Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By Cosmonauta
#13937
Siete veramente gentili, grazie! :D

Ciao glc 69, grazie per la foto e dimmi la verità, a quella mucca piacciono i Pink Floyd, vero? :lol:
Attendo il tuo diario! :P

Ciao krishnacry, ma sei una bambina! :D
E pure Cosmica! Ah, che bello!
Si, ci stiamo preparando al grande Balzo... 8) :D

Ciao Luciano grazie ancora per quello che hai scritto. :D

Tantissimi saluti cosmici!!! :D :o :D
By Cosmonauta
#14018
:D

Il caffè l'ho sempre visto come uno strano intruglio misterioso, il suo sapore quando ero piccolo mi lasciava interdetto, ma come fanno i grandi a bere questa schifezza?

Poi arriva l'età per bere il caffè, quasi che il berlo comporti il fatto di diventare adulti.
Adulti e nervosi.
Questa bevanda nera ha però continuato a farmi impressione, c'era qualcosa di soprannaturale in quella strana macchina di alluminio che secerneva l'oscuro liquido.

Ricordo un amico, tanti anni fa, lo andavo a tovare e metteva su il caffè, intanto si finiva la cicca.
Versava il caffè e si accendeva un'altra cicca, dopo un po' metteva su un'altro caffè.
Io mi fermavo al secondo con la tachicardia, lui continuava diventando sempre più loquace.
Ad un certo punto lo salutavo e me ne andavo.

Dicevo a me stesso che non ne ero assuefatto.
Chi io?
Assolutamente no! Posso stare giorni senza berne uno!
Quando ho iniziato la transizione ho smesso per un periodo.
Sembrava tutto a posto, poi però senza accorgermene ho ricominciato a berlo.
La scusa è stata che siccome facevo il turno di notte avevo bisogno di un aiuto.
Ma era una balla che mi raccontavo.
Ho smesso di nuovo, ma dopo una settimana ci sono ricascato, però questa volta sentendo quanto mi sballava l'organismo.
Proprio la sensazione di bere una sostanza che alterava in maniera così drammatica il mio naturale ritmo ha fatto si che un bel giorno mi sia detto, in maniera del tutto inconscia, basta.

E'da un mese che non ne bevo più, non ne sento la voglia e durante il mio primo digiuno ho avvertito il terribile mal di testa tipico dell'intossicazione da caffeina.

Mi sono rimaste due confezioni di caffè in casa, ogni tanto lo vado ad annusare e sento quest'odore sgradevole che mi dà subito alla testa.
Tranquilli, non sto pensando di sniffarlo...

By By caffè!


Saluti Cosmici! :D :o :D
Avatar utente
By glc69
#14029
Il caffè! Oscura scura mistura!
Quanto invece ti ho amato, io! Ed il rinunciare a te non m'impedirà di ricordarti con immutato amore!
Ho inizitao a berlo da piccolissimo (una delle dipendenze nate in famiglia, come tante) perchè a 7-8 anni sei piccolissimo per la caffeina. Ci svegliavamo molto presto la mattina per andare a scuola (lo scuolabus passava alle 7.00) e noi abbiamo iniziato ad assumerlo nel latte. Mi sono ritrovato, ventenne e oltre, nella fase del tuo amico a fumare, bere caffè e rifumare mentre studiavo.... e siccome ho sempre studiato molto, mi sono praticamente "sfonnato" di caffè e sigarette!
Alle volte ribevevo un goccio di caffè per poter rifumare l'ennesima sigaretta....follia pura.
Ma come ho detto mi è sempre piaciuto anche quando, eliminate le sigarette, l'ho associato ad un'altra droga: lo zucchero, del quale ho aumentato sempre maggiormente le dosi anche dopo essere passato allo zucchero grezzo di canna bio.
Sono arrivato a circa 6-8 caffè al giorno nel periodo della tesi (nel 2000) e mi sono poi stabilizzato sui 4. Il riconoscerlo come abuso e compulsione oltre alle elevate quantità giornaliere, mi hanno invitato alla prudenza nel toglierlo: ho iniziato la transizione prendendone uno solo al giorno (solo tre volte ne ho presi due) e con poco zucchero se non amaro. Da domani eliminerò anche i caffè feriali (intra-settimanali) lasciandomi solo il piacere di quelli festivi. Poi, al primo digiuno, che vorrei fare a metà di questo mese, verificherò le reazioni generali. Il mal di testa per me è un indicatore principe anche se nel mio caso credo che i formaggi fossero la causa primaria con sovrapposizione di altri fattori tra cui la caffeina.
Vi aggiornerò comunque su questo ed altro.
Ciao a tutti.
By Cosmonauta
#14070
glc69 ha scritto:Sono arrivato a circa 6-8 caffè al giorno nel periodo della tesi (nel 2000) e mi sono poi stabilizzato sui 4


8O

Accidenti, se li avessi bevuti io mi avrebbero fermato sull'autostrada per eccesso di velocità, ma a piedi... :lol:

Pensa che una delle mie sorelle se ne assaggia anche soltanto una goccia sbianca e casca per terra.

No, ne ho avuto decisamente abbastanza di "quell'oro nero"... :wink:

Un Ciao Cosmico! :D :o :D
By Cosmonauta
#14150
Hey!
Mi si sono ricoperte le braccia di puntini rossi! 8O

Ho deciso di non preoccuparmi... :D

Un Cosmonauta a pois
E' la grande novitàààà
A pois a pois a pois... :lol:

:roll:

Saluti Cosmici e Zebrati! :D :o :D
Avatar utente
By mesenger
#14154
non ti fai mancare niente eh ? pure i pois ti sei fatto venire !
poi ci diventi a stelle e strisce ?
ahahah! battutaccia :roll: :roll:
By Cosmonauta
#14184
Cosmonauta e lo strano caso dei puntini rossi.


Ho questi puntini rossi sulle braccia, non ricordo di averne mai avuti, mi sono apparsi all'improvviso senza alcuna ragione apparente.
Non ho intenzione di usare niente, solo di aspettare e vedere che succede.

Questo però mi ha fatto ricordare di un disturbo che per anni ha impazzato sulla mia pelle.
Una ventina di anni fa mi sono ritrovato con metà gambe e braccia ricoperte da pelle secca e orrende pustole.
Sembravano grossi brufoli che scoppiavano e vi lascio immaginare la bellezza.
Con i miei arti così graziosamente piagati sono andato dalla dottoressa che avevo all'epoca.
Mi ha detto di non preoccuparmi e mi ha prescritto lavaggi con acqua e amuchina e una pomata grassa.
Dopo un mese di trattamenti decido di dare l'amuchina a mia madre dicendole di farne quello che voleva.
La pomata l'ho buttata.
La mia pelle era come se fosse stata lavata con il napalm, non c'era più nulla nemmeno i peli ed in più era rimasta secca, più di prima.
Poco dopo ricomparvero gli amati brufoletti.

Mi è stato detto che si trattava di un disturbo psicosomatico, che in situazioni di stress appariva.
Ora non ricordo nemmeno più che nome avesse.
Dato che appariva spesso mi sono chiesto quando io vivevo in condizioni di non stress.

Ma poi, se noi siamo quello che pensiamo, oltre a quello che mangiamo, credo che tutte la malattie siano psicosomatiche, escludendo gli eventi traumatici tipo fratture.
Lì forse è più questione di karma, ma lasciamo stare, potrei arrampicarmi sugli specchi.

Col tempo ho usato altre pomate naturali, tutte hanno più o meno migliorato la situazione, anche se di poco.
Ad un certo punto ho capito che la mia pelle sarebbe guarita da sola, se solo l'avessi lasciata in pace.

Negli ultimi anni mi è capitato qualche episodio isolato di manifestazione, nient'altro.

Ora sono qui con questi puntini rossi.
Oggi ho pensato che sarebbe simpatico unirli con dei pennarelli atossici e creare delle belle decorazioni sulle braccia.
Beh, non ci crederete ma dopo questo pensiero una parte dei puntini è scomparsa.
Non è che prendere per i fondelli il sintomo aiuta la guarigione? :lol:

Saluti Cosmici e Rossi! :D :o :D
Avatar utente
By mesenger
#14186
Puo' essere di si sai ? alla fine , dopo tanto lottare contro , uno si arrende e si accetta cosi' per com'e' .
E non di rado il nostro corpo la smette di mandarci messaggi per noi incomprensibili , forse pensa < lo ha capito che non mi deve combattere > :? !
chi lo sa ? io non mi raccapezzo molto in questi territori , e lo dimostra il fatto che al posto dei puntini rossi , dall'eta' di 11 anni ho avuto l'acne dalla sua forma piu' banale alla piu' grave , e solo con Ehret se n'e' andata , ma ogni tanto riappare :( .
E tutti i manuali affermano che e' la principale malattia psicosomatica .
Chissa' quando la smettero' io di lottare .
ti saluto
By Cosmonauta
#14188
Ciao mesenger :D

Infatti ho lasciato perdere e da quando l'ho fatto le cose vanno meglio... :wink:

E poi per quanto mi riguarda dire che una malattia è psicosomatica è dire tutto e niente allo stesso tempo, in pratica n'a mazza... :lol:

Ti Saluto Cosmicamente! :D :o :D
By Cosmonauta
#14502
:D



I puntini rossi sono diminuiti, di questo sono felice anche perchè l'unica cosa che ho fatto è stata quella di infischiarmene.

Questo episodio però mi ha portato a fare una riflessione.

I miei genitori per anni hanno orgogliosamente sbandierato la loro premura medico-preventiva dicendomi che ero stato vaccinato da tutte le malattie.
Da piccolo fantasticavo su questa formidabile invincibilità che avevo e mi vedevo avanzare tra virus flagellanti impavido ed incolume.

Ora invece ho capito che per anni sono stato una sorta di ordigno biologico pronto ad esplodere da un momento all'altro.
Non so cosa accadrà dopo i puntini rossi, forse le piaghe, le bolle, le chiazze, le scaglie o le squame, la pelle che si stacca a lembi e si accartoccia?
Sarò come il mostro della laguna nera?
Finirà che le scie chimiche per me saranno solo un innocuo deodorante ascellare?

Non lo so.

Da un po' di tempo mi fido delle capacità curative che ha il corpo, vediamo cosa affiorerà su questa superfice rosa.

La transizione continua...


Sorrisi Cosmici! :D :o :D
By Cosmonauta
#15175
Estare 2008.

I mesi di transizione sono diventati sei, passati da qualche giorno, questa è la mia prima estate Ehretista ed è un mondo completamente nuovo. :D
Prima l'arrivo dell'estate mi metteva un po' a disagio, non perchè non mi piacesse ma perchè riuscivo sempre a regolarmi con fatica alle esigenze mutate del corpo.

D'estate dovevo abbandonare la mia dieta consueta, a base di pasta, patate, pesce, fritti vari per aumentare la frutta e la verdura.
La frutta la consideravo una sorta di optional, qualcosa di esotico da mangiare a fine pasto o a merenda, ma i farinacei vincevano sempre.
Andavo matto però per i succhi di frutta confezionati, li prendevo bio ma erano sempre confezionati.
Fortunatamente di verdura ne mangiavo, ma sempre accompagnandola a piatti di "colla" abbondante. :(

All'oscuro di tutto cercavo di contrastare i giramenti di testa e gli attacchi di fame mangiando porzioni disumane, la fame mi veniva all'improvviso e diventavo molto irritabile se non potevo mangiare. :evil:
Dopo un trattamento del genere, con il corpo ormai di marmo per poterlo smuovere non avevo che due alternative, o scosse elettriche o una moka di caffè.
Le scosse elettriche mi creavano qualche fastidio e così andavo di caffè.
Ne bevevo tre o quattro al giorno e siccome ero anche molto sensibile alla caffeina il risultato era che mi muovevo come Flash, il super eroe.
Beh, al lavoro erano contentissimi...
Il mio sistema nervoso però si stava riducendo come la rete idrica italiana, allo sfascio.

Poi bisognava bere tanta acqua, bere gli integratori di sali minerali, mangiare gli yogurth ricchi di fermenti lattici, spalmarsi la creme per stare al sole.
Le creme solari le ho sempre odiate sulla pelle, ed ogni estate finiva che mi ustionavo, ma quell'unto non lo sopportavo.
L'estate quando arrivava per me era un'inferno sembrava che dovessimo attrezzarci per sopravvivere ad un clima ostile e che doveva essere affrontato in un certo modo per poter godere dei suoi benefici.
Eppure ogni rimedio adottato mi faceva stare peggio, però si sa l'estate è così... :roll:

Ma la lotta più cruenta era contro le zanzare. :evil:
Prima mi sono intossicato con i vari vape, poi intuento che stavo sterminando me e non loro ho provato con dei prodotti naturali, ma alle zanzare sembravano piacere allora sono tornato al vecchio metodo di spiaccicarle sul muro con il risultato che alla fine dell'estate ho dovuto ridipingere la stanza.
Alla fine me ne sono fregato, lasciavo che mi pungessero anche perchè ero talmente stanco dopo la caccia che crollavo sul letto esausto.
Quest'anno le sento poco, solo che mi ronzano esclusivamente nelle orecchie, mah!

I gelati! :D
Buoni si , ma erano una fregatura, dopo il senso di freschezza immediato veniva quella sete subdola che faceva bere per poi sentirsi come galleggiare in acqua zuccherata.
Non bella come sensazione, ma per il gelato questo ed altro!
Ora se ne mangio uno sento in bocca oltre al freddo piacevole la consistenza quasi untuosa del latte e per un giorno mi resta un orribile sapore di cappuccino tiepido sul palato che non sposa affato con la frutta...

La birra fredda! :P
Nelle sere estive era il nettare degli Dei, solo che loro non sudavano, io invece zampillavo e da quando sono in transizione sento l'alcol in una maniera incredibile, davvero debilitante.
Stessa cosa per il vino bianco ghiacciato, iniziale godimento nella gola e nel palato e poi uno straccio per i due giorni successivi, il corpo si è disabituato e mi sono reso conto che ne ero piuttosto intossicato.

Quello che mi lega all'anno scorso è la pasta, adesso è integrale e bio, ma la mangio ancora.
Sono sceso rapidamente di peso nei primi tempi della transizione e mi sono un po' preoccupato così l'ho mantenuta come ancoraggio, anche emotivo.
Si sa mai, se la toglievo di colpo mi spariva la casa... :lol:
C'è una fortissima componente emotiva nella pasta, ci sto lavorando ma so che col tempo la eliminerò.
Ne mangio meno comunque ed inoltre ho azzerato il consumo di pane bianco.
L'anno scorso avevo la casa piena di biscotti, dolcetti, salatini, e che più ne ha più ne metta, ora dei vari mulini bianchi non ho quasi nulla, spesso mi faccio io qualcosa con farine integrali quando proprio il richiamo è forte.

Insomma ho questa immagine di me della scorsa estate: Spossato, irritabile, sbuffante, costipato, pesante, intontito, affamato, assetato, un uomo felice!

Eh si, ho proprio una gran voglia di tornare indietro! :wink:

Saluti Cosmici Solari! :D :o :D
By Cosmonauta
#15203
luciano ha scritto:Mi spariva la casa! Volevi dire l'astronave? :D


:lol:

Si Luciano, sai che anche qui nello spazio abbiamo la pasta?

"Dove c'è Starilla c'è NASA..."

E' più leggera di quella terrestre ma nella mia astronave la NASA non ci ficca il...naso!

Saluti Cosmici e Domestici! :D :o :D
Avatar utente
By alegaia
#15211
mai pensato di scrivere un libro! :D grazie dei tuoi resoconti ci...alleggerisci la nostra transizione,ma si sa nello spazio non c'è gravità!!!
By Cosmonauta
#15213
Ciao alegaia :D

Grazie, è vero che nello spazio non c' gravità ma di problemi ce ne sono eccome.
Ad esempio sei in bagno che cerchi di farti un clistere e dall'oblò vedi un enorme meteorite che si sta avvicinando velocissimo all'astronave...non sono bei momenti credimi!
E poi farsi i clisteri in assenza di gravità è un disastro...

Un libro? Chissà... 8)

Un Ciao Cosmico! :D :o :D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 7

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret