Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By sonovel
#21466
Allora, premetto che avevo già fatto un digiuno di 24 ore ed era andato tutto secondo i piani.

Avevo deciso di farne un altro questo week-end, così venerdì sera ho cenato con pane integrale e cavolfiore, poi basta.
Sabato non ho avuto problemi, sono andata a letto, e alla mattina alle 5.30 mi sono svegliata che sudavo freddo, non sentivo le gambe, avevo il cuore che batteva all'impazzata, non riuscivo a reggermi in piedi.

Allora mio marito mi ha dato un bicchiere di acqua e ... 2 TOGO!!

Ho preso colore e sono riuscita ad addormentarmi, anche se dopo un ora la tachicardia ha ripreso.

Leggendo il libro, c'è scritto che cose del genere possono succedere, magari smaltendo molte tossine in una volta o magari medicinali molto vecchi, ma quando ci si trova in mezzo è molto difficile stare calmi.

Qualcuno di voi ha avuto esperienze del genere?
Avatar utente
By luciano
#21472
Si, è esattamente quello che succede quando tossine particolari entrano in circolo. Quelle dei farmaci sono le più aliene per il corpo.

A me mi è capitato durante un digiuno, è il cuore sembrava una macchinetta che andava per i cavoli suoi.

Ho mangiato una mela e sono terminate, ma non so se sia stata la mela o semplicemente perchè era finito l'effetto delle tossine in circolo.
Avatar utente
By sonovel
#21473
Ma se si arriva allo svenimento?

Io soffro di pressione bassa, e vorrei sapare quali sono gli alimenti più indicati per "riattivarsi" un po'
Avatar utente
By luciano
#21474
sonovel ha scritto:Ma se si arriva allo svenimento?

Io soffro di pressione bassa, e vorrei sapare quali sono gli alimenti più indicati per "riattivarsi" un po'
Introdurre un po di amidi, pasta riso ecc.

Questo fino a quando il corpo non aggiusta da solo la pressione.

Caffè e the alzano innaturalmente la pressione ma aumentano anche la tachicardia.

L'aglio è un rimedio che molti consigliano.

Queste possono essere soluzioni temporanee.

Io in passato risolvevo prendendo vitamine e minerali ad alto dosaggio.

L'esercizio fisico è importante, anche se all'inizio si può essere riluttanti.

In ogni caso se si sta facendo un digiuno che produce questi sintomi in modo marcato, questo va interrotto, perché sta smuovendo più di quanto facilmente tollerabile.
Avatar utente
By salvatore3
#21480
Premesso che sono in transizione da 2 anni circa, non mangio più carne, una volta al mese il pesce, eliminati i latticini inclusi i formaggi, poco pane e tutto è andato bene.

Per circa 30 anni ho avuto la pressione bassa ( 70/110 ), con battiti del cuore 60 circa.

20 giorni fa mi è aumentata la pressione a ( 90/145) con battiti del cuore a 120/150, apparentemente senza nessuna causa, ne di digiuni ne di cibi particolari, ne clisteri.

Quindi sono tornato a reintrodurre un po di schifezze tutto sta ritornando alla vecchia pressione.

Ma io non mollo la strada intrapresa, e sto riprendendo la dieta senza muco.

Io penso che per la mia età, la strada è molto più lunga e ci vado con una certa calma, perche mi sento di togliere tanti di quei veleni incollati nel mio intestino:

Molti vaccini per recarmi all'estero, molti cibi consumate in certi paesi asiatici e nord africa , e in molti paesi europei .

Quindi penso che la reazione del corpo alla nuova dieta, sia normale, dobbiamo solo aspettare.

Non dimentichiamo che quando siamo venuti al mondo ci hanno costretti ad un cibo che non eravamo predisposti, ed erano dolori di pancia.

Con questo non voglio dare la colpa ai nostri genitori, ma ai nostri (consiglieri notrizionisti).

Saluti a tutti

Salvo
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret