetto febbrile di disintossicazione dei polmoni.

ti posso consigliare di andarci piano, mangiane poca per cominciare e se hai un attacco d'asma distenditi e cerca di rilassarti. vedrai che ti passerà e col tempo le mangierai tranquillamente senza nessuna scomoda reazione.

simone
Avatar utente
By fenice
#13514
Grazie per i suggerimenti e per il sostegno. Intanto ho ricominciato a mangiare mele, pere e carote cotte, in quantità inferiori a prima, ma non voglio darmi per vinta. E poi insalate, patate bollite, passati di verdura, pasta con pomodoro cotto. Passata la primavera ricomincerò a mangiarle crude. Ma che rabbia però: le albicocche, le pesche, i meloni, quelle belle insalate di pomodori, di finocchi, carote...Ecchecavolo!
By cavalletta
#13515
non ti preoccupare... ci vuole tempo, tornerai a mangiare tutto come la Natura comanda!!
Avatar utente
By Tyler
#13525
Ciao fenice,
se hai letto bene il libro dovresti aver metabolizzato il fatto che le allergie non esistono come non esiste l'influenza, la tonsillite, l'herpes, la psoriasi ecc. Sono tutti sintomi di disintossicazione a cui la medicina ufficiale ha dato dei nomi così come la nuova malattia di questi giorni ovvero la sindrome di Amsterdam... :lol: :lol: :lol:
Pazzesco....
Salutozzi...
Avatar utente
By fenice
#13535
Io provo a ripetrmi il mantra: "Le allergie non esistono, le allergie non esistono...", ma quando i miei bronchi decidono di serrarsi e mi fanno soffocare è difficile rimanere lucidi e determinati. Però passata la crisi riparto con maggiore convinzione aggiustando il tiro. Oggi ho comprato il Ribes Nigrum per le allergie e la Nigella Sativa per l'asma, alla faccia del cortisone!
Avatar utente
By betula
#13576
I naturopati associano le allergie a caratteri o atteggiamenti intolleranti, poco elastici. Potrebbe essere il caso di lavorarci su :roll:
Avatar utente
By Curry
#13580
Io ho sofferto di "allergia" da polline per 16 anni. Quest'anno no. ovviamente grazie a questo anno di dieta. Ho ancora qualche attacco, ma senza prendere medicine (ne prendevo due al gionro, una la sera e una la mattina). E mi sembra di non aver mai sentito il profumo della primavera prima di quest'anno.

Anche qualche cibo mi dava qualche reazione: le carote crude mi grattavano in gola, le pesche mi bruciavano la lingua, le fragole mi facevano grattare se le mangiavo due o tre giorni di fila.
Adesso mangio fragole quotidianamente da settimane e non mi succede niente. Le carote le mangio in quantità ridotte, e le pesche mi danno un leggero fastidio più che sopportabile.

Certo che, non essendo nei tuoi panni, consigli non ne dò. Però una testimonianza in più sul fatto che la dieta funziona anche con le allergie.
Ciao
Curry
Avatar utente
By fenice
#13586
Grazie per le vostre preziose informazioni e per le testimonianze. Tutto contribuisce a non farmi perdere l'obbiettivo e a fornirmi gli strumenti per perseguirlo! :D
Avatar utente
By parider
#13588
Anche io ho sofferto per anni le pene dell'allergia alle graminacee e nel periodo in cui la concentrazione di pollini era maggiore prendevo anche una pastiglia di antistaminici al giorno :evil: .

Adesso l'allergia (che prima era fortissima e mi dava un continuo senso di irritazione alle mucose fortissimo tanto da non poter fare le cose più elementari nelle ore in cui era più forte) si è ridotta quasi a zero.
La differenza rispetto agli anni scorsi è ABISSALE, ormai ho solo qualche piccolo "attacco" ogni tanto, ma so che quando ce l'ho è giusto che sia così perchè significa che sto guarendo.

Eì logico che dopo decenni di follia alimentare ed anni di forte allergia non potevo sperare di guarire COMPLETAMENTE da tutto in qualche mese, ma è incredibile come il corpo sappia riprendersi in relativamente poco tempo.
Prima o poi comunque è sicuro che i sintomi "allergici" spariranno del tutto, basta continuare sul percorso di Ehret :wink:
Avatar utente
By parider
#13589
A già dimenticavo un' esperienza che ho vissuto che sicuramente ha a che fare con lo sviluppo delle cosidette "allergie".

Herbert Shelton mi pare dica che le allergie dipendano da "catarri" mai espulsi presenti nelle vie e nel sistema respiratorio, quindi di fatto muco e veleni vari che potrebbero essere prensenti anche a causa della rimozione delle tonsille dato che le tonsille servono anche ad espellere "rifiuti" prensenti nell'organismo.
La prensenze di tali catarri rende le mucose piene di veleni e sensibili ai polliini e si manifesta l'allergia.

Comunque dicevo riguardo alla mia esperienza...
Durante questa primavera mi è capitato 2 volte di avere come un violento attacco allergico in cui continuavo a starnutire e mi sentivo le vie respiratorie intasate da muco e catarri che il corpo cercava di buttare fuori...inoltre in quelle crisi di disintossicazione sudavo parecchio.
Sono durate entrambe una ventina di minuti nei quali ho buttato fuori parecchio catarro anche giallo e denso che era lì chissa da quanto 8O .

Crisi di questo tipo non le avevo mai avute negli anni passati visto che stavo male ma il corpo continuamente intossicato non riusciva penso a buttare fuori veleni con una vera disintossicazione e il problema non aveva mai fine...

Dopo che ho vissuto tali esperienze ero contentissimo perchè mi sentivo meglio di prima e ho pensato:
ALTRO CHE ANTISTAMINICI CHE TI DANNO I MEDICI, QUESTA E' UNA GUARIGIONE :D :D :D !!!!
By Alessa08
#13602
il mio consiglio è : VAI AVANTI CON LA DIETA... MA, se ti senti + sicuro, tieni un Ventolin e usalo proprio come ultima spiaggia se proprio la respirazione è compromessa e ahi me, il Ribes Nigrum tarda a funzionare.
La disintossicazione, non dimentichiamocelo può essere fin troppo dura da affrontare quando siamo pieni zeppi di porcherie (ahi me! come il Ventolin e antistaminici vari ) e di cui siamo schiavi :x .
Io ho sofferto di asma allergica per anni e alla fine di questa estate decreterò la mia vittoria, perchè quest'anno, da quando ho iniziato la dieta, non ho ancora avuto una crisi allergica.
Io personalmente all'inizio ho evitato di mangiare i frutti a cui ero allergico.
Un po' alla volta ho reintegrato poi anche quei frutti che per me erano inmangiabili e come per magia :) oggi mangio tutta la frutta che voglio :D
VIVA la primavera la natura, i pollini e le graminacee!!!!
ABBASSO le allergie e il muco!!!
:P
Ciaooo
Avatar utente
By luciano
#13605
Complimenti a tutti quanti! :D

Non dimenticate, quando sentite che avete vinto, di postare queste vittorie nella sezione storie di successo.

La sezione delle storie di successo è visibile anche ai non iscritti e le vostre storie possono essere un invito a permettere al proprio corpo di rimettersi in buona salute anche a chi capita qui per caso.

Sebbene ribadiamo che non vanno considerati consigli, le vostre esperienze possono far vedere che altri hanno risolto i loro disturbi in modo più naturale di quanto proposto dalla scienza medica.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret