Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

By Bob71
#16505
Salve a tutti ... ho iniziato la sperimentazione e volevo condividere con voi l'esperienza fatta in un mese.


30 Giugno
Iniziata la dieta di transizione (carne e pesce avevo comunque smesso di mangiarli 5 giorni prima).
In realtà forse è più una pre-transizione, considerando che ogni tanto ho mangiato un po di fiocchi di latte (1-2 la settimana) qualche formaggio (1 volta ogni 2 settimane) pane integrale (1-2 la settimana) e pasta (3-4volte la settimana il più delle volte integrale) + qualche combinazione poco felice dei cibi (ignoranza e dimenticanza).
Durante il mese comunque non ho consumato ne carne ne pesce.
In linea di massima, la dieta giornaliera è stata, bene o male:
colazione : acqua con un pò di limone
ore 10 un po di frutta (talvolta secca ma comunque senza mescolare generi /tipi differenti)
Pranzo: un po di pasta, o quinoa, o riso inegrale, o pane integrale; verdure cotte a vapore
Insalata .
Pomeriggio: frutta (non eccessiva)
Cena: come pranzo soltanto che a volte al posto dei cereali, mangio fagioli (so che non sono ok, ma aggiusterò il tiro piano piano :) ), o latticini, o (di rado) roba tipo tofu.
Eliminato inoltre il sale (ne usavo tanto), lo zucchero (ma già da prima ne usavo pochissimo) ed il caffè (sostituito dall’orzo che mi compensa perfettamente il rituale del caffè con i colleghi). Poco alcool (1 bicchiere la settimana di rosso).

Da notare durante questo mese:

Ho riscontrato l’effettiva esistenza del muco: dopo il primo digiuno, fatto un clistere, ho notato la presenza di questa sostanza simile al muco nasale... una prima conferma quindi di quanto letto.

Defecazione: a differenza di quando usavo un bilanciamento tra proteine e carboidrati (dieta a zona), ora vado meglio di intestino: spesso le feci è come se fossero “oliate”. Generalmente vado in bagno 2-3 volte il giorno.

Calorie- Sport: data la dieta che seguivo (a zona), avevo cominciato, tempo addietro, ad interessarmi ai quantitativi di carboidrati, proteine, lipidi e calorie contenuti negli alimenti, e considerando che faccio attività fisica, cercavo di rimanere per quanto possibile intorno ad il livello calorico necessario per il mio corpo (che si aggirerebbe intorno ai 2300Kcal giornaliere). Nonostante vari sforzi, però non riuscivo mai a rientrare nei parametri! Per far ciò, dovevo consumare molto cibo, più di quello che avevo voglia, quindi all’incirca rimanevo sempre intorno ai 1800. Durante la settimana dal 7 al 14 sono stato in Ungheria per un seminario di Kiaikido: 7 ore di attività fisica al giorno di cui la metà impegnative. Non mangiando carne, ho mangiato circa per un valore calorico che si e no arrivava intorno ai 1000-1200Kcal al giorno. Lì l’alimentazione è stata un po drammatica: sembrava esserci solo formaggio e riso, verdure e zero frutta, la cui mancana cercavo di compensare con succhi di frutta senza zucchero. In pratica ho mangiato molto poco in modo da evitare di mangiare troppi formaggie troppo riso. Risultato: il mio peso è rimasto identico, non ho accusato debolezza, ma solo stanchezza fisica per l’attività fatta, che però è stata inferiore a quella provata l’anno prima per lo stesso seminario (stesso luogo) dove avevamo un programma di 6 ore di allenamento al giorno e dove facevo colazioni a base di wurstel , pane , burro ecc ed abbondanti pranzi e cene.
Inutile dire quindi che la cosa mi torna strana... il fabbisognio calorico ufficiale è tutto da rivedere... o da non-vedere?

A livello emotivo, non saprei... un paio di volte ho avuto dei forti attacchi di rabbia... ma considerando che ogni tanto li avevo anche con la dieta ordinaria... non fanno testo (^_^). Generalmente sono più tranquillo e contento: anche in caso di arrabbiature, queste non sono eccessive e finiscono più velocemente di prima.
Scompensi, malesseri: anche qui difficile poterli attribuire al cambio alimentazione. Mi capitò in passato di sentirmi male al pc (ci passo almeno 6 ore al giorno per lavoro); stetti veraente male, con capogiri senso di nausea, senso di svenimento, per diversi giorni. 3 giorni fa mi è successo qualcosa del genere ma in forma molto ridotta (avevo riconosciuto i sintomi e mi sono staccato in tempo dal pc), quindi non so effettivamente se è da attribuire all’alimentazione; ora sto decisamente meglio ma non sono ancora al 100%.
Successi: da anni soffro di crampi. Se mi mettevo in seiza (posizione in ginocchio tipica giapponese) spesso mi piagliava un crampo nella pianta dei piedi. Oppure mi pigliavano agli addominali o se facevo una contrazione eccessiva con qualsiasi parte muscolare, ogni tanto ci stava che mi rimaneva il muscolo contratto o partiva appunto un crampo. Provai con il potassio, con le bustine varie, magiando banane.. nulla da fare.
In questo mese di cambio di alimentazione di crampi non ne ho avuti più, solo un po mi è rimasto il discorso della contrazione de esagero, ma meno di prima.
Peso: ho perso circa 4kg ...forse troppi, quindi dal mese prossimo vedo di rallentare il passo.

Saluti , al prossimo aggiornamento!
:D
Avatar utente
By luciano
#16506
Complimenti! :D
I disturbi provati in passato si ripresentano in forma ridotta facendo la dieta quando le tossine che li hanno provocati entrano in circolo per essere eliminati.
Possono ripresentarsi periodicamente per poi scomparire per sempre, quando non ci sono più le tossine che li producono. :wink:
By Bob71
#17852
Riassunto Agosto – Settembre

Rieccomi.
Da fine luglio a Settembre ci sono stati vari assestamenti.
Ho rimangiato la carne in 2 occasioni ed il pesce in 1 occasione:
prima e seconda settimana di Agosto, l’altra a metà settembre.
In tutti e 3 i casi mi serviva, non so quanto a livello fisico, ma di sicuro molto a livello psicologico, e dico questo perché non è che avessi un richiamo irresistibile che poi ha vinto, ma era in un contesto di vita sociale, ( le cene con amici che) di cui non ho potuto fare a meno.
Comunque considerando che era tanto che non mangiavo ciccia, la reazione è stata la seguente: all’inizio ok, come se non avessi cambiato sostanzialemnte alimentazione, ma dopo dieci minuti avevo già il maldipancia (si trattava di maiale al forno). Inoltre ne ho mangiati pochi bocconi perché il sapore del grasso in bocca dopo pochi minuti era diventato insopportabile , quasi disgustoso: mi sono fatto subito un insalatona a ruota per ripulirmi la bocca.
Da dire che da quando ho tagliato via i prodotti animali, ho ridotto anche sensibilmente il quantitativo di alcolici. E quindi è stato curioso constatare in quella occasione, che un dito di vino mi ha dato subito bruciore di stomaco e un po di giramento di testa, neanche ne avessi bevuto 2 bicchieri; il corpo si è senz’altro sensibilizzato.

Nella seconda occasione, era per il mio compleanno e dato che il sushi mi ha sempre fatto impazzire, ho voluto rimangiarlo per cena.

Non era male e non ho avuto grossi problemi li per li, ma da notare è che subito dopo la cena, mi è preso un sonno pauroso (combinazione carboidrato+proteina probabilmente), e poi il mangiarlo non mi ha dato tutto quell’entusiasmo che mi dava un tempo, anzi...
Ne ho mangiato un terzo di quello che ne mangiavo una volta, perché non mi andava più e non perchè mi sentivo sazio. La stessa sensazione l’hanno avuta la mia ragazza e mio fratello che stanno seguendo lo stesso percorso.

Nel terzo caso più recente, era un po di pollo arrosto e non mi ha dato problemi particolari.

A livello comportamentale o interiore, mi sembra che ci sia un gran movimento (non so come spiegarlo bene).
Mi sembra di essere diventato più sincero , nel bene e nel male.
Stranamente sono diventato un po più aggressivo (non violento chiariamo) e tante volte ho dei comportamenti non correttissimi che prima non avevo, forse perché mi imponevo di più una regola di essere più che manifestare il mio essere (comunque chiarisco che non sto sbranando nessuno ... :) ). Sono anche un pò depresso in senso generale (ma non in crisi) un senso di non gratificazione ed inoltre è come se mi fosse preso un rifiuto netto per tutto ciò che può essermi utile a livello di crescita personale. Questo l’ho identificato come una reazione del mio ego che ultimamente è soggetto a cambiamenti belli tosti.. quindi, come meccanismo comportamentale, sta facendo il suo possibile per ripristinare l’equilibrio precedente. Sono certo che tutto dovrebbe passarmi a breve (forse un mese o poco più).

A livello fisico sono calato fino a 62,5 Kg, sotto il peso forma (che in teoria dovrebbe essere per me intorno ai 64Kg).
Non sento debolezza fisica, anzi, dopo la crisi avuta ai tempi del precedente post, mi sento meglio e gli allenamenti non mi danno problemi.
Mentre a fine Agosto sembrava che mi fossi assestato intorno ai 64,5 Kg, ho avuto questo calo bello netto fino a 62,5 che sembra coincidere con un’altra abitudine che o introdotto sempre a fine Agosto: ovvero ho cominciato a bere una media di 1,5 litri di acqua al giorno, di cui 1/3 di tisane; il tutto abbinato con l’assunzione di spirulina , per avere un po più di minerali a disposizione.

Ora come ora mi sono stabilizzato intorno a questo peso. Il cambio di umore con il calo del peso, e il non voler radicalmente mutare un metablismo abituato a 37 anni di alimentazione tremenda, mi hanno fatto decidere, da settembre, per riprendere a mangiare un po dei vecchi alimenti (carne-pesce) tipo una volta ogni 10 giorni, però i realtà è una concessione che mi sta aiutando a livello psicologico, perché fino ad ora non li ho rimangiati secondo la cadenza che mi son dato...(un po di pollo in un mese) perché me ne dimentico o li per li non mi fanno voglia (^^).
E come dire ... finchè una cosa me la vieto , questa ha un potere su di me, se non me la vieto più il suo potere viene meno. E come feci per le sigarette: l’ultima volta che smisi, non mi dissi “ora smetto per sempre” ma mi dissi: “ora non fumo per un bel po per stare meglio, se poi mi piglia voglia, rifumo” ... sono passati 8 anni dall’ultima sigaretta.

Altro a livello fisico...
Le contrazioni muscolari sono tornate un po, ma i crampi no, quindi lo considero ancora un successo.
Spariti anche un senso di pressione che ogni tanto avevo al petto, e dei mancamenti che mi prendevano specie con il caldo e dopo mangiato.
Questa estate poi non mi è venuto l’eritema solare! Negli utlimi anni , (in passato no) quando me ne stavo al sole una giornata, mi prendeva un tremendo eritema! Come se fossi satto attaccato da decine di zanzare! Quest’anno sono stato una giornata sotto il sole cocente, e senza protezione: ho beccato una bruciatura bella tosta , ma di eritema neanche l’ombra!

Ora come ora non mi viene in mente altro.
Salutoni a presto
By susi
#18217
Ciao,
ho letto il tuo percorso.
Davvero complimenti.
Susi
By Bob71
#18243
Ti ringrazio Susi!
Rifarò un aggiornamento tra un mese buono , dopo la prossima donazione sangue. Chissà se sarà cambiato ancora.

Salutoni
Bob
By Bob71
#23601
Saluti a tutti.
Sono passati diversi mesi dall’ultimo post...(quello sopra). Purtroppo negli ultimi tempi non ho più trovato nè il tempo nè alcun chè di interessante da poter scrivere.
Comunque sia non sono tornato indietro rispetto a quando vi avevo lasciati, forse un pochino, ma non ho cambiato sostanzialmente il programma, anche perché non sto passado dei momenti facili nella vita privata e non vorrei crearmi privazioni eccessive in questo periodo. Comunque sia ciccia o pesce passano da me una volta ogni due settimane o 10 giorni in media (più che altro il pesce, la carne rossa ogni 2 mesi in media).

Che posso dirvi?

Analisi del sangue: nel rileggere il precedente post mi sono accorto che avevo dimenticato di parlare della donazione sangue che avevo fatto allora!
La prima donazione (settembre 2008) dopo il cambio alimentazione andò bene. In precedenza avevo sempre avuto qualche problema a donare: sangue che non usciva bene, con conseguenti donazioni interrotte a metà e mancamenti a fine donazione. Un paio di volte il buco nel braccio ci ha messo un po di tempo a rimarginarsi (fatto successo ogni tanto anche a qualche compagno di donazione carnivoro). A settembre invece, nonostante avessi paura di svenire a causa del cambio alimentare, la donazione fù la migliore mai fatta, senza interruzioni e veloce, inoltre il buco nel braccio si rimarginò velocemente. L’unica cosa è che ebbi un po’ di mancamenti, credo dettati anche dalla paura (non erano più intensi di altri già sperimentati).
Dopo qualche giorno i risultati: i valori erano tutti buoni , tranne i globuli bianchi... leggermente inferiori del valore minimo dato dai medici.
Ho fatto altre due donazioni dopo quella di settembre 2008 e sono rimaste pressochè identiche come valori, con i globuli bianchi leggermente sotto il valore minimo. Le ultime due però sono andate a migliorare: i mancamenti sono spariti (specie nell’ultima).

I benefici guadagnati e raccontati precedentemente sono rimasti.
Il mio umore è migliorato ed molto più stabile.
Di muco non nè ho più visto, ma credo di saperne il motivo (dovrei migliorare l’alimentazione ulteriormente tutto qui, mi sto concedendo troppi carboidrati... ma come dicevo prima ora psicologicamente forse non me lo posso permettere).
Altro miglioramento a livello sportivo: ho ripreso a correre dopo tanti mesi...
Nella precedente alimentazione, quando facevo grosse pause, la prima corsettina era un trauma, più che altro per problemi respiratori; il percorso che faccio di solito (pochi Km) non riuscivo mai a farlo completamente , mi toccava spesso fermarmi a metà.
Lo stesso giro l’ho fatto di recente e non ho avuto grossi problemi, sono arrivato quasi a fine ma non per mancanza di respiro, ma per le gambe che non erano più abituate.

Vi saluto, statemi bene
Bob
La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ciao Angelo, I tuoi problemi sono iniziati in età […]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret