Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Atavicus
#17189
luciano ha scritto:Oggi nascono bambini già intossicati a causa del regime alimentare dei genitori. Poi dicono che "hanno ereditato i geni", ma la causa è quella di fornire un ambiente intossicato in cui l'embrione si evolve.

Ho riflettuto molto su questo. Vorrei dare al figlio che avrò un certo aiuto iniziale... Io e la mia ragazza un po' scherzando ed un po' sul serio ci diciamo che è meglio non avere un figlio fino a che non saremo più disintossicati...

Come una madre "intossicata" possa danneggiare un figlio è evidente se si pensa che il feto vive per 9 mesi in quel corpo e che poi il bimbo viene alimentato dal latte materno. Ma sono convinto che anche un padre intossicato sia in grado di dare un "contributo" negativo in termini di intossicazione del feto.

Del resto, da quando ho letto "Il libro tibetano del vivere e del morire" ho un po' cambiato il mio modo di pensare su questi ed altri temi spirituali. quando nasce un figlio ad una coppia, quel bambino si è "meritato" quella nascita, fortunata o sfortunata, intossicata o non intossicata, che porterà ad una vita breve o lunga, sulla base del suo karma e di come sono andate le sue vite passate e da come la sua anima ha accolto l'ultima morte.
Avatar utente
By Ramita
#17191
Atavicus ha scritto:Vorrei dare al figlio che avrò un certo aiuto iniziale... Io e la mia ragazza un po' scherzando ed un po' sul serio ci diciamo che è meglio non avere un figlio fino a che non saremo più disintossicati...

Ma sono convinto che anche un padre intossicato sia in grado di dare un "contributo" negativo in termini di intossicazione del feto.


atavicus sono perfettamente d'accordo con te...anche io la penso cosí ed anche per questo non ho giá procreato/co-creato, perché voglio arrivare ad un punto migliore e poi ci sono altri cofattori: greencard, lavoro...etc.

hai ragione pure a dire che un uomo é altrettanto responsabile del patrimonio di tossine o di salute del figlio che sta nel grembo materno 9 mesi. infatti non é da poco riflettere che la co-creazione che si realizza in una nuova vita é fatta di amore, pura energia ma anche di un ovulo materno e di un seme paterno.
mi amareggia vedere attorno a me bambini giá ad un anno compromessi dall'intossicazione beccatasi dai genitori e da un ambiente folle...ho un'amica con una bimba di 1 anno e mezzo: la bimba ha un linfonodo infiammato all'inguine come una noce e in piú le emorroidi...tossine a non finire...ma la mamma: "eh sai deve prendere gli antibiotici". tossine su tossine. ma non ci si puó immischiare....mi sono riuscita a trattenere. ognuno deve fare la propria vita come sceglie. spesso i genitori e tutti gli esseri umani hanno bisogno di essere scossi prima di cambiare direzione.
dico "hanno" perché qui in questo forum grazie a persone come Luciano ed il suo lavoro ci sono persone che hanno aperto gli occhi prima di ricevere "lo spintone" che fa cambiare direzione.
volevo dirlo perché io i libri di ehret li ho comprati e letti in inglese eppure sono stata accolta nel forum e posso anch'io confrontarmi con voi tutti. e sono molto grata a tutti voi e a luciano in particolare, visto che senza il suo lavoro non saremmo qui a discutere.
ciao a tutti e buona serata.
elisa ramita
By jb
#17281
Ciao Solana,

Ho perso una persona molto cara da poco......


.......non e' importante solo quello che mangiamo ma anche perche' e dove vogliamo arrivare con un corpo pulito ed una mente lucida.


"Con un corpo pulito ed una mente lucida" perveniamo alla consapevolezza che la "persona molto cara" che abbiamo perduto e', in realta', quella parte di noi stessi che - a causa di una protratta deficienza nutrizionale - si e' afflosciata in uno stato comatoso. Perveniamo, cioe', alla consapevolezza che la persona amata - viva o morta che sia - e' un illusorio surrogato della nostra perduta '"unita' operativa" neurologica.

La sfida che ci si pone difronte imperiosa e' quella di risvegliare questa parte di noi stessi e, con essa, ripristinare la nostra perduta originaria "integrita'": un processo incontestabilmente ed esclusivamente "fisico", che coinvolge - con la dieta senza muco - la normalizzazione della nostra fisiologia e - con la totale conservazione dei fluidi seminali - la riattivazione dell'intero nostro sistema neurologico.

"Ma dove? Dove vuole arrivare la Vita?" La Vita, mia cara Solana, vuole arrivare a ricondurci alla nostra originaria divinita'. Ma non senza la nostra volonta'! Non senza il nostro consenso! Il sole caldo della Sicilia dove vivi, la Sua luce, le Sue erbe e la Sua frutta costituiscono l'habitat ideale per accettare questo desiderio, questo invito della Vita.

Salutami la Sicilia!

jb Mirabile-caruso.

"Foliarismo": il solo sentiero da Onniovorismo a Fruttivorismo Puro.[/quote]
By solana
#17306
jb ha scritto:"Con un corpo pulito ed una mente lucida" perveniamo alla consapevolezza che la "persona molto cara" che abbiamo perduto e', in realta', quella parte di noi stessi che - a causa di una protratta deficienza nutrizionale - si e' afflosciata in uno stato comatoso. Perveniamo, cioe', alla consapevolezza che la persona amata - viva o morta che sia - e' un illusorio surrogato della nostra perduta '"unita' operativa" neurologica.

La sfida che ci si pone difronte imperiosa e' quella di risvegliare questa parte di noi stessi e, con essa, ripristinare la nostra perduta originaria "integrita'": un processo incontestabilmente ed esclusivamente "fisico", che coinvolge - con la dieta senza muco - la normalizzazione della nostra fisiologia e - con la totale conservazione dei fluidi seminali - la riattivazione dell'intero nostro sistema neurologico.

"Ma dove? Dove vuole arrivare la Vita?" La Vita, mia cara Solana, vuole arrivare a ricondurci alla nostra originaria divinita'. Ma non senza la nostra volonta'! Non senza il nostro consenso! Il sole caldo della Sicilia dove vivi, la Sua luce, le Sue erbe e la Sua frutta costituiscono l'habitat ideale per accettare questo desiderio, questo invito della Vita.

Salutami la Sicilia!

jb Mirabile-caruso.

"Foliarismo": il solo sentiero da Onniovorismo a Fruttivorismo Puro.
[/quote]

Quanta strada hai fatto jb! Quanto sei alto!
Il dislivello fra ti noi mi permette solo di intuire quello cosa esattamente mi stai dicendo.
I compagni di vita, le passioni, gli amori sono forse aiuti utili ma non necessari. La strada giusta è forse da soli.

La Sicilia ti aspetta jb, non perdere molto tempo. E' rimasta accogliente come sempre, ha adottato anche me !!
Vado al mare adesso e te la saluto da lì!

Grazie della risposta,
Solana
Avatar utente
By braveheart
#20488
jb ha scritto:La sfida che ci si pone difronte imperiosa e' quella di risvegliare questa parte di noi stessi e, con essa, ripristinare la nostra perduta originaria "integrita'": un processo incontestabilmente ed esclusivamente "fisico", che coinvolge - con la dieta senza muco - la normalizzazione della nostra fisiologia e - con la totale conservazione dei fluidi seminali - la riattivazione dell'intero nostro sistema neurologico.


Ciao jb,
avevo gia' letto in un altro tuo post l'importanza che dai alla "conservazione dei fluidi seminali", pero' leggendo il libro SDGDDSM questa cosa viene contraddetta :

Lezione 22 - pag.148
"La credenza errata che trattenere lo sperma ( un'idea degli esperti moderni ) nutra il cervello dell'uomo ( in quanto sostanza altamente proteica ) è assurda. L'amore è il potere piu' grande ed è , se naturale - il piu' elevato "cibo invisibile" dall'infinito per l'anima ed il corpo.

Ora, se non ho capito male io, potresti spiegarmi questo tuo pensiero?
Ti ringrazio
Avatar utente
By luciano
#20536
Tropico ha scritto:....pensi che ci abbia taciuto una cosa del genere deliberatamente?Alla faccia dell'onesta intellettuale.
Penso che Ehret non abbia taciuto nulla di quello che ha appreso.

Semplicemente le esternazioni di Jb sono personali e spesso in contraddizione con quello che dice Ehret. Il fatto che non sia intervenuto se non recentemente come moderatore nei suoi confronti è che molte cose che ha scritto sono comunque valide, fino a quando però non introduce degli arbitrari o personali interpretazioni, a volte colorandole con concetti mistico-religiosi.
Avatar utente
By danielsaam
#20545
Atavicus ha scritto:Ma sono convinto che anche un padre intossicato sia in grado di dare un "contributo" negativo in termini di intossicazione del feto.


Penso anch'io che l'uomo abbia una elevata responsabilità nelle procreazione, abbiamo il sottovalutato dovere di trasmettere un seme il più possibile sano. Nel regno animale se un cavallo viene ritenuto uno stallone per la capacità di trasmettere le sue qualità fisiche tramite il suo seme, viene fatto accoppiare con più femmine, anche con stati di salute diversi, prova a riconferma che un seme forte riesce a crescere anche su un terreno meno fertile.
Avatar utente
By parider
#20547
Penso anch'io che l'uomo abbia una elevata responsabilità nelle procreazione, abbiamo il sottovalutato dovere di trasmettere un seme il più possibile sano. Nel regno animale se un cavallo viene ritenuto uno stallone per la capacità di trasmettere le sue qualità fisiche tramite il suo seme, viene fatto accoppiare con più femmine, anche con stati di salute diversi, prova a riconferma che un seme forte riesce a crescere anche su un terreno meno fertile.


Infatti Ehret se ricordo bene nel libro dice proprio questo, e cioè che un seme sano attecchisce bene anche in un terreno non troppo fertile

Di solito i primogeniti nascono quando i genitori sono giovani, quindi meno intossicati, può essere che gli altri figli nati a distanza di anni siano meno "fortunati" da questo punto di vista?


Queste cose è da molto che le penso, anche io sono convinto che mediamente le persone che sono state concepite quando i genitori erano giovani sono in linea di massima "avvantaggiate".
Una volta mediamente si facevano figli quando si era più giovani, adesso per vari motivi li si fa più avanti (dopo i 30 anni), questo secondo me a parità di altri fattori (alimentazione, ecc.) contribuirà ulteriormente alla "degenerazione" della razza umana che effettivamente sembra divenire più malata di generazione in generazione.

Comunque è intuitivo che in genere una certa persona è più intossicata a 40 anni che non a 20 (a meno che non inizi la dieta senza muco dopo i 30 :lol: ) quindi i figli fatti ad età "avanzata" (diciamo dopo i 30) durante i 9 mesi di gestazione si sviluppano in un ambiente più tossico
Avatar utente
By parider
#20550
Bene,io essendo l'ultimo di 3 figli ed essendo stato procreato da genitori più prossimi ai 40 che ai 30...dovrei essere stato il più svantaggiato...bè guardando i risultati scolastici verrebbe da pensarlo Laughing


Le mie erano solo considerazioni personali.
Comunque magari uno nasce più "sano" ma se poi viene tirato su a cibo industriale, omogeneizzati, farininacei raffinati, ecc. e mangia malsano fino a ad una certa età, sicuramente si ritroverà a tal punto molto intossicato, a differenza magari di uno che è stato concepito da genitori di una certà età ma è stato alimentato meglio.
Io sono stato concepito quando mia madre aveva 21 anni e mio padre 23 ma non so se ritenermi "avvanttaggiato", alla fine cosa cambia se vieni poi nutrito con il cibo della moderna "civiltà"...
L'importante è che ora abbiamo la consapevolezza di cosa fa bene e cosa fa male e siamo liberi dalla disinformazione che affligge gran parte della popolazione.

P.S. Mi sa che qui molti sono "diversi" dagli altri componenti delle loro famiglie...
Avatar utente
By sandrod
#20554
essendo stato procreato da genitori più prossimi ai 40 che ai 30...dovrei essere stato il più svantaggiato...


beh, allora vi porto un esempio contrastante:
mia figlia è stata concepita quando avevo 45 anni e mia moglie 37. Io ero assolutamente onnivoro con tutti i miei problemi di intestino e cefalea, in più fumavo come un turco e se avevo un pò di raffreddore mi riempivo di aspirine (però non prendevo altri farmaci). Mia moglie era vegetariana (ma con uova, formaggi, farinacei etc).
Eppure la bimba era ed è intelligentissima, in 3a elementare è fra i migliori della classe, piena di energia e (toccando ferro) le influenze/raffreddori sono una rarità, specie in confronto ai suoi compagni di scuola.
Però non è stata vaccinata, antibiotici li ha presi una volta sola in 8 anni, ha mangiato solo il latte di sua mamma per 4/5 mesi e ne ha preso fino a 11/12 mesi, è stata svezzata a frutta e poi verdura, non ha toccato carne e uova fino ai due anni. Adesso è onnivora (se no alla mensa della scuola come farebbe?), ma non ama la carne, mangia finchè ha fame e poi non ne vuole più (non mangia molto comunque).
Quando sarà più grande spero che capisca la mia alimentazione e faccia la sua scelta.
Il seme conta (?), il terreno nel quale cresce probabilmente anche di più (in un terreno arido e secco neanche il seme migliore cresce: e da dove prenderebbe il nutrimento?), ma conta moltissimo come un bambino viene allevato nei primi due/tre anni di vita: allattamento, vaccini, etc.

ciao
Sandro
Avatar utente
By parider
#20555
Comunque i fattori da considerare sarebbero infiniti, senza poi contare che ci sono persone di 40 anni con una salute migliore di ventenni
Avatar utente
By luciano
#20560
Ho avuto la mia ultima figlia a 53 anni. Ora ha 5 anni. La madre aveva allora 32 anni. Entrambi abbiamo fatto una buona ripulita del colon e seguito la dieta per almeno un anno molto stretta.

Poi la madre è ritornata onnivora e ora lo sono anche tutti e tre i miei figli (ho anche due maschi di 8 e 10 anni), e a volta mangiano solo schifezze e mi domando come facciano a ad essere sempre gli ultimi a smettere di giocare nei parchi praticamente fino a quando viene buio e oltre.

Vogliono giocare sempre con me a "ce l'hai" e corriamo fino a togliere i giubbotti d'inverno perchè abbiamo caldo.

Alle 7:00 della domenica vengono in camera a svegliarmi dicendomi "E' mattina papi" e questo significa che dobbiamo vestirci per andare al parco.

Non sono vaccinati e hanno fatto le solite malattie infantili spesso senza che ce ne accorgessimo, perchè vanno avanti come se non avessero nulla e vengono a dirci "Mamma, papi, sono stanchissimo..." solo quando schiattano per la febbre. O perchè hanno i punti rossi del morbillo e allora li vediamo.

Lavorano tutti e tre per la pubblicità, anche se non sono molto entusiasta di questo, ma la mamma fa la manager e loro si divertono, non si fermerebbero mai, vanno a fare i provini o i casting o le pubblicità individuali dopo la scuola e hanno ognuno il loro conto in banca.

Credo comunque che molto influisca la consapevolezza che hanno acquisito. Abbiamo favorito la loro crescita spirituale, sono tutti e tre consapevoli di non essere dei corpi e delle vite precedenti e che sono causa di quanto succede a loro, bello o brutto che sia.

Sono "adulti" non li abbiamo mai trattati da bambini, a volte fanno dei ragionamenti che mi lasciano a bocca aperta, ma si divertono alla grande.

A volte bisogna avere una capacità di tollerare davvero alta. Michael spesso fa dannare perchè si arrampica su tutto e a volte devo andare a ricuperarlo perchè non sa poi come scendere.

No sto imponendo a loro l'alimentazione, se un domani vorranno sarò totalmente disponibile, per ora quando sono con me faccio a loro i clisteri quando saltano l'andare di corpo quotidiano.

Credo che la dieta associata alla spiritualità possa fare grandi cose anche se non fatta in modo perfetto.

Potrei dire un sacco di altre cose che ho osservato, ma devo andare a nanna. :D
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret