Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By drummer
#15278
Salve a tutti
qualche giorno fa ho avuto un' altra esperienza legata alla sofferenza altrui: ho dovuto portare d' urgenza all' ospedale un collega di lavoro perchè soffriva di dolori atroci al basso addome destro causati dalla presenza di un calcolo nel rene . E' lacerante vedere una persona piangere dal dolore ed essere impotenti. Vorrei convincerlo a cambiare le proprie abitudini alimentari per portarlo verso un sentiero Ehretista, ma non so da che parte cominciare. La divulgazione di questo metodo è difficilissima poichè lo schema mentale vigente nelle persone è talmente radicato da costituire un potente muro di gomma. Vorrei innanzitutto che qualcuno di Voi esperti mi spiegasse la VERA causa dei questa patologia in modo che io la possa poi esporre al mio collega per avvicinarlo al "Sistema senza muco" .
Nella mia vita ho assistito da vicino alla morte di due care persone per tumore e vi assicuro che vedere spegnersi una vita a causa dell' incompetenza-potere della medicina ufficiale non è edificante.
Vorrei aiutare in qualche modo questo mio collega ad "illuminarsi" poichè, oltre al problema occorsogli recentissimamente, soffre di vari dolori e infiammazioni articolari. Pensate che ha solo 5 anni più di me che ne ho 47 e non ho alcun dolore di qualsivoglia tipologia.
Rigrazio in anticipo qualunque amico del Forum che mi presti attenzione .
By Cosmonauta
#15287
Ciao drummer :D

non so se posso esserti utile, ma mi ha toccato quello che hai scritto, qualche anno fa ho visto spegnersi davanti a me una carissima persona per un tumore.
La tua impotenza la comprendo bene e una certa rabbia mi accompagna ancora, se penso a quello che so adesso...

Un mio amico soffre di un disturbo all'esofago, spesso non riesce a deglutire e lo stanno riempendo di farmaci.
Sono anni che li prende e lui stesso mi ha detto che non ha visto miglioramenti.
Stavamo bevendo qualcosa in un locale e io gli ho parlato del sistema di Ehret, lui all'inizio mi ha chiesto se gli stavo vendendo qualcosa, gli ho risposto che parlavamo della nostra salute e che se non voleva potevamo benissimo parlare d'altro.
Mi è stato a sentire interessato, si è preso il libro e ha iniziato a cambiare il suo modo di mangiare.
Non è in transizione, ma si sta avvicinando.

Ho imparato finora, e tieni presente che è solo da sei mesi che sono in ballo, che a volte riusciamo ad instillare qualche dubbio in chi ci circonda anche quando pensiamo che ci stiano prendendo per matti.
Comunque è questione di tempo, la realtà è che sono molto incuriositi da quello che stiamo facendo.

Auguri al tuo collega e anche a te!

Un Ciao Cosmico! :D :o :D
Avatar utente
By mesenger
#15293
Ciao Drummer
ti capisco in quello che provi , non c'e' peggio che sapere e avere la conoscenza della guarigione e non poter aiutare chi soffre . Generalmente bisogna andarci con calma nel discorso , potresti partire piu' in generale , chiedendo che cure ha fatto , se hanno funzionato , se conosce qualcuno affetto dalla stessa malattia cercando di portare esempi che sono sotto gli occhi di tutti a conferma dell'evidenza che con le cure tradizionali non c'e' la guarigione totale ma solo la soppressione dei sintomi , e che chi si cura solo con i medicinali ha solo parziali benefici . Insomma fare in modo che egli stesso lo ammetta e lo capisca da solo , allora , dopo aver messo in evidenza le contraddizioni della medicina ufficiale spiegare che ci sono eccome le alternative .
Meglio ancora sono gli esempi in carne ed ossa di chi ha seguito Ehret ed e' guarito dai suoi malanni .
nel tuo post non specifici di te stesso , se tu sei o no ehretista ( non mi ricordo se hai postato tue esperienze nella dieta ), certo sarebbe l'esempio migliore , altrimenti potresti indicargli il sito o i libri .
Spero che tu ci riesca , in bocca al lupo
Maria
Avatar utente
By drummer
#15328
Un grazie grandissimo a tutti e due (Cosmonauta e Maria).
Io sono un Ehretista convinto, nel senso che credo fermamente nella verità sperimentata in passato da questo uomo geniale. Lo amo intensamente anche se non l' ho mai conosciuto fisicamente, ma dopo aver letto il suo libro ho veramente compreso cosa significa voler bene all' Umanità. Tuttavia, l' applicazione del suo metodo, nel mio caso è parziale in quanto, per motivi logistici, mi è praticamente impossibile seguirlo alla lettera. Diciamo che lo seguo all' 80-85%, intendendo con tale percentuale la quantità di frutta e verdura di cui mi nutro stabilmente.
Pratico il colema con una certa frequenza e faccio una moderata attività fisica per tenermi in forma. Risultato? Ho 47 anni ma molti che non mi conoscono faticano a credere che io ne abbia più di 35 !!! Certo, molto probabilmente la dote fisica di base è importante, basti pensare che, quando ancora ero "intossicato" dalle mie errate abitudini alimentari, andavo di corpo anche 3(!) volte al giorno !! Tutti mi dicevano che non ero normale ed io non capivo che quello era un segnale visivamente benefico che il mio corpo mandava per espellere una buona parte della putrefazione intestinale !
Ad ogno buon conto, anche seguendo parzialmente il Metodo Ehret, mi sono trovato a dimagrire 10 Kg in 4 mesi (praticamente ho raggiunto il peso che avevo prima di partire per il militare a 25 anni ovvero circa 60 Kg), la forza fisica mi è aumentata a dir poco del 30%, si sono rimessi in evidenza addominali, pettorali, deltoidi (da giovane ero un nuotatore agonistico), è scomparsa del tutto la (poca) cellulite cha avevo sui fianchi, la mia reattività ed i miei riflessi sono prontissimi. Non ho più dolori di alcun tipo, insomma, comincio a pensare seriamente che la vecchiaia sia uno stadio che ci viene imposto dal Sistema come normale, ma che in realtà non esiste se non nella misura di un moderato fisiologico rallentamento delle nostre funzioni.

Tornando al problema del mio collega, c'è nessuno nel Forum che mi sappia spiegare quali sono i cibi o le bevande che producono i calcoli renali ?

Grazie ancora.
Avatar utente
By mesenger
#15330
Un fattore e' l'assunzione di latte e derivati , in quanto il calcio in essi contenuti non e' assimilabile e si deposita nei reni formando i calcoli .
ciao
Avatar utente
By Tyler
#15332
Aggiungerei uno dei maggiori fattori e forse il primario... :wink:
Saluti...Fabio.
Avatar utente
By drummer
#15341
Grazie infinite !! Dovevo arrivarci da solo...era semplice .
Avatar utente
By luciano
#15344
Grazie Drummer per aver postato la tua esperienza! :D
A volte è difficile rendere partecipi le persone che conosciamo, non tanto per la nostra inesperienza nel trasmetterla, per di più se, come nel tuo caso, hai te stesso come esempio lampante del successo dello stile di vita che segui, ma per il fatto che le persone sono disinformate e/o non vogliono togliersi nulla, anche deleterio, pur di non rinunciare ai gusti dei "cibi" a cui sono assuefatti.

Lavoro con una persona che mangia malissimo, e in questi giorni di caldo suda terribilmente, ogni mezz'ora va a risciacquarsi la faccia in bagno e il suo sudore puzza maledettamente di rancido, e impregna l'ufficio e ci vuole una bella sorta di sopportazione per non dirgli: "Ma c...o come puzzi!". Ovviamente si lava e si cambia quotidianamente, ma dopo pranzo si presenta quella situazione, credo che ne sia consapevole ma che ritenga che sia inevitabile.

Gli ho parlato della dieta e quando vede che io non accendo mai il condizionatore quando arrivo in ufficio per primo, lui arriva e si lancia sul telecomando e lo accende chiedendomi:"Ma non hai caldo?". Gli dico che come mangio io il caldo non è un problema e mi risponde:"Ah, già la tua dieta....Eh io mangio in modo diverso...mah..." e non gli viene nemmeno in mente che potrebbe cambiare il suo modo di mangiare. 8O

Ps.: Chissà, se un giorno leggendo il libro, che ha acquistato ma mai letto, decidesse di fare la dieta e di iscriversi al forum, dovrò cancellare questo post, sto rischiando il posto!
Avatar utente
By drummer
#15350
Carissimo Luciano
grazie davvero in ogni caso per i contributi che ci dai, ho da poco finito di leggere l' articolo sull' immortalità fisica: illuminante !!!
Stò sorridendo mentre leggo il tuo post di risposta al mio perchè, paradossalmente, vivo quasi la stessa esperienza con il mio collega che ha il problema dei calcoli renali. Ma l' incredibile è che ne ho un' altro nelle medesime condizioni che hai descritto Tu: quando ti passa vicino sembra che abbia soggiornato in una discarica, a volte è allucinante !
Con il mio collega di stanza (che, fortunantamente non maleodora) c'è sempre il solito e annoso problema: condizionatore si, condizionatore no. Ovviamente io sono per il "NO" perchè da sempre sopporto il caldo, ma da quando poi Ehret è entrato nella mia vita, il caldo lo considero una condizione di normalità non fosse altro che per il fatto che NOI TUTTI viviamo su questo Pianeta CHE CI OSPITA E CHE STIAMO DISTRUGGENDO SENZA RISPETTO. Esso ha i suoi ritmi ed essendo NOI nati quì li dobbiamo fronteggiare come previsto dalla Natura . Se fa caldo è naturale avere un po di calore addosso, così come quando fa freddo è utile coprirsi adeguatamente. NOI invece vorremmo in casa nostra 25 gradi di temperatura tutto l' anno, ed il raggiungimento di questo obiettivo lo interpretiamo come sinonimo di ricchezza!! Questo sistema di vita spinge alla mercificazione di ogni cosa: ho caldo ? Mi "compro" il fresco! Mi ammalo ? Per risolvere i problemi basta avere i quattrini per sentire i "consulti" dei "Professori" ed adottarne le dovute "terapie" frutto di grandi "studi e ricerche"!! A proposito: prima di cimentarmi nella dieta senza muco, durante l' inverno avevo una maggiore percezione del freddo, ora lo sopporto grandemente meglio !!!
Purtroppo, per non veder squagliare il mio collega come il burro al sole, sono costretto a sopportare il condizionatore nelle ore più calde .
Per quello che riguarda la dieta, anche per me sarà dura: lui sa che io applico quanto più possibile il metodo Ehret, ma ogni tanto mi dice che finirò all' ospedale per denutrizione !!!
Purtroppo per Lui però all' ospedale ho dovuto portarcelo io per i dolori lancinanti che aveva, il medico gli ha detto che "qualche calcoletto dopo i quaranta è abbastanza normale" !!!
Vedrò cosa posso fare, inizierò col dirgli di moderare l' assunzione di derivati del latte e formaggi, mi beccherò qualche accidente, ma ci proverò !!

Saluti cordiali a TUTTI

PS.: scusate il maiuscolo ma quando ce vo' ce vo'....... :D
Avatar utente
By luciano
#15352
drummer ha scritto:....Ma l' incredibile è che ne ho un' altro nelle medesime condizioni che hai descritto Tu: quando ti passa vicino sembra che abbia soggiornato in una discarica, a volte è allucinante !

Dovrebbero fare i locali separati per sudatori, come già fanno per i fumatori! :lol:

Nessun problema, La regola del MAIUSCOLO vale solo per l'intero post, mentre può essere utile dove si vuole evidenziare parte del testo. :wink:
Avatar utente
By tistructor
#25684
ho dovuto anche io portare mio fratello la scorsa settimana per calcolo renale (il calcolo era piccolo e l'ha eliminato naturalmente dall'urina). Il bello che mio fratello non ha mai mangiato formaggio da quando è nato e pochissimo latte.
I nostri genitori facevano i contadini e latte e formaggio (soprattutto latte) non mancavano mai.E il latte fresco appena munto non è minimamente paragonabile al latte fresco da supermercato che si vende oggigiorno. E' grassissimo. La carne non era abbondante come si potrebbe erroneamente immaginare poichè allevando in una piccola stalla le bestie, non vi dico il senso di angoscia doverne ammazzare una (come uccidere il proprio cane). I calcoli dovrei averli io che durante l'infanzia mangiavo latte 3 volte al giorno ma poco formaggio. Ora partendo con il metodo ehret dovrò eliminarlo al mattino.
Esiste qualche altro alimento che facilita i calcoli renali? Solitamente lui fa colazione con il tè ed è molto goloso di dolci .
Il problema del calcolo l'ha indebolito moltissimo. E' già sotto peso dice lui (è sicuramente magro) ma quello che mi preoccupa di più è il suo colorito.
Fra poche settimane parte per vacanza e mi ha detto che con grandi mangiate di carne risolve la situazione . 8O
La prossima settimana gli mostro il libro. Penso che l'ho farà riflettere e non poco
Avatar utente
By Foca
#25706
Ciao tistructor..... :wink:

a pag. 492 del libro della Dottoressa Hulda Clark, "LA CURA di tutte le Malattie", c'è il seguente brano:

*** PULITE i reni almeno due volte all'anno***

****Potete sciogliere tutti i calcoli ai reni in 3 settimane, ma poi produrne dei nuovi nel giro di 3 giorni se continuate a bere tè, cioccolata e bevande contenenti fostato. *****

Credo che tuo fratello farebbe bene a rinunciare al TE.

Spero di esserti stata utile. Saluti e SALUTE :wink: a tuo fratello.

P.S. C'è anche la RICETTA per la pulizia dei reni. Se non riesci a procurarti il libro, potrei scriverla ....ma è un po lunghina.
Fammi sapere
Avatar utente
By tistructor
#25718
Grazie sei stata gentilissima,
Oltre che al the deve rinunciare anche al cioccolato visto che ne mangia molto e se mi dici quali bevande contengono fosfati forse deve rinunciare anche a quelle (credo di aver trovato con google la risposta da me). Coca Cola o sbaglio allora posso togliere il forse dalla frase precedente.
Ho trovato il sito che vende il libro. Lo riceverà da me come regalo anche se non sarà il suo compleanno.
L'unica cosa che mi secca e che fra una settimana parte per una vacanza da un mese e il tempo è poco per informarlo con tatto e procurargli il libro.

ciao
Avatar utente
By salvatore3
#25720
Come evitare i colcoli nei reni:

Tutte le mattine, a digiuno, prendere la spremuta di un limone con altrettanto acqua e berla, questo scioglierà il formarsi dei calcoli nei reni.

Non è una mia invezione, ma il consiglio datomi da un medico specialista dei reni, (di quelli veri e rari ).

Mi ha spiegato che i calcoli ai reni, vengono anche se si fa una dieta tutta naturale.

Questa esperienza l'ho vissuta con un mio familiare che ha sofferto per alcuni anni per i calcoli ai reni, e da quando prende i limoni ( 10 anni ) , non ha avuto più problemi.

Auguri.

Saluti Salvo.
Avatar utente
By tistructor
#25726
Grazie salvatore
Sai che ogni tanto mio fratello usa il metodo del limone. Usa acqua calda con il succo di limone(io credo inconscamente poichè lui non sapeva fino alla settimana scorsa di avere calcoli) credo che secondo lui lo faccia digerire meglio o sistemare l'intestino non ricordo la sua interpretazione. Domani mi informo con lui.
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret