Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By fenicerita
#15540
Non ho chiaro cosa intende Ehret quando parla di frutta che produce muco e che va tenuta in secondo ordine. Se si esclude la frutta secca oleosa, mi pare di capire che l'unica che non contiene muco sono i pinoli, mentre fra la frutta fresca? Ad esempio io noto che il mio corpo accetta piuttosto malvolentieri le albicocche, infatti ho smesso di mangiarle, mentre le banane (a parte il fatto che vengono dall'estero e quindi con tutto ciò che comporta) le gradisco soprattutto d'inverno e cotte.
Per quanto riguarda i pistacchi? E' uno dei frutti oleosi che ogni tanto sento il bisogno di mangiare.
C'è qualcuno che mi può chiarire le idee?
Grazie in anticipo
Fenice
Avatar utente
By sibillina
#15541
Si, la frutta secca oleosa produce muco.
Io la sto mangiando pero' per recuperare un po' di peso perchè l'ho perso troppo velocemente e già non ne avevo bisogno.

Spero al mare di tonificarmi.

A proposito di mare. Vado ad Arma Di Taggia, vicino a Sanremo. C'è qualcuno di quelle parti che mi puo' dire se ci sono negozi bio dove posso trovare per esempio il pane di segale ?
Supermercati che vendono frutta e verdura bio?
grazie :lol:
Avatar utente
By francys
#15959
ciao fenicerita,
se non sbaglio Ehret mette nel libro le tabelle di Berg, non per utilizzarle (come giustamente mi faceva notare Luciano) ma per verificarne i valori come effetti di eliminazione e non produzione di muco. Quindi puoi vedere lì se ci sono frutti freschi che possono produrre o meno muco.
Avatar utente
By luciano
#15964
francys ha scritto:ciao fenicerita,
se non sbaglio Ehret mette nel libro le tabelle di Berg, non per utilizzarle (come giustamente mi faceva notare Luciano) ma per verificarne i valori come effetti di eliminazione e non produzione di muco. Quindi puoi vedere lì se ci sono frutti freschi che possono produrre o meno muco.
Non è esatto, Ehret le ha inserite per dire che uno scienziato (Berg), era arrivato con studi scientifici alle stesse conclusioni a cui Ehret era arrivato per via empirica, per quanto riguarda il principio che alcuni cibi sono acidificanti e altri no, e che potevano essere paragonati in qualche modo ai cibi che creano muco e altri no, e che comunque il fatto che le avesse inserite nel suo libro non significava che fosse totalmente d'accordo con Berg.

Rileggi il libro. :wink:
Avatar utente
By francys
#15977
a bhe ecco cosa non mi quadrava! :?
ok lo devo necessariamente rileggiere, grazie :wink:
Avatar utente
By federica
#16003
luciano ha scritto:
francys ha scritto:ciao fenicerita,
se non sbaglio Ehret mette nel libro le tabelle di Berg, non per utilizzarle (come giustamente mi faceva notare Luciano) ma per verificarne i valori come effetti di eliminazione e non produzione di muco. Quindi puoi vedere lì se ci sono frutti freschi che possono produrre o meno muco.
Non è esatto, Ehret le ha inserite per dire che uno scienziato (Berg), era arrivato con studi scientifici alle stesse conclusioni a cui Ehret era arrivato per via empirica, per quanto riguarda il principio che alcuni cibi sono acidificanti e altri no, e che potevano essere paragonati in qualche modo ai cibi che creano muco e altri no, e che comunque il fatto che le avesse inserite nel suo libro non significava che fosse totalmente d'accordo con Berg.

Rileggi il libro. :wink:


sto rileggendo il libro e proprio nel capitolo sulle tavole di berg Ehret dice:
le sue tabelle sono le migliori che esistano ed il loro valore per noi consiste nella conoscenza delle buone e delle cattive qualità di ogni alimento indicate in percentuale.

segue (riassumo)
berg dimostra con analisi scientifiche che la classificazione degli alimenti nocivi di ehret è corretta e scientificamente perfetta

poi:
le tabelle di berg dell'analisi dei cibi, che mostrano le proprietà positive e negative in percentuale, indicano quqnto acido urico un cibo produce (e nello stesso tempo la quantità di muco), e la percentuale di sali minerali alcalini che neutralizzano gli acidi.

il fatto che poi la lista venga data "solo per comparazione e che dovrebbe essere studiata per quello che vale" secondo me è suscettibile di interpretazione (alla luce di quanto scritto prima).
le teorie di berg differivano da quelle di ehret.. e su questo non ci piove... ma partono da uno stesso presupposto che è confermato dalle tavole stesse e da ehret stesso quando ne parla.

la frase "deve essere usata per quello che vale".. che potrebbe sembrare "lascia il tempo che trova" per me significa "per il valore che ha, ovvero quello di indicare quali sono i cibi consigliati e quelli sconsigliati...

a me sembra molto chiaro... non ho trovato nessun passaggio dove Ehret si dichiari non d'accordo con berg...


e infine.. ma dove lo trovo il cacao del dott. lahmamn? :D :D :D
Avatar utente
By luciano
#16004
Quando si riportano estratti del libro non bisogna togliere pezzi che rendono interpretabile l'argomento.
Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente che ne approvo l’uso. QUESTA LISTA VIENE DATA SOLO PER COMPARAZIONE E DOVREBBE ESSERE STUDIATA PER QUELLO CHE VALE. Per favore comprendi che non sto appoggiando le teorie di Berg. Indubbiamente spremendo del succo di limone sul pesce o mangiando una buona porzione di verdure con la proprietà di legarsi agli acidi dei cibi acido-leganti durante lo stesso pasto - l'effetto nocivo diminuisce parzialmente.
Non mi pare che dica di usare la lista, altrimenti approverebbe, o no?
Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente che ne approvo l’uso.
E chiede anche per favore:
(grassetto aggiunto)
Arnold Ehret ha scritto:Per favore comprendi che non sto appoggiando le teorie di Berg..

E fa anche un esempio.
Anche se si può ottenere un effetto meno nocivo, non significa che il modus operandi appartenga alla dieta senza muco:
Arnold Ehret ha scritto: Indubbiamente spremendo del succo di limone sul pesce o mangiando una buona porzione di verdure con la proprietà di legarsi agli acidi dei cibi acido-leganti durante lo stesso pasto - l'effetto nocivo diminuisce parzialmente.

C'è ancora qualcosa che non è chiaro su come la pensa Ehret riguardo alle tabelle di Berg?
Ultima modifica di luciano il 17 luglio 2008, 14:58, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By federica
#16007
luciano ha scritto:Quando si riportano estratti del libro non bisogna togliere pezzi che rendono interpretabile l'argomento.

Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco
abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente
che ne approvo l’uso. QUESTA LISTA VIENE DATA SOLO PER COMPARAZION E E DOVREBBE ESSERE STUDIATA PER
QUELLO CHE VALE Per favore comprendi che non sto appoggiando
le teorie di Berg. Indubbiamente spremendo del succo di limone
sul pesce o mangiando una buona porzione di verdure con la
proprietà di legarsi agli acidi dei cibi acido-leganti
durante lo stesso pasto - l'effetto nocivo diminuisce parzialmente.


Non mi pare che dica di usare la lista, altrimento approverebbe, o no?

Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente
che ne approvo l’uso.


scusa.. ma io continuo a non vedere quello che dici...
ehret dice che non approva determinati alimenti perché semplicemente la dieta senza muco è una dieta che ha come fine l'arrivo ad un regime fruttariano.... quindi è chiaro che lui non approvi determinati elementi...
come ho detto le teorie sono diverse.. ma le tavole sono universali.
sarebbe diverso che ehret dicesse che alcuni alimenti a suo avviso producono muco e ciò non corrispondesse alle tavole di berg ma non è così.
Ehret non appoggia le teorie ma mi sembra che approvi del tutto le tavole...
ma la leggo solo io questa cosa?8O eppure nel passo che citi è evidente che si riferisce agli alimenti e non alle tavole....
Avatar utente
By luciano
#16008
Ho fatto delle aggiunte al mio post precedente, per completarlo, l'avevo scritto in fretta prima di andare al lavoro.

Le tavole sono giuste, o meglio Ehret dice che sono le migliori che abbia mai incontrato.

Ti è comunque chiaro che ne sconsiglia l'uso ai fini della dieta?

E' questo il punto che cerco di far comprendere, non se le tabelle di Berg sono giuste o sbagliate, e penso che sia il fattore rilevante per chi vuole seguire la dieta.

O ho forse scritto da qualche parte che sono sbagliate?
Avatar utente
By luciano
#16018
federica ha scritto:a me sembra molto chiaro... non ho trovato nessun passaggio dove Ehret si dichiari non d'accordo con berg...


Questi sono i punti in cui si dichiara non d'accordo:

Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente che ne approvo l’uso.

....Per favore comprendi che non sto appoggiando le teorie di Berg.
Avatar utente
By federica
#16021
luciano ha scritto:
federica ha scritto:a me sembra molto chiaro... non ho trovato nessun passaggio dove Ehret si dichiari non d'accordo con berg...


Questi sono i punti in cui si dichiara non d'accordo:

Arnold Ehret ha scritto:Il mero fatto che determinati alimenti indicati nell'elenco abbiano la proprietà di "legarsi agli acidi", non significa necessariamente che ne approvo l’uso.

....Per favore comprendi che non sto appoggiando le teorie di Berg.


sì è molto chiaro....
non appoggia le teorie di berg
e dice che le tavole sono perfette!
mi era chiaro dall'inizio e mi sembra che i passaggi che hai riportato lo confermino! :D
Avatar utente
By federica
#16041
luciano ha scritto:Si certo, ma in conclusione, cosa ce ne facciamo delle tavole perfette di Berg visto che non sono da usare con la dieta senza muco?


a me sembra di aver capito che il sistema di guarigione della dieta senza muco sia una cosa ben precisa che differisce dalla dieta di transizione... per la dieta senza muco indubbiamente le tavole non servono ma per la dieta di transizione un pochino sì... visto che gli alimenti vanno eliminati gradatamente o comunque in modo da non causare crisi di astinenza inaffrontabili. Con le tavole è possibile farsi un idea di ciò che è meglio mangiare durante la dieta di transizione e magari cominciare ad avere una cognizione di causa sul fatto che magari è meglio provare a mangiare un po' di riso integrale piuttosto che una bistecca. del resto Ehret stesso suggerisce una dieta di transizione che prevede QUOTIDIANAMENTE l'assunzione di formaggio jocca e altrove nel libro parla del latte e dei suoi derivati come se fosse veleno...
se vogliamo/possiamo calibrare la dieta su di noi, secondo le nostre esigenze, in fase di transizione le tavole posso essere utili a districarsi trai vari cibi... del resto non è tutto chiaro e palese per tutti.
magari dopo qualche mese di transizione non è più necessario e nemmeno utile ma inizialmente sì.... almeno per me.. :D
Avatar utente
By luciano
#16043
Ok, se ti sono utili, usale, in fondo Ehret dice di non essere d'accordo con Berg e che non ne approva l'uso, ma non dice espressamente di non usarle.

Credo che la lunghezza di questo thread sia dovuto a questa tua asserzione:

federica ha scritto:a me sembra molto chiaro... non ho trovato nessun passaggio dove Ehret si dichiari non d'accordo con berg...
mentre il passaggio c'è.

Direi che siamo arrivati alla conclusione del thread.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret