Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By smilla
#17691
Dunque, dopo una merenda a base di datteri (una quindicina), sono andata a cercare le proprietà di questo alimento e ho trovato che hanno un indice glicemico di 106 (100 è il saccarosio). Rientrano in quegli alimenti ad indice glicemico molto elevato. Sotto, sul sito, c'era scritto:

"Consumando alimenti ad alto indice glicemico:

la glicemia sale di più e più in fretta

la risposta insulinica è più marcata

l'organismo si abitua ad utilizzare, preferenzialmente, gli zuccheri al posto dei grassi; anche la trasformazione dello zucchero in grassi tende ad aumentare (sovrappeso)

Lo stress ossidativo aumenta (invecchiamento precoce, rischio oncologico)

Dopo 2-4 ore la glicemia scende e torna la fame

Nel tempo si crea un sovraccarico di lavoro per il pancreas che causa inizialmente insulinoresistenza e successivamente la comparsa del diabete

Il rischio di carie dentaria è maggiore

Una dieta troppo ricca di alimenti ad alto indice glicemico (carico glicemico complessivo elevato) incrementa il rischio di cancro soprattutto all'apparato gastrointestinale e all'ovaio. Non è ancora chiaro se tale relazione sia dovuta all'eccessivo consumo di alimenti ad elevato IG, al conseguente sovrappeso, oppure ad una dieta troppo ricca di zuccheri e povera di frutta e verdura".


Va bene che la frutta non produce muco, ma non è che si creano altri danni altrettanto importanti?
[/u][/b]
Avatar utente
By parider
#17692
Ecco una pagina che contiene le tabelle degli indici glicemici:
http://www.massamagra.com/indice-glicemico.htm


Va bene che la frutta non produce muco, ma non è che si creano altri danni altrettanto importanti?


Si infatti io ti consiglierei di mangiare la nutella al posto dei datteri, visto che come vedi ha un indice glicemico basso :lol:
Avatar utente
By Felix
#17693
no vabè che centra la nutella

però la domanda me la sono posta anche io
Avatar utente
By parider
#17694
Il fatto è che la nutrizionistica ufficiale dice molte cose.
O uno crede nella nutrizionistica ufficiale con i sui dati, numeri, tabelle.... oppure crede nell'alimentazione naturale
Sono semplicemente scelte
By smilla
#17695
Non è questione di "credere": o questo o quello. Io non penso che tutto ciò che dicono le ultime ricerche in fatto di alimentazione (e non solo) sia da considerare a priori errato e tutto ciò che è "alternativo" sia giusto. Cerco di essere critica e di capire, e quando possibile di trarre il meglio da ogni cosa. Ai tempi di Ehret non credo si parlasse ancora di indice (o meglio carico) glicemico. Il fatto è che gli studi vanno avanti, in tutti i campi, e non vedo perchè alcuni siano da ritenere validi e altri no (con che criterio?) e perchè bisogni escludere che ci sia qualcosa di sensato in quanto ci viene detto (per carità, non è detto che poi non lo sia). Il fatto che voglia approfondire questo metodo, è perchè ritengo che abbia qualcosa (facciamo molto) di valido. Ma ho dei dubbi, e penso sia lecito e, anzi, costruttivo.
E' ovvio che è meglio il dattero della nutella, ma magari qualcuno più esperto di me sa che gli zuccheri del dattero non portano a un'innalzamento della glicemia come quelli del saccarosio (che ne so, magari per via delle fibre che contiene) oppure mi può dire (per esperienza, che io non ho) che mangiarsi quindici datteri farebbe male a chiunquee che può capitare all'inizio perchè mancano (fisicamente o forse solo psicologicamente) alcune sostanze. La mia era solo una considerazione riportata con la volontà di capire e approfondire.
Avatar utente
By luisa
#17696
Smilla, mi fai pensare....Io mangio tantissimi datteri, li adoro, non mi sono mai posta il problema, ma ora che lo poni, credo esista, ed occorrerebbe approfondirlo. Aspetto con te che qualcuno più esperto ci sappia far luce.
Grazie e buona serata.
By Cosmonauta
#17697
Ciao smilla,

sono poco esperto, anch'io sto nuotando in questo mare a volte tempestoso della transizione.
Ho capito che gli zucccheri della frutta sono i migliori per noi, tutto il resto è n'à schifezza o al massimo n'à mezza schifezza.
La transizione serve appunto per passare dalla schifezza alla mezza schifezza.
La frutta è il cibo migliore ma se se ne mangia di colpo un chilo forse qualche difficoltà sorge... :wink:
Poi la nutrizionistica racconta le frottole che vuole a cui uno è libero di credere o meno.
Qui si prova da sè sulla propria pelle, o meglio nel proprio intestino cosa fanno veramente certi cibi.
La maggior parte del cibo che esiste oggi è sostanzialmente inutile, oltrechè dnnoso,questo è quello che sto ricavando dalla mia esperienza e tieni conto che sono in transizione moderata con qualche sgarro occasionale. :D

Saluti Cosmici e Glicemici! :D :o :D
By smilla
#17699
Cara Luisa, aspettiamo fiduciose...

Caro Cosmonauta, sono convinta che frutta e verdura siano quanto c'è di meglio sulla faccia della Terra... E soprattutto che ognuno debba provare su se stesso quello che è più giusto per lui. Anche perchè, chi è interessato all'argomento (e io sono convinta che l'alimentazione sia mooolto sottovalutata da medici & C.) un po' si smarrisce: la medicina cinese (millenaria!) parla di cibi yin e yang (e guai a mangiare la frutta - fredda! - d'inverno...), c'è la questione dell'indice glicemico, della colazione abbondante (se nutrito entro un'ora dal risveglio il nostro corpo percepisce che c'è cibo in abbondanza e non accumula come quando invece reputa di essere in un periodo di carestia)... tutte queste teorie messe così sembrano avere un senso!! Bisogna sperimentare su di sè! Ma se qualcuno è già passato attraverso tutti questi dubbi e ha trovato una qualche risposta, anche se valida su stesso, vale la pena saltare qualche inutile passaggio grattacapo, no?
Avatar utente
By Felix
#17700
ma smilla parlava di indice glicemico non di alimento migliore o peggiore

se introduci tanti zuccheri ad alto indice glicemico arriva troppo glucosio nel sangue e il pancreas deve mandare insulina in circolo facendoti prima avere un crollo glicemico e poi dopo non troppo tempo di nuovo fame... e al cosa diventa reiterante

molti siti dicono che il fruttosio non ha particolari effetti sull'insulina.. soprattutto quelli che riguardano i diabetici

mi chiedo però se l'eccesso di zuccheri oltre allo sbalzo glicemico porta poi alla solita conversione di zuccheri in grassi come succede per gli zuccheri normali oppure no... a questo non ho trovato risposta

in molti siti si leggono cose come questa "il fruttosio non necessita di insulina per quanto riguarda la sua trasformazione in riserve di glicogeno epatico, i processi successivi che si hanno dalla demolizione del glicogeno, risentono della necessità di insulina. "

quindi questo mi fa venire il dubbio che l'indice glicemico e l'uso dell'insulina non siano due cose strettamente collegate... se non nell'ambito di certi tipi di zuccheri..

inoltre... volevo dire una cosa già prima...

io credo che doversi "schierare" da una parte o dall'altra sia altamente controproducente per il nostro benessere

seguire a priori ehret ed escludere a priori la medicina convenzionale a mio avviso è deleterio perchè poi si finisce nel fanatismo

ehret mi dice che la via di guarigione è mangiare frutta e verdura, ripulire intestino ed espellere muco, fare digiuno... e il provare questa "tecnica" (che ritengo convincente visto che io da anni mi sono reso conto di essere "intasato") non mi porta ad escludere a propri tutto il resto delle possibilità e soprattutto le basi scientifiche.. nel senso che.. ho la consapevolezza che sono due modi diversi di risolvere un problema

forse tutto questo "casino" dei medici non è solo colpa loro ma anche nostra...

se io ho il raffreddore... vado dal medico e gli dico che voglio stare bene nel piu breve tempo possibile

tutti facciamo cosi... non tolleriamo la sofferenza

spesso non siamo neanche disposti a fare questo "spurgo" dovendo rinunciare a certi piaceri della vita..

per cui domanda e offerta... il malato vuole guarire subito... il medico gli da la "bomba" che non gli fa sentire i sintomi in un istante

infatti non so se hai notato... su tante medicine che noi crediamo "cure" c'è scritto "cura sintomatica di X malattia"

ma a noi non interessa se siamo veramente guariti... a noi importa stare bene e subito

manca inoltre una cultura alimentare.. nel senso che se fin dalle elementari e nelle famiglie si insegnasse l'igiene alimentare questa cosa si tramanderebbe di padre, in figlio...

quindi è vero che tutto il sistema sanitario vive sulle malattie della gente... ma è anche vero che io per esempio questa cosa della pulizia interna l'ho scoperta a 30 anni... e se guardi siamo in pochissimi a SAPERLO...

prova a chiedere ad un po di gente che ti circonda

quando lo sai... e quando ne vedi gli effetti.. tranquillo che dal medico non ci vai più se non per una terapia d'urgenza

Io sono molto contento che Luciano abbia portato in italia queste informazioni e spero che lui possa vendere tanti libri... non solo per essere ripagato dello sforzo fatto ma soprattutto perchè se io penso a quante migliaia di euro ho speso in medicine in tutti questi anni, se il libro fosse costato anche 500 euro ci avrei guadagnato di brutto lo stesso...

il problema è che NON SAPEVO...

ed è questo secondo me quello che gli erethisti devono fare...

informare.. e far vedere con i propri risultati cosa si può ottenere alle persone che gli sono accanto

non serve a nulla dare contro alla medicina... serve invece andare VERSO noi stessi e le persone che ci stanno attorno
Avatar utente
By Felix
#17701
Cioè a mio avviso... il fatto che si chiami "sistema di guarigione"... già fa capire che il meccanismo è sbagliato... Perchè vuol dire che partiamo già da una situazione di malattia

ovvero che non essendoci una cultura alimentare corretta che parte fin da quando sei bambino... poi ti ritrovi da grande a dover guarire... quando in realtà potresti non ammalarti... e quella cultura non te la danno nè i medici, nè la pubblicità ma te la insegna chi tutti i giorni ti prepara da mangiare... ovvero.. i genitori...

E se tu hai imparato e hai visto sul tuo corpo gli effettivi benefici fin da quando sei bambino (e sappiamo bene come ciò che impariamo da piccoli ce lo portiamo dietro tutta la vita) nessuno dovrebbe ricorrere a farmaci, medici o "santoni"
Ultima modifica di Felix il 28 settembre 2008, 21:34, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By parider
#17702
Penso che l'unico modo sia sperimentare su se stessi.

Solo noi umani dobbiamo "studiare" per capire come alimentarci.
Penso che se ci cibiamo di ciò che offre la natura e non del "cibo" industriale "creato" dall'uomo abbiamo meno probabilità di ammalarci.
By smilla
#17703
Pienamente d'accordo con Felix! E' molto più facile prendere una pillolina (o magari anche farsi operare...) che stare a "dieta" tutta la vita...

PS per quanto riguarda il fruttosio, io ho due amiche diabetiche (che si avvalgono di uno strumento per misurare la glicemia dopo ogni pasto) e mi dicono che la frutta alza eccome la glicemia! Una delle due se ne frega, mangia qualunque cosa e poi "si fa" di insulina. L'altra l'ha ridotta al minimo con una dieta praticamente senza zuccheri nè carboidrati (nè frutta) - quindi sostanzialmente verdura e proteine - e tanto sport!
By Cosmonauta
#17704
Ehm, Felix io non mi sono schierato con nessuno...

mi dico ehretista perchè sto sperimentando questo metodo che mi sta facendo scoprire cose interessanti su come il mio corpo reagisce a certi cibi che ora definisco dannosi.
Ero onnivoro anch'io con i tuoi stessi dubbi, ora lo sono meno e sento che molti dei dubbi se ne sono andati.

Smilla, ok, attendiamo che ne sa di più, ma di teorie sull'alimentazione ce ne sono fin che vuoi, personalmente me ne frego dell'indice glicemico e di tante altre cose, sto semplicemente provando che alimentandomi in questo modo mi sento meglio e che quello che aveva scritto Ehret è vero.
Nonostante le difficoltà.
Penso però che la maggior parte di quelle tabelle ricche di dati care alla nutrizionistica ufficiale, chiamiamola così, siano solo fumo negli occhi.
Questo è il mio personalissimo pensiero e probabilmente non ti ho soddisfatta per cui concludo qui.

Saluti Cosmici! :D :o :D
Avatar utente
By Felix
#17706
"Penso che l'unico modo sia sperimentare su se stessi. "

Chiaro.. ma è proprio la sperimentazione su noi stessi che ci fa andare dal medico... nel momento in cui non sai cosa sta succedendo nel tuo corpo

nel senso che... io odiavo le verdure... e non capivo perchè continuassero a dire che le verdure facevano bene.. quando invece nel momento in cui le mangiavo stavo malissimo

quando hai ignoranza associ ciò che ti fa stare bene con il e se cliccate i nostri link o ci contattate vi mettete irreparabilmente nei guai "positivo" e ciò che ti fa stare male con il e se cliccate i nostri link o ci contattate vi mettete irreparabilmente nei guai "negativo"

allora cosa fai... fai ricerca su internet (e io mi ritengo molto fortunato perchè se non c'era internet come diavolo potevo venire a conoscenza di questo metodo visto che è praticamente sconosciuto?) e alla fine trovi tutti i siti che ti dicono che le verdure sono buone perchè ci sono le fibre, i sali minerali.. le vitamine

alchè cosa fai... pensi.. "la verdura mi fa schifo... ma ho bisogno di fibre e vitamine... mangio pasta integrale, weetabix alla mattina e un bel multicentrum per reintegrare le vitamine".. e stai male ugualmente e non capisci perchè

NESSUNO mi spiega dello scioglimento del muco che libera tossine e mi fa finalmente comprendere perchè sto da schifo quando mangio verdura... motivo per cui mi facevo la fettina di pollo che non è che mi facesse stare bene... ma meno peggio.. perchè creava altro muco che riassorbiva le tossine in circolo e me le incollava al colon :D

ma questa intuizione di ereth non è in contrapposizione con la medicina.. cioè... ereth mica dice che non è vero che le verdure non hanno nè vitamine nè fibre nè cellulosa

poi.. magari è facile per chi ha sempre mangiato sano.. ma chi ha passato la sua vita a gustare un'ottima pasta al pomodoro, i formaggi, la carne, le costine di maiale, il vitello... faranno un male cane MA QUANTO SONO BUONE?

mi sembra anche normale che la gente nn sia molto disposta a "soffrire" la mancanza di questi alimenti per mangiare solo frutta e verdura... a meno che non arrivi al livello di intasamento a cui sono arrivato io per cui solo in quel momento sei davvero motivato

poi.. se prima non stavi poi cosi male.. magari perchè hai una dieta variegata con frutta e verdura ma anche carne in modo che il muco non si attacchi alle pareti e evacui in maniera abbastanza regolare e non hai particolari patologie... chi te lo fa fare di rinunciare al gusto delle cose, a infilarti cose nel sedere.. a fare digiuno

ci deve essere una grande motivazione dietro...

questo è il motivo per cui la medicina tradizionale fa da padrone
By Cosmonauta
#17707
Già,

come spesso è stato detto in questo forum prima bisogna cambiare i propri pensieri riguardo all'alimentazione e non solo, sennò alla prima difficoltà si corre dal medico e tutto ricomincia.

Abbiamo la fortuna di avere un metodo da seguire e che se applicato dà dei risultati.
I dubbi è chiaro che ci sono, ma quando uno comincia a sentire cosa lo fa stare meglio e come, io dico che qualche pensierino su ce lo fa... :wink:
Aggiungo che io vengo da 43 anni di schifezze, tolgo il 44^ perchè è quello in transizione :D
In passato non sapevo nemmeno chi o cosa fossero i vegani, pensavo si trattasse dei nemici di Goldrake! :lol:
E se ce la sto facendo io... :wink:

Beh estrarre un incisivo per creare spazio è prop[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret