Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By sibillina
#20745
luciano ha scritto:
LAj ha scritto:beh,.... è aumentato l'indice di saturazione della transferrina, che presagisce che crescerà ancora la ferritina, che è già ad un livello preoccupante per la salute del fegato.
Decidi che non sarà così. Magari il pensiero influenza la materia.

Intendo dire che dai troppo credito a queste cose. Secondo quello che mi hanno detto in passato i medici, non averi potuto fare gran che senza farmaci, non sarei stato abile al servizio militare, avrei dovuto fare una vita regolare, controllata, non avrei potuto fare una vita normale senza sostegno e per concludere, dovrei essere già morto da tempo.

Invece sono qui a rompervi le palle! :D E ho avuto la vita più sregolata che possiate immaginarvi.




Luciano, dove si puo' leggere la tua storia?
L'hai raccontata qui sul forum?
Mi piacerebbe leggere il tuo percorso..
e non solo io credo...
Avatar utente
By LAj
#20756
scusami sibillina,
ma capirai che per me è meglio riportare.

Superate le 24 ore di digiuno senza grossi problemi anche se penso ad un altro po' di limonata ed al clistere di stasera.
La sensibilità sulla parte destra dell'addome è stata alta fino alle 15:00, orario in cui abitudinariamente ha inizio la digestione, ed effettivamente ora si sente un gran lavoro intestinale. A parte un po' di angoscia legata ad ansia prima di espellere con le urine un po' di impurità non mi sembra di avvertire particolari problemi. Nulla da segnalare con le urine, anzi anche meno schiumose del solito: sarà l'effetto alcalinizzante del bicarbonato di magnesio?

Effettivamente penso e mi accorgo di non essere tanto in forze.
Mi chiedo se in tre giorni raggiungerò la fase di benessere dopo le eliminazioni.
Avatar utente
By LAj
#20778
Rispetto a quella che ieri( meno male che l'ho scritto ) era una sensazione stamane mi sono ritrovato estremamente indebolito. Ho finalmente visto un po' di schiuma sull'urina, che ha cambiato colore, e mi sono accorto di are un alito pesante ...un quadro perfetto: mentre facevo la doccia ho realizzato che era l'ora dell'alcalinizzante( che avevo comprato giusto ieri sera dopo aver letto il thread di arca ).
Ora, come si dice dalle mie parti, "mi sento n'at' e tanto!"( va molto meglio, ricreato, come ricostituito ).
Tra l'altro non l'avrei mai detto perché ieri sera, tornato a casa dal lavoro, mi sentivo decisamente attivo e solo ora inizio a comprendere che è una reazione adrenalinica per resistere il più possibile fino a tardi.
Questo comunque mi permette di completare le operazioni di lavaggio ma in fondo ho preso subito sonno.
Stamattina poi mi sono accorto che non è stato del tutto tranquillo.

In definitiva:
- ho perso 3 kg;
- stamane ancora non ho preso il succo di limone per non mischiare i succhi( penso di aver fatto esperienza della situazione in cui si rende necessario );
- non sono proprio sicuro del 3° giorno di digiuno.

Vediamo dopo il succo di limone.
Avatar utente
By LAj
#20795
Quasi subito dopo aver completato il messaggio di stamattina ho cominciato a sentire molta energia, che mi ha fatto desistere dall'interrompere il digiuno.

La limonata l'ho presa alle 14:30, ravvisando quel segnale che avevo già avvertito anche ieri, che attribuisco che si fa opprimente.
La limonata a quest'ora mi ha precluso il pranzo, ed io direi di saltare anche la cena per chiudere necessariamente a 70ore ( 3gg ) di digiuno.

Da rilevare che finora non ho mai avuto lo stimolo ad evaquare: possibile? solo aria.

Aggiornamento delle 23 P.M.
Mentre il clistere di ieri sera è uscito prevalentemente giallo,
il clistere di questa sera è uscito prevalentemente rosso.

Inizialmente ho pensato che fosse sangue, il che sarebbe stata una vittoria, in quanto alternativa ai salassi!
Poi mi sono ricordato del succo alla barbabietola di questa mattina.
Qualcuno più esperto di digiuno mi conferma che era il succo di stamattina?
Se così fosse, anche il colore del clistere di ieri è da attribuirsi al succo di limone; mi sembrava troppo scuro!

Mi sa che in definitiva dovrò aspettare al prossimo digiuno. Intanto grazie a questo ho visto nello Specchio Magico lo stato di profonda intossicazione.
A domani per la chiusura.
Avatar utente
By mauropud
#20800
LAj ha scritto:Poi mi sono ricordato del succo alla barbabietola di questa mattina.
Qualcuno più esperto di digiuno mi conferma che era il succo di stamattina?
Se così fosse, anche il colore del clistere di ieri è da attribuirsi al succo di limone; mi sembrava troppo scuro!

Sulla barbabietola probabilmente si': il pigmento arriva velocemente a fondo e viene espulso. A me lo fa dalla sera alla mattina. Sul limone non saprei.
Avatar utente
By LAj
#20807
In ogni caso, stavo pensando, continuerò comunque a prendere succo di barbabietola x pensare che gli da' colore. :D
Grazie Mauro.

Edit: DIGIUNO INTERROTTO
Prima di interrompere il digiuno ho preso un lassativo invece di un limone.
Le sensazioni sono state molto positive, al contrario di quando l'ho preso il giorno prima del digiuno.
Mezz'ora dopo ho mangiato degli spinaci. Penso di aver un po' esagerato, da crudi erano 1kg di spinaci :roll:
Per la preoccupazione mi son sforzato di evacuare ma non c'è stata la buona evacuazione che si aspettava Ehret.
Del resto era passata solo un'ora. Allora mi sono rassegnato e mi sono riletto il libro per eliminare un po' di preoccupazioni: "ho sempre una possibilità con un lassativo o clistere dopo 2 o 3 ore" mi sono detto.
Dopo un po' ho sentito qualcosa che non si poteva trattenere. SORPRESA.
E' stata una scarica molto liquida. Impregnata del tradizionale( oramai ) color barbabietola.

Aspetto a prendere un'altra tisana ma aspetto anche la "buona defecazione" che si auspicava Ehret.

Edit del 21/12:
Finalmente completo il report dell'esperienza:
assodato oramai che sono in una pessima condizione, quel giorno ho dovuto ricorrere ad un clistere( dopo il lassativo ) e l'ho fatto anche un po' più tardi delle 2-3 ore. La sensazione non è stata delle più gradevoli; forse molto influenza derivava dall'ansia.
Quindi ho ripreso a mangiare normalmente ma in funzione lassativa, abbondante.
In realtà ciò che mi è sembrato davvero pesante è stato propriamente il ritorno alla "tragedia dell'alimentazione": dover pensare a cosa preparare, andare a fare la spesa e cosa comprare...
Si stava così bene a digiuno!
Me la sono cavata ma la lezione mi è valsa per il prossimo digiuno. Vedremo di rimanere con i piedi per terra.

Ad ogni modo il contatto con il cibo è stato un po' superficiale; avessi prestato un po' più di attenzione avrei colto un sacco di suggerimenti dal mio corpo. Mi è rimasto solo il consiglio di considerare salata la conserva di pomodori che abbiamo preparato quest'anno e più in generale di salvaguardare le gengive, tipicamente sensibili al sale.

Con l'ansia e questi sensi di colpa sono andato a dormire senza nessun'altra sorpresa sollevante.
Al mattino, appena sveglio mi sono armato di nuovo di borsa e cannula. E' bastata poca acqua per scatenarmi uno stimolo fortissimo. Mi sono liberato ed ho riposto gli attrezzi al quanto soddisfatto, considerando questa come la "buona defecazione" che prima non si era vista.
Al che, in giornata mi sono scatenato con tutti i tipi di frutta e verdura, più o meno lassativa( ed anche di più ), però le mie razioni si sono decisamente ridimensionate rispetto a prima del digiuno.
Ancora una volta sono andato a letto senza l'evidenza del lavoro meccanico dell'intestino.

Il risveglio finalmente è stato determinato dalla necessità di una defecazione, questa volta DAVVERO buona!
Ho approfittato per lavare "la macchina" con l'acqua ma, ancor prima rispetto a quanto accaduto ieri, ho avuto un forte stimolo e mi sono liberato di quel 1/2 litro.
Considerando poco la parte mancante questa volta però ho riempito di nuovo la borsa ed ho ricominciato. Ancora una volta mi sono fermato all'incirca a metà. Ho riempito per altre 2 o 3 volte prima di arrivare in fondo in tutto tranquillità.
Alla fine mi sentivo letteralmente svuotato e mi sono rimesso a letto, dove ho passato tutta la mattinata leggendo il libro.

Noto comunque che il digiuno ha attivato dei processi di eliminazione dai miei capelli che diventano subito unti dopo lo shampoo. Oppure dalla sensazione di sazietà che, come ho detto, avverto ancor prima di aver svuotato il piatto.

Anche io non vedo l'ora di poter ripetere l'esperienza ma vorrei prima fugare alcuni dubbi riguardo questa.
In particolare capire che misure posso adottare per avere più stimoli, sia durante che all'interruzione del digiuno.
Se quel kg :D di spinaci era più indicato suddividerla in più pasti o poteva andar bene, considerando che istintivamente ne volevo ancor di più!

Mi sa di avere lo stomaco in pessime condizioni. Speriamo di aver recuperato qualcosa in questo senso.
Avatar utente
By starmax
#20872
piccolo consiglio per delle feci piu abbondanti kiwi funzionano benissimo (almeno su di me sono portentosi!!! :lol: :lol: )
Avatar utente
By LAj
#20875
Ho paura che siano un po' acidi. Cmq GRAZIE.

Io mi sono fatto un'idea!
Anche guardando cosa è successo con il digiuno.
E' come se, da una parte si alimenti la generazione del nuovo sangue con tanto ferro.
E dall'altra si estrae il ferro come se fosse sempre necessario, dallo stesso sangue!
In entrambi i casi ne è responsabile il fegato e questo è causa di pus rilevato con il clistere durante il digiuno, e di acidità, che posso avvertire quando mi passano i momenti di tensione sul fianco( anche questi tipicamente dopo un digiuno ).

Tutto da verificare.
Ultima modifica di LAj il 29 dicembre 2008, 12:12, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By Antishred
#20905
ciao LAj

come procede la situazione?

posso solo permettermi di darti un piccolo consiglio?

cerca di rilassarti!

da quello che ho letto e dal modo in cui scrivi, si può osservare un certo nervosismo che deriva forse dal timore di aggravare le proprie condizioni, oppure dal senso di "solitudine" dovuto al fatto che siamo i medici di noi stessi... in ogni caso: ogni digiuno in un modo o nell'altro migliora le tue condizioni, quindi prenditi un po'di tempo e rilassati! ascolta un bel cd, disegna, leggi, distraiti in qualche modo! lascia che il corpo faccia tutto, tu di certo non puoi comandarlo e dirgli cosa deve guarire e come. MA se ti stressi pensando troppo, di certo non gli vai incontro! agitarsi non credo aiuti il corpo a rimettersi in sesto.

questo è quello che mi è sembrato, se sbaglio allora ritiro tutto.

Relax!

Saluti e buone feste

Carlo
Avatar utente
By LAj
#21277
Hai ragione,
ogni digiuno migliora le condizioni.

Neanche a farlo a posta ho trovato un cantante di cui ascoltare le canzoni dopo qualche anno che mi sono allontanato dalla musica: http://paolofranceschetti.blogspot.com/ ... -post.html

Dopo tanto dimenarmi, come tu hai notato, sono arrivato almeno ad una certezza e, questa che può essere considerata a tutti gli effetti un successo, te la dedico.

Sono "un assiduo carnivoro"!

Del resto, l'anno che ho considerato di transizione, di quando seguivo la dieta a zona, l'ho trascorso con un rigoroso distacco solo dai cibi amidacei della civilizzazione e la sentenza non poteva essere differente.

Devo riportare la mia ultima esperienza per chiarire le cose.
Ho interrotto un digiuno di tre gg( penso uno degli ultimi così lunghi per un consistente periodo ) precisamente come Ehret consigliava al digiunatore carnivoro: lassativo, crauti e un pezzo di pane, clistere.

Sebbene non ho avuto un'evacuazione naturale la sorpresa è stata nell'averne con i pasti successivi. Ma anche con il clistere ho eliminato dell'acqua schiumosa e l'evacuazione è stata comunque soddisfacente.

Ho tutti dettagli perché avevo preparato tutto il post-digiuno( anche se poi ho finito per sgarrare :) ).
Diversamente dal solito l'interruzione l'ho fatta alle 11 del mattino, quindi alle 10 ho preso il lassativo( 2 tavolette di Sollievo dell'Aboca, a base di senna, una 3^ tavoletta due ore dopo i crauti ).
Ho preparato i crauti ed il pane tostato, non ho esagerato con la quantità, forse con il pane si. Ho fatto davvero attenzione alla respirazione e dopo un po' mi sono accorto che potrei anche mangiarne qualcuno in più la prossima volta.
Quindi dopo 3 ore ho fatto il clistere, so per esperienza che aspettando avrei provveduto senza aiuto ma
1. volevo far transitare il pasto velocemente
2. avevo programmato il resto della giornata
e come dicevo sopra, penso di aver fatto bene.

Poi, i menù che avevo preparato per i due giorni a venire comprendevano
( "senza frutta per un periodo considerevole" è la prescrizione per il carnivoro ):
pranzo
. insalta di carote(2/3) e spinaci (1/3), olio, cipollina e ravanello
. spinacini lessati, pomodoro e cipolla
. quinoa con crema di semi di girasole
. semi di girasole
. croccante di segale svedese
DEVO PROPRIO CONFESSARLO perché ancora non so se e in che misura ha avuto un ruolo,
spuntino
. cioccolato fondente senza zucchero con maltitolo come edulcorante e inulina fibre
. ricotta
cena
. insalata di E. con cavolo cappuccio e senza carota
. 2 carciofi
. rape lessate con pomodoro
. semi di zucca
. pane integrale di kamut fatto in casa e tostato

la sera ho preparato un cucchiaio di semi di lino da prendere al risveglio
in realtà ricordo di non aver fatto in tempo ad alzarmi che sono corso in bagno con gran soddisfazione. Qualcuno penserà che era fin troppo tardi dopo una notte, ma per la mia esperienza personale va bene così.
pranzo del giorno dopo
. insalata di Ehret
. crauti
. semi di zucca
. croccante di segale svedese
. ricotta
cena del giorno dopo
. insalata sedano, radicchio e rucola
. 2 carciofi
. quinoa con crema di carciofi
...non ricordo altro

Comunque a questo punto ho iniziato ad avvertire l'assenza dello zucchero d'uva.
Era come se il digiuno fosse durato 5gg. Fortuna che ho avuto il tempo, in ore pasti, per cercarmi della buona frutta :D

So che i pasti sono troppo lunghi e che la ricotta qui in molti non la vedono di buon occhio ma ho dimezzato le dosi anche di questo alimento dopo il primo digiuno.
Spero che qualcuno d'esperienza voglia aiutarmi a perfezionarli per un miglior risultato perché questa è la base su cui sto lavorando.

Grazie.
Avatar utente
By mauropud
#21312
LAj ha scritto:pranzo...

8O
Secondo me fai troppi miscugli nello stesso pasto. Un primo grosso passo avanti sarebbe di passare al monopiatto, anche quando sgarri (tipo mangi una pizza e solo quella!).
Cosi' facendo vedevo subito la differenza anche quando ero onnivoro! :D
Avatar utente
By LAj
#21318
"verdura cruda e cotta" per avere l'effetto lassativo.

I pranzi su indicati, se ci fai caso erano a base dello stesso alimento: spinaci nel primo caso e cavolo cappuccio nel secondo

La quinoa leggevo da qualche parte che appartiene alla famiglia degli spinaci ...giusto? :roll:

Cmq sento effettivamente la pancia come un grosso pentolone in cui si mischiano tanti alimenti. Qualcosa metterò in atto...
Avatar utente
By parider
#21319
La quinoa è il seme della pianta, ed è un seme amidaceo.
Quindi non è da considerare verdura ma amido
Avatar utente
By mauropud
#21326
LAj ha scritto:I pranzi su indicati, se ci fai caso erano a base dello stesso alimento: spinaci nel primo caso e cavolo cappuccio nel secondo

Cmq sento effettivamente la pancia come un grosso pentolone in cui si mischiano tanti alimenti. Qualcosa metterò in atto...


Se riesci a fare un pasto di ad esempio spinaci + condimento o cavolo + condimento ne guadagni sicuramente in digeribilita'. L'effetto pentolone lo sento anch'io ogni volta che mischio troppo! :D
Avatar utente
By LAj
#21368
parider ha scritto:La quinoa è il seme della pianta, ed è un seme amidaceo.
Quindi non è da considerare verdura ma amido


Detto così sembra pericoloso ma anche luciano scriveva che non era tanto malvagio come alimento.
Il risultato è stato comunque soddisfacente.
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret