Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By drummer
#19393
Salve a tutti
ho il mio collega con una forte nevralgia al nervo Trigemino. A volte soffre molto, noi sappiamo che qualunque patologia deriva dall'accumulo, anche localizzato, di sostanze di rifiuto legate ad una alimentazione "moderna". Vi chiedo, sapreste indicarmi un qualche rimedio naturale per alleviare il disturbo ? Potrebbe andare bene il cloruro di magnesio ?
Avatar utente
By drummer
#19399
Allora sono dolori...per Lui. Considera che quando gli ho detto che faccio il colema 1 volta al mese come minimo, mi ha detto che sono fuori di testa. Una volta gli ho consigliato di fare dei clisteri e mi ha risposto che "me lo potevo sognare visto che da bambino glie lo hanno fatto" e Lui è scappato via .
Proverò di nuovo a spiegargli gli studi di Ehret, di Bernard Jensen ed altri, ma la vedo dura, anzi, durissima.
Comunque grazie ancora.
Avatar utente
By luciano
#19400
Beh, se preferisce tenersi la sua "nevralgia".....spesso tutti gli sforzi sono inutili con una persona avversa al clistere per motivi irrazionali, come "perchè da bambino,,,ecc."
Avatar utente
By sandrod
#19401
potrebbe cominciare ad eliminare i latticini (completamente!) in modo da diminuire l'acidosi intestinale.
Visto che difficilmente farà la DSM, almeno eliminare tutti gli alimenti che contengono conservanti, oltre alle fritture che sono terribili per l'acidosi.
Andrebbero anche eliminati tutti i farmaci.
La mia cefalea a grappolo (che avevo sempre chiamato nevralgia del trigemino) era passata così, anche prima di incontrare Ehret (inutile dire che con la dieta di transizione è sparita completamente).
I risultati per me sono stati pressochè immediati.
ciao
Sandro
Avatar utente
By drummer
#19402
Grazie Sandrod e Luciano
proverò a spiegargli anche questo problema dell' acidosi intestinale derivante da fritture e latticini. Può entrarci qualcosa anche l'eccessivo consumo di dolci ? Oppure è anche la carne, con la produzione di acido urico, a causare un aumento degli effetti infiammatori ?
Insisterò anche col clistere. Speriamo bene, non è bello vedere una persona accanto a me che è sofferente.
A proposito, oggi pomeriggio ho fatto un colema....Una favola...ho espulso un bel po' di robaccia...una bella sensazione di leggerezza....
Avatar utente
By sandrod
#19404
certo che carne e dolci sono deleteri, soprattutto se le quantità sono eccessive.
Rimanendo onnivori è meglio eliminare il più possibile la carne rossa.
Avatar utente
By kebaff
#19410
Per questo tipo specifico di sofferenza può essere un validissimo aiuto l'osteopatia cranio-sacrale, previo reperimento di un buon operatore e fermo restando che bisogna eliminare la causa primaria (muco) che, se non rimossa, presto o tardi si paleserà nuovamente altrove (e ufficialmente con un altro nome..)
Avatar utente
By betula
#19739
La carne crea acidità, lo zucchero di certo non aiuta.
Il caffè se lo deve dimenticare.
By tetraF
#20559
Da un po' di giorni ho fatto anch'io la conoscenza del signor Trigemino.
Una sofferenza indicibile nell'ora di coricarsi, per trovare una posizione nella quale la testa poggi sul cuscino nel modo più indolore possibile...
Penso sia partita da un molare che mi si spezzò a pasqua, e che io lasciai correre. Una botta di freddo la settimana scorsa, e via! I nodi vengono al pettine...
Probabilmente le gengive si sono ritirate quel che basta per mettere in contatto le terminazioni nervose del dene con l'esterno?
Mia madre insiste nel dirmi di andare dal dentista, anche se l'idea di togliere il dente con conseguente desensibilizzazione non mi va molto a genio. Ieri, poi, dopo una mangiata di patate al forno ho visto le stelle.
Oggi ho fatto un giorno interamente digiuno, con la parte al caldo. Vediamo un po'...
Avatar utente
By luciano
#20561
Penso che dovresti comunque andare dal dentista e vedere di che si tratta e rimediare eventualmente. In quest'era è difficile sistemare i denti solo con l'alimentazione. :wink:
By tetraF
#20982
Arieccomi! gli ultimi post li avevo scritti di sfuggita a casa di un mio amico, poiché solo oggi dopo quasi un mese posso rigodere della linea telefonica funzionante, precedentemente isolata dopo un megatemporale che si era abbattuto quando stavo a Pescara per la finale di un concorso di composizione. Lì giù tirava un vento gelido e forte da far cadere i motorini parcheggiati. Proprio lì iniziò il mio calvario col trigemino.
Un dolore verso metà dicembre tale da dovermi costringere a prendere un antidolorifico, io che da più di dodici anni neanche più un farmaco prendevo... I giorni successivi, ho seguito il consiglio di Luciano: si imponeva proprio la visita, l'ortopanoramica ha rivelato una brutta carie non curata nel molare spezzato a pasqua. Una prima strapanata - la secdonda il 9 gennaio - con l'otturazione provvisoria già mi ha placato le ire del nervo. Questo unito ad una dose non massiccia ma costante di: alghe klamath per il compleso B, opercoli di gambo di ananas come antiinfiammatori, e poi a casa avevo delle palline omeopatiche di belladonna.

So che forse è un po' imprudente, ma siccome su di un prontuario fitoterapico alla voce "trigemino" si suggerivano oleoliti vari di solanacee quali giusquiamo, stramonio, ecc. mi son detto: proviamo a vedere che fa... La prima la presi mezz'ora prima del momendol. Poi lì per lì non ci pensai. Due giorni dopo, dopo il digiuno di cui dissi al post precedente, dove la serata andò liscia, ripresi a mangiare ed il dolore tornò di nuovo tremendo, ed a casa del mio amico c'era solo il moment "ordinario". Mi fece poco o niente, da lì pensai: e se fosse stata proprio la belladonna a calmare il dolore? Forse sarà stato un caso ed il nervo s'era sfiammato per gli altri motivi, ma chissà se invece...

Ora tremo e temo per il dente. La devitalizzazione sarebbe da evitare il più possibile e se sì per quali motivi? Mi sembrava di aver letto in un post precedente che non riesco più a trovare che può diventare ricettacolo di infezioni.
Avatar utente
By donnarosa
#57022
ciao sono 2anni che ho un dolore alla parte destra del viso mi fa male sotto l'orecchio mezza testa e le gengive non è un dolore forte ma è continuo sono andata dal dentista perchè credevo che era bruxismo ho fatto anche le lastre. Il dentista dice che non dipende dai denti ma che forse potrebbe essere il trigemino. mi sapete spiegare cosè e come posso risolvere? grazie :)
Avatar utente
By luciano
#57057
donnarosa ha scritto:ciao sono 2anni che ho un dolore alla parte destra del viso mi fa male sotto l'orecchio mezza testa e le gengive non è un dolore forte ma è continuo sono andata dal dentista perchè credevo che era bruxismo ho fatto anche le lastre. Il dentista dice che non dipende dai denti ma che forse potrebbe essere il trigemino. mi sapete spiegare cos'è e come posso risolvere? grazie :)
Leggi questi articoli:
http://www.medicinenon.it/lorenzo-acerra
Molti dentisti non sanno nulla a riguardo. :wink:
Avatar utente
By Foca
#57067
luciano ha scritto:
donnarosa ha scritto:ciao sono 2anni che ho un dolore alla parte destra del viso mi fa male sotto l'orecchio mezza testa e le gengive non è un dolore forte ma è continuo sono andata dal dentista perchè credevo che era bruxismo ho fatto anche le lastre. Il dentista dice che non dipende dai denti ma che forse potrebbe essere il trigemino. mi sapete spiegare cos'è e come posso risolvere? grazie :)
Leggi questi articoli:
http://www.medicinenon.it/lorenzo-acerra
Molti dentisti non sanno nulla a riguardo. :wink:


Penso che dovresti fare un giretto a Firenze, dal dottor Zahlman, lui forse potrebbe dirti la causa

:wink:
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret