Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By Priscilla
#1579
Cos'è il seitan? Non è un cibo giapponese e non c'entra con i robot dei manga :D
A dispetto del nome dall'etimo incerto, è un cibo che finora ho apprezzato tantissimo.
Mi chiedo se sia adatto alla dieta senza muco.
Personalmente credo di sì, per i seguenti motivi:
il frumento è composto da amido e da glutine; separando l'amido dal glutine, si ottiene il seitan.
In altre parole, il seitan nasce come un sottoprodotto industriale di scarto, perchè l'amido viene estratto dal frumento a scopi farmaceutici, mentre il glutine viene scartato.
Eppure la farina di glutine, amalgamata all'acqua, dà una pasta assolutamente NON collosa al tatto, la quale, se cotta, è un ottimo alimento, chiamato appunto seitan.
NON CONTIENE AMIDO!
Che mi dite di ciò?
Avatar utente
By gabriella
#1584
Personalmente posso risponderti che il glutine è un alimento MOLTO irritante, infatti i casi di celiachia stanno ultimamente notevolmente aumentando.
Nelle diete di svezzamento dei bambini il glutine viene introdotto per ultimo perchè può dare intolleranze ed io ho abolito i cereali contenenti glutine da parecchio tempo prima di iniziare la dieta di transizione perchè mi accorgevo, proprio quando mangiavo il seitan, che il mio intestino non lo tollerava.
Ci sono ormai parecchi nutrizionisti e naturopati che sostengono la nocività del glutine e quest'estate ho conosciuto persino un consulente macrobiotico che la pensa così.
Forse qualcun'altro ti esprimerà un'altra opinione : la mia è questa !
Ciao
Gabriella
Avatar utente
By Priscilla
#1585
Uhmmmm... domanda da ignorante, quale ritengo di essere:
non è che sia irritante per chi è intasato da O?
In effetti oggi una mia amica onnivora mi ha confessato di essere intollerante alla frutta, che addirittura da esami sulle sue feci il medico le ha prescritto di NON mangiare frutta, perché le provoca enormi disturbi intestinali.
Quindi?
Sicuramente lei sarà intollerante alla frutta, ma di certo perchè il suo intestino chissà in che condizioni è...!
Questa cosa potrebbe applicarsi anche al seitan?
Ultima modifica di Priscilla il 21 novembre 2006, 22:23, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By gabriella
#1586
La tua osservazione riferita a me è perfettamente calzante, però tieni presente quello che ho scritto sullo svezzamento dei bambini : quello vale per tutti. Io, a pelle, ho l'impressione che il glutine non possa essere un cibo alcalinizzante....poi magari mi sbaglio io !
Avatar utente
By luciano
#1588
Priscilla ha scritto:In effetti oggi una mia amica onnivora mi ha confessato di essere intollerante alla frutta, che addirittura da esami sulle sue feci il medico le ha prescritto di NON mangiare frutta, perché le provoca enormi disturbi intestinali.
Quindi?
Sicuramente lei sarà intollerante alla frutta, ma di certo perchè il suo intestino chissà in che condizioni è...!
Questa cosa potrebbe applicarsi anche al seitan?


Una persona che mangia cereali (pasta ecc.) e poi frutta, anche in pasti diversi, visto che difficilmente espellerà il pasto prima della cena, crea un fastidioso processo di fermentazione. Il medico che ignora i fondamenti dell'alimentazione confermerà "l'intolleranza alla frutta"

Per il seitan le cose stanno così, a dispetto delle apparenze:

Il glutine è un complesso proteico contenuto nel frumento, nel farro, nella segale, nel kamut, nell'orzo ed in altri cereali minori costituito da prolammine e gluteline. Può creare intolleranze gravi, ad esempio la celiachia. È invece proposto come sostituto della carne in alcune diete vegetariane, essendo la base del seitan.
Il glutine è una sostanza collosa molto usata nell'industria alimentare moderna perché aiuta a dare elasticità e consistenza al prodotto finale ed inoltre favorisce la lievitazione e la panificazione, cosa molto difficile da ottenere utilizzando farine che non lo contengono. Il glutine è utilizzato anche industrialmente come collante per l'apprettatura di carte e tessuti.

Priscilla ha scritto:Eppure la farina di glutine, amalgamata all'acqua, dà una pasta assolutamente NON collosa al tatto, la quale, se cotta, è un ottimo alimento, chiamato appunto seitan.
NON CONTIENE AMIDO!
Che mi dite di ciò?


Io quindi dico che il seitan non è da inserire nella dieta senza muco.
Spero di aver risposto alla tua domanda. :D
Avatar utente
By Priscilla
#1592
OK accetto, anche se all'apparenza ed al tatto il mescolato di farina di glutine di frumento e acqua non è colloso. Chiunque abbia provato a maneggiare con le sue proprie mani tale impasto può notare una differenza enorme rispetto all'impasto di farina di frumento contenente glutine + amido, cioè la farina con la quale si fa, per esempio, il pane.
Accetto comunque il consiglio di chi ne sa più di me.
Assumerò seitan solo saltuariamente, durante la transizione.
:)
Avatar utente
By gabriella
#1595
Capisco che essendo un cibo che ti piace...è dura !
Anche a me piaceva molto, ma quando mi sono resa conto che mi provocava coliche intestinali e muco nelle feci, ho preferito rinunciarci !
Avatar utente
By luciano
#1599
Priscilla ha scritto:OK accetto, anche se all'apparenza ed al tatto il mescolato di farina di glutine di frumento e acqua non è colloso. Chiunque abbia provato a maneggiare con le sue proprie mani tale impasto può notare una differenza enorme rispetto all'impasto di farina di frumento contenente glutine + amido, cioè la farina con la quale si fa, per esempio, il pane.
Accetto comunque il consiglio di chi ne sa più di me.
Assumerò seitan solo saltuariamente, durante la transizione.
:)

L'apparenza e il tatto non sono sufficienti per determinare la collosità di una sostanza, in quanto la superfice esterna può perdere la collosità al contatto dell'aria per ossidazione pur mantenedo le proprietà collose. Ma poi nell'ambiente intestinale riprende la sua collosità iniziale.
Fai una prova con una grossa goccia di vinavil, o colla vinilica. Versala su un piattino e dopo un po' noterai che la superfice esterna non è più collosa e non si appiccica al polpastrello con cui la tocchi leggermente. Internamente sarà ancora liquida.

Se spalmi un po' di vinavil su due superfici e lo lasci seccare un pò, se poi unisci le superfici mantenendo pressione si incolleranno, anche se apparentemente la colla non sembra essere tanto adesiva.

Non dare per scontato che io ne sappia più di te. Non accettare per vero quello che dico, ma verifica da te stessa provando e ricercando.
Questo deve essere il modus operandi degli Ehretisti: non credere a niente senza averlo verificato.
Dai la possibilità che possa essere una verità quella che ti viene presentata, ma non accettarla a priori. Prima verifica, e giudica in base ai risultati.
AVOGADO TOSSICO?

Non penso che l'avocado sia tossico. Però bisogna […]

Non bisogna generalizzare. Io sono crudista, ma no[…]

Bhe estrarre un incisivo per creare spazio è propr[…]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret