[phpBB Debug] PHP Notice: in file [ROOT]/ext/sitesplat/bbopengraph/event/listener.php on line 114: Undefined index: 16006
Diario di glc69: l’esordio - Arnold Ehret Italia

Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By luciano
#16010
Ciao Gianluca!

Ringrazia tua moglie per la pazienza.

Per il resto direi che vai bene, semplicemente usa quello che ha funzionato e non cambiarlo.

Il menu per le ultime 4 settimane può essere intrapreso anche più in là, i corpi e le menti di oggi sono un po' più complicati e intossicati di quelle dei tempi di Ehret.

Occorre solo più tempo.

Io mi faccio spesso insalata, con pomodori, cipolla e cetrioli, ci sono dei giorni che nemmeno mangio un frutto.

Poi quando mi stanco, mi compro meloni e angurie, o pesche e albicocche e quando anche queste non mi vanno più ritorno alle insalate, includendo nel tutto qualche cavolo cappuccio stufato lentamente.

Poi un giorno mangio alla sera la frutta e a pranzo la verdura, senza contare che qualche volta nel pomeriggio vi compro un po' di frutta dal fruttivendolo di fronte all'ufficio e me la mangio.

Comunque io non sono mai stato per le regole e le abitudini e per qualcuno quello che faccio io potrebbe essere destabilizzante, ma si può fare anche in questo modo.
Avatar utente
By glc69
#16012
Grazie Luciano,
effettivamente proprio in questi ultimi giorni mi sto stabilizzando e soprattutto le insalate a pranzo sono ormai una costante; alla mensa aziendale o ai bar nei dintorni non hanno certo alimenti biologici ma comunque sono meglio di alimenti mucosi.

Effettivamente mia moglie è stata ed è paziente e da un po' ha iniziato comunque a sostenermi e a cercare di comprendermi lasciando un po' da parte i timori iniziali perchè in fondo è certa della bontà del mio percorso ed ha inoltre la verifica diretta del mio accresciuto livello energetico (inteso proprio come forza muscolare) a dispetto delle apparenze.
Io mi sto sperimentando anche e soprattutto per trasmettere alla mia famiglia, alle bambine in primis, un'attenzione ed una cura di se che purtroppo a me è sempre stata negata come educazione (alimentare e non) e, come ho già scritto in passato, questo è un percorso comune intrapreso come coppia già da molto tempo e del quale sono orgoglioso.

Mi auguro di percorrere serenamente e con successo questa strada e di essere, in futuro, in loro compagnia.
un saluto a tutti
Avatar utente
By glc69
#18363
Aggiornamento settembre 2008

Ciao a tutti.
Sono giunto al quinto mese di transizione; iniziamo il sesto, l'età dello "svezzamento" :D

La situazione personale è molto buona perchè mi sono stabilizzato su una dieta povera di muco, come vi ho già raccontato, eliminando progressivamente e riducendo con calma quelle sostanze più "delicate".

In particolare:
ho eliminato il vino infrasettimanale (ancora ne bevevo un bicchiere la sera) sostituendolo, per alcuni giorni, con succo d'uva e lasciandomi ancora qualche mezzo bicchiere per il week end; avevo fatto lo stesso con il caffè (con successo)
Ho inoltre limitato tantissimo l'aceto di mele per condire le insalate (di cui ancora abbondavo) sostituendolo con limone.
Ho ridotto a due volte alla settimana la pasta ed incrementato ulteriormente la frutta mantenendomi prevalentemente su verdure cotte e crude e pane di segale tostato come base principale.
Avendo avuto più volte il desiderio di gelato (che ho soddisfatto senza remore perché questa non è una compulsione per me come altre) ho colto la palla al balzo ed ho provato a fare un gelato di frutta bio con quello che avevo a casa.
In realtà è stato un frullato di banane con mandorle e uvetta messo nel freezer: mi è piaciuto molto vedere la reazione di mia figlia (comincio così a darle un’alternativa ai prodotti confezionati, comunque sempre bio e di cui peraltro non abusano )

Ma la cosa che più di ogni altra mi fa piacere adesso è che vedo alcuni leggeri cambiamenti anche nel mondo che mi circonda:
• mia moglie mi supporta e mi aiuta nel mio percorso ed anzi, in misura molto minore, ha iniziato anche lei un percorso di disintossicazione per cercare di risolvere il suo problema di stitichezza cronica (fino a poche settimane fa neanche immaginava di doverla riconoscere come tale) avendone subito i primi incoraggianti successi
• anche le bambine vedono con maggiore naturalezza rispetto al passato il mio nuovo regime alimentare e per alcune cose iniziano a seguirmi
• alcuni colleghi in ufficio cominciano a commentare dicendo che sono un “figurino” e comunque molti hanno iniziato a copiarmi mangiando verdura a pranzo e rinunciando al caffè subito dopo.


Dopo l’esperienza della forte crisi di disintossicazione non ho mai avuto significative crisi anche se ci sono alcuni segnali evidenti dello smuovere le tossine: da sempre durante questi 5 mesi di transizione, ho registrato leggeri mal di testa (come ho più volte detto la testa il mio punto topico, il termometro del mio benessere-malessere) molto diversi dai dolori invalidanti del passato.
Questi lievi fastidi, a volte poco più di una percezione, sono sempre e direttamente collegabili con i pasti, sia nel caso di uno spuntino di sola frutta che di un pasto di verdure. Ho sempre pensato che siano tossine smosse, in particolare dalla frutta, che si preparano per essere smaltite.
La sensazione fisica è sempre doppia, cioè un leggero “tappo” alla bocca dello stomaco (secondo me lì c’è un blocco di muco che smuoverò quando riuscirò a fare un digiuno maggiore di tre giorni) e contemporaneo leggerissimo cerchio alla testa.

Un altro segnale di disintossicazione è la variabilità del ph urinario che è prevalentemente basso (circa 5-5,5 cioè maggiormente acido) la mattina e nel corso della giornata e tende poi a ristabilizzarsi verso sera (Ph tra 6 e 7). Alle volte, però, quest’altalena s’inverte quindi non sembra esserci una regola fissa o direttamente connessa ai pasti ed ai loro contenuti. C’è da dire che non lo misuro con regolarità se non da due tre settimane.

Aggiornamento ottobre 2008

E siamo al sesto mese compiuto.
Bene.

Il mondo attorno a me ha ricominciato a preoccuparsi perché pur essendo abbastanza stabile nel peso (sono calato un altro chiletto ma comunque sono stabile nel range 56-58 Kg.) è evidente che il viso si è affinato ulteriormente per cui il calo è palese (sono un po' smunto).
Personalmente lamento solo poca fantasia culinaria, aspetto che ritengo fondamentale per la dieta povera di muco, soprattutto per la cena (ciò è causato anche dai tempi molto ristretti a disposizione per prepararmi i pasti) per cui opto spesso per le insalate miste e/o cotte.
Ne mangio in gran quantità, grosso modo una insalatiera a pasto che corrispondente a circa 3-4 piatti fondi (da zuppa) accompagnata da pane di segale.
Molta frutta per le varie merende, in genere ore 11.00 e poi ore 15/16.00 e spesso anche in altri orari.

La fantasia, come detto è limitata e mi preparo sempre le stesse cose. Vorrei potermi preparare più zuppe o “primi” piatti (che per me sarebbero “unici”) da condividere con i miei familiari, tipo cous cous alle verdure (?), bulgur, miglio, farro….!

L’aspetto curioso e che non ho sintomi “forti” di disintossicazione ma solo quei leggeri mal di testa di cui scrivo ogni volta, spesso causati da qualcosa di sbagliato che ho mangiato oppure, anche questo mi capita, del fatto che mi convinco che un alimento che sto mangiando sia per me dannoso.
Ho letto in proposito vari post e sono convinto, fateci caso anche voi, che alcune volte mentre mangiamo ci accorgiamo che stiamo sgarrando e quindi inneschiamo noi stessi un fenomeno di rifuto….quindi malessere.

Ho inoltre notato che negli ultimi due mesi ogni lavaggio intestinale (sono passato da quattro a due volte al mese) è più veloce nell’assimilazione dell’acqua (e camomilla) e più intenso nell’espulsione, anche perché dedico una decina di minuti a profondi e ampi massaggi dell’addome. Sono certo che sia un buon sintomo.

Di positivo c’è senz’altro il nuovo corso della forma fisica: ho iniziato ad allenarmi, mi sono nuovamente tesserato per la mia storica società di atletica e sto iniziando la preparazione per la mezza maratona di Roma, un obiettivo che mi sono dato proprio come stimolo per “rimettere su la carcassa”!
Ho bisogno di mettere su massa muscolare perché, anche se io non mi preoccupo nel vedermi così asciutto, effettivamente credo di necessitare di un po’ di volume e peso in più.

Basta. Adesso “submitto” altrimenti aspetto un altro mese prima di postare.

Un saluto a tutti
Gianluca
Avatar utente
By glc69
#22680
Ciao Fabietto,
grazie a te per l'attenzione.
E' un bel po' che non aggiorno il mio diario e conto di farlo prima possibile ma subito vorrei dirti che non credo sia solo una questione di "che frutta mangi" perchè la mia alimentazione e quasi 100% bio (frutta e verdure esclusivamente bio) ed anch'io ho in giardino limoni, nespole, uva melograni, rosmarino, salvia, erba cipollina,timo..... di produzione "casareccia" superbio.

Probabilmente ci sono altri fattori che ancora non capisco, sicuramente uno dei principali è la limitata attività fisica e quindi la conseguente mancanza di massa muscolare. Anzi l'attività che ho iniziato nuovamente a fare è la corsa e si sa che la corsa tende ad asciugare (....sigh! ancora un po'!!!).

Da un po' di tempo ho allentato con la transizione reintroducendo un po' più di pasta, 3/4 volte a settimana, mentre l'apporto settimanale di patate è rimasto costante e mi sono lasciato andare ad una serie di sgarri "strumentali" necessari per comprendere i miei processi compulsivi. In compenso ho definitivamente tolto il vino. Il peso è aumentato un po' ma l'aspetto fisico rimane lo stesso così come la preoccupazione (=scocciature) di amici e colleghi.

Sono molto interessato al discorso delle alghe (che non conosco affatto) e ad un eventuale apporto che mi possano dare ma non ne conosco nè le proprietà (pur avendo letto un po' in merito) nè l'uso più appropriato nei pasti. proverò a documentarmi ulteriormente.

Intanto ti ringrazio molto e ti saluto. Torna pure a "trovarmi" quando vuoi; tra un mese compio il mio primo "compleanno ehretista" ed avrò un bel po' di cose da raccontare.

Ciao
Gianluca
Avatar utente
By Danny
#22908
Ciao Gianluca, personalmente per ora faccio un gran uso di frutta secca ed essiccata che soddisfano i miei appettiti più smodati e alcontempo penso mi facciano rimanero su peso limite accettabile (sono alto 1.78 per 64 Kg circa). Mi aiuta parecchio anche il cocco, che circa ogni 15 gg lo compro e lo mangio nel giro di 2-3 gg.
Come integratori anch'io sono solito assumere la spirulina, il lievito alimentare e più raramente polline e rosa canina.

Da un pò di mesi mi son messo a fare con una certa costanza attività fisica all'aperto. La situazione perfetta, come dice Fabietto, è trovare una sbarra, una panca, per non parlare del lavoro in campagna. Ultimamente il mio istinto poi mi portava a fare degli scatti ripetuti e veloci, mi piaccino e tonificano

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret