Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#16440
Ciao a tutti, tra pochi giorni finisco le prime 8 settimane descritte da Ehret nel libro. Il dopo è però un pò vago!! Ovviamente Ehret non poteva scrivere con altrettanta precisione la dieta per 1 o più anni però devo dire che leggendo i messaggi di chi ha già raggiunto risultati importanti mi sono fatto un'idea di come impostare la mia dieta per arrivare alla mia tanto desiderata pulizia perfetta. La mia idea di massima era più o meno così:
- COLAZIONE : spremuta di agrumi o centrifuga di frutta - verdura
- PRANZO : un tipo massimo 2 di frutta fresca preceduta da frutta essiccata. Dopo 30-40 minuti frutta secca x non perdere peso ( in aggiunta alghe di Klamath in pasticche x i sali minerali)
- PAUSA : un tipo di frutta fresca per non perdere peso e per attività fisica in palestra
- CENA : frutta fresca + essiccata e dopo 10-15 minuti insalata verde + pane di segale tostato o patata al forno.

Come potete vedere il mi pensiero principale e non perdere ulteriore peso anche se leggendo le storie di successo so che poi si riacquista però non voglio scendere troppo adesso.
Cosa ne pensate? Quanto si deve variare la dieta nel tempo?
E per quanto riguarda i digiuni di 3 o 5 giorni, con quale frequenza vanno fatti?

Vi ringrazio in anticipo delle vostre risposte, Gianni (vasco64)
Avatar utente
By LAj
#16442
quindi reitrodurresti dei pasti?

io ho capito che perdere chili non è l'aspetto da curare, nel senso che se ascolti il tuo corpo e soddisfi la tua fame le variazioni rifletteranno l'espulsione di muco. Quello che si raccomanda è di cambiare qualcosa se si nota un calo drastico di peso. Dopo 8 settimane hai perso molto peso?
Avatar utente
By mesenger
#16444
Guardate che le otto settimane che dite voi sono quelle che devono seguire gli anni della transizione , non confondete le cose .
Effettivamente si puo' fare confusione , esse sono il menu' di transizione , fatto dopo i necessari anni di dieta di transizione , non sono la stessa cosa !
C'era un post di Arca non molto recente che specificava proprio questo , abbiate la pazienza di cercarlo e leggerlo .
Se partite in quarta cosi' subito ve ne pentirete tra qualche mese , perche' il corpo non puo' subito fare a meno di tutte le sostanze onnivore che per anni era abituato ad avere .
Li avete letti i post delle esperienze di chi e' piu' avanti di voi ?
A quanto pare no , proprio ieri , c'e' stato Jerry84 che e' cappottato , pensate che per voi sara' diverso ?
Gia' un altra volta avevo fatto notare ad un utente di non correre , ma mi ha risposto che stava bene . Fatti suoi , io quando vi leggo cosi' lanciati mi chiedo se vi siete soffermati con attenzione nel libro quando Ehret dice che la dieta di transizione deve durare anni .
Ed era negli anni venti !!!
Secondo voi noi adesso che siamo stati tutti vaccinati :x , che ci hanno fatto rimpinzare di porcherie per decenni , che usiamo prodotti chimici per lavarci , esposti all ' inquinamento , magari con metalli tossici in bocca , pensate verramente che ve la potete cavare in otto settimane ???
Calma , gioventu , farmatevi che se no fate il botto .
Io vi ho avvisati , poi fate voi , siamo tutti maggiorenni , solo che poi non ve la prendete con Ehret o con Luciano o con gli altri utenti che dicono che stanno facendo progressi piu' lenti ma duraturi e pensate che il sito censura le esperienze negative .
ciao
Maria
Avatar utente
By arca
#16446
mesenger ha scritto:Guardate che le otto settimane che dite voi sono quelle che devono seguire gli anni della transizione , non confondete le cose .


Credo tu ti stia confondendo: le otto settimane hanno il compito di fare da scopa intestinale e quindi VANNO FATTE COME PRIMO PASSO.

Dopodichè si ritorna ad essere onnivori come prima, ma solo un po' meno ed evitando le associazioni scorrette.

Forse volevi dire diversamente?

Il post era questo:
http://www.arnoldehret.it/modules.php?n ... =7196#7196

Per VASCO:
vasco ha scritto:Ciao a tutti, tra pochi giorni finisco le prime 8 settimane descritte da Ehret nel libro. Il dopo è però un pò vago!! ....... La mia idea di massima era più o meno così:
- COLAZIONE : spremuta di agrumi o centrifuga di frutta - verdura
- PRANZO : un tipo massimo 2 di frutta fresca preceduta da frutta essiccata. Dopo 30-40 minuti frutta secca x non perdere peso ( in aggiunta alghe di Klamath in pasticche x i sali minerali)
- PAUSA : un tipo di frutta fresca per non perdere peso e per attività fisica in palestra
- CENA : frutta fresca + essiccata e dopo 10-15 minuti insalata verde + pane di segale tostato o patata al forno.



Non è vago nulla; si riprende come prima e si procede lentamente, a richiesta del corpo, ad eliminare un po' di cibi ed a sostituirli con frutta e verdura a foglia verde, obiettivo questo che può prevedere ANNI.

Credo che un'occhiata al libro sia corretto prima di fare passi errati. :wink:
Avatar utente
By mesenger
#16447
Si Arca era proprio quello il post ,
mi era sembrato , dopo il fatto di Jerry , che anche Vasco fosse troppo veloce e che pensasse di eliminare tutto .
Non avendo il libro perche' l'ho prestato non mi ricordavo bene i termini .
saluti e scusate il fervore .
Maria
Avatar utente
By arca
#16451
arca ha scritto:ed a sostituirli con frutta e verdura a foglia verde

Sarò ancora più accurato.
E' più corretto dire che i cibi onnivori o comunque consueti (uno potrebbe partire già come vegetariano con grossi consumi di cereali), si devono sostituire abbastanza LENTAMENTE con prodotti vegetali sempre meno amidacei e proteici FINO ad arrivare a frutta e verdura a foglia verde.

Questo percorso prevedere un mucchio di tempo.
#16454
Grazie per le vostre risposte. Non è mio interesse accellerare il percorso, so che richiede tempo e costanza. Come mi ha confermato Arca le 8 settimane sono veramente il primo passo ma solo per la prima pulizia intestinale. Ho letto il messaggio di Arca che spiega la differenza tra dieta di transizione e menù di transizione delle 8 settimane. Ho frainteso il concetto di transizione, io pensavo che dopo le 8 settimane iniziasse un periodo di dieta povera di muco senza gli alimenti innaturali mangiati fino ad oggi per il tempo necessario a ripulire bene il sangue e poi tutto il resto. Ora ho letto nel msg di Arca che finite le 8 settimane devo ritornare ad una dieta onnivora come prima eliminando gradualmente a seconda di cosa mi dice il corpo carne, latticini, uova, pasta, riso ecc. Mi dispiace molto ritornare indietro perchè stavo bene così e non sentivo la mancanza dei cibi errati però se questo è il percorso giusto per ottenere migliori risultati lo farò.
Devo reinserire proprio tutto all'inizio?

x Luciano.
Cosa vuoi dire quando dici con le dovute eccezioni e soprattutto come faccio a sapere se sono un eccezione?
Avatar utente
By arca
#16457
vasco ha scritto:Devo reinserire proprio tutto all'inizio?


Io ho fatto così e, per la mia esperienza, ritengo sia così; chiaramente in quantità minori di prima: se prima mangiavi 800 gr di fiorentina, adesso ne mangerai di meno e con una lieve minore frequenza. Ed ogni tanto si può approfittare di fare pasti del tipo senza muco (lo facevamo anche da onnivori).
L'importante è che non ci si nutra con cibi morti ed evitando associazioni scorrette.
Resta inteso che se per qualunque motivo il tuo corpo non vuole più mangiare una certa cosa, allora il risultato di eliminare qualcosa è già stato raggiunto e non la reintroduci. Ma questo puoi saperlo solo tu e devi essere sereno, cioè non ti devi imporre eliminazioni; la disciplina deve esserci sul seguire il metodo e far sì che le cose si maturino dall'interno.
Se c'è voglia di mangiare x o y o z, lo si fa; domani andrà via: il fatto di porre attenzione più sui cibi della terra fa sì che il resto venga eliminato per maturazione naturale, quindi senza sforzo.
E' da ricordare che qualsiasi forma di apprendimento prevede TEMPO ed il nostro corpo è molto lento circa l'apprendere e il cambiare.

arca ha scritto:
Questo percorso prevede un mucchio di tempo.
luciano ha scritto:Con le dovute eccezioni. Ma assicurati di essere un'eccezione. Wink


Le eccezioni ci sono sempre. I tempi di cambiamento da un regime a un altro dipendono dal livello di intossicazione, dallo stato di salute, dalle proprie caratteristiche di reagire al cambiamento, dalla capacità di rispondere allo stress, dalla qualità dei propri pensieri, dall'inquinamento biologico, chimico e fisico di aria, acqua e suolo in cui viviamo.

Per quanto mi riguarda dopo aver avvelenato un corpo per 30 o 40 anni non ci sono dovute eccezioni tanto "alla larga" a meno che non si provenga da uno stile già quasi del tipo Dieta con poco muco.
L'indicatore che consente di cambiare da una tipologia all'altra di dieta può essere il fatto che l'energia è sempre più alta, a parte le crisi di disintossicazioni. Ma questo è un indicatore.
Per questo ho affermato che questo processo prevede un mucchio di tempo; posso aggiungere "in genere" oppure "può prevedere" un mucchio di tempo e questa è la normalità.
:D
Avatar utente
By sibillina
#16458
http://www.arnoldehret.it/modules.php?n ... =7196#7196

il post di Arca sopra è stato illuminante, anche io avevo tanta confusione!!!!

Credo allora di non aver scopato bene il mio intestino... :( in questi due mesi e mezzo anche se ho mangiato solo frutta verdura e pane di segale con pochissime eccezioni di sgarri.

Ma nelle 8 settimane non basta mangiare frutta e verdura e aver eliminato tutti i cibi spazzatura, i latticini e la carne? Bisogna attenersi proprio ai menu precisi precisi? (con tanto di jocca con la frutta la sera per cena?). no perchè a me lo jocca non piace e poi adesso non mi vanno piu' i latticini.

Scusate, anche se ho letto il libro due volte avevo MOLTA confusione in testa. e non ho qua il libro con me in questo momento.

Quindi mi tocca ripartire da capo: seguire i menu delle 8 settimane di scopa intestinale senza nessunissimissimo sgarro :? e poi tornare alla mia vecchia alimentazione e da li' piano piano eliminare questo e quello.

Già, Ehret sembra aver fatto cosi', quando andava e veniva dai viaggi dove si disintossicava e poi tornava dalla sorella a mangiare di tutto..

Ho una domanda: quando Ehret consiglia tal menu per esempio una cena di frutta pero' il mio corpo domanda verdura cosa è meglio che io faccia?
(no perchè se ascolto il mio corpo puo' essere che mi trascini verso una bella pizzona... :roll: )
Avatar utente
By mesenger
#16461
Per Vasco
allora avevo capito giusto ?

Ho letto spesso che molti partono in quarta , per evitare queste vicende il post di Arca e' una lezione che tutti dovremmo imparare , siccome mi pare che non tutti lo abbiano letto , propongo di evidenziarlo meglio , cosi' da evitare fraintendimenti per i nuovi arrivati .
saluti
Maria
Avatar utente
By sibillina
#16463
allora potrei mantenere il vino nei week end e una fetta di torta fatta in casa? e una pizza senza mozzarella?

ieri sera mi sono fatta un'insalatona con prodotti orto colti alle 19 e alle 20 era in tavola: pomodoro, cetriolo, peperone, cipolla, basilico e origano.
c'è un ABISSO di sapore con i prodotti, anche se bio, dei supermercati che sono stati in cella frigorifera. :lol:
Avatar utente
By LAj
#16464
sibillina ha scritto:http://www.arnoldehret.it/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=7196#7196

il post di Arca sopra è stato illuminante, anche io avevo tanta confusione!!!!

Credo allora di non aver scopato bene il mio intestino... :( in questi due mesi e mezzo anche se ho mangiato solo frutta verdura e pane di segale con pochissime eccezioni di sgarri.

Ma nelle 8 settimane non basta mangiare frutta e verdura e aver eliminato tutti i cibi spazzatura, i latticini e la carne? Bisogna attenersi proprio ai menu precisi precisi? (con tanto di jocca con la frutta la sera per cena?). no perchè a me lo jocca non piace e poi adesso non mi vanno piu' i latticini.

Scusate, anche se ho letto il libro due volte avevo MOLTA confusione in testa. e non ho qua il libro con me in questo momento.

Quindi mi tocca ripartire da capo: seguire i menu delle 8 settimane di scopa intestinale senza nessunissimissimo sgarro :? e poi tornare alla mia vecchia alimentazione e da li' piano piano eliminare questo e quello.

Già, Ehret sembra aver fatto cosi', quando andava e veniva dai viaggi dove si disintossicava e poi tornava dalla sorella a mangiare di tutto..

Ho una domanda: quando Ehret consiglia tal menu per esempio una cena di frutta pero' il mio corpo domanda verdura cosa è meglio che io faccia?
(no perchè se ascolto il mio corpo puo' essere che mi trascini verso una bella pizzona... :roll: )


:lol: :lol: :lol:
detto così sembra che ti stai preparando ad un'altra tortura :lol:
Tu non riparti da capo.
Anzi, mi sembra che hai intrapreso il tuo percorso con molta tranquillità( più di me :oops: )
quando ti sentirai di riprovare il menù delle 8 settimane gli darai l'impronta che ora ti sembra più ortodossa :)

Poi se stai facendo o meno un buon lavoro magari sarà il tuo corpo a dirtelo, o qualcuno più esperto di me.
Avatar utente
By sibillina
#16465
Si si, è incredibile, non ci credevo ma il mio corpo mi parla si. per esempio non uso piu' il sale e io ne usavo tantissimo. è stato davvero facile. si, beh il mio percorso è cominciato piano piano già in gennaio, ma veramente piano.

MACCHE' TORTURA!!!
MI PIACE MANGIARE LE INSALATONE!!!
Solo che in inverno saranno insalatone piu' scialbe e in piu' avro' sicuramente un gran freddo...

Potro' mangiare una minestra di legumi ogni tanto? :cry:
Un piattino di lenticchie il 31 dicembre? :roll:

beh, intanto venerdi vado al mareeee!!!

sarà bello quindi fare i bagni di sole e in mare e non stare chiusa qua dentro con la luce artificiale. Sarà una cura antibiotica naturale... :wink:

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret