Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

By monia
#21921
Ciao a tutti,

avreste qualche marca di integratori da consigliarmi? integratori generici non solo per una vitamina in particolare...
grazie
:)
Avatar utente
By zucchina
#21923
Ciao Monia,
ti potrei consigliare quello che sto prendendo io: le alghe Klamath e il succo d'aloe vera.
Ti posso dire che mi trovo benissimo anzi da quando prendo l'aloe vera posso fare a meno di prendere i fermenti lattici quando faccio il lavaggio intestinale poichè il mio intestino è puntualissimo e sento che sta meglio.
Ciao.
By monia
#21924
Ciao !
Grazie per il consilgio ma le alghe e l'aloe sono proprio il mio tallone d'achille. Le alghe non so perchè proprio non mi ispirano e verso l'aloe invece ho un atteggiamento duplice: da una parte sento che fa bene, però dall'altra ho come l'impressione che più che pulirti tenda a spostare il problema da una parte del corpo ad un'altra. Magari mi sfiamma il colon ma poi mi infiamma qualche altra cosa.

Tu invece ti trovi bene? come la utilizzi?
Ma l'aloe va bene poi come integratore?
Ciao :)
Avatar utente
By celestia
#21931
Ciao Monia
Attenta alle alghe perchè stimolano la tiroide, controlla i valori se le usi da tanto tempo, è bene non prenderle a lungo senza consultare un medico o un dietologo, puoi rischiare Hashimoto o un'ipertiroidismo iatrogeno, difficile da trattare.
Comunque anche per gli integratori è bene non eccedere, devono servire per integrare, ma non sono alimenti, a torto sono sottovalutati, vengono equiparati al cibo, ma mangiarli fissi è sconsigliabile, a parte che poi "perdi" l'effetto perchè il fisico si abitua e non li sfrutti più.
Con simpatia
Celestia
Avatar utente
By Calogero
#21935
celestia ha scritto:Ciao Monia
Attenta alle alghe perchè stimolano la tiroide, controlla i valori se le usi da tanto tempo, è bene non prenderle a lungo senza consultare un medico o un dietologo, puoi rischiare Hashimoto o un'ipertiroidismo iatrogeno, difficile da trattare.
Comunque anche per gli integratori è bene non eccedere, devono servire per integrare, ma non sono alimenti, a torto sono sottovalutati, vengono equiparati al cibo, ma mangiarli fissi è sconsigliabile, a parte che poi "perdi" l'effetto perchè il fisico si abitua e non li sfrutti più.
Con simpatia
Celestia

Scusami, Celestia, ma stai dando delle informazioni scorrette.
Le alghe di acqua dolce, come la Klamath, la Spirulina e la Clorella, non contengono iodio o ne contengono pochissimo, e nelle dosi adeguate non comportano rischi di alcun tipo. Solo le alghe brune (es. il Kelp, la Kombu), che sono le più ricche di iodio, potrebbero essere controproducenti per chi già soffre di ipertiroidismo (anche se non è certo), perché chi ha la tiroide sana può solo beneficiarne, ovviamente con un consumo moderato.
I terreni, e quindi anche i prodotti che vi sono coltivati, sono sempre più poveri di iodio, quindi una integrazione di questo elemento può solo essere utile; ovviamente prendiamo per buono, per semplice cautela, che chi soffre di ipertiroidismo sarà bene che eviti le alghe brune.
Io uso il Kelp da 18 anni, senza pause, e non mi ha dato mai problemi.
Ma chi ha detto che gli integratori non sono alimenti? Questo vale per gli elementi isolati puri, che siano di sintesi o estrapolati da alimenti, ma le alghe e tante piante particolarmente ricche di vitamine e/o minerali, così come altri prodotti naturali non o poco manipolati, sono veri e propri alimenti che possono svolgere la funzione di integratori, proprio perché la loro particolare ricchezza di alcuni elementi va ad integrare un'alimentazione che ne è povera, anche se sembra apparentemente ricca.
Non è assolutamente vero che gli integratori si possono prendere solo a periodi, perché l'organismo ha sempre bisogno di essere nutrito bene sia di macro che di micro-elementi; magari può essere utile variare i tipi di integratori, ma non è necessario cessarne completamente l'assunzione.
E' logico che un organismo carente e con degli acciacchi si accorga di più all'inizio dell'effetto degli integratori; ma il fatto che poi continui a stare bene o soltanto meglio, non significa che non li sfrutti più, ma significa che sta funzionando meglio, e se si abitua ad una condizione migliore è solo un bene.
In 18 (quasi 19) anni di assunzione di integratori, ne ho provati diversi: quelli che ho mantenuto fissi sono la vit. C e le compresse di alga Kelp; per diversi anni ho usato la farina d'ossa per il calcio, ma da qualche anno a questa parte l'ho sostituita con capsule di equiseto; da alcuni anni a questa parte sto usando i semi di girasole quasi tutti i giorni, visto che sono un concentrato di tutte le vitamine e quasi tutti i minerali.

Monia, mi sembra di capire che tu vorresti semplicare al massimo prendendo un integratore che contenga tutta la gamma di vitamine e minerali, ma un prodotto del genere può essere "costruito" solo dall'uomo, e comunque non potrà mai essere veramente completo, visto che ci sono sicuramente altri elementi non ancora conosciuti che possono trovarsi solo negli alimenti naturali non manipolati.
A parer mio la cosa migliore da fare, per una buona integrazione, è informarsi bene sui tanti prodotti in commercio e sceglierne alcuni, tra quelli meno manipolati, da abbinare per avere una gamma più completa possibile di vitamine e minerali, almeno di quelli già conosciuti.
Il giorno che potremo tutti avere il nostro orto, concimato con prodotti ricchi di minerali, isolato dall'atmosfetra inquinata, irrigato con acqua non inquinata, e magari seguendo la Biodinamica, potremo, forse, non avere più bisogno di integrazioni alimentari.
By monia
#21936
Diciamo che visto il problema della povertà del suolo e quindi anche dei suoi prodotti...(possiamo anche comprare frutta e verdura biologica ma secondo me è sempre più povera rispetto a come dovrebbe essere)vorrei integrare qualcosa alla mia alimentazione...tutto qui. Però le alghe non mi ispirano è una cosa istintiva.
Avatar utente
By Calogero
#21938
I migliori prodotti non marini, per una integrazione "abbastanza" completa, tra quelli che ho conosciuto finora, sono i semi di girasole (mangiati così come sono) e l'erba d'orzo (Green Magma), abbinati, possibilmente, alla vit. C supplementare.
Poi tu prendi ciò che ti ispira di più.
By syncster
#21945
Calogero ma vanno assunti insieme o in momenti diversi gli integratori che hai citato?
Avatar utente
By sibillina
#21949
Ciao io sto integrando omega 3 con i semi di lino macinati. Ho trovato un macina pepe e li trito al momento su insalata e verdure.
Avatar utente
By LAj
#21955
syncster ha scritto:Calogero ma vanno assunti insieme o in momenti diversi gli integratori che hai citato?

Guarda il caso:
ora che ho comprato il green magma, sto aggiungendo nello shacker la vit. C che già prendevo.
Vorrà dire che aggiungerò anche i semi di girasole :) durante al pasto
By syncster
#21956
che shacker ti fai laj?
Avatar utente
By braveheart
#21957
Per quanto riguarda i semi di girasole li ho trovati al negozio bio dove mi servo , ma sono di provenienza cinese..c'è da fidarsi secondo voi :?:
By monia
#21966
ok grazie, quasi quasi vado in un negozio bio e mi faccio dire le varie opzioni.
Avatar utente
By Calogero
#21969
syncster ha scritto:Calogero ma vanno assunti insieme o in momenti diversi gli integratori che hai citato?

Sarebbe meglio insieme. Non so se sono stato chiaro, ma se si prendono i semi di girasole non importa prendere il Green Magma, e viceversa, anche se prendendoli allo stesso pasto male non fanno, anzi si potenziano a vicenda.

sibillina ha scritto:Ciao io sto integrando omega 3 con i semi di lino macinati. Ho trovato un macina pepe e li trito al momento su insalata e verdure.

Non sono ancora riuscito a trovare un macinapepe efficace per macinare i semi di lino, così ho cominciato ad usare l'olio di lino, che ha anche il vantaggio di essere privo di un antinutriente presente nei semi, ma lo svantaggio di essere molto alterabile (va conservato in frigo e consumato entro 8 settimane dall'apertura).

braveheart ha scritto:Per quanto riguarda i semi di girasole li ho trovati al negozio bio dove mi servo , ma sono di provenienza cinese..c'è da fidarsi secondo voi :?:

Credo che siano gli stessi che ho sempre usato io, della Ecor.
In Cina non fanno solo schifezze; le colture biologiche e controllate ci sono anche lì, anche perché ci sono pure i cinesi che possono permettersi di mangiare bene. Poi vengono controllati anche da un Organismo di Controllo italiano, quindi teoricamente si possono mangiare tranquillamente.
Purtroppo nessun alimento (così come gli oggetti) è esente al 100% da possibili frodi, ma se non ci fidassimo un po', ci rimarrebbe solo la pratica del digiuno; ci disintossicheremmo di sicuro, ma si farebbe la fine di quel ciuco che, proprio quando imparò a non mangiare, ci lasciò la pelle :lol:

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret