Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By wilma
#1274
ciao a tutti,
che ne pensate dell'idrocolonterapia?
Può essere di valido aiuto per rimuovere residui antichi di muco o meglio avvalersi dei casalinghi clisteri ?
Avatar utente
By winblus
#1276
:D ciao wilma, benvenuta sul forum!

L'idrocolon terapia se ben fatta è ottima, devi solo trovare una persona competente e che sia veramente esperta altrimenti rischi che ti irriti (magari ulteriormente) il colon, come è accaduto a me.
Nonostante tutto mi è comunque servito!
Ti dirò che il metodo "casalingo" non è poi così male è sicuramente meno costoso. Tre anni fa mi costò € 40,00 a seduta :cry: per poi avere un colon super irritato...... e poi è meno imbarazzante (almeno per me). :oops:

Un abbraccio, win
Avatar utente
By gabriella
#1277
Vorrei aggiungere che quello che pare non faccia bene dell'idrocolon terapia è la pressione dell'acqua ( tra l'altro non so se si tratta di acqua depurata ma penso di si).
Ho letto un libro di tale dott. Jensen, americano il quale cura l'intestino con varie metodiche una delle quali è il "colema". Si tratta di un lavaggio intestinale che è una via di mezzo tra il clistere e l'idrocolon : si deve inserire una cannula che porta l'acqua e lascia fuoriuscire il contenuto intestinale. Dura circa mezzora e si devono introdurre circa 20 litri di acqua, ma non a pressione ma come per il clistere.
La complicazione è l'apparecchiatura....ma questo Dott. Jensen sostiene che il normale clistere crea una pressione per il fatto che va' trattenuto e sia il clistere che l'idrocolon non fanno bene....
Avatar utente
By luciano
#1279
Ce l'ho anch'io quel libro:
Immagine
però ti assicuro che il clistere va benissimo.

La pressione del clistere, a caduta, non crea problemi.
Non fare il clistere è peggio che farlo. :wink:

L'idrocolon terapia, se fatta da personale esperto dà ottimi risultati.

"colema" è una parola inventata da Jensen contraendo due parole: Colon e enema Enema in inglese significa clistere.

Il colema da risultati maggiori del clistere perchè si possono far passare 20 litri di acqua di continuo, con una cannula doppia, da una parte entra e dall'altra esce. E' necessaria una tavola da appoggiare sul vater per far defluire il tutto nella tazza.

Comunque ripeto che un clistere è meglio di nessun clistere. :D
Avatar utente
By gabriella
#1282
Ciao Luciano,
grazie per la tua risposta. A me però resta un dubbio sul clistere : c'è stato un periodo in cui lo facevo tutti i giorni e, secondo parere medico-alternativo, il mio intestino aveva perso la capacità di contrarsi autonomamente.
Praticamente ero diventata clistere-dipendente : se non lo facevo non andavo più.
2° dubbio : ma secondo te con il clistere quotidiano bisognerebbe prima o poi evacuare anche quelle feci vecchie tipo fecalomi di cui anche tu ( come nel libro di Jensen) mostri le foto ?
Io quando faccio il clistere elimino solo feci sfatte o liquide, ma sono convinta di essere piena di ostruzioni di "quel" tipo.
Grazie e ciao
Gabriella
Avatar utente
By luciano
#1290
gabriella ha scritto:Ciao Luciano,
grazie per la tua risposta. A me però resta un dubbio sul clistere : c'è stato un periodo in cui lo facevo tutti i giorni e, secondo parere medico-alternativo, il mio intestino aveva perso la capacità di contrarsi autonomamente.
Praticamente ero diventata clistere-dipendente: se non lo facevo non andavo più.


Ci sono delle malcomprensioni incredibili, sia fra la gente comune, i medici ortodossi e anche quelli alternativi.
Non capendo cosa succede nel corpo a seconda di quello che introduci, tirano fuori le teorie più incredibili.

Le cose stanno così:
Una persona decide di farsi il clistere perchè non va di corpo. Naturalmente non va di corpo perchè gli alimenti di cui si ciba la rendono stitica, giusto?
Si libera del contenuto ogni volta che fa un clistere.
Smette di farsi i clisteri e non va più di corpo. Quindi il medico decide che i clisteri rendono assuefatti.

La cosa che non tiene in considerazione è che la persona continua a mangiare alimenti che l'hanno resa stitica, e come smette di fare i clisteri ci si ritrova nella stessa condizione iniziale: la persona non va di corpo.
Non riuscendo ad arrivare fino a lì con il ragionamento dà la colpa al clistere e si inventa pure la storia dell'incapacità dell'intestino di contrarsi autonomamente. Se questa capacità è stata persa l' ha persa a causa dell'uso di lassativi sintetici.

Quando non si mangiano più farinacei, e si mangia frutta e verdura, dopo un pò di giorni si inizia ad andare di corpo regolarmente. E' necessario nei primi giorni aiutarsi con i clisteri, perchè gli accumuli aumentano con il processo di disintossicazione. E comunque anche con la dieta corretta, a volte qualche vecchio accumulo si stacca e un clistere aiuta.

gabriella ha scritto:2° dubbio: ma secondo te con il clistere quotidiano bisognerebbe prima o poi evacuare anche quelle feci vecchie tipo fecalomi di cui anche tu ( come nel libro di Jensen) mostri le foto ?
Io quando faccio il clistere elimino solo feci sfatte o liquide, ma sono convinta di essere piena di ostruzioni di "quel" tipo.
Grazie e ciao
Gabriella


A volte succede di trovare vecchie, maleodoranti feci, ma avviene quando si è già sulla dieta senza muco da un po' di tempo.
L'idrocolon terapia accelera il processo, ammesso che sia bravo il terapista. Spesso il fatto che sia anche medico non è garanzia di bravura, perciò occorre vagliare e scegliere quelli che fanno solo l'idrocolon senza voler aggiungere altre loro terapie o prodotti o altro.
Avatar utente
By gabriella
#1310
Ancora una domanda sull'idrocolon.
Tempo fa mi ero informata presso un naturopata che pratica questa tecnica : lui me l'aveva sconsigliata perchè io ho una situazione addominale di aderenze diffuse insorte dopo un taglio cesareo.
Le aderenze coinvolgono sia l'intestino che l'utero e le ovaie e lui mi aveva detto che questo costituisce una controindicazione all'idrocolon.
Inoltre qualcuno (forse Win) ha scritto che questa pratica le aveva procurato una forte infiammazione.
Premetto che io sono vegana ( ad eccezione del pesce) da molto tempo e da questa estate ho eliminato completamente il frumento e tutti i cereali contenenti il glutine. Mangio comunque pochi cereali ( mi concedo spesso il grano saraceno tostato) ma il mio intestino continua a fare molta fatica. Diciamo che funziona ma in modo molto insoddisfacente e le feci sono spesso dure nonostante la dieta. Qualche volta sgarro con qualche budino di soya o dolcetto ma sempre dolcificato con malto : lo zucchero bianco non è mai contemplato.
Lo scorso inverno ero stata male soprattutto in seguito ai clisteri di caffè : è possibile che infiammino la mucosa intestinale ? Il clistere migliore nel mio caso quale potrebbe essere ?
Ancora grazie e ciao
Gabriella
Avatar utente
By luciano
#1315
gabriella ha scritto:Ancora una domanda sull'idrocolon.
Tempo fa mi ero informata presso un naturopata che pratica questa tecnica : lui me l'aveva sconsigliata perchè io ho una situazione addominale di aderenze diffuse insorte dopo un taglio cesareo.
Le aderenze coinvolgono sia l'intestino che l'utero e le ovaie e lui mi aveva detto che questo costituisce una controindicazione all'idrocolon.

Non capisco cosa siano queste aderenze, magari se me lo spieghi meglio.
Se il naturopata te l'ha sconsigliata può essere perchè conosce il problema oppure agisce in base a sue idee personali.
Occorrono informazioni più specifiche.

gabriella ha scritto:Premetto che io sono vegana ( ad eccezione del pesce) da molto tempo e da questa estate ho eliminato completamente il frumento e tutti i cereali contenenti il glutine. Mangio comunque pochi cereali ( mi concedo spesso il grano saraceno tostato) ma il mio intestino continua a fare molta fatica. Diciamo che funziona ma in modo molto insoddisfacente e le feci sono spesso dure nonostante la dieta. Qualche volta sgarro con qualche budino di soya o dolcetto ma sempre dolcificato con malto : lo zucchero bianco non è mai contemplato.


Prova ad eliminare anche quei pochi cereali. Magari non sono così pochi.
Anche gli "sgarri". Non significa che siano più adatti all'alimentazione umana se fatti di soia o con malto invece di zucchero.
gabriella ha scritto:Lo scorso inverno ero stata male soprattutto in seguito ai clisteri di caffè : è possibile che infiammino la mucosa intestinale ? Il clistere migliore nel mio caso quale potrebbe essere ?
Ancora grazie e ciao
Gabriella

Non si può dare dei suggerimenti con informazioni così vaghe.
"ero stata male" non spiega nulla, sii più specifica. :wink:
Avatar utente
By luciano
#1975
Alcune persone hanno dei mal di pancia durante i primi clistere. Il sudore è prodotto dalle tossine che fuoriescono. Questo succede quando si smuove roba che era lì ospitata da parecchio tempo.
Immagino che il cattivo odore sia stato alquanto consistente.

Quando mi succedono queste cose, ripeto di nuovo tutto per vedere se ci sono ulteriori cambiamenti. Di solito dopo sono sempre stato meglio.
Avatar utente
By Tyler
#1977
Ciao a tutti,
ho letto sei mesi fa il libro di Bernard Jensen ed è un libro che secondo me insieme a quello di Ehret ogni essere umano sulla terra dovrebbe leggere...io se posso esservi utile ho acquistato il colema...l'ho mandato a ritirare negli USA visto che nessun farmacista o negozio che vende attrezzature mediche ne conosce l'esistenza...io l'ho usato e ogni tanto continuo ad usarlo così come fa spesso mia moglie e vi assicuro che è davvero meraviglioso, niente a che vedere col semplice clistere...la quantità di roba che esce è davvero impressionante.....
io l'ho acquistato da qui: http://www.rawveganbooks.com/index.php?cPath=314
Attenzione che a parte i 254,95 dollari ci sono da pagare le spese di spedizione che ammontano a 201 dollari per l'italia....il problema è che non lo dicono prima, ma dopo che hai fatto l'ordine....ed inoltre quando il pacco arriva in Italia ti fanno pagare anche altri 48 euro di spese doganali....
Se qualcuno volesse qualche altra informazione mi contatti....
...saluti a tutti e a presto...
Avatar utente
By luciano
#1980
Come spesa, mettendo insieme tutto, mi sembra eccessiva, consiglierei di leggere il libro prima. Adesso non ricordo, ma forse ci sono anche le istruzioni per farsi l'occorrente. O comunque cercando sul web con la keyword "colema" si dovrebbe trovare qualcosa, con misure e tutto quanto.
Avatar utente
By arca
#1993
Per completezza di informazione, visto che un po' tutti ne avete parlato, questo è il libro del dottor Jensen in italiano:

Immagine
autore Bernard Jensen
editore Marco Edizioni
costo euro 15

e questo è il link a macrolibrarsi:

http://www.macrolibrarsi.it/libro.php?l ... o%20libero

Me lo hanno dato qualche giorno fa ed io che non leggo libri mi sono invece appassionato subito e sono già a pagina 79 in due giorni. E' davvero un ottimo libro.

Arca
Avatar utente
By Tyler
#2010
...rispondendo a Luciano sul costo dell'attrezzatura per il colema...è tutto molto relativo...
Allora considera che una idrocolonterapia da me a Catania costa 80 euro a seduta e per ottenere dei risultati devi farne almeno 4 in un mese...considera poi che noi utilizziamo la tavola in 2 persone....fai un po' due conti....per me 400 euro totali non sono affatto tanti...anzi considera pure che l'attrezzatura ti rimane a vita e quindi l'ammortizzi, per non parlare del fatto che è un pezzo unico e non assemblato, quindi la riuscita artigianale difficilmente potrà essere come quella originale.
Bisognerebbe vederla per rendersi conto, anch'io ero scettico all'inizio ma adesso non posso che benedirne l'acquisto...

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret