Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By Cosmonauta
#18925
WOW!

Oregoniano!
Non sono mai stato su Oregon, dev'essere un bel pianeta!

A te un abbraccio Cosmico!
A cui aggiungo dei sorrisi, delle frasi tipo: Ma guarda te, è incredibile, anche tu qui, ma che mare splendido anche se non si vede, e che dire delle praterie, che dire eh?
E anche dei cedri, che non mangio da un vita.

:D :D :D
By Cosmonauta
#20930
E'stata una giornata serena.
Non avevo particolari timori di tipo alimentare nei confronti di questo natale, mi sono recato all'appuntamento con gli altri tre famigliari tranquillo, con uno stato di buddità gastrica.

Quattro persone provenienti da quattro luoghi diversi e case diverse si sono incontrate in un posticino alla mano che ti metteva immediatamente a tuo agio non appena entravi.
Ho mangiato un piatto di cappelacci di zucca di cui vado pazzo e che mi sono concesso per la festa.
Di secondo ho scelto un piattone di verdure grigliate con qualche crostino e ce ne eano talmente tante che ho fatto quasi fatica a finirlo.
Buonissime.
Gli altri mi guardavano mangiare con gusto e felice e hanno lasciato metà della carne che avevano nel piatto, io non ho parlato di dieta nè di Ehret, ma uno si è toccato la panza ed è partita una discussione sull'alimentazione.

Mi sono limitato a dire alcune cose e sono stato ascoltato con molta attenzione, mentre assaporavo beato un crostino con della crema di radicchio.
Alla fine ho preso un tiramisù, di cui devo dire non capivo il senso a livello di gusto.
Nessuna pesantezza, una bella giornata di sole e quasi mi è venuta voglia di fare del surf.

Non me lo ricordavo così il natale... :D
By Cosmonauta
#22054
Caro cosmonauta sono il tuo diario e siccome mi sono stufato di aspettarti continuo io...

Non so dove sei adesso, tra le stelle o perso in qualche strana e rocambolesca avventura, non so, so però che sei in transizione da più di un anno, fanno un anno e un mese abbondante ormai e voglio raccontare un po' a che punto sei.

Hai iniziato l'anno scorso che già ti vedevi come una specie di Tarzan, avresti voluto vivere da subito dei frutti che ti dava la foresta.
Ma la foresta non c'era e in giro stavi vedendo troppe Cita.
Dopo i primi mesi le prime crisi, che comunque ti aspettavi.
Hai eliminato subito la carne e il pesce e quando andavi in qualche supermercato sentivi le fettine d vitello che ti salutavano e le braciole di maiale che facevano la ola per te.
Certo, ormai il banco frigo ti sembrava un obitorio e ti sentivi sempre più strano in mezzo alla gente.

Poi ti sei abituato, passavi velocemente davanti all'esposizione di carne e pesce, sempre salutando le vaschette e vagavi tra gli scaffali non sapendo più cosa prendere.
Leggevi ogni etichetta e quando eri in fondo ti rendevi conto di non aver preso quasi niente e dovevi ritornare indietro.
Ogni tanto andavi anche in un negozo biologico, ma dai prezzi che aveva ti stavi chiedendo se nei prodotti non ci fosse anche qualche derivato...

Ad ogni modo avevi trovato la tua spesa ideale. Pasta integrale, limoni, cipolle e tanta frutta e verdura.
Non hai mai avuto la casa tanto piena di limoni, ad un certo punto hai creduto di vedere Paolo Conte sul tetto che cantava "Un gelato al limon..."
E le cipolle?
Quintali di cipolle, a momenti le mettevi anche nel tè.
Poi le patate che hai bruciato nel forno.
Le strane focacce con tutti i tipi di farina che ti sei fatto.
Tonnellate di legumi che straripavano dalla pantola prima di capire qual'era la giusta quantità da impiegare di quei sacchettini bio.

Dopo alcuni mesi il tuo peso si è talmente ridotto che non ti chiedevano più come stavi, ma se avevi mangiato.
Tua madre al telefono un giorno si e uno no, poi iniziarono le amiche, gli amici e quando te lo chiesero anche dei colleghi al lavoro cominciasti a guardarti nello specchio.
Beh, non ti sembrava di essere così magro!
Ma quando un giorno ti sei trovato a guardare una tua foto di due anni prima non ci volevi credere. La tua faccia era quasi il doppio di quella che avevi.
Poi le forze cominciarono ad andarsene e allora ti sei rimesso a mangiare pasta, poco male, l'equilibrio c'era ancora.

Ma iniziarono altri problemi, sempre più problemi e il cibo era sempre stato qualcosa su cui ti scaricavi se eri nei guai.
La transizione cominciò a vacillare, vedevi tutto quel muco che si depoitava in te, ma nutrivi grande fiducia nelle capacità dissolvitrici del limone.
Ormai vedevi il mondo in giallo.
E i Matia Bazar cantavano : "Pam! C'è tutto un muco intornooo..."
Due, tre, quattro limoni spremuti in un bicchiere d'acqua, poi te li mangiavi come fossero arance.
Ormai sull'orlo del baratro amidaceo riuscisti a riprendere la rotta e la tua mansarda sembrava si affacciasse sul golfo di Sorrento per la quantità di limoni che conteneva.
Beh, i limoni funzionano.

Un giorno sei riuscito a farti passare un potentissimo raffreddore mangiando solo arance e insalata.
In altri giorni sei andato avanti a frutta e verdura senza problemi, sentivi che il tuo corpo li voleva.
Ma in altri giorni la voglia di farinacei è stata così forte che ogni pizza che vedevi ti sembrava una bellissima sirena che ti incantava con il suo canto.
Avresti dovuto farti incatenare come Ulisse, ma non ad una pizzeria!
Ad ogni modo riuscivi a riprenderti dalle sbandate, riuscivi a capire come funzionava il sistema.

Un altro giorno ti sei trovato davanti ad una vetrina in cui c'erano solo pezzi di cioccolato di tutte le forme, alcuni sembravano mattoni.
Più li guardavi e più ti rendevi conto che quello non era cibo, era come un pezzo di carne, una cosa morta che non ti dava vita, ma te ne toglieva se ne mangiavi.
Questa sensazione diventava sempre più forte e anche se non sei di certo un Ehretista modello, senti quando un cibo è morto e quando è vivo, te lo dice il, corpo e il modo in cui stai poi.

E poi non posso non ricordare qui il giorno in cui sei andato a comprarti il clistere.
Hai cercato una farmacia distante dal paese e sei entrato con l'aria di chi passava di lì per caso e improvviamente si era ricordato di una cosa.
Dentro non c'erano altre persona all'infuori di te e del farmacista.
Costui era un tipo gioviale e ti ha colpito perchè ti ha fatto pensare ad un cugino svizzero di Ehret.
Hai fatto finta che il clistere non fosse per te e gli hai chiesto un enteroclima da viaggio, quello che si appende.
Lui ha esclamato: Ah, un clistere! E con un sorrisone è andato a prendertelo.
Nel frattempo sono entrati altri clienti e il farmacista non contento di aver estratto l'armamentrio dalla scatola per mostrartelo si è messo anche a raccontarti com'erano quelli con la boccia di vetro che usavano una volta.
Tu avevi sentito quel leggero senso di calore al volto, tipo altoforno ed eri lì con i soldi in mano che cercavi di allungarglieli mentre lui continuava a spiegarti che sicuramente l'intestino si svuotava bene con tutta quell'acqua.
Dietro di te avvertivi la presenza di altre persona e non appena hai avuto in mano il sacchetto ti è sembrato che lo scontrino arrivasse mille anni dopo.

Però il clistere è fondamentale, ma è fondamentale anche parlarne alle persone con un po' di discrezione, almeno all'inizio e non in un locale dove tu sei seduto ad un tavolo con una coppia tua amica ed in cui ti rendi improvvisamente conto del silenzio e di come la tua voce si senta bene in tutta la sala...Chiaro che poi ti becchi le occhiate perplesse o divertite degli altri seduti ai tavoli vicini.

So che lo pensi caro Cosmonauta e quaindi lo scrivo, tu non torneresti mai indietro, il sistema di guarigone della dieta senza muco funziona, e se non funziona è soltanto per la nostra scarsa volonta dovuta a varie ragioni od errata applicazione dello stesso.
Non ti sei più amalato, hai avuto qualche grossa crisi di disintossicazione ma ti sei sentito mille volte meglio rispetto al tuo modo di alimentarti onnivoro.
Con le cose che hai capito non torneresti mai indietro, lo sai e lo so.
Certo, ogni tanto ci caschi, i cibi ricchi di amido sono stati la tua dieta per più di quarant'anni ed è anche comprensibile che accada, ma tu non demordi, ci metterai del tempo ma procedi.

Ti sei accorto di come il tuo corpo sia stato drogato con farinacei e cibi raffinati, cibi che sei portato a cercare ed a mangiare in grandi quantità perchè non ti nutrono veramente.

Ora sei vegetariano e quasi vegano, il quasi è più che altro per quello che scappa ogni tanto in qualche dolce, ma ti senti meglio così, più in pace con te stesso.
Ok, ora basta, mi sembra di aver detto abbastanza, certo ce ne sarebbe ancora, ma io sono il tuo diario non il tuo biografo quindi termino qui.

Un Saluto Cosmico a tutti! :D


Ps. E vedi di ritornare sennò divento il diario di una diciottenne, almeno mi diverto di più...
By Sagitta
#22056
Grazie Cosmo,non riesco a decidere se sei più...commovente o...divertente!!! :D :D
Francesca
Avatar utente
By Antishred
#22059
Grande Cosmo, siamo con te!
Capisco come ti sei sentito...
La domanda: "Ma ne vale la pena?" è sempre lì a portata di mente... Poi però penso che ci hanno un po'fregati e anche noi stessi un po'ci freghiamo, quindi dico, lungi da me chi mi vuole fregare! Mi sento un amante tradito :D
Siamo drogati da un sacco di cose, chi l'avrebbe mai detto.

Ciao ciao
Avatar utente
By Foca
#22063
:lol: :D :lol: :D :lol: :D :lol: :D !!
Avatar utente
By Ramita
#22065
cosmo sei davvero un fenomeno...per me devi diventare scrittore di racconti. raccogline un pó e mandane ad una casa editrice!
bravo davvero per il cammino che stai facendo!
un abbraccio cosmico marte-saturno-giove via luna per te.
elisa ramita
By Cosmonauta
#22067
Grazie di cuore Sorelle e Fratelli di muco!

Ho ricevuto un messaggio da quel matacchione del mio diario, ma è un bravo ragazzo...
Io purtroppo sono bloccato qua in orbita con la navicella danneggiata e devo ancora finire di pagarla!

Lo scontro tra il satellite russo e quello americano ha sparato ovunque frammenti, speriamo bene.
Ed è anche San Valentino, vabbè che quest'anno posso anche saltarlo.

Ciao Sagitta, meglio ridere và... :D

Ciao Foca :D :D :D

Ciao antishred drogati si ma con giudizio! :D

Ciao Ramita ce sto a provà...un abbraccio Solare :D


E adesso vediamo di sistemare questa faccenda, detto tra noi c'è un sacco di traffico quassù, parecchie astronavi e corre voce che molte siano di fabbricazione terrestre...
Avatar utente
By glc69
#22069
Ciao Cosmo.
Un caro saluto anche da parte mia ed una domanda: ma come mai il tuo diario racconta la mia storia????
Scherzi a parte. Sembra di rileggere il mio percorso, i dubbi, le esitazioni, le esaltazioni e le ricadute, i chili persi e le altrui paure quasi contagiose.
Scusami se non partecipo attivamente al Forum, è un periodo intenso.
Tornerò presto a farmi vivo; intanto ricevi i miei complimenti più sinceri.
A presto
Gianluca
By Cosmonauta
#22070
Gianluca!

Mannaggia... :D

La tua storia? Ah ecco perchè...gli stavo giusto dicendo aò ma che stai a scrive?

E poi perchè da quando sono in transizione mi viene da parlare in romanesco o pseudo tale?

Che ce stanno gli enzimi della capitale?

Un carissssimo Saluto Cosmico a Te! :D
Avatar utente
By pollon77
#22084
cosmo, anche per me avresti ottime possibilità di far successo come scrittore. non so se solo io o anche altri ma sarei proprio curiosa di conoscerti, di vedere che tipo sei. se non è troppo che ne dici di farci vedere una tua foto?
By Cosmonauta
#22085
Ciao pollon77 :D

Grazie anche a te!

Ehm, una mia foto? E 'che ogni volta ho il casco spaziale e allora non mi si vede bene... :mrgreen:

No dai, prima o poi la metto, ma per il momento è meglio di no sennò nessuno legge più il mio diario. :lol:

E poi scusa tu non hai nemmeno l'avatar...Un Salutone Cosmico! :D
By Cosmonauta
#22874
Ora di pranzo.
Il consueto via vai di persone che fanno la spola tra lavoro e casa e i negozi che fagocitano e rilasciano orde di consumatori frettolosi.
Una bella giornata, io e Miranda eravamo in missione.
La Terra era sempre affascinante e a chi come me era ormai abituato agli spazi profondi tutto quello che ci circondava era a dir poco inebriante.

Miranda me li indicò, erano in due.
- Che facciamo?-
- Tranquilla sono solo due droidi dell'igiene pubblica, lascia fare a me-
I due droidi sulle prime non fecero caso a noi poi qualcosa scattò nelle loro scatoline biometalliche.
- Buongiorno, potreste mostrarci i documenti prego?-
- Buongiorno a voi, ma certamente!-
Documenti falsi, ovviamente ma quei due non se ne sarebbero di certo accorti.
- Bene grazie, cosa trasportate nello zaino e in quella borsa?-
Miranda impallidì anche se impercettibilmente, mi lanciò un'occhiata di panico a stento soffocato.
- Niente agente è solo una mini doccia da campeggio-
Il droide la esaminò con i suoi occhietti elettronici.
- Si usa in campeggio?-
- Si vede, l'acqua si versa qui nella sacca poi la si fissa ad un supporto, di solito il ramo di un albero e poi ci si mette sotto per lavarsi. Basta aprire questo rubinetto. E' piccola si usa per lavaggi veloci-
Miranda per poco non stramazzava a terra, ma cercò di sorridere.
Il droide restò in silenzio per qualche secondo poi disse:- Bene, vi auguro una buona giornata-
Riposi il tubo e la sacca nello zaino, salutammo i due imbecilli e ce ne andammo.
- Sei pazzo, e se ci scoprivano? Si vede lontano un chilometro che quello è un enteroclisma da viaggio...-
- Forse da vicino però non si nota, ad ogni modo stai tranquila, non è di quelli che ci dobbiamo proccupare ma di quelli là-
Miranda si voltò a gardare l'auto di pattuglia che stava passando, a bordo quattro droidi bene armati dall'aria tutt'altro che sprovveduta.
-Chi sono?-
- Droidi della milizia sanitaria, con quelli non avremmo avuto scampo-
Ci infilammo nel primo vicolo e attraverso il dedalo di viuzze arrivammo al luogo convenuto.
Bussai poi dissi di non aprire e la porta si aprì.

L'interno era un normalissimo appartamento da pochi soldi, sdraiato sul divano un tizio asoltava musica da un paio di cuffie.
- E voi chi sete?-
- Come chi siamo? Ci hai aperto, dovresti saperlo-
La mano si avvicinò istintivamente al fulminatore citronico che avevo sotto la camicia. Il tizio notò la manovra.
- Ehi buono con quello è che la porta è progammata per aprire ai nostri e ogni tanto mi dimentico, aspettavo un'amica e così...-
- Va bene...dove sono gli altri?-
Una parete scivolò di lato e apparve un corridoio illuminato da neon.
- Seguitelo fino in fondo, troverete un altra porta dove darete il secondo codice-
Detto questo si rimise la cuffia e si sdraiò nuovamente sul divano.
Con elementi di questo genere la nostra vittoria era assicurata...
- Ce l'abbiamo fatta, mi sembra incredibile- Miranda era visibilmente sollevata.
- Così pare-
Avevamo con noi venti enteroclismi da viaggio, in caso di cattura rischiavamo trent'anni di galera e forse l'ergastolo.
I clisteri erano stati dichiarati illegali e pericolosi per la salute pubblica da una decina di anni, ma il movimento Ehretista ed altri con intenti simili si erano dati alla clandestinità creando una rete sotterranea che si rafforzava ogni giorno di più.
Quella sera altre persone avrebbero potuto lavarsi finalmente il colon e sarebbero state felici.
Una felicità che dilagava ormai senza alcun freno e sempre con molta attenzione però, gli infiltrati erano sempre in agguato.

Più tardi, mentre passeggiavamo per le vie della città Miranda mi confidò che lei dopo ogni missione non aveva nessun bisogno di un clistere, la strizza provata bastava e avanzava per liberarle l'intestino.
Stessa cosa per me, nonostante sia ormai un veterano l'effetto è sempre lo stesso.
Ma per quella sera potevamo rilassarci e goderci la reciproca compagnia cenando al lume di candela con un gustosissimo menù vegetariano quasi privo di amido.


Hasta la Victoria! :D
Ultima modifica di Cosmonauta il 13 marzo 2009, 2:28, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By Foca
#22879
8O 8O 8O non ci avevo pensato!!
Siamo in pericolo.....domani corro in farmacia e "faccio scorta".....almeno 5 o 6 sacchette, non si sa mai...... a volte la realtà supera la fantasia.

E' meglio essere previdenti!! :lol: :lol: :lol:

Cosmonauta.....sei una forza della natura, ma .....come ti vengono in mente?
By Cosmonauta
#22881
In realtà sono ottimista, anche se...

Con il colon pulito si ragiona meglio!

E poi l'aria di questo forum è buona, pulita anche perchè apriamo sempre la finestra dl bagno dopo il lavaggio interno...

Ciao Foca un salutone Cosmico. :D
  • 1
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret