Arnold Ehret Italia

Per migliorare e ottenere una vista perfetta con la conoscenza di Bates

Moderatore: luciano

Avatar utente
By soultrap
#18515
ciao, vorrei sapere se qualcuno che effettua la dieta senza muco abbia migliorato la propria vista o addirittura eliminato gli occhiali che portava a causa della miopia.

nel libro ho letto che ha curato anche molti casi di cecità, io è circa 3 anni che porto gli occhiali ed ancora non ho fatto l'abitudine soprattutto a lavoro.

voi che ne pensate si può ritornare ad avere una vista normale o dipende da quanto ti manca come gradazione.

grazie a tutti non sò se già sia stato trattato questo argomento.
:D
By Cosmonauta
#18526
Ciao soultrap,

sono in transizione da una decina di mesi, una transizione un po' agitata ciononostante mi sembra, e dico mi sembra, di aver notato un leggero miglioramento.
Certi giorni mi accorgo che gli occhiali mi danno quasi fastidio e li tolgo.
Certo è un miglioramento lieve ma considera che fino a poco tempo fa gli occhi mi si stancavano più facilmente e gli occhiali mi servivano eccome.
Andiamo avanti e VEDIAMO... :lol:

Saluti Cosmici! :D :o :D
Avatar utente
By parider
#18528
La vista secondo me è un dei pochissimi problemi (forse l'unico! 8O ) che può non dipendere per nulla dall'alimentazione, soprattutto se si è ancora giovani.


Forse per le persone che iniziano ad avere problemi di visto dopo i 50 anni e hanno mangiato da schifo per tutta la vita tale problema potrebbe dipendere in buona parte da un organismo intossicato e pieno di veleni ed "ostruzioni", soprattutto se sono persone che non hanno sforzato particolarmente la vista durante la loro vita.

Penso che dipende da caso a caso.
Se uno a 20 anni è miope ed ha passato la vita a studiare e leggere da vicino (tipo al pc) chiuso in una stanza allora mi sa che l'alimentazione c'entri ben poco.
Certo un organismo che si nutre correttamente probabilmente negli anni si sarebbe "difeso" meglio ed avrebbe perso meno diottrie.

Io sono miope ed ho l'impressione che è l'unico problema che l'alimentazione non metta a posto, anche se devo dire che mi pare di vedere leggermente meglio di prima, quindi sicuramente mangiare in modo naturale fa bene anche in questo senso!

Ci sono vari libri riguardo al recupero della vista, quelli che io ho letto e che sono da quello che so i migliori sono:

Libri di Bates

Il "primo è vista perfetta senza occhiali", libro piuttosto innovativo e recente che prevede l'utilizzo di vari esercizi e tecniche per il recupero della vista.
Il secondo è il libro "vista perfetta senza occhiali" di William Bates che è stato il pioniere nel campo del recupero della vista andando a suo tempo molto controcorrente e prevede tecniche più "soft" rispetto all'altro libro.

La mia opinione è che una corretta alimentazione non può che fare bene ed aiutare il recupero e comunque mette il corpo nelle condizioni di reagire meglio allo stress visivo.
Per recurepare la vista (poi dipende da quanto ti manca) serve però molta dedizione e volontà.
De angelis ad esempio (l'autore di "come sono guarito dalla miopia") se ricordo bene era miope di 2,5 diottrie ed è tornato a vedere 10/10!!
Avatar utente
By kebaff
#18552
Il libro di Bates è l'unico originale per essere iniziati alla visione naturale..
il resto sono copioni, confusionari, pseudomaestri.. diffidate
praticamente
Erhet sta alla dieta come Bates alla vista
per una strana coincidenza, che ancora devo interpretare, gli studi e le scoperte più importanti e decisive per l'oggi e i prossimi decenni sono state fatte da pioneri vissuti tra la fine dell'800 e i primi del 900.. v.Tesla, Reich, i succitati e altri..
cmq, la dieta senza muco è un beneficio per tutto il corpo; io ho avuto benefici anche per la miopia; le spiegazioni possono andare dalla biochimica funzionale alla filosofia trascendentale :wink: , i fatti contano..
provare per credere(alla S.tommaso)..
inoltre in medicina cinese, nella teoria delle cinque trasformazioni (ad esempio) all'elemento legno sono associati il sapore acido, i muscoli, il fegato e la vescica biliare, la vista, la rabbia,l'apatia,il tiepido, l'alba...
Gli occhi sono collegati al fegato.. un'intossicazione alimentare spesso si ripercuote sulla visione, e viceversa.. perciò è vero pure in positivo no??
Avatar utente
By danielsaam
#18554
kebaff ha scritto:Erhet sta alla dieta come Bates alla vista
per una strana coincidenza, che ancora devo interpretare, gli studi e le scoperte più importanti e decisive per l'oggi e i prossimi decenni sono state fatte da pioneri vissuti tra la fine dell'800 e i primi del 900.. v.Tesla, Reich, i succitati e altri..


Quoto! :D
Avatar utente
By AndreaC
#18577
Io sono in transizione e seguo il metodo Bates, ho avuto un miglioramento alla vista dopo aver fatto la pulizia del fegato con il metodo Clark.

Ed è vero che la vista e gli occhi sono collegati al Fegato come dice la Medicina Tradiziona Cinese


Andrea
Avatar utente
By luciano
#18628
kebaff ha scritto:per una strana coincidenza, che ancora devo interpretare, gli studi e le scoperte più importanti e decisive per l'oggi e i prossimi decenni sono state fatte da pioneri vissuti tra la fine dell'800 e i primi del 900.. v.Tesla, Reich, i succitati e altri..
Poi c'è stato un rallentamento e addirittura un arresto, il che coincide con l'evoluzione dell'AMA e delle case farmaceutiche, che iniziarono a combattere, portare in tribunale e forse uccidere tali geni emergenti.
Avatar utente
By danielsaam
#18630
luciano ha scritto:
kebaff ha scritto:per una strana coincidenza, che ancora devo interpretare, gli studi e le scoperte più importanti e decisive per l'oggi e i prossimi decenni sono state fatte da pioneri vissuti tra la fine dell'800 e i primi del 900.. v.Tesla, Reich, i succitati e altri..
Poi c'è stato un rallentamento e addirittura un arresto, il che coincide con l'evoluzione dell'AMA e delle case farmaceutiche, che iniziarono a combattere, portare in tribunale e forse uccidere tali geni emergenti.


Concordo, ma per curiosità cos'è l'AMA?
Avatar utente
By Foca
#18639
A questo punto vi dico il mio sospetto che mi frulla in testa dal primo giorno che ho letto la storia del Dott. Ehret.

Io temo che la sua scomparsa prematura non sia stata a causa di un "incidente", ma forse gia da allora certe verità davano fastidio.
Non ve lo avevo mai scritto ma l'ho pensato fin dal primo momento.

Purtroppo questa verità di cui oggi noi beneficiamo forse è costata la vita del Dott. Ehret.
Avatar utente
By danielsaam
#18642
Foca ha scritto:forse gia da allora certe verità davano fastidio.


Tira pure via il forse :twisted:
Avatar utente
By luciano
#18646
Una nota a caso:

In 1900 there were 22 homeopathic medical schools in the U.S. , including Boston University , University of Michigan , New York Medical College, and Hahnemann University . There were also over 100 homeopathic hospitals and approximately 15% of physicians consid­ered themselves homeopaths. As the result of harsh attacks and political pressures from the A.M.A. and from drug companies, most homeopathic colleges closed down by 1920.

Google Translator ha scritto:Nel 1900 vi erano 22 scuole di medicina omeopatica negli Stati Uniti, incluse Boston University, University of Michigan, New York Medical College, Università e Hahnemann. Ci sono stati anche più di 100 ospedali omeopatici e circa il 15% dei medici omeopati per sé considerato. Come il risultato di dure attacchi e pressioni politiche da AMA e da società di droga, la maggior parte dei collegi omeopatici chiuso dal 1920.
Avatar utente
By Felix
#23270
"La vista secondo me è un dei pochissimi problemi (forse l'unico! ) che può non dipendere per nulla dall'alimentazione, soprattutto se si è ancora giovani. "

beh.. piu o meno.. chi è carente di vitamina A e soprattutto di beta caroteni ha una vista ridotta...

cosi come ho notato peggioramenti della vista quando sono preso dall'ansia o da ipertensione... notando il miglioramento prendendo una tisana rilassante a base di biancospino
Avatar utente
By parider
#23276
beh.. piu o meno.. chi è carente di vitamina A e soprattutto di beta caroteni ha una vista ridotta...

cosi come ho notato peggioramenti della vista quando sono preso dall'ansia o da ipertensione... notando il miglioramento prendendo una tisana rilassante a base di biancospino


Si condivido, però è evidente che se guardi una popolazione di studenti trovi molti miopi, se guardi una popolazione di ragazzi che hanno letto, studiato e sono stati davanti al pc poco in vita loro i miopi sono MOLTI meno in percentuale.
Naturalmente ci può essere lo studioso che ha passato la vita sui libri ed al pc e sta pochissimo al sole ma gode di vista perfetta, ma d'altra parte c'è anche l'onnivoro ultracentenario :wink: .

Poi è evidente che l'alimentazione gioca la sua parte ed a parità di uso innaturale degli occhi chi si alimenta con cibi naturali (frutta e verdura) si "difende" molto meglio.
Però per i giovani che hanno problemi di vista penso che dipenda in massima parte dell'uso innaturale degli occhi: poco sole, aria aperta, spazi ampi e troppa lettura ravvicinata in luoghi innaturali come tutti i luoghi chiusi.
By albarosa
#24325
Vi riporto la mia esperienza personale:
a 15 anni l'oculista mi dice che sono miope e che devo mettere sempre gli occhiali ma io non ero d'accordo per cui l'oculista mi consiglia di metterli solo a scuola o per vedere la TV e di non sforzarmi a guardare lontano.
Ho continuato così e circa dopo 10 anni la mia miopia è migliorata infatti ho ridotto la gradazione delle lenti con molto stupore da parte dell'ottico.
Oggi a 40 anni non ho più bisogno di mettere gli occhiali, riesco a leggere bene da lontano e nella mia fregheremo tutti i vostri soldi non ci sono più prescrizioni.
La testardaggine di allora mi ha portato dei benefici alla mia vista mentre i miei colleghi quando racconto la mia storia non ci credono ....loro continuano a mettere gli occhiali io nooooooo........

Ciao
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret