Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By federica
#14338
Mi trovo al terzo giorno di transizione e volevo già pubblicare un post nella sezione dei successi... :D
perché a me sembra già un enorme successo essere riuscita ad arrivare al terzo giorno e sempre con maggiore entusiasmo!
credo che mi assesterò su quanto segue
niente colazione: OK perfetto! mi sento molto molto meglio.. non ho mai amato mangiare la mattina e ho passato la vita a dire che proprio non riesco a mangiare al mattino presto perché altrimenti mi viene sempre un senso di nausea. anche la colazione con cappuccino e cornetto quando la facevo.. se ne parlava non prima delle 11.
quindi viva la non colazione! su questo punto mi sento rincuorata e confortata dalle teorie di ehret!

pranzo: a mezzogiorno una bella insalata mista (carote cavolo, cetrioli, pochi pomodorini, origano) e qualche oliva (le adoro e da quel che ho capito non sono un veleno! mi date conferma?)
una fetta di pane integrale tostato

cena: molto presto intorno alle 7, frutta cotta e poco yogurt al posto del cottage cheese che proprio non mi va ne su ne giù.

merenda occasionale frutta fresca o un succo di quelli TVB (consiglio di visionare il sito per capire di cosa sto parlando).

durante il giorno tè verde se ne ho voglia.

volevo sapere.. è drammatico se aggiungo una fetta di pane anche la sera?

insomma... ieri sera di punto in bianco ho cominciato a tossire e ho espulso del muco e devo dire che sono rimasta quasi scioccata.. possibile che già sia la dieta? perché non sono raffreddata, niente del genere....

devo dire che mi sento benissimo piena di energia e di vitalità e solo ogni tanto ho come un disagio dovuto a un mal di testa (che non ho mai avuto in vita mia)... ma passa immediatamente anche perché riconosco subito che si tratta del tentativo della mia mente di ribellarsi al condizionamento mentale...
credete che per me potrà continuare così o mi devo aspettare crisi, depressioni, debolezza e quant'altro??? speriamo di nooo...
potrebbe essere che tutto sembri così semplice a causa del fatto che ormai da anni sono vegetariana (sebbene con ingenti pasti di cereali)?
fatemi sapere cosa ne pensate...
io nel frattempo spero di continuare così...
:D
Avatar utente
By federica
#14342
cavolo... eppure mi sembra che per la transizione sia verdura a pranzo e frutta a cena....
per le olive... bé erano miste... ma considera che tutte le olive sono verdi, la colorazione è solo una questione di "maturazione"... insomma un po' come per il té... anche se qui parliamo di fermentazione...

la mattina sto prendendo acqua appena tiepida con succo di limone... ho provato con mezzo cucchiaino di miele ma mi disgusta e mi sento come se avessi mangiato un bisonte dopo. quindi niente miele.
anch'io ho pasato la stessa cosa per la colazione... non l'ho fatta fino a vent'anni e oltre poi mi hanno convertita... e alla fine mi sono abituata a sentire fame la mattina...
negli ultimi tempi però sentivo che era una forzatura e quindi ora sono felicissima di essermi riappropriata di qualcosa che era già dentro di me.
e a proposito di questo.. già da quando ero molto piccola, se non stavo bene.. mi rifiutavo di mangiare e l'unica cosa che riuscivo a mangiare erano mele cotte... si vede che ero un ehretista istintiva!
tanto che anche ora se non sto bene (cosa che però non capita praticamente MAI) arriva mia madre e mi fa "ti faccio le mele cotte?".




marsupiale ha scritto:Ciao FEderica. Io ho sempre odiato la colazione, ma mi hanno costretto tutti i dietologi a consumarla, finchè non è accaduto che il mio organismo si abituasse alla nuova impostazione tanto da indurmi la fame al mattino. Anche nei miei figli ho notato una naturale predisposizione verso la "non colazione", prontamente ostacolata dai più e perfino da me, che nel frattempo mi ero convinta. Eh eh! Ora, perciò, sto rifacendo un passo indietro in tal senso.
In merito alle olive ho letto che sono ok solo se verdi e il pane sembra sia meglio se di segale.
Beata te che riesci a fare il pasto di sola frutta, ma mi pare di avere capito che sia meglio consumare il pranzo in tal modo, piuttosto che la cena. Poi non so, approfitto del tuo post per saperne di più anch'io :roll:
Avatar utente
By federica
#14358
devo aver avuto un'allucinazione.. ho ricontrollato il libro e in effetti non trovo da dove ho estrapolato che a pranzo bisognerebbe mangiare verdura e a cena frutta... na devo dire che non trovo nemmeno il contrario...
eppure ho letto il libro già due volte...
mi sembra impossibile non riuscire a tirare le fila di questo problema..
inoltre avevo capito che nello stesso pasto non andrebbero mischiate verdura e frutta e invece poi mi rendo conto che ci sono indicazioni/suggerimenti su pasti ideali per la transizione e tutti iniziano con la frutta per poi seguire con la verdura.
insomma chemi mangio stasera??? 8O 8O 8O
Avatar utente
By luciano
#14363
Sei in transizione mangia verdure a pranzo frutta a sera, ma puoi farti pranzi con verdure cotte e crude e poi mezz'ora più tardi mangiarti la frutta. Se mangi pasta o pizza, mangia solo quello.
Comunque all'inizio non importa se sbagli, poi ti saprai gestire bene, l'importante è incominciare a eliminare latticini e diminuire i farinacei.
Avatar utente
By parider
#14365
luciano ha scritto:Sei in transizione mangia verdure a pranzo frutta a sera,


Come mai in transizione è meglio mangiare verdure a pranzo e frutta la sera? :roll:
Avatar utente
By luciano
#14366
La frutta ha un potere più disintossicante della verdura e si suppone che alla fine della serata si va a letto e il corpo ha a disposizione più energie per disintossicarti.
Avatar utente
By luciano
#14378
Si ci sono molti post con molte proposte che possono apparire contrastanti se prese fuori dallo specifico contesto. Quando vai in confusione, il riferimento senior su tutto è il libro di Ehret.
Avatar utente
By luisa
#14385
Marsupiale dice che sono OK solo le olive verdi? perchè mai le nere no?
Qualcuno mi fa luce?
Grazie e buona giornata.
Avatar utente
By Tyler
#14399
Veramente è l'esatto contrario.
nel senso che le olive verdi sono acerbe e non mature.
Le olive nere sono più indicate perché hanno completato la maturazione.
Ma come al solito le cose vanno alla rovescia vedi ad esempio i peperoni. la maggior parte della gente li compra verdi mentre invece verdi non sono ancora maturi.
Saluti...
Avatar utente
By luisa
#14464
Io non me ne intendo molto, ma per quanto riguarda le olive non mi sembra che quelle verdi non siano mature, sono due qualità diverse le nere e le verdi (come i fichi per intenderci) credo che sia giusto per quanto riguarda i peperoni.....
Chi ne sa di più faccia luce.
Grazie
Avatar utente
By federica
#14630
oggi ho compiuto la prima settimana!
allora.. ho proseguito come i primi giorni ma eliminando totalmente lo yogurt. l'unica cosa che ho mantenuto sia a pranzo che a cena: la fetta di pane integrale.
niente colazione
acqua tiepida con succo di limone

pranzo insalata mista più un piatto di verdure, olive, fetta di pane

merenda a volte un succo di frutta oppure frutta fresca

cena frutta cotta: mele e uvetta più una fetta di pane integrale
(una sera ho mangiato patate al forno)

effetti:
perdita di un paio di chili di peso
percezione di grande energia
soprattutto negli ultimi due giorni percezione dei sapori molto più netti e forti.. direi molto intensi.
ho l'impressione che tutti i sensi siano acuiti, la vista in particolare (che per altro era già ottima).
a parte il 3 e 4 giorno in cui ho avuto questa continua necessità di espellere muco dalla gola non ci sono stati altri fenomeni legati al "muco"-
domani inizia la seconda settimana e tendenzialmente penso che almeno psicologicamente voglio concedermi il lusso di pensare di fare un paio di "sgarri"... più che altro perché volendo continuatre a oltranza non vorrei incorrere in una improvvisa crisi di astinenza dal cibo che ho mangiato fino alla settimana scorsa. poi non è detto che lo faccia ma meglio concedersi il pensiero che sia possibile e che non sia irreparabile.
la più grossa sorpresa.. non aver mai avuto cali di energia e/o attacchi di fame incontrollabili nonostante non abbia rinunciato alla mia attività di acqagym 3 volte in una settimana.
unico fastidio... lo scontro con gli onnivori che pensano sempre di saperne più di te ma è un dettaglio visto che per loro già il fatto di essere vegetariana creava lo stupore. Rinuncio al ristorante e ne guadagneranno le mie tasche.
ciao
fede
Avatar utente
By federica
#15353
sono ad oltre 3 settimane di transizione (mi sembra 24 giorni).
continuo ad avere spesso (ma non tutti i giorni) il fastidioso muco che sale dalla gola.
la settimana scorsa ho avuto un'innaturale perdita di capelli che mi ha leggermente preoccupato, se ne andavano a mazzi. ora la cosa sembra essere rientrata o normalizzata (avendo capelli lunghi comunque mi accorgo sempre di qualche capello in giro).
sono stata un paio di giorni fuori per lavoro e ho commesso un piccolo sgarro mangiando mezzo piatto di un risotto e una piccola coppetta di zabaione. per fortuna in certi ristoranti le porzioni sono minime e quindi si riesce a contenere se non altro le quantità.
la cosa che mi ha divertito di più è stato fare un miniconfronto con quello che sarebbe successo se non avessi iniziato il metodo ehret.. dunque:
giorno della partenza:
colazione con cappuccino e brioche con la crema
arrivata alla stazione avrei preso un panino da "mr. panino", con la scisa di mangiarlo a pranzo (e invece l'avrei consumato intorno alle 10 perché in viaggio si ha più fame.........).
a pranzo sarei andata al bar del treno e non trovando niente di commestibile per una vegetariana avrei preso delle schifezze tipo una merendina confezionata o altro.
arrivata a milano sarei stata idrofoba e avrei come minimo preso un pezzo di pizza da spizzico e avrei abbinato con i minisupplì (vegetali) o magari le patate "crocché".
arrivata dove dovevo andare nel pomeriggio avrei avuto necessità di fare merenda.. un tè con una bella fetta di dolce.
a cena in albergo.. avrei preso un bel primo un contorno di verdura e infine avrei fatto gli occhi dolci al cameriere per avere una selezione dei loro dolci migliori, in modo da poterli provare tutti.
e poi ci si lamenta di non dimagrire "ma come? praticamente non mangio nulla..." o di non stare bene al 100%
la mia giornata è andata invece così:
niente colazione
in treno (portato da casa) una banana e un po' di datteri bio rapunzel (buonissimi).
nel pomeriggio una macedonia e una vaschetta di mirtilliappena colti
a cena delle olive verdi, un mix di verdure grigliate e dei lamponi

e devo dire che.. oltre al fisico ti si schiarisce pure la mente!
:D

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret