Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Avatar utente
By salvatore3
#19052
Ho fatto la mostarda con il succo di uva , eccezionale!!!!

La faccio ogni anno, la faccio essiccare, una volta essiccata, si può tenere per molto tempo.

La uso per sostituire un pasto o quando ho voglia di cose dolci.

Purtroppo per renderla solida ho dovuto mettere l'amido di grano, non compatibile con la dieta senza muco.

Sapete se esiste qualche possibilità di sostituire l'amido di grano con altro prodotto?

Aspetto qualche idea, grazie.

Saluti

Salvo
Avatar utente
By salvatore3
#19310
Vedo che la mostarda non piace a nessuno, eppure è un alimento senza zucchero, ed è molto nutriente.

Ciao a tutti.

Salvo
Avatar utente
By luciano
#19316
salvatore3 ha scritto:Sapete se esiste qualche possibilità di sostituire l'amido di grano con altro prodotto?
Mi pare che nei posti dove vendono prodotti integrali bio ecc. ci siano altri tipi di addensanti meno mucosi, tipo l'agar agar, poi non so, l'ho sparata.

salvatore3 ha scritto:Vedo che la mostarda non piace a nessuno
Aspetta, non essere precipitoso, lascia che tutti leggano. :D
Avatar utente
By mauropud
#19321
salvatore3 ha scritto:Vedo che la mostarda non piace a nessuno, eppure è un alimento senza zucchero, ed è molto nutriente.

Io non sapevo neppure che esisteva una "mostarda" che non fosse la "mustard" (senape), di cui faccio uso una volta al mese se mi ricordo. :D
Personalmente sono troppo "avanti" ormai per queste cose elaborate...
Avatar utente
By luisa
#19334
Anch'io conosco solo la mostarda con senape......mai assaggiata questa.
Avatar utente
By salvatore3
#19344
La mostarda.

Vi posto la ricetta:

Prendere dell'uva (sana), bio di preferenza, nera, bianca, o mista.

Della cenere di sarmenti, o altra.

Amido di grano o altro.

Cannella o vanilina per dare profumo ( non è indispensabile).

Si possono mettere delle mandorle tritate, tostate o naturali .


Uva 5kg.

Amido. ( 100 gr. per litro )

Cenere. (20 gr. per litro circa) La cenere serve a togliere l'acidità dell'uva.

Prendere l'uva, lavarla, spremerla con le mani, o altro mezzo, il succo ottenuto , 4 litri circa, passarlo con lo scolapasta.

Prendere il succo metterlo in una pentola , mettere 60gr. circa, di cenere, e mescolare il tutto, assaggiare il succo, dovrebbe essere dolce ma non troppo.

Mettere la pentola sul fuoco, fare bollire per 30 minuti.
Spegnere il fuoco, lasciare riposare nelle stessa pentola per almeno 24 ore.

L'indomani filtrare il succo ottenuto, attraverso un panno di cotone.

Misurare il succo filtrato e ponetelo dentro una pentola, unite l'amido, ( 100gr. per litro ), ( sciogliere l'amido a parte con un mixer, per evitare grumi.

Unite la cannella o una piccola bustina di vanilina ( potete non mettere nulla)

Ponete la pentola sul fuoco e fate riscaldare, IMPORTATE dovete girare sempre fino a quando inizia a solidificare. ( 10/15 minuti )


Non fatela solidificare molto, perchè dopo dovete versarla nelle teglie,
riempite per fare uno spessore di 2 centimetri circa.

Si può mettere anche dendro i piatti, per il consumo da subito

Potete mettere sopra la mostarda, delle mandorle tritate.

La mostarda e pronta, si può consumare da subito, il resto potete metterla in frigo e mangiarla nei giorni successivi, si mantiene per molti giorni, in frigo.

Se si vuole conservare essiccata.

Dopo 24 ore, potete tagliarla con un coltello a quadretti di 5X5 cm. mentre e dendro le teglie.

Disponete i pezzettini sopra la carta da forno, nelle teglie.

Poi metterla dendro il forno ad una temperatura di 50C° , lascaiarla essiccare per molte ore, 8-10 ore .

Non fatela essiccare troppo, deve essere asciutta ma morbida.
Conservare per l'inverno .



:D

La quantità di mostarda da fare può variare a vostra volontà.

Saluti

Salvo

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret