Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By luciano
#1402
Uno studio sulle acque da parte della società dell'acqua minerale Lauretana.
Interessante lo schifo degli standard dell'acqua potabile italiana, anche più di 30 volte peggiore di altre europee:

QUALITA' DELLE ACQUE VALUTATA ATTRAVERSO STUDI DI BIODINAMICA. L'esponente più rappresentativo di questa tendenza è l'idrologo francese Louis Claude Vincent, la cui notorietà è particolarmente radicata nell'Europa del Nord. L'analisi idrologica di Vincent afferma che una buona ACQUA potabile e/o minerale deve avere i seguenti requisiti:

1) UNA RESISTENZA ELETTRICA MAGGIORE DI 6000 OHM PER CENTIMETRO.

2) UNA TENSIONE ELETTRICA COMPRESA TRA I 25 E I 28 MILLIVOLT.

Questi dati non sono di facile determinazione, lo evidenzia il fatto che sull'etichetta dell'acqua minerale solo in pochi casi compare il riferimento della conducibilità e nient'altro. Quello che stiamo riportando non può e non vuole essere il supporto di una disserzione analitica della struttura fisico-elettrica dell'acqua, è però importante sapere che, partendo dai concetti di conducibilità e di resistenza elettrica - attraverso specifici calcoli applicati alla formula di Nerst - si può valutare la potenza dell'acqua nel senso della fisica tradizionale. Si tratta di calcoli di notevole complessità i cui risultati, assolutamente incontrovertibili, attestano la bontà dell'acqua esaminata. Su queste basi Vincent ha stabilito che un'acqua con una potenza inferiore a 25 microwatt è sicuramente un'ottima acqua da bere. Infatti le acque con potenza inferiore a 25 microwatt con molta probabilità hanno un Residuo Fisso inferiore a 50 mg/l ed un pH inferiore o pari a 6. E' pertanto evidente che la misura della potenza elettrica di un'acqua quanto più è bassa (<25 microwatt) tanto più è indice di purezza della medesima.


Vediamo alcuni parametri di acque minerali e potabili:

1.
L'ACQUA POTABILE DI ALCUNI ACQUEDOTTI ITALIANI HA UNA POTENZA SUPERIORE DI 170 MICROWATT
2.
L'ACQUA TEDESCA HADERHECK HA UNA POTENZA DI 24 MICROWATT
3.
L'ACQUA POTABILE DI PARIGI HA UNA POTENZA DI 7 MICROWATT
4.
L'ACQUA POTABILE DI MONT ROCOU HA UNA POTENZA DI 5 MICROWATT
5.
L'ACQUA LAURETANA HA UNA POTENZA DI 3,86 MICROWATT

L'aspetto applicativo dei parametri sulla potenzialità dell'acqua ha consentito a Vincent di stabilire una stretta correlazione tra inquinamento, clorazione, quantità di sali disciolti e indice delle malattie degenerative del corpo umano.

Vedi l'intero articolo:
http://www.lauretana.com/IT/classificazione.htm

Luciano. :D
Avatar utente
By mariella
#1426
Peccato che sia difficile trovarla!
Avatar utente
By luciano
#1429
mariella ha scritto:Peccato che sia difficile trovarla!

Non è poi così difficile da trovare, Mariella.
Questa è la pagina dove si possono trovare tutti i depositi e distributori della Lauretana:
http://www.lauretana.com/IT/distr_lombardia.htm
Ci sono gli indirizzi e i numeri di telefono.
Telefonando a quello più vicino ci si può fare indicare i punti vendita ancora più vicini, oppure farsela portare a domicilio o anche andare direttamente al deposito.:D
Avatar utente
By pispola
#1443
La lauretana però è imbottigliata in bottiglie di plastica, cosa che la penalizza di molto perché pare che la plastica rilasci lentamente nell'acqua delle parti tossiche. (Nota inserita dal moderatore: informazione incompleta, esiste anche imbottigliata in bottiglie di vetro, vedi post successivo)
Io bevo sempre acqua di rubinetto, questo anche per una posizione personale (decrescita!), ma è un po' di tempo che sto pensando di comprare un qualche filtro depuratore. Se qualcuno ne ha fatto esperienza e se può consigliarmi in proposito glie ne sarei molto grato.
Avatar utente
By luciano
#1444
La Lauretana ha anche due confezioni in bottiglia di vetro, una a perdere e anche una a rendere, promovendo anche la non dispersione nell'ambiente di bottiglie! :D

Raccomando di documentarsi sempre prima di passare informazioni non corrette che potrebbero scoraggiare l'uso di validi prodotti, a causa appunto di errate informazioni.

Sto preparando un articolo sui depuratori, quando è pronto lo posto con tutti i dati.

L'acqua del rubinetto va verificata per livelli di inquinamento. Molte acque cosiddette potabili lo sono solo in base a livelli di potabilità stabiliti legalmente che vengono modificati a seconda di esigenze amministrative, come mancanza di soldi per depuratori, ecc. e a volte dal rubinetto esce acqua non potabile, resa potabile per decreto!
Avatar utente
By pispola
#1445
Chiedo venia per la disinformazione :oops: nei negozi biologici da me visitati ho sempre e solo visto la lauretana in bottiglie di plastica e ero ignaro dell'esistenza di quelle di vetro.
A questo punto attendo fervidamente il post di Luciano sui depuratori, così finalmente mi deciderò a prenderne uno!
Volevo anche notare che col nuovo regime alimentare bevo veramente poco, un bicchiere di acqua e limone al mattino appena alzato, poi per il pranzo e la cena l'acqua contenuta nella frutta e verdura mi danno quasi tutta l'apporto liquido di cui sento il bisogno. Certo che se uno comincia un digiuno le cose cambiano...
Avatar utente
By Penelope
#1447
So che non ce n'è bisogno ma confermo. La lauretana esiste anche in bottiglia di vetro, a me la portano a casa ogni 2 settimane, e poi ritirano le bottiglie vuote..
Ha un gusto diverso l'acqua in vetro...
Avatar utente
By mariella
#1457
Ciao Penelope, anch'io abito in provincia di Milano (ma lavoro a Milano): mi puoi segnalare a quale negozio ti sei rivolta per avere a casa l'acqua?

Grazie!
Avatar utente
By Merlo
#1831
Mi interesserebbe proseguire qui - che forse è il luogo più idoneo - la discussione cominciata nel topic 'il clistere' sui depuratori domestici.

Innanzitutto vi segnalo un articolo che può offrire qualche spunto:
http://www.disinformazione.it/processodepuratori.htm

Poi vorrei qualche consiglio sui depuratori ad osmosi inversa: ho fatto una ricerca e ho visto che ne esistono mille tipi e sono tutti parecchio costosi. Conoscete qualche marca o modello particolarmente affidabili?
Avatar utente
By luciano
#1835
Merlo ha scritto:Poi vorrei qualche consiglio sui depuratori ad osmosi inversa: ho fatto una ricerca e ho visto che ne esistono mille tipi e sono tutti parecchio costosi. Conoscete qualche marca o modello particolarmente affidabili?


Io conosco bene questo:
http://www.algovit.net/aquaspace.pdf
questa è una scheda tecnica di 15 pagine.
Se poi qualcuno è interessato a comprarlo non si scordi di informare che l'ho ha raccomandato il webmaster di medicinenon, cioè io, così mi riconoscono una piccola percentuale che ne abbiamo bisogno per mantenere il sito. :wink:
E ti fanno pure lo sconto. :D
By benito121
#4548
Non ho mai visto la lauretana ma adeso bevo Sant ana e sorge 1660m che dai valori e quasi uguale con lauretana .
By syncster
#4549
Anch'io inizialmente bevevo la lauretana (in bottiglie di plastica) ma poi sono passato alla sant'anna di vinadio
Avatar utente
By luciano
#4561
Sono tutte delle buone acque, ma visto che se si praticano correttamente la dieta senza muco o quelle di transizione, la sete è l'ultimo dei problemi e il consumo per cuocere la verdura e per bere è minimo, non costituisce problema qualunque buona acqua minerale si beva.

Per stabilire la bontà di un'acqua, l'altezza a cui si trova la sorgente è determinante. Se si trova ad altezze al di sopra di coltivazioni agricole o allevamenti zootecnici, si può essere sicuri che non contengono gli inquinanti di tali attività, metalli pesanti ecc.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret