Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#24300
Ciao ragazzi, premetto che il Libro l ho letto solo una volta e mi rendo conto che bisogna leggero piu' volte, comunque io sono sempre stata una fan del sale, bisogno di roba salata, sacchi di patatine chips tutti i giorni per vent anni e non scherzo quando dico tutti i giorni. verso sera mi scoppiava da dentro una gran voglia di sale. mi sono avvicinata piano piano alla "teoria" di Arnold Ehret senza saperlo, perchè ancora non avevo letto il libro, non lo conoscevo! e quando ho avuto in mano il libro mi sono resa conto che avevo tra le mani la Verità.Finalmente! (da 2anni e mezzo non ho piu' toccato latte e formaggi).così ho cominciato a mangiare piu' frutta a togliere i cereali, diminuire al 90% il consumo di carni e a modificare la dieta della mattina, con solo frutta. mi sono resa conto che non avevo quel gran appetito che avevo paura che mi lasciasse, anzi stavo bene. la pelle piu' morbida.poi mi è scoppiato un fortissimo raffreddore!erano anni che non ne prendevo. poi la pasqua di mezzo ho cominciato a mangiare tanti tanti dolci.mi e' venuta una gran voglia di dolce! ora al mattino sto ricominciando con arance spremute o limone una banana, nella dieta pasta integrale frutta e verdura cruda e cotta. senza mescolare troppe varietà. sto' bene ma mi è scoppiata una forte allergia!!l starnuto per delle mezz ore!! mi lacrimano gli occhi al mattino che sembra che piango(dev essere muco anche la lacrima, no?). e da dieci giorni non ci facevo caso, ma ora pensandoci bene: un forte gusto salato in bocca, in gola e il naso che mi brucia!! dev essere il sale che ho accumulato per anni che grazie alla dieta il mio corpo sta espellendo?? e se mi viene sempre il raffreddore allora vuol dire che che l ho accumulato nella parte alta del corpo? ma è una cosa sensazionale, meravigliosa! io mangio frutta e il mio corpo butta fuori porcherie!! fantastico!! sfido io a chi dice che la dieta di Ehreth non funziona! io gli farei solo una domanda:MA L HAI PROVATA??!!
grazie per la risposta!
Rita
Avatar utente
By celestia
#24326
Ciao Rita
Mia madre diceva: "A fae si stentara a sciusciai si quittara" A fare si tarda a disfare si fa in fretta! E aveva ragione, perchè se provi devi impegnarTi e ci vuole tempo e pazienza, mentre criticare (sciusciai= disfare) è veloce, e non costa nulla. Quello che conta però è il profilo esperienziale, che costituisce la prova della validità delle teorie
A presto con simpatia
Celestia
By rita
#24332
ciao Celestia! già è verissimo, si fa presto a criticare! anch io penso che prima di dare un giudizio bisogna sperimentare. purtroppo quando spiego alle persone a me vicine come mangio e il perchè di questa scelta ..le vedo inorridire!! vorrei anche tanto poter aiutare quelli che stanno male che hanno problemi di salute ma sembra che io parli con persone di un altro pianeta! d'altra parte non glielo si puo' imporre, è una scelta che va' rispettata pero' io vorrei che loro rispettassero me! e invece alla fine me ne sto' zitta per queto vivere e concludo dicendo loro:sì hai ragione. (e penso mangiatevela voi la carne che a me fa schifo mangiare la carcassa di un animale morto!! ma come fà a dare nutrimento sta' roba qua!!!).
Avatar utente
By LAj
#24425
Ciao Rita,
quindi possiamo dire che sei in transizione da 2 anni e mezzo?

Hai provato a fare piccoli digiuni? magari perché psicologicamente meno pressata?
By rita
#24512
ciao Laj
no non sono in transizione da 2anni e mezzo. il libro di Ehret ho finito di leggerlo circa tre mesi fa. due anni mezzo fa come avevo spiegato sopra, ho fatto un corso di medicina naturale con renè andreani e per la prima volta ho sentito parlare di fruttariani. mi dicevo: impossibile! ma poi piano piano mi ha convinta a lasciarmi alle spalle latticini &c. proprio io che col latte ci sono nata. pensa che fino a 10 anni mangiavo latte e biscotti anche a mezzogiorno!! ho sempre vissuto di latte!l ho sempre amato. e se sono riuscita ad eliminarlo e così pure formaggi, yogurt ecc per sempre (ne sono convinta) ora piano piano cerco di mangiare sempre piu' frutta cosa che non ho mai guardato fino a 2anni fa, non l ho mai mangiata.da due anni tanta verdura ,piu' niente di robaccia industriale(ne so solo io quanto ne ho ingerito). al mattino mi alzo alle 6 e da due mesi sto mangiando due arance,una fetta biscott integrale con sopra un velo di marmellata bio, metà mattina una banana fino all una .così cerco di allungare il digiuno, per fare in modo di poter digerire ed assimilare cioì' che ho mangiato il giorno prima.
ciao!rita
e tu? sei in transizione?cosa mangi?
Avatar utente
By sibillina
#24534
Ciao Rita, ma con tutto quel latte hai accusato dei disturbi con l'andare del tempo?


Per allungare il digiuno/disintossicazione notturna bisognerebbe mangiare solo a partire dal pasto di mezzogiorno, ovvero applicare la non colazione. Io molto spesso riesco a tirare le 13 bevendo solo l'orzo.
Ma tu la sera mangi?
By smilla
#24546
rita ha scritto:ciao Laj
due anni mezzo fa come avevo spiegato sopra, ho fatto un corso di medicina naturale con renè andreani e per la prima volta ho sentito parlare di fruttariani. mi dicevo: impossibile!


Ciao Rita! Anche io un anno e mezzo fa (oddio, forse erano due anni e mezzo fa?!? nooooo!) sono stata un weekend con renè andreani... ai tempi le sue teorie mi sembravano folli! mi ricordo che era ottobre e faceva un freddo cane (c'era qualcuno che rubava la Nutella dai tavoli delle colazioni degli altri ospiti dell'albergo oppure andava nella focacceria del paese a comprarsi beni alimentari!), per cui facevamo tutti una faticaccia a mangiare solo frutta... Io seguivo il programma senza sgarri, ma avevo un mal di testa bestiale... Beh, ora capisco benissimo cosa intendeva! Altro che bufale!

(ops, chiedo scusa a tutti gli altri per questa digressione!)
By rita
#24553
Ciao ragazzi, grazie per le risposte!
in risposta a Sibillina:
mai accusato 1 disturbo in tutti quei anni là e pensa che all epoca avendo avuto la casa in campagna, andavo con il secchiello( avro' avuto 10 anni ora ne ho 41) a prendere il latte nella stalla , credici mi ci tuffavo!! se pero' vogliamo parlare di "disturbi" nascosti, insidiosi e cioè disturbi ai quali non facevo caso che mai e poi mai avrei pensato di dare la colpa al latte allora se ne puo' parlare! ora che grazie al libro di Ehret conosco la verita', il discorso cambia. magari mi veniva come una specie di orticaria sulle braccia, oppure le brigole sul viso o ancora l' allegia e i conseguenti starnuti in primavera pensando che la causa fosse collegata ad essa. o mal di denti, da bambina ne ho sofferto tanto!!
questi disturbi non erano altro che uno sfogo del corpo che aveva bisogno di espellere il veleno in circolo, come mi aveva gia' fatto capire quasi 3anni fa Renè Andreani e grazie a lui ho eliminato per sempre i latticini, perchè poi , da sola ho capito che se continuavo così poteva venirmi altro che brigole..!! in futuro.. chissà .. e io non ho voglia di finire all ospedale.
poi leggendo il libro Dieta senza Muco ho capito tante cose, anzi ho capito tutto! quei disturbi piccoli o grossi che siano stati non erano altro che muco in circolo!!

riguardo il digiuno, piano piano sto' cercando di mangiare meno a colazione, arance, fetta biscottata e banana , ma vorrei arrivare a bere acqua e limone.sì, la sera mangio, un grosso piatto di insalata a volte con un secondo a volte con carota e patata bollite appena(cercando di non fare tanta mescolanza come dice Ehret. ho eliminato quasi del tutto la carne. bevo lontano dai pasti e dopo due ore un frutto.
E tu? qual' e' la tua dieta tipo?

in risposta a Smilla.
ma davvero hai conosciuto Renè??!! dove? in Liguria? pensa che io lo vedo abbastanza spesso ancor oggi!
solo che lui mi ha avvicinata molto alla dieta vegana, fruttariana ma poi includeva anche la soia e altre cose che nel libro di Ehret non sono possibili se si vuole stare lontani dal muco ed io sinceramente ed istintivamente sono piu' propensa alla teoria di Arnold Ehret.
ciao!
rita
By costina
#24781
ciao ragazzi, vorrei attaccarmi a questo forum per raccontare la mia esperienza con i latticini.

Da piccolo, mio zio mi chiamava Latticino.

Poi, ho sempre mangiato tanto formaggio, anche se negli anni viravo sulla qualità, prediligendo capra/pecora o grana/parmigiano.
+ biologico quando posssibile.

A un certo punto, qualche anno fa, in seguito a una terribile parotite su cui potrei scrivere un libro, ho deciso di dare retta a quelli che predicavano la teoria no-latticini.

Sono quindi passato per la regola: ok, max una volta a settimana.

In questo periodo, una volta ho esagerato e mi è tornata una dermatite seborroica che ben conoscevo, restandomi tutto l'inverno (a destra della bocca).

la dermatite seborroica era abbastanza normale nella mia vita, così come la spaccatura all'angolo delle labbra (ke skifo).

dopo un po' di tempo (mesi? un anno?) la rinuncia al latticino, che inizialmente richiedeva volontà. è diventata più facile, fino a che non mi sono praticamente scordato della loro esistenza.

Passato l'inverno, la "voglia dermatitica" :-) è scomparsa, e non è più tornata (la demarcazione fra dermatite seborroica e psoriasi, se ho ben capito, non è ben definita), e mai più nemmeno le spaccature.

Essendo stati tre anni caratterizzati dall'abbandono del latticino, mentre l'abbandono del farinaceo è di sette mesi fa, mi sembra di poter affermare anche (è vero per me, ma penso sia vero per tutti, salvo interferenze con altri fattori) che i derivati dal latte producono, nel corpo, tutte quelle scorie che generalmente riteniamo normali, e che hanno un aspetto biancastro. es. - ke skifo - forfora, smegma, psoriasi. Anche una buona parte dei foruncoli. E quell'eccesso di grasso che si accumula sul naso e subito intorno, che molti a volte devono svuotarsi dai pori, come fossero tubetti di dentifricio - ke skifo 2.

I seni paranasali si sono liberati, e non ho più avuto alcuna sinusite.

respiro meglio.

non parliamo di come sta il colon... e soprattutto il suo "terminal".

Inoltre, aggiungo, mi stanno ricrescendo i capelli. Ho una pelata niente male. Ma, smessi i latticini, si è formata una peluria, e, per quanto lentamente, quella peluria si ritrasforma in capelli. Probabilmente non ricresceranno mai del tutto, ma comunque aumentano.

Ecco, i primi mesi mi veniva una voglia da far paura, di formaggio. Poi quando lo mangiavo godevo tantissimo, proprio una cosa bestiale (senza offesa per gli animali, ovviamente).

Poi, col tempo, questo piacere mi sembrava vuoto, inutile, e sentivo subito un crollo della vitalità.

Adesso non mi fa nemmeno più voglia.

Ricordo che, da ragazzo, bevevo latte perché dicevano che faceva bene, però, a volte, mi faceva nausea.

Ecco, vorrei aggiungere, anche se lo sanno in molti, che il ragionamento latticini = calcio = salute delle ossa non è valido, resta una delle tante teorie prive di riscontro pratico, in quanto l'osso si scioglie e si riforma continuamente, e la capacità di formarsi è legata a un sangue a ph alcalino (cioè basico).
Le proteine animali, invece, rendono molto acido il sangue. Col sangue acido tutto il corpo funziona male.

Saluti a tutti da Costina
Ultima modifica di costina il 11 maggio 2009, 10:51, modificato 1 volta in totale.
By rita
#24796
ciao costina, interessante cio' che hai scritto!
e puoi dire che sei la prova vivente che i latticini fanno male..!!
anche a me dicevano quando ero piccola che <puzzavo di latte>.. è proprio così: i latticini danno un aspetto della persona la quale li assume, un aspetto biancastro e i capelli sottili chiari. e meno male che ti veniva fuori tutto quello che hai descritto sopra..!! perchè non era altro che uno sfogo del corpo.
io ho voluto cambaire rotta , lasciare alle spalle i latticini &C. non perchè avessi dei disturbi,(il corpo si sfogava "solo" con delle brigole) pero' avevo capito che da dentro si stava sporcando seriamente alla faccia di qualche brigola sul viso .. comunque deveo dire che ora i capelli si sporcano meno, ne perdo meno ,le brigole sono un ricordo . pero' c' è ancora tanto da "lavorare" perchè il raffreddore è sempre presente anche se non starnutisco piu' come un tempo.
racconti della voglia di formaggio:
deve essere così, sai? se pensi che stai facendo una grossa rinuncia a non mangiare qualcosa che ti piace, allora è meglio mangiarla! perche non deve essere una rinuncia ma una convinzione, uno stile di vita, un qualcosa al quale non ci si pensa punto e basta.
riguardo il calcio:
io in casa ho la prova vivente( mia mamma e poi anche la mia amica) che il latte non tien lontano l'osteoporosi!! proprio perchè è vero che è ricco di calcio, ma il nostro organismo non riesce a digerirlo e conseguentemente fa sforzi enormi provocando disturbi tipo eczemi ecc.. e poi come dice Ehret, non ne abbiamo bisogno!
Avatar utente
By sibillina
#24803
Anch'io ero una patita dell'insalata greca con la feta!

Ora se penso al sapore della feta preferisco mangiarmi pomodoro, cetriolo e peperone, cipolla rossa con un buon olio di oliva e l'origano senza mettercela, non mi va piu' tanto come prima..

Per rispondere a Rita:
io sono in transizione da un anno, i miei pasti sono piu' di verdura che frutta, olive, pane di segale, semi di lino e girasole, frutta secca(noci miste e fichi secchi), qualche volta pasta di farro.

Gli sgarri aihmè ci sono nel fine settimana: dolci e vino :( , a volte non riesco proprio a resistere..
By rita
#24818
ciao sibillina..ho un dubbio..dovro' andare a rileggermi il libro..ma.. i semi di lino, non creano muco? perchè se fai una prova e li metti in ammollo, vedrai che acqua torbida e biancastra.. così ho smesso di metterli nelle insalate, anzi non uso nemmeno piu' l olio di lino per ammorbidire i capelli, le punte.
Avatar utente
By sibillina
#24870
Uh, non saprei se contengono muco pero' contengono omega 3 e allora me li macino sull'insalata.
Invece i semi di girasole contengono vitamina b12 e me li mangio con le bacche di goji (mi gusta molto l'abbinamento dei due) che contengono tanta vitamina c. :wink:
By rita
#24910
ciao sibillina, buono a sapersi provero' anch io in insalata e anche con la frutta secca i semi di girasole. proprio poco minuti fa mi sono sgranocchiata una manciata di semi si sesamo (che sono un ottima fonte di calcio) con qualche banana disidratata. me ne bastano pochi per riempirmi e star bene fino all ora di cena , che mangero' un bel piatto di verdure(senza fare troppa mescolanza naturalmente) e dopo due ore della frutta.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret