Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By alessio82
#15832
Ciao a tutti, mi scuso se ora non ho tempo per presentarmi, vorrei chiedervi se è preoccupante avere sulla lingua una patina scura verdognola. Sul libro mi è parso di leggere qualcosa a riguardo ma non riesco a trovare la pagina.
Grazie per l'attenzione.
By jerry84
#15837
è normale. mangia molta più verdura cruda e cotta evitando per un pò la frutta e fai dei clisteri. Vedrai che la tua lingua torna presto bella. Io ho risolto cosi'. Mangiavo troppa frutta e poca verdura, il processo di disintossicazione era troppo forte.
Avatar utente
By sibillina
#15992
Invece la mia lingua ora non ha piu' la patina biancastra ma ha un colore marroncino giallognolo con piccolisime parti dei bordi pulite..
che vuol dire?

anche a voi è capitato?

inutile dire che sento ormai costantemente il muco in gola..

grazie a chi mi risponderà :roll:
Avatar utente
By alessio82
#16045
Grazie Jerry, dopo aver ridotto il consumo di frutta e succhi la lingua è tornata normale e ogni tanto è coperta da una lieve patina bianca.
Per sibillina: mi pare che il color marroncino sia dovuto all'espulsione di residui di farmaci.
Avatar utente
By sibillina
#25057
E' passato quasi un anno (avevo scritto in luglio 2008) e la mia lingua continua ad essere giallognola.Inoltre ho sempre la bocca asciutta e a volte la sensazione di muco in gola.

Qualcuno ha provato gli stessi disturbi?
Avatar utente
By luciano
#25065
Sono sempre veleni che escono.

Poi dipende anche da cosa mangi. Ad eccezione della frutta e verdura cruda, che liberano il muco esistente, tutto il resto ne continua a creare un po', e ovviamente compare sulla lingua.

E' comunque un passaggio necessario fino a quando si è in grado di funzionare con la sola dieta senza muco, ovvero frutta e verdura a foglia verde.

E può essere necessario molto tempo.
Avatar utente
By sibillina
#25093
Ma tu Luciano sei sulla dieta senza muco da quanto tempo?
E quanti anni di transizione hai fatto (se non sono indiscreta...)

Lo so che sarà un lavoro lungo, comunque le tue risposte mi incoraggiano sempre, grazie!

Alessandra
Avatar utente
By luciano
#25095
sibillina ha scritto:Ma tu Luciano sei sulla dieta senza muco da quanto tempo?
E quanti anni di transizione hai fatto (se non sono indiscreta...)

Lo so che sarà un lavoro lungo, comunque le tue risposte mi incoraggiano sempre, grazie!

Alessandra
Da più di quattro anni, con i consueti sgarri, ricadute ecc.

Il fatto che abbia tradotto il libro e che abbia messo su questo sito non deve far pensare che io sia il "migliore".

Tutto dipende da che condizione si parte e dalle problematiche della vita in cui un individuo si trova in dati momenti della sua esistenza.

Ciò che mi avvantaggia è che posso produrre tutti gli effetti del cibo scorretto e farli scomparire a piacere e nessun sintomo che possa apparire è in grado di spaventarmi. Non prendo farmaci da decenni e sono in grado di gestire la mia salute da me stesso.

Di certo ci sono utenti che sono molto disciplinati nel seguire la dieta e anche le loro esperienze sono validissime e utili, e anche il loro apporto dovrebbe incoraggiarti. :D
Avatar utente
By sibillina
#25099
luciano ha scritto:
Ciò che mi avvantaggia è che posso produrre tutti gli effetti del cibo scorretto e farli scomparire a piacere e nessun sintomo che possa apparire è in grado di spaventarmi. Non prendo farmaci da decenni e sono in grado di gestire la mia salute da me stesso.



Proprio per questo motivo mi incoraggi! E questo è il segreto di alcuni 90enni in salute che conosco: nessuno spavento e niente dottore!


Colgo l'occasione per ringraziarti per tutto quello che stai facendo per noi!


Alessandra
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret