Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

#1859
Essendo diabetico insulino dipendente da quasi 18 anni, ho intenzione di intraprendere questo cammino, attraverso la dieta Ehret, soprattutto per daremi una speranza di poter finalmente controllare al meglio il mio stato metabolico sconbussolato dal diabete mellito. Dunque, chiedo se qualcuno, magari dabetico come il sottoscritto, potrebbe darmi qualche utile parere in merito.
Avatar utente
By Bruschino
#1861
Nessun diabetico segue la dieta di Arnold Ehret?
Avatar utente
By luciano
#1862
Bruschino ha scritto:Nessun diabetico segue la dieta di Arnold Ehret?

Il diabete è una serie di sintomi che il sistema di guarigione della dieta senza muco risolve, essendo la causa unica per ogni malattia.

Cercare altre persone con la stessa serie di sintomi, non è di nessuna utilità, in quanto ognuno è diverso e le reazioni della disintossicazione possono essere diverse e non per forza comuni a persone affette dagli stessi sintomi.
Aspettarsi che ciò che si riscontra in una persona debba accadere anche a sè può indurre in confusione.
Per alcuni può occorrere poco tempo, per altri molto di più, pur avendo gli stessi sintomi, perché dipende dallo stato generale del singolo individuo.
Avatar utente
By Bruschino
#1863
Il fatto che la dieta di Ehret possa anche solo migliorare l'assetto glicemico non sarebbe poco!!
Attendo il libro che studierò con molta attenzione e scrupolo.
Grazie
Avatar utente
By arca
#1874
E' da tempo che desideravo poter portare a conoscenza del fatto che il diabete può in qualche modo essere imbrigliato e risolto per mezzo della scrupolosa osservanza con il metodo Ehret. Non essendo un medico, mi posso sbilanciare a dire ciò!!!!!!!!!!!

Pur riportando i seguenti due casi, ciò deve servire solo come motivazione e come conferma che il sistema Ehret funziona e non come riferimento del proprio caso rispetto ad altri casi; non è quest'ultimo il mio obiettivo.
Inoltre voglio anche portare il pubblico a conoscenza di alcune cose che non si conoscono.

Ci sono due miei conoscenti che stanno seguendo la rigenerazione; uno dei due è un ragazzo di 47 anni che, all'età di 7 a seguito di uno shock da operazione chirurgica, è divenuto insulino-dipendente e quindi sono 40 anni che fa siringhe di insulina. L'altro mio conoscente è una donna di 58 anni con il cosidetto diabete tipo 2.

Per chiarezza di tutti, desidero fare una breve disquisizione per poi fare qualche dichiarazione oltre che operativa anche personale (quasi di sfogo).

Vediamo come la medicina definisce il diabete:
Diabete Mellito di Tipo 1 - o Diabete Mellito Insulino-dipendente, dove la Malattia è dovuta ad una mancanza di produzione di Insulina da parte del Pancreas e necessita di essere trattata con terapia sottocutanea a base di Insulina.

Diabete Mellito di Tipo 2 - o Diabete Mellito non-Insulino-dipendente, è una Malattia in cui l'Organismo è ancora in grado di produrre Insulina, ma poi accade qualcosa che lo rende resistente all'azione dell'Ormone.
Questa tipologia di TIPO 2 è più comune del Diabete Mellito di tipo 1 ed è responsabile di almeno il 75% dei casi di Diabete.
Ci ritorno tra poco.


DICHIARAZIONI DI SUCCESSI
La prima
Ritornando al ragazzo di 47 anni, un amico con il quale si stanno applicando i principi che noi tutti conosciamo in questo forum, l'altro giorno mi ha dichiarato: "Per la prima volta dopo 40 anni in cui prendo insulina (oggi 5 dosi/giorno) è la prima volta che posso affermare che seguendo le indicazioni della linea Ehret mi sento bene più frequentemente come mai mi sono sentito e quando ciò accade dura anche per più tempo."
Le oscillazioni dei suoi valori di glicemia si stanno restringendo ed i picchi sono sempre meno intensi.
L'unica cosa alla quale si deve stare attenti è un super-controllo della glicemia a partire da un mese della dieta Ehret, ciò in quanto con la disintossicazione "scorte" di insulina nei tessuti possono essere di colpo rilasciate nel sangue e sommarsi alle normali dosi assunte dando luogo ad un violento crollo della glicemia con rischio di coma diabetico.

La seconda
Parliamo della donna che dopo poche settimane di disintossicazione, ha cominciato a sentirsi meglio, ha migliorato il colore della pelle, la luce degli occhi e l'umore. Comincia a sentirsi diversa....

Quindi, per quanto sto seguendo, il metodo Ehret funziona anche sul diabete, che sia di tipo 1 o di tipo 2. Questi sono fatti!!!!!!!

ancora sul DIABETE sia 1 che 2
Tempo fa navigando su internet, lessi di un medico di Ancona che aveva scoperto un metodo per risolvere il DIABETE TIPO 2 di cui sono vittima almeno 150 milioni di persone.
Contattai personalmente questo medico il quale ha circa 80 anni ed era disperato: aveva scritto a tutti in ogni dove ed in ogni quando, Istituzioni, giornali ed altri: NESSUNA RISPOSTA!!!!
Poichè sono geneticamente nato come rompiscatole, gli chiesi se era a lui gradito che intervenissi a nome suo presso altri enti ed istituzioni per cercare di trovare un modo per informare l'opinione pubblica e mi diede il suo consenso: scrissi almeno una ventina di mail ad associazioni di consumatori, al sito di Beppe Grillo e ad altri: NESSUNA RISPOSTA. Ma lui me lo aveva detto: non le risponderà nessuno poiché si vuole continuare a tenere lì l'industria del malato. :x
Questo medico afferma essenzialmente quanto segue: "il fegato è la causa principale della inattivazione dell'insulina che, nel caso di DIABETE tipo 2, viene prodotta dal pancreas ma viene inibita appunto dal fegato."

Il fegato è, per gli zuccheri provenienti dall'alimentazione, una sorta di centralina: quando essi sono alti, non inibisce molta insulina, ma quando sono bassi, ne inibisce molta affinché, giunta nel sangue, non inattivi tutti gli zuccheri provocando una violenta ipoglicemia e dando luogo all'utilizzazione degli zuccheri stessi.

Lo scopo di questo medico era di curare e guarire 150 milioni di diabetici tipo 2 e ridurre il potere delle case farmaceutiche suggerendo la sperimentazione di un sistema di micro-chirurgia vascolare per cui l'insulina che parte dal pancreas non andasse tutta al fegato per essere erroneamente inibita, ma che lo bypassasse per mezzo di un capillare che riversasse piccole dosi di insulina direttamente nel sangue prima di arrivare al fegato.
Ora, alla luce del metodo Ehret, non mi sogno neanche lontanamente di appoggiare una operazione chirurgica per quanto banale possa essere, ma voglio porre enfasi su questi tre punti:

1
questa è una ulteriore conferma che i "farmaci" non vogliono ....lasciarci e che nessuna strada che li possa evitare sarà mai appoggiata dalle istituzioni o comunque da quelli che noi con i nostri voti mettiamo lì e con le nostre tasse paghiamo per cautelarci.

2
che l'ipotesi che il fegato sia la causa primaria della inattività dell'ormone insulina fisicamente non dipende da altro che da una intossicazione dell'organismo e dell'organo in particolare che così come porta un raffreddore può portare un difetto dei meccanismi di controllo dei tassi insulinici nel sangue.

3
se il pancreas è rimasto intossicato (come a seguito dello shock del ragazzo di 47 anni a 7 anni), possiamo avere una patologia di TIPO 1, ma anche questa è gestibile, secondo me, fino a completa guarigione. Certo è una questione di tempo e di maggior attenzione visto che in questo caso si deve far fronte anche all'intosicazione dell'insulina assunta.


CONCLUSIONE
Caro Bruschino, quello che ti posso vivamente consigliare è di comprendere bene il sistema Ehret (che definirlo "solo" geniale sarebbe sottovalutarlo) e di metterlo in pratica. Quando leggerai il libro passaci attraverso più volte fino a totale comprensione e divieni maestro e medico di te stesso.

Ma, mi raccomando, controlla spesso i valori di glicemia e passa attraverso una dieta di transizione in modo "molto di transizione". :wink:

Spero che ora ne sappiamo un po' di più, saremo anche un po' più liberi.

Un caro saluto.

Aca :D
Avatar utente
By Bruschino
#1883
Arca la tua risposta dice tutto e nn ci sarebbe da aggiungere altro, punto!

Però, permettimi di aggiungere che il cavallo (cito il cavallo perchè se si stende è perchè sta davvero male, visto che di solito dorme persino in piedi) e tutti gli animali ci insegnano una cosa molto semplice: quando stanno male si stendo per terra, riposano, digiunano ed aspettano di guarire.. come fa anche l'uomo ma in ospedale o a casa che sia, assumendo farmaci e velini vari.. bella la medicina occidentale... Un concetto semplice insomma, come fare una "O" con un bicchiere.
Le mucche pascolano l'erba (l'uomo però gli da i cereali), gli uccelli mangiano gli insetti e non voglio ripetere una sorta di Cantico delle Creature, non mi permetterei visto fra l'altro faccio parte dell'ultimo anello della catena animale, visto che l'uomo ha deciso di farne parte da tempo.

Per tornare al discorso del diabete, quando sento diabete senile (termine inappropriato) o di tipo 2, sempre di diabete si tratta, penso fra me:"eppure basterebbe aggiustare la dieta senza almeno i cereali come ho fatto io prima di eliminare la carne e poi il pesce.... e tutto potrebbe tornare quasi alla normalità.. quasi perchè nn basterebbe come sappiamo e come il Sistema di Ehret ci insegna.

Io il libro ancora devo leggerlo.. lo sto aspettando, ma mi è già bastato per capire sufficientemente l'antifona.. il libro mi chiarirà tutto e meglio.

Sto mangiando da tre giorni verdura e frutta.. sono vivo... la glicemia sale se mangio troppa frutta... si alza facilmente.. devo somministrare poche unità di insulina per correggerla... prima di cena è sempre alta ma ora mi è più facile farla scendere. Ancora è presto, ci devo lavorare su ancora molto; non sono stupido, le cose le apprendo infretta, non so se per il fatto che io sia molto intelligente o molto istintivo o forse entrambe le cose. Metto con facilità tutto in pratica ed acquisisco le informazioni più essenziali molto infretta.
Se qualcosa non la conosco devo conoscerla e per conoscerla devo scavare assolutamente affondo... con Ehret credo farò la stessa cosa.
Le persone che sono diverse e predicano qualcosa che va controcorrente mi incuriosiscono perchè alla fine forse sono anche io così.. esser o cercare e sentirmi diverso per distingurmi dalla massa, per me è più di un fatto essenziale. Forse nel passato non sarei sopravvissuto, nel presente se vuoi sopravvivere devi assolutamente distinguerti anche se dovrai mettere in conto che troverai molti ostacoli lungo il cammino.... ostacoli.... tutti gli ostacoli possono esser superati se il gioco vale la candela e la vale.

Prima di diventare diabetico ero determinato fino al midollo a diventare un campione di bodybuilding.. trangugiavo quantità abnormi di cibo ogni giorno fino quasi a farmi venire il voltastomaco.
Con una volontà ostinata e moltà caparbietà, ho continuato nei miei intenti senza mai fermarmi, come adesso. Per me passare ad un'alimentazione simile è forse più facile o meno doloroso di quanto lo è stato per voi. I bodybuilder mangiano per mesi albumi d'uovo, petti di pollo e riso integrale bollito, verdura, poca frutta e pochi grassi.. chi mai sarebbe disposto a fare una cosa simile? Chi?!
Ultimamente andavo in pizzeria con gli amici ma la pizza non mi sfiorava minimamente.. se fosse per me i panifici e le pizzerie sarebbero già chiuse da un pezzo. Per un bodybuilder dunque tutto è più facile anche se il sistema dell'alimentazione di Ehret è tutt'altra cosa.. lo so benissimo.
ecco dunque che passare a mangiare intere insalatiere piene di verdura per me è stato più semplice visto avevo spianato la strada da un pezzo, come se una mano provvidenziale mi aiutava dall'alto dei cieli.

ll cammino non sarà facile, lo so benissimo ma chi non ha mai affrontato difficoltà e strade impervie nella propria vita?

P.s.
nella mia zona esiste la Progenia, formata da un gruppo di studiosi americani ed italiani, con lo scopo di mappare il genoma dei Sardi della zona del Nuorese, inquanto pare che in questo luogo i geni siano favorevoli per la longevità e tuttavia il diabete è il disturbo più diffuso in Sardegna.. siamo i primi al mondo; inoltre studiano le malattie che ci colpiscono inquanto in queste zone certe malattie sono nate a causa dell'assenza quasi totale di influenze esterne e dai matrimoni tra consanguinei. Ho rivolto alcune domande ad un ricercatore americano che proprio oggi è venuto ad allenarsi nella mia palestra, per quanto riguarda le terapie con le cellule staminali per sconfiggere il diabete.. la risposta non è stata molto esauriente.. mi ha parlato di un gene difettoso.. perchè ora, mi domando io, non si parla altro che di geni?
Il diabete è il disturbo dei benestanti.. per i benestanti, vedi case farmaceutiche.. ecco perchè non lo si vuole sconfiggere.
Per la cronaca,, una volta mappato il nostro genoma, lo stesso sarà venduto a chissà chi.. si faranno nuovi farmaci per la cura delle malattie e miliardi di dollari pioveranno nelle loro tasche.
Avatar utente
By arca
#1884
Bruschino ha scritto:perchè ora, mi domando io, non si parla altro che di geni?


...poiché, tra l'altro, credo che parlare di cose più evidenti potrebbe essere motivo di contestazione ed alla ricerca questa cosa non piace; queste cose sono così piccole ed invisibili a noi poveri umani che dobbiamo "crederci per fede"..... e loro ci guadagnano :evil: tenendoci in schiavitù.
Sono anni che non vedo la TV, ma ieri sera, poiché nella nuova casa in cui mi trovo c'è l'antenna e la televisione, l'ho accesa per qualche minuto; mi sono trovato la pubblicità di un fluidificante per la tosse e la voce diceva che il prodotto può provocare anche seri danni alla salute. Ma siamo matti? Qui parliamo di sofisticatissimi - e COSTOSISSIMI che noi paghiamo - congegni elettronici per la sicurezza delle auto e poi ci ammazziamo con le strade a pezzi e buche oppure con un fluidificante della tosse!!!!!!! :(
Inoltre una nuova branca, quale quella genetica, è molto utile per far canalizzare verso la ricerca una quantità di miliardi che potrebbero veramente servire per il sociale..... 8O ; invece no!!!! I danari della comunità li sprechiamo così. Tutto bene. :? Ma che tutto bene: NON VA AFFATTO BENE!!!!!!!!!!!!

Altro che geni del genoma; qui è una questione di geni del male. :P

Arca
Avatar utente
By Bruschino
#1888
arca ha scritto:
Bruschino ha scritto:perchè ora, mi domando io, non si parla altro che di geni?


...poiché, tra l'altro, credo che parlare di cose più evidenti potrebbe essere motivo di contestazione ed alla ricerca questa cosa non piace; queste cose sono così piccole ed invisibili a noi poveri umani che dobbiamo "crederci per fede"..... e loro ci guadagnano :evil: tenendoci in schiavitù.
Sono anni che non vedo la TV, ma ieri sera, poiché nella nuova casa in cui mi trovo c'è l'antenna e la televisione, l'ho accesa per qualche minuto; mi sono trovato la pubblicità di un fluidificante per la tosse e la voce diceva che il prodotto può provocare anche seri danni alla salute. Ma siamo matti? Qui parliamo di sofisticatissimi - e COSTOSISSIMI che noi paghiamo - congegni elettronici per la sicurezza delle auto e poi ci ammazziamo con le strade a pezzi e buche oppure con un fluidificante della tosse!!!!!!! :(
Inoltre una nuova branca, quale quella genetica, è molto utile per far canalizzare verso la ricerca una quantità di miliardi che potrebbero veramente servire per il sociale..... 8O ; invece no!!!! I danari della comunità li sprechiamo così. Tutto bene. :? Ma che tutto bene: NON VA AFFATTO BENE!!!!!!!!!!!!

Altro che geni del genoma; qui è una questione di geni del male. :P

Arca


Arca, credo nn ci sia altro da aggiungere.
Avatar utente
By cartesio
#1899
Non capisco come si possa affermare di guarire da una malattia come il diabete tipo I (le insulae del Langherans ovvero le cellule beta non ci sono più!). Forse intendevi migliorare la qualità della vita......
Avatar utente
By luciano
#1901
cartesio ha scritto:Non capisco come si possa affermare di guarire da una malattia come il diabete tipo I (le insulae del Langherans ovvero le cellule beta non ci sono più!). Forse intendevi migliorare la qualità della vita......

Hai letto il libro?
Avatar utente
By Bruschino
#1933
Nessuno è mai sceso fin giù al pancreas per vedere cosa sia accaduto nella realtà.
Da quando mi sto nutrendo con sola frutta e verdura, però la glicemia sta mutando radicalmente...in meglio è ovvio, e questo non è poco.

Sto aspettando il libro con ansia (Luciano, quando mi arriva?).
Certo, devo dire che soprattutto davanti le pietanze Natalizie è davvero dura resistere... ci sono dei ripensamenti, dubbi, paure ma, fondamentalmente ciò che si cerca è la salute. I livelli d'energia fisica e mentale non sono al momento al massimo e l'appetito è parecchio. Tuttavia, ci sono molti vantaggi che cominciano a spuntare all'orizzonte.. spero che questi aumentino e spero soprattutto che l'adattamento arrivi presto e che le mie attese si concretizzino al meglio.
Ho bisogno d'energia per affrontare i miei impegni del resto, e anche se attualmente me ne manca un pochino, ho fiducia e spero.

Attendo solo il momento dell'arrivo del libro e sono convinto che solo così potrò chiarire molte cose che sicuramente sto tutt'ora sbagliando.
Avatar utente
By cartesio
#1936
[Nessuno è mai sceso fin giù al pancreas per vedere cosa sia accaduto nella realtà]

8O 8O 8O 8O

Di sezioni istologiche di pancres trapiantati a pazienti diabetici di tipo I hai mai sentito parlare?
Cosa succede nel pancreas è stato ampiamente visto, eccome! (sottolineo VISTO).
Che poi con opportune diete si possa migliorare la qualità della vita è un altro discorso, del tutto plausibile ed auspicabile.[/quote]
Avatar utente
By cartesio
#1937
[Di sezioni istologiche di pancres trapiantati ]

Naturalmente intendevo dire espiantati, non trapiantati[/quote]
Avatar utente
By luciano
#1940
cartesio ha scritto:[Nessuno è mai sceso fin giù al pancreas per vedere cosa sia accaduto nella realtà]

8O 8O 8O 8O

Di sezioni istologiche di pancres trapiantati a pazienti diabetici di tipo I hai mai sentito parlare?
Cosa succede nel pancreas è stato ampiamente visto, eccome! (sottolineo VISTO).
Che poi con opportune diete si possa migliorare la qualità della vita è un altro discorso, del tutto plausibile ed auspicabile.
[/quote]

Queste disquisizioni non servono ai fini della dieta senza muco.

Questo forum non è stato creato per mettere in discussione gli insegnamenti di Ehret.

Serve per aiutare quelle persone che hanno letto il libro e ritengono che gli insegnamenti siano fondati e applicabili, a seguire la dieta senza muco.

Nient'altro.

Se a te piace discutere, polemizzare ecc., invece che mettere in pratica la dieta di Ehret, sono sicuro che sulla rete trovi dei forum più adatti.

Nessuno vuole che cambi le tue convinzioni, ma purtroppo chi continua a credere nella veridicità della scienza e della medicina in particolare, ha difficoltà se non impossibilità di seguire il pensiero di Ehret.

Perciò i tuoi post che parlano di sezioni istologiche ecc. non sono di aiuto alcuno quì, e vorrei quindi che ti attenessi al regolamento.
Avatar utente
By Bruschino
#1951
Suvvia signori miei, la discussione è nata per causa mia, mi scuso e cercherò personalmente di mantenermi fedele alle idee di questo forum.

Spero presto di poter scrivere una mia personale testimonianza come Ehretista diabetico con tutti i buoni progressi che sto ottenendo. Ho già diminuito l'insulina e solo ieri la mia glicemia s'è tenuta sempre bassa, cosa in passato accadutami solo raramente!

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret