Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By mauropud
#2030
Bruschino ha scritto:Telethon... è una bufala pazzesca?... e poi, dove vanno a finire davvero quei soldi?

Io proverei a indagare sul serio: e sarei sorpreso se ci lasciassero controllare dove davvero finiscono i soldi in tutte queste "collette". :)
Avatar utente
By Tyler
#2033
Non so dove vadano a finire esattamente quei soldi ma ho dei seri dubbi che vadano a chi dovrebbero in realtà andare.
Ti posso dire che ho un'amica carissima che ho conosciuto in Sudafrica che vive li e che è molto attiva socialmente nei confronti del suo popolo.
Ebbene lei mi disse tempo fa: "non dare mai un centesimo dei tuoi soldi a nessuna organizzazione umanitaria al mondo, perchè noi di quei soldi non ne vediamo MAI neanche da lontano"
Io personalmente spedisco dei carichi di quaderni e vestiti personalmente a lei che poi li porta sempre di persona nei villaggi poveri. Non penso che ci sia altra soluzione per non avere dubbi ed essere sicuri.
Un consiglio, se vuoi fare beneficenza ci sono 1000 modi più diretti e più sicuri per farlo....basta guardarsi intorno per vedere giornalmente persone bisognose...
...Saluti....
Avatar utente
By Bruschino
#2041
Il mondo per la gran parte appartiene al diavolo.

Quest'anno mia madre, nonostante mi opponessi, ha voluto donare a Telethon qualche euro poiché in passato aveva dato sempre una quota a nome di mio padre che purtroppo, proprio due anni fa è morto a causa di un mieloma multiplo e, aggiungo io, per la chemio che ne ha significativamente accelerato i tempi del decesso.

Certi teatrini beffardi come Telethon (ideato credo dagli AMERICANi) sbeffeggiano le malattie ed i malati, ostentando con nonchalance grande spirito magnanimo e tante.. stronzate.
Personalmente già non sopporto telegiornali, varietà e la tv in genere altrimenti non sarei neppure qua a scirvere. Infatti, mentre scrivo, ascolto la mia ultima lezione di canto che ho registrato.

So per certo che dei soldi raccolti per la ricerca, gli scienziati non ne vedranno traccia ed i conti saranno totalmente falsati, visto che tutto in toria dovrebbe esser messo chiaro chiaro sulla carta.... I soldi vengono dirottati per strade diverse.

In Sardega poco tempo fa è stato raccolto un milione di euro per pagare le cure ad un bimbo affetto di leucodistrofia. Ovviamente il bimbo avrebbe dovuto ricever le cure in.... Serbia? Noo, America.. Stati Uniti signori mie, prestate attenzione, STATI UNITI D'AMERICA. Per ironia della sorte, i medici o il medico scienziato che lo avrebbe dovuto curare, ha espresso chiaramente che ormai la malattia era troppo avanzata (ma guarda un pò!) e che dunque le cure sarebbero state inutili... vorrei tanto vomitare.
Pensate un pò, due poveri genitori che si disperano e tutta una comunità che si prodiga per raccimolare i soldi per curare un povero innocente bimbo!! Mi domando, dov'è finita la pietà umana, dove sta il governo, lo stato (lo scrivo in piccolo perchè microscopico altrimenti non lo vedreste), la scienza, la medicina?!?!?! Questo è il futuro, questo è il progresso?!?!
Quei soldi, per la cronaca, sono stati devoluti per.. il Congo Belga? No, per la ricerca..... qualcuno di voi ha percaso perso qualcosa?

Vorrei dire che qualche tempo fa ho parlato con un ricercatore genetista americano a proposito del progresso della genetica e di eventuali nuove cure per il diabete. In pratica nell'Ogliastra è sorto un centro per la ricerca sul genoma umano degli abitanti della zona, perchè pare siano piuttosto longevi e perchè vi è una alta incidenza di malattie come il diabete, la talassemia ed altre malattie. Insomma, ci stanno succhiando il sangue per mappare il nostro DNA e poi venderlo alle Aziende farmaceutiche. Per tornare alla mia domanda, la risposta del genetista è stata molto esauriente... perchè, ovvio, c'era poco da dire. In pratica pare che, sempre secondo il ricercatore, è stato scoperto un gene difettoso (forse parente prossimo di quel Gene Gnocchi) e che purtroppo ancora non si dispone di una cura, perchè la sperimetazione sugli umani non la si può effettuareeee.......... per un anno mi ammutolisco, promesso.
Se conoscete altre barzellette più simpatiche di questa....
Avatar utente
By mauropud
#2055
Bruschino ha scritto:Vorrei dire che qualche tempo fa ho parlato con un ricercatore genetista americano a proposito del progresso della genetica e di eventuali nuove cure per il diabete. In pratica nell'Ogliastra è sorto un centro per la ricerca sul genoma umano degli abitanti della zona, perchè pare siano piuttosto longevi e perchè vi è una alta incidenza di malattie come il diabete, la talassemia ed altre malattie.

Mia personale opinione su questo.
Longevita': direi che viene dalla mancanza di stress di chi vive in quei posti dove ancora tanti fanno una vita "semplice", e dalla genuinita' degli alimenti che riescono a produrre localmente. Il loro piu' grosso pericolo e' essere coinvolti in qualche faida! :)
Malattie: il consumo di carne molto diffuso, vedi agnello, porchetto, maiale, selvaggina (cinghiali) e salumi vari, dei formaggi e latticini, e quello di dolci che saranno pure "buoni" ma sono dei miscugli abominevoli dal nostro punto di vista! :)
Avatar utente
By luciano
#2059
Per esaurire l'argomento Telethon.

Per ogni messaggio (quest'anno 2 euro) con cui si "dona" a Telethon, il cliente "dona" anche quaranta centesimi di euro alle Telecomunicazioni (Tim, Wind, 3, Vodafone)..

Non bisogna essere bravi in matematica per capire che se la ricarica di 25 euro costa 30.... allora per ogni euro "speso" al telefonino abbiamo pagato il 20% alla fonte (sarebbero i cosiddetti costi fissi).

Quindi (brevemente) se diciamo che circa 10 mln di euro sono arrivati tramite sms di 2 euro allora rendiamoci conto che abbiamo fatto un regalo di Natale alle aziende telefoniche di 2 mln di euro!!!
Poi il resto va alla "ricerca" il che vuol dire alle case farmaceutiche che non ricercano nient'altro che nuove molecole (tossiche) da brevettare e vendere a caro prezzo.
E poi quale delizia il raccoglimento natalizio… le palline colorate di Natale.
Che sensazioni meravigliose!
Libero la mia mente da ogni cattivo pensiero, la purifico da ogni sentimento negativo...

…Intanto restiamo alle maratone Telethon.
Vediamo le grandi serate TV, con ospiti che raccontano le guarigioni dai tumori, ormai all’87% dei casi.
Sono barzellette che non racconterebbe nessun comico: pensate che il nostro Alberto Sordi lo avrebbe mai fatto?
Eppure loro lo fanno.

Usano semplici trucchi: ne cito qualcuno.
Se viene ospedalizzata una paziente con, ad esempio tumore al seno, e fatta la terapia viene dimessa, non la chiamano dimissione, la chiamano guarigione.
Se dopo 3 mesi ritorna con un tumore al fegato, non sarà certo da ricollegarsi a quanto prima… Ma cosa dici?!
Ma c’e’ di più: se un paziente viene dimesso, e poi ritorna anche per controlli e viene di nuovo dimesso, ad ogni passaggio e’ un dato positivo.
Dato che si può morire solo 1 volta, anche se si viene dimessi 9 volte, alla fine il risultato sarà del 90% di guarigioni e del 10% di mortalità!

C’e’ di più, c’e’ di più…
Attivano calcoli che un bambino in terza elementare non farebbe.
Ad esempio, tumore al testicolo/tumore al polmone.
Del primo si salvano anche più del 90%, del secondo si arriva a fatica al 10%.
Una media stimata sarebbe del 50%, ma si nasconde che quelli del testicolo sono solo 2000, mentre i colpiti da tumore al polmone sono 40.000.
A questo punto, il bambino in terza elementare comprenderebbe che la media non è più 50%…
Pubblicità ingannevole quindi: adiremo l’Antitrust!

…Ma c’e’ una statistica che non si fa mai.
A fronte del prezzo pagato in termini economici e di sofferenza, non si conosce se lo stesso paziente potrebbe vivere di più se si escludesse qualsiasi intervento terapeutico...

Di contro ci sono statistiche che parlano chiaro:
L’aggressività di un tumore recidivante diventa esponenziale dopo la chemioterapia.
L’estrema difficoltà, se non l’impossibilità di "terapeutizzare" il tumore se la necessità di una chemioterapia si ripresenta, è il sacrificio che un paziente deve pagare all'altare delle terapie chemiotossiche.
Mio Dio, è Natale.
Nella luce delle palline di Natale, che va e viene, penso alle sofferenze umane, agli anziani abbandonati e soli, ai bambini malati negli ospedali. Penso a quanti attendono la ricerca negata di valide strategie per guarire, a quanti contano i loro minuti passare, perché la lotta per la vita e’ questione di minuti. Penso alla cattiveria umana che interpone il profitto a tutto, anche alle sofferenze altrui, alle malattie.
In questa notte di Natale, desidererei che tutti i vescovi asserissero che non è vero che la malattia e la sofferenza sono preziose per avvicinarsi al Divino.
Così dicendo farebbero due cose buone: non danneggerebbero Madre Natura, e non creerebbero un alibi alla catastrofe della medicina chimica.
Qui trovi quello che dicono che fanno con le donazioni:
http://www.telethon.it./maratona2006/
Avatar utente
By mauropud
#2076
luciano ha scritto:Di contro ci sono statistiche che parlano chiaro:
L’aggressività di un tumore recidivante diventa esponenziale dopo la chemioterapia.

A proposito di questo vi racconto una storia interessante trovata in un giornale locale: una donna di queste parti venne diagnosticata con un tumore alle ovaie 5 anni fa (ne aveva 35). Il tumore era grosso "come la testa di un neonato" e lei subi' subito il primo tentativo di distrugger-LA con la chemio (ometto "terapia" visto che chiamo le cose col loro nome: "intossicazione" sarebbe appropriato). Dopo il ciclo le fu detto che il tumore era sparito ma dopo 3 mesi un altro controllo lo ritrovava al suo posto (tipico, chissà perchè...). Così lei chiese una pausa di un mesetto prima di affrontare un altro ciclo di intossicazione, per...provare la dieta senza muco! Dopo un mese di succhi di carota e frutti e vegetali crudi nuovo controllo e il tumore si era rimpicciolito. Dato un calcio alla chemio, seguirono circa 2 anni di dieta e una visita ad un ospedale specializzato (e costoso! :() in Messico, con altri frutti e vegetali, clisteri di (non ridete) cartlagine di squalo (!), vitamine, irradiazioni di ultravioletti, melatonina e terapia all'ozono. Dopo tutto questo altro controllo, e tumore sparito tra lo stupore dei "medici" che "non capiscono come possa funzionare". :)

P.S.: Questa donna esiste davvero (ha ora 40 anni) e un mio collega la conosce, non è una leggenda metropolitana!
By marcosilv
#2080
Penso che sia un ottimo riferimento, i medici grideranno al miracolo unico ed irripetibile, come sempre accade quando non sanno dare spiegazioni "scientifiche", anzi statistiche.
Però il clistere alla cartilagine di squalo potevano evitarlo...povero squalo.
Dopo magari si crede che la guarigione derivi veramente dallo squalo e non dalla dieta.
Avatar utente
By Bruschino
#2085
Ehret ci da la chiave per guarire di ogni malattia e tumore compreso.. questo è quanto.

Certo che, Luciano dici bene quando nomini i Vescovi che dicono che la malattia serve per avvicinarci a Dio ma, vorrei dire una cosa molto significativa da buon credente e cioè che Dio non vuole assolutamente la nostra soffrerenza. Sappiamo bene che è l'uomo che si causa sofferenza da se.
Con il digiuno e la dieta di Ehret noi purghiamo non solo il corpo, ma anche l'anima, cosa che ci fa sentire vicini a Dio e ci tiene lontai da qualsiasi eccesso; tutto questo contro ogni altra cosa inutile come malattie e sofferenza, eccetto la preghiera. E' un punto di vista mio personale però.

Luciano vorrei sapere invece se hai scritto qualche libro o se stai per farlo perchè sarei il primo a comprarlo.

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret