Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By animasveglia
#19403
Ciao a tutti,
ogni tanto vengo a mettere la mia presenza e a leggere le nuove testimonianze che risultano sempre interessanti e utili per confrontare i propri risultati con quelli di altri che seguono più o meno la stessa dieta.
Tempo fa stavo leggendo alcune testimonianze e se non ricordo male era sulla sinusite.... si proprio sulla sinusite.

Ad oggi ho compreso che la dieta senza muco aiuta a stare meglio, a prevenire alcune malattie e a rinforzare il proprio sistema immunitario.
Però la possono manifestarsi delle malattie latenti che erano state mscherTE DAI FARMci, DAGLI ANTIBIOTICI, dagli antivirali ecc. ecc., iniziando una dieta soprattutto nel periodo di disintossicazione.

Ho saputo su un post o un articolo di Luciano che ad esempio la sinusite deve essere curata dagli antibiotici (correggimi se ricordo male Luciano), che la carie ha bisogno della cura di un dentista.

Alcune domande le verrei fare ai più veterani e a chi ha esperienza e conoscenza in merito:

1.Quali sono i rischi della dieta saenza muco?

2.Quali sono le malattie che si manifestano più di frequente in statistica se c'è a chi inizia una dieta senza muco?

3.Quali sono le malattie che hanno bisogno della cura con farmaci e antibiotici e che la dieta senza muco non riesce a sostenere nell'autoguarigione?

Ciao a tutti e aspetto le vostre risposte.
By Sagitta
#19408
ciao, amimasveglia, mi sono da poco iscrita al Forum, e mi ero prefissata di leggere tutti, MA PROPRIO TUTTI, i messaggi dei forum prima di permettermi di intervenire, evitando così inutili interventi, doppioni di risposte etc, purtroppo a casa non ho l'ADSL perciò nonostante la mia buona volontà e decine di ore passate al computer, non ho completato la lettura. Ma oggi mi è venuta voglia di rispondere al tuo messaggio. Se intuisco bene Luciano (non lo conosco) credo che non abbia potuto scrivere che la sinusite si deve curare con gli antibiotici :wink: : lo potrà fare in maniera definitiva solo la dieta senza muco. Personalmente molti anni fa ho avuto ottimi risultati con quella ho scoperto da poco essere la Dieta povera di muco. Soffrivo di sinusiti acute durante la maggior parte dell'anno, con dolori atroci non solo nell'abbassarmi, ma anche nel salire semplicemente una scala, nella mia famiglia tutti i parenti di mio padre soffrivano di questo disturbo, mai guarito nonostante le tonnellate di antibiotici. In tre mesi di dieta povera di muco ho risolto l'80% del problema, e circa 10 anni fa la mazzata finale alla sinusite l'ho data con digiuni progressivi che sono arrivati fino a 13 giorni, bevendo solamente acqua e amaroli. Da allora non so più che cosa sia ... Non penso che ci siano rischi nell'intraprendere la DSM ovviamente preceduta da tutti gli step di trans ben specificati nei libri. Per quanto riguarda le malattie che si manifestano + di frequente, non le chiamerei malattie ma crisi disintossicanti e pur essendo personali per ognuno di noi, penso che mal di testa, stipsi, dissenterie, nevralgie varie, eruzioni possano entrare nel carrozzone.Ti direi di slancio "non ci sono malattie che abbisognano di farmaci ed antibiotici e che la DSM non possa risolvere" e credo che possa essere vero nel 98% dei casi, ma non si deve essere assolutisti ,perciò lasciamo un 2 % ...a Big Farma :wink:
By Cosmonauta
#19409
Ciao animasveglia,

l'unico rischio che si corre con la dieta senza muco, è quello di stare meglio.
Se vogliamo, anzi è proprio così, il vero rischio per molti e di farla troppo in fretta trovandosi poi in dificoltà per l'accumulo di tossine in circolo e per la magrezza e spossatezza.
Per evitare ciò bisogna fare in modo che la transizione abbia una velocità adatta allo stato di intossicazione in cui ci si trova.
Di solito i passaggi bruschi non portano lontano.

Le malattie latenti altro non sono che i modi che ha il corpo per disintossicarsi, buttare fuori e bisogna permettergli di farlo senza spaventarsi, magari regolando la velocità con cui questo avviene.
Questo può esser fastidioso ma se non altro si ha la consapevolezza che il corpo sta davvero guarendo e non per finta come succede prendendo medicine.

Per la statistica non so, ognuno di noi ha la propria storia di sregolatezza alimentare e conseguenti disturbi.

Capisco che vivendo in un mondo che va farmaci possa apparire un'utopia farne a meno, ma i farmaci sarebbe molto meglio lasciarli perdere.

Io non sono tra i veterani, ma tra quelli che sul campo ci hanno lasciato dei chili si... :lol:

Ciao e buona continuazione. :D
Ciao a tutti da Valerio

Ciao a tutti, sono Valerio e ho 35 anni. Soffro da[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret