Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By FANNY22
#85
Ciao a tutti ho ricevuto il libro di Ehret venerdi e l'ho letto tutto d'un fiato non riuscivo a fermarmi.
E' fantastico tutto quello che dice Ehret e mi ha chiarito diverse cose che prima non mi quadravano. 8O
Volevo chiedere a Luciano e a tutti voi alcuni consigli e chiarimenti.
Leggendo nel libro la lezione che riguarda la dieta di transizione Ehret nei menu settimanali dice praticamente di mangiare solo verdura cotta o cruda e frutta cotta o cruda e solo se affamato di mangiare eventualmente una patata o pane. Ma leggendo il forum avevo capito che si dovevano levare gli alimenti gradualmente :!: :?: (credo di averlo letto anche nel libro da qlc parte).
Avevo pensato di iniziare la dieta domani con un piccolo digiuno di 2 o 3 giorni e volevo qlc consiglio da chi ha già fatto questo primo passo sopratutto cosa avete mangiato subito dopo :?:
Successivamente avevo intenzione di cominciare ad eliminare tutte le carni animali (carni rosse e bianche, pesce e frutti di mare), e poi manmano procedere eliminando altri alimenti (e sicuramente rileggendo il libro xchè l'ho letto troppo di fretta)
Ultimo consiglio (almeno per il momento) ho un problema; la mia famiglia soprattutto mia madre non accetterà mai questo tipo di dieta (qlc tempo fa avevo provato a dirgli che volevo diventare vegetariana, mi ha risposto "non finchè resterai in questa casa" :oops: ) infatti ho deciso di iniziare proprio domani xchè i miei partono x l'anniversario e mancano 15gg.
Grazie a tutti a presto.
Avatar utente
By gibuz
#88
Ciao e ben arrivata in questo forum. :D
Io posso dirti che come prima cosa non bisogna dimenticare la DIAGNOSI,se rileggi il libro vedrai come Ehret dia una somma importanza a questa cosa.Un piccolo digiuno o due o tre giorni di sola frutta sono un ottimo strumento per capire quanto davvero siamo intasati.Vedrai che rileggendo il libro solo dopo un'attenta diagnosi si potra' cominciare una appropriata dieta di transizione.Per ogni persona questo periodo di transizione potrebbe essere molto diverso,proprio a causa dei diversi possibili livelli di intasamento.
Un approccio graduale e' sicuramente una buona soluzione.
Un passaggio diretto alla dieta di transizione e' sicuramente funzionante(in quanto testato dallo stsso Ehret su tantissimi pazienti!!) ma potrebbe causarti qualche difficolta' in questi termini:
-Perdita veloce di peso
-Periodi di grande affacatimento(e in alcuni casi dolore)
-Difficolta' sociali,andare al ristorante coi tuoi amici potrebbe essere un problema
-Desiderio di rinunciare per le cause scritte sopra

Il confronto con le altre persone,soprattutto nella fase iniziale non e' cosa semplice.Per questo potresti cominciare gradualmente,non e' cosi' difficile,io per esempio ho cominciato a fare digiuno a colazione,ho cominciato cosi' ad evitare di mangiare il latte con i vari cereali e robe simili,ad oggi quando mi va mangio giusto un arancio o bevo una spremuta.Gia' con questo approccio ti posso assicurare che ho notato una grande differenza,quando arrivava l'ora di pranzo avevo proprio desiderio di mangiare. :D

Inoltre giorno dopo giorno riuscirai ad acquisire una grande consapevolezza del tuo corpo,di come reagisce,di quando sta eliminando tossine e robe simili e ovviamente di quando hai una grande vitalita'.
Riuscirai a capire quando sia davvero ora di mangiare,di quando troppe tossine sono in circolo e forse e' meglio mangiare meno frutta e piu' verdura.

Ciao ciao
Giampietro
Avatar utente
By luciano
#89
Ciao Fanny,
ha già detto tutto molto chiaramente Giampietro. Voglio solo aggiungere questo:
Ultimo consiglio (almeno per il momento) ho un problema; la mia famiglia soprattutto mia madre non accetterà mai questo tipo di dieta (qlc tempo fa avevo provato a dirgli che volevo diventare vegetariana, mi ha risposto "non finchè resterai in questa casa


Può essere un problema se non riesci quietamente a far valere i tuoi diritti. Il contrasto è ancora peggio, quindi potresti ovviare con diplomazia, "grazie, solo un assaggio", oppure "no il formaggio oggi no, sono piena,a proposito hai sentito in televisione che il formaggio riempe le arterie di colesterolo?" " Dicono che troppa carne fa male"ecc. cose di questo tipo senza parlare di diete o regimi.
semplicemente mangia quello che desisderi e se ti chiedono perche mangi cosi tanta verdura o insalata dici che ti piace tanto. Se invece chiedono perchè non mangi l'arrosto di maiale, dici "Sono piena" .
Mangia prima verdura e insalate, così sarà anche la verità.
Ma in ogni caso, perchè funzioni, la dieta va fatta. Quindi occorre far valere, gentilmente, ma fermamente il proprio diritto a mangiare come uno vuole. A volte però è davvero difficile, perchè tutti "sanno che cosa è meglio per te". Ehret ha dovuto scappare di casa per guarire!, ma questo è un caso estremo.
Un abbraccio, Luciano
Ultima modifica di luciano il 9 marzo 2006, 21:10, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By FANNY22
#93
Ciao Luciano Ciao Giampiero.
Grazie per i consigli, proverò con la diplomazia a casa ma non sarà facile :(
Inoltre giorno dopo giorno riuscirai ad acquisire una grande consapevolezza del tuo corpo,di come reagisce,di quando sta eliminando tossine e robe simili e ovviamente di quando hai una grande vitalita'.
Riuscirai a capire quando sia davvero ora di mangiare,di quando troppe tossine sono in circolo e forse e' meglio mangiare meno frutta e piu' verdura.

Spero di che sia davvero così, ad esempio oggi è il 1° giorno di digiuno (l'ultima volta ho mangiato a cena ieri alle 21.00) e a dire la verita non ho molta fame ed ho un senso di malessere generale niente di specifico.
Secondo voi cosa significa esattamente :?:
Avatar utente
By luciano
#95
Arnold Ehret:
Più debole e miserabile si sente il
paziente durante il digiuno, peggiori sono le sue condizioni e
minore è la sua vitalità.
Questa diagnosi sperimentale ti mostra esattamente l'entità
del danno e se correggerlo iniziando con una dieta di transizione
o con una più radicale e se continuare o smettere il digiuno.
Questa prova è il fondamento, la base per lo sviluppo della
scienza della cura Naturale, fisica, chimica, ecc.. Le domande
vengono poste alla Natura ed essa risponde infallibilmente, sempre
e ovunque.
Se il paziente diventa nervoso o appaiono disturbi cardiaci,
puoi essere sicuro che ha farmaci immagazzinati nel corpo.

Rileggi il capitolo lo specchio magico.
:wink:
Luciano
Avatar utente
By gibuz
#96
Il fatto che tu non abbia ancora molta fame puo' essere dovuto al fatto che lo stomaco non sia anocra completamente libero,un senso di malessere generico e' invece piuttosto normale,non appena proviamo a digiunare il nostro corpo inizia un processo di depurazione che porta all'eliminazione di muco e tossine accumulate durante tutti gli anni precedenti.Una patina bianca sulla lingua e' tipica di questa fase.
Avatar utente
By FANNY22
#101
Sono di nuovo qua oggi è il 2° giorno di digiuno.
Stamattina mi sono alzata alle 6.45 dovevo andare in bagno ancora prima di arrivarci mi sono sentita malissimo e seduta nel WC stavo quasi per svenire :oops: :cry: anche se non mi sono alzata di colpo xchè mi sono ricordata il consiglio di Luciano (almeno mi sembra che fosse di Luciano) però non ricordo dove l'ho letto. E' stata un'esperienza bruttissima ho poggiato la schiena nella vaschetta e sono rimasta in questo stato per parecchi minuti quando mi sono sentita un po meglio mi sono ritrovata bagnata fracida e stavo morendo dal freddo.
Fino a poco prima di scrivere questo messaggio circa le 10.45 stavo ancora parecchio male ora mi sento un pò meglio però ho ancora giramenti di testa - debolezza (ad es. stamattina dopo essermi fatta la doccia ho notato che non riuscivo a sollevare il fon per più di pochi secondi sopra la testa pechè mi mancava la forza) - malessere generale (tipo quando sta per venire un influenza) qualche dolorino alle gambe - senzo di vomito - un pò di nausea in compenzo mi è un po aumentata la fame ma non troppo.
Subito dopo il malessere volevo interrompere il digiuno ma mi sono fatta forza :) ho ripensato alle parole di Ehret
Più debole e miserabile si sente il
paziente durante il digiuno, peggiori sono le sue condizioni e
minore è la sua vitalità.
Questa diagnosi sperimentale ti mostra esattamente l'entità
del danno e se correggerlo iniziando con una dieta di transizione
o con una più radicale e se continuare o smettere il digiuno.

Sicuramente devo andarci molto cauta sto cercando di capire se devo interrompere il digiuno o aspettare fino a domani :?:
Avatar utente
By FANNY22
#102
Dimenticavo di dirvi che mi è successa un'altra cosa, praticamente da qualche anno ho sempre la formazione di muco nel naso me ne accorgo particolarmente la notte perchè mi si tappa una narice a seconda del lato cui sono girata ma stanotte non è successo avevo il naso bello libero :D
Però nello specchio magico ho letto che con il digiuno : I prodotti di rifiuto appariranno nell'orina come nuvole di muco, del muco verrà anche espulso dal naso, dalla gola, dai polmoni e pure nelle feci.
Io pensavo che sarebbe aumentata questa formazione di muco nel naso ed invece è spartita non capisco se è un bene o no :?: e dove è andato a finire :?: perchè nell'urina un pò c'era nelle feci nonloso ma erano molto poche, probabilmente c'e l'ho tutto in circolo nel sangue.
Che ne pensate :?:
Avatar utente
By gibuz
#103
Le vertigini sono una situazione abbastanza tipica sia del digiuno sia all'inizio del passaggio ad una dieta a base di sola frutta.Ehret ne parla nel suo libro e infatti suggerisce sempre di alzarsi con cautela per evitare di cadere o perdere anche i sensi.Io penso che come prima cosa dobbiamo stare attenti a non strafare,specialmente all'inizio,dopo tutto e' vero che stiamo cominciando un processo di depurazione ma allo stesso tempo e' vero anche che possiamo evitare di stare davvero molto male con semplici approcci che Ehret spiega nel suo libro.Se troppe sostanze tossiche sono in circolo ci sentiamo malissimo,in alcuni momenti sembra che il nostro corpo sia addirittura come paralizzato,solitamente la prima reazione e' la paura,paura che stiamo sbagliando.Nella fase della diagnosi non e' necessario un lunghissimo digiuno,anche un solo giorno puo' essere gia' sufficiente per capire il nostro grado di intossicamento,se dopo un giorno o due giorni stiamo molto male credo sia controproducente continuare a digiunare per stare ancora piu' male,iniziare con una dieta di transizione e' la soluzione piu' semplice.
Per quel che riguarda la mia esperienza ho digiunato un solo giorno,ho passato gran parte di quel giorno praticamente a letto mostrando anche alcuni lievi stati febbrili,non stavo malissimo ma mi sentivo molto debole.
Il giorno seguente mi sono svegliato con una vitalita' incredibile,da anni non provavo questa senzazione!! (quello che Ehret scrive e' tutto vero),dopo essere stato un giorno e una notte senza mangiare (solo bevendo una piccola limonata) sono stato in grado di fare 60 flessioni sulle braccia(vi assicuro che non sono poche!!) mentre nei mesi precedenti(con un certo allenamento metodico) potevo fare a malapena 20 flessioni...Incredibile!!!
Dopo quell'esperienza ho cominciato una dieta di transizione ma ad oggi non ho piu' sperimentato quella sensazione(ad oggi posso fare 30-35 flessioni consecutivamente),questo perche' attraverso una dieta di transizione il processo di eliminazione e' molto rallentato rispetto al digiuno,cosi' come la sensazione di malessere.
Anche io soffrivo di naso chiuso e di difficolta' a respirare durante la notte,la mattina mi alzavo sempre con gola e labbra stra secche.
Oggigiorno la mattina la mia gola nn e' piu' secca e mentre sono a letto riesco a respirare benissimo,sto notando che anche le mie narici si stanno giorno dopo giorno allargando,migliorando la respirazione.Dal naso rimuovo poco muco(sebbene credo che ce ne sia molto da eliminare),in compenso e' cominciato a comparire in gola,dopo ho notato un grande miglioramento.
Per finire ancora ripeto che dobbiamo avere pazienza e non voler strafare,abbiamo speso tutta la nostra vita mangiando quello che la "societa'" ha voluto fraci credere fosse il cibo piu' corretto,non dobbiamo interstardirci a voler cambiare e guarire in pochi giorni,come scrive Ehret ci possono voler anche 2-3 anni(secondo il grado di intossicamento) prima che un corpo sia libero e perfettamente funzionante.
CIAO!!!
Avatar utente
By FANNY22
#119
Ciao Giampiero ho interrotto il digiuno la sera del 2° giorno (ven. 10 marzo) x non strafare, stavo parecchio male, ho cenato con un'abbondante insalata di lattuga romana e carote (senza condimento) e 2 arance.
Ad oggi sto seguendo una dieta di transizione praticamente mangio insalate - un paio di giorni ho mangiato lattuga bollita (con due crakers integrali) - piselli in umido - 1 giorno patate tagliate sottili cotte al forno con un po' d'olio - melenzane arrostite - una volta al giorno mangio un po di pane integrale tostato - frutta fresca non ne sto mangiando molta (banane - arance - pere) in genere una volta al giorno a pranzo o a cena avvolte sia a pranzo che a cena.

Ancora oggi che ti sto scrivendo non mi ha abbandonata quella sensazione di malessere generale anche se minore e non ho invece ancora sperimentato nessun aumento di vitalità come invece è successo a te.

Per quel che riguarda la mia esperienza ho digiunato un solo giorno,ho passato gran parte di quel giorno praticamente a letto mostrando anche alcuni lievi stati febbrili,non stavo malissimo ma mi sentivo molto debole.
Il giorno seguente mi sono svegliato con una vitalita' incredibile,da anni non provavo questa senzazione!!


Secondo quello che ho capito tutto ciò dipende dal fatto che non riesco a diminuire - eliminare "O" e quindi "V" rimane scarsa ma mi vengono tanti dubbi ed ho bisogno di conferme. :?
Avatar utente
By luciano
#122
Ciao Fanny,
Secondo quello che ho capito tutto ciò dipende dal fatto che non riesco a diminuire - eliminare "O" e quindi "V" rimane scarsa ma mi vengono tanti dubbi ed ho bisogno di conferme.
Il malessere che si può sperimentare durante il digiuno è dovuto al fatto che troppe tossine entrano nella circolazione del sangue contemporaneamente. Ehret suggerisce di ritornare a cibi meno eliminatori. C'è un altro aiuto: il clistere aiuta a liberare il colon da materiali carichi di tossine. Di solito dopo un clistere si prova immediato sollievo.
Il clistere era praticato dai primi cristiani, assieme al digiuno. Nel vangelo esseno c'è la descrizione di questi abbinamenti oltre alla dieta dei cristiani: frutta e verdura a foglia verde.
Ovviamente parliamo dei primi cristiani, quando non erano stati introdotti i dogmi, e la religione veniva praticata con cognizione di causa.
Non dimentichiamo che non ci si deve aspettare di avere le stesse reazioni dal praticare la dieta. Ognuno è differente e ha una storia differente. Dipende da quanta "roba" deve smaltire, cosa c'è dentro in quella roba (Tossine, farmaci, veleni, vermi, muco)
Un'altra causa di malessere è costituita da otturazioni dentali con amalgama al mercurio. Il corpo durante la disintossicazione cerca di liberarsi del mercurio, ma fallisce perchè possiamo considerare quella fonte di mercurio inesauribile. Se è il caso sarebbe buono farsi rimuovere quelle otturazioni velenose e soatituirle con resine non tossiche.
Luciano.
Avatar utente
By gibuz
#125
Luciano ha ragione,la reazione al digiuno o ad una dieta di transizione di ogni persona e' differente,non siamo tutti uguali!!
Comunque sia anche a me accade di avere giorni molto "intensi" direi. :D
Questa mattina per esempio e' stata abbastanza pesante,probabilmente molte tossine o veleni erano in giro nel mio corpo.Avevo un grande malessere generale e sebbene parlavo con le persone era come se la mia mente fosse altrove. :twisted:
Giorno dopo giorno sto anche prendendo conoscenza degli alimenti che hanno una maggiore azione di 'scrostamento' su d me.Le arance per esempio ho notato hanno un effetto devastante su di me. :lol:
Calcola che all'inizio e' molto piu' facile sperimentare situazioni difficili,proprio a causa delle tossine in circolo,il nostro avvelenamento e' durato una vita,mentre questo processo muove i veleni molto piu' velocemente.Io mi accorgo subito guardando la mia lingua,questa mattina per esempio era completamente ricoperta di una patina bianca,ieri sera non lo era per niente,sembrava normale! Il nostro corpo e' una macchina meravigliosa,stupefacente nel modo di operare e per come tenta di pulirsi,quindi forza e coraggio,i grandi successi si otteggo quasi sempre con qualche sofferenza ma la ricompensa in questo caso e' troppo grande per arrendersi. :D
Avatar utente
By FANNY22
#138
Grazie x i consigli e l'incoraggiamento :D
Avevo già pensato al clistere ma mi fino ad ora mi hanno frenato l'imbarazzo ma soprattutto il timore, non l'ho mai fatto e soffro di emorroidi :oops: , ci sono controindicazioni in questo caso :?:
Hai ragione Luciano ho un paio di otturazioni dentali che sono sicuramente con amalgama al mercurio perche sono grigio scuro e risalgono a parecchio tempo fa, appena ho un pò di tempo vado dal dentista a farle rimuevere.
Ciao a presto Fanny.
Avatar utente
By gibuz
#139
Anche io avevo imbarazzo parlando di clistere,ma ieri sono andato in una parafarmacia di un centro commerciale e senza esitazioni le ho chiesto se ne avevano,e' stato un po' buffo perche' la prima risposta della commessa e' stata: "no no,si trovano solo in farmacia",poi le ho spiegato che ero interessato al tipo di clisteri con la sacca e il tubicino,allora lei ha cambiato tono e mi ha detto:"aahh,ma allora lei si riferisce alle lavande" e cosi' mi ha fatto vedere quello che aveva. :D
Avatar utente
By corvino72
#1746
FANNY22

Sono di nuovo qua oggi è il 2° giorno di digiuno.
Stamattina mi sono alzata alle 6.45 dovevo andare in bagno ancora prima di arrivarci mi sono sentita malissimo e seduta nel WC stavo quasi per svenire anche se non mi sono alzata di colpo xchè mi sono ricordata il consiglio di Luciano (almeno mi sembra che fosse di Luciano) però non ricordo dove l'ho letto.

Probabilmente l'avevi letto qui:

Ogni volta che ti alzi dopo che ti sei disteso, fallo lentamente, altrimenti potresti avere dei capogiri. Non è una cosa seria, ma puoi evitarlo in questo modo. Mi ha causato un considerevole timore all'inizio e so di un certo numero di persone che seguivano diete alquanto rigorose o digiunavano, che hanno dato forfait quando hanno sperimentato questa sensazione, perdendo per sempre la loro fiducia nel digiuno.

Pagine 115-116 del libro di Ehret.
Ciao.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret