Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By blueyesvegan
#1286
Non mi è ben chiaro il ruolo che Ehret attribuisce a molecole quali i carboidrati, i grassi e le proteine. Infatti egli sostiene che le proteine non servono a fini "costruttivi", e che grassi e carboidrati non hanno funzione energetica, o meglio che il loro catabolismo (la loro degradazione) non è necessaria per svolgere attività fisica. Qual è, dunque, la funzione di queste macromolecole organiche nel nostro corpo?
Avatar utente
By luciano
#1295
blueyesvegan ha scritto:Non mi è ben chiaro il ruolo che Ehret attribuisce a molecole quali i carboidrati, i grassi e le proteine. Infatti egli sostiene che le proteine non servono a fini "costruttivi", e che grassi e carboidrati non hanno funzione energetica, o meglio che il loro catabolismo (la loro degradazione) non è necessaria per svolgere attività fisica. Qual è, dunque, la funzione di queste macromolecole organiche nel nostro corpo?


La tua domanda chiede una risposta ad una questione che Ehret non si pone. Ehret dice che non hanno una funzione energetica. Non implica che debbano avere funzioni. Infatti tali elementi non sono per l'alimentazione umana. Non dovrebbero trovarsi in un corpo umano, non è prevista alcuna funzione.

I cosiddetti carboidrati complessi (cereali ecc.) costituiti da macromolecole, non vanno confusi con i carboidrati semplici, frutta e verdura a foglia.

La funzione che hanno le macromolecole della carne e dei farinacei?

Che funzione hanno, visto che non sono adatti all'alimentazione umana?

E' come chiedere che funzioni hanno gli idrocarburi della benzina? Se la si bevesse che funzione avrebbero nel corpo umano?
Avatar utente
By blueyesvegan
#1296
E gli zuccheri semplici, come il fruttosio, hanno un ruolo energetico, o per avere energia basta respirare? Chiedo questo perchè nel capitolo sulla vitalità mi sembra di aver capito che il nutrimento viene dall'aria: se ho capito bene, allora a che servono gli zuccheri della frutta? Ti prego, Luciano, non ti arrabbiare sempre quando ti faccio queste domande: voglio solo capire e cercare di trovare delle risposte a eventuali domande che mi potrebbero fare i colleghi dell'università, o qualunque altra persona. Se io mi mostro indeciso nel rispondere, non convincerò mai nessuno a diventare ehretista.
Avatar utente
By luciano
#1297
blueyesvegan ha scritto:E gli zuccheri semplici, come il fruttosio, hanno un ruolo energetico, o per avere energia basta respirare? Chiedo questo perchè nel capitolo sulla vitalità mi sembra di aver capito che il nutrimento viene dall'aria: se ho capito bene, allora a che servono gli zuccheri della frutta?

E' vero per un ipotetico uomo il cui sangue è assolutamente puro e ha completamente disintossicato l'organismo. Quando ci troveremo di fronte a chi avrà ottenuto tale conseguimento ne riparliamo.

Prima di allora, gli zuccheri della frutta servono a dare energia ed a alimentare il corpo. (Solo quelli della frutta fresca, non il fruttosio che vendono in latta al supermercato, nel caso che ti venisse lo sghiribizzo di chiedermelo, perchè è privo degli enzimi, eliminati dal processo di elaborazione.)

Se avessi letto bene il libro non avresti bisogno di fare queste domande.

blueyesvegan ha scritto:Ti prego, Luciano, non ti arrabbiare sempre quando ti faccio queste domande: voglio solo capire e cercare di trovare delle risposte a eventuali domande che mi potrebbero fare i colleghi dell'università, o qualunque altra persona. Se io mi mostro indeciso nel rispondere, non convincerò mai nessuno a diventare ehretista.


Non mi arrabbio facilmente, tantomeno per un utente che scrive post come i tuoi, sembrano proprio fatti con l'intenzione di trovare degli errori o contraddizioni ad oltranza, ma ci vuole ben altro per farmi arrabbiare.

Non convincerai mai nessuno a diventare Ehretista, lo spero almeno!
Non è questa l'intenzione per cui ho messo su questo sito e relativo forum.
Convincere implica la forzatura di una idea nella mente di un altro, e a questo non sono interessato. Io voglio che le persone comprendano non che vengano convinte.

E se non sarai indeciso nello spiegare la dieta senza muco ai tuoi colleghi non sarà perché io ti avrò dato tutte le risposte ma solo perchè avrai ottenuto risultati dalla dieta tu stesso. Non si può essere convincenti spiegando qualcosa che si conosce solo a mero livello intellettuale. L'unica conoscenza valida è quella sperimentata di persona, in questo caso sul proprio corpo.

Le mie intenzioni includono il far si che le persone studino il libro, comprendano gli insegnamenti di Ehret, provino la dieta, ottengano dei risultati e si rendano conto di persona della sua validità, avendo constatato su di sé i risultati.

Quello che so su di te, è nulla. Non so se stai facendo o continuando la dieta, se stai ottenendo dei risultati. So solo che continui a chiedermi risposte che, se leggessi il libro con una mente libera da pregiudizi e dati falsi, potresti ricavare dallo studio degli insegnamenti che contiene.

Se proprio vuoi "convincere" qualcuno lo puoi fare diventando un esempio vivente ottenendo i risultati che la dieta senza muco è in grado di dare.

Se qualcuno ha delle domande vendigli il libro. Ma non aspettarti ovazioni e consensi da chi è immerso nell'ovattata ignoranza del sistema medico.
Chi ha da guadagnarci vendendo farmaci, amputando organi ecc. ostacolerà in tutti i modi questa dieta.
A meno che non si renda conto dell'immoralità del commercio della salute umana e decida di fare il medico vero che non ha tradito il giuramento di Ippocrate.

Il fatto che hai la testa così piena di domande è perchè continui a mantenere lo schema mentale e i parametri su cui si fonda la scienza ufficiale. Basterebbe vedere l'assurdità del grave avvelenamento perpetrato sui malati di cancro con la cosiddetta chemioterapia per rendersi conto della mancanza di sanità mentale o presenza di malafede nella medicina.

I fondamenti di tale medicina equivalgono a quelli della "santa" inquisizione: se una una donna gettata nello stagno galleggia è una strega, quindi colpevole, se affoga non è una strega e quindi innocente.
In entrambi i casi la vittima muore.

Il mio consiglio è che tu rilegga il libro con mente sgombra da preconcetti e che pratichi la dieta, sperimentando gli insegnamenti di Ehret su te stesso.
Avatar utente
By winblus
#1298
:D ciao bleu!

Se io mi mostro indeciso nel rispondere, non convincerò mai nessuno a diventare ehretista.


Il modo migliore di "convincere" gli altri a diventare ehretisti è con l'esempio.
Se tu stesso diventassi ehretista.....tutte queste domande le potresti utilizzare meglio se sapessi cosa avviene nel tuo corpo nel processo della dieta senza muco.
Ogni individuo e in questo caso ogni corpo, ha la sua storia....non potrai mai dire cosa accade se non lo sperimenti su di te e non sai che cosa si sta modificando o meno.
Non voglio farti una filippica in quanto studente di medicina, però sarebbe meglio se diventassi oltre che medico di te stesso, utilizzando tutto quello che ha detto ehret ma soprattutto sperimentandolo, ad essere un ricercatore prima di essere solo teoria medica, potresti anche provare che si sbagliano, non credi?
Quindi, chiunque sentisse un discorso del genere, intendo la dieta di ehret non ti prenderebbe in considerazione o per lo meno non ti darebbe più di tanto retta......come si può raccontare ciò che avviene in un corpo che si sta modificando con un modo diverso di alimentazione se non lo si prova?
Come fai a spiegare il gusto e il piacere che si prova mentre assaggi un grappolo d'uva o una pera quando ti stai ripulendo dal muco?
Come fai a spiegare ciò che esce dal tuo intestino dopo solo un mese (a volte pure prima) di dieta di transizione?
Come fai a raccontare e a spiegare come ci si sente dopo che per anni hai mangiato carne o latticini o farinacei, la sensazione che si prova nel sentirsi bene?
Tutte le persone con cui ho parlato di come mangio, mi vedono, vedono il mio cambiamento e soprattutto mi vedono stare bene e diversi di loro, stanno integrando più frutta e più verdura nella loro "dieta". (qualcuno so che ha fatto più di un giro sul sito)
A nessuno di loro ho detto che mangio meglio io di loro, che io faccio bene e loro no.....non sto cercando di convincere nessuno ad intraprendere questa dieta ma li sto facendo solo riflettere su cosa e su come mangiano. Mentre a chi ne vuole sapere di più, spiego semplicemente quello che possono incorrere con una alimentazione sbagliata.
Di termini scientifici su cosa avvenisse o su come si chiamassero le mie malattie, comunque mai diagnosticate, non me ne può fregare di meno.
Quello che mi interessava di più era avere un riscontro fisico che non è mai avvenuto, mentre con pochi mesi di dieta di transizione ne ho avuti.
Quindi blues.....quando inizierò a leggere il tuo percorso di essere umano, di individuo che sta sperimentando la dieta di transizione?

Un abbraccio, win
Avatar utente
By blueyesvegan
#1299
Luciano, ti prometto che da oggi non ti farò più domande e che mi limiterò a seguire la dieta di Ehret, verificandone i risultati. Se scriverò di nuovo su questo forum, sarà solo per comunicare eventuali buoni risultati della dieta: in particolare ti farò sapere se avrò ottenuto risultati in questi 5 ambiti:
1) calvizie;
2) capacità di concentrazione e di memorizzazione (infatti attualmente ho molta difficoltà nel memorizzare quanto studio);
3) attività sportiva agonistica;
4) infezioni ricorrenti del cavo orale;
5) allergie varie.

Ancora una volta ti devo ringraziare per la tua proverbiale e singolare pazienza nei confronti di un rompiscatole come me!!!
Avatar utente
By luciano
#1300
Mi fa molto piacere quello che dici.
Ricordati che se sei inm difficoltà, il forum serve anche per chiedere aiuto.
Puoi anche riportare, se ce ne fossero, insuccessi o problemi, di modo che possano essere strasformati in successi! :D
Luciano.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret