Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By danielsaam
#25768
luciano ha scritto:Non servono giustizieri, a parte me che raramente devo assumere quel ruolo per intervenire ferocemente contro post deliberatamente distruttivi o veri e propri attacchi, ma questi sono rari.


Se ti riferivi a me, pardon, mi sono fatto prendere la mano con questi attacchi al forum ... :D
Avatar utente
By mutaforma
#25791
grazie a tutti per il benvenuto.

x LUciano: Il mio PIano alimentare sarebbe questo:

a colazione: tazzona di caffè d'orzo (ore 9.30-10.00 al bar)

a pranzo: frutta fresca per 600 700 grammi (non sto a guardare il QUANTO mangio): ciliegie o pesche o albicocche o banane o fragole (ore 12.00). le prendo al volo dal fruttivendolo mentre sono in giro. se non faccio in tempo perchè ho appuntamenti a quell'ora posticipo il pranzo all'una e vado al selfservice con una insalatona e a volte una pagnotta integrale (se ho molta fame)

a cena: cavolo verza e carote grattugiate. a giro cambio la terza verdura con pomodoro o cetriolo o cipolla o barbabietola rossa o finocchio. ne faccio un bel po. per 2-3 persone. se ho ancora fame mi faccio 3 4 zucchine soffritte in padella (bollite per ora non mi piacciono molto).

questo sarebbe il piano alimentare da un mese. dico sarebbe perchè con frequenza di 2 massimo 3 giorni mi prende un raptus tremendo e corro da mc donald o in pizzeria. mi succede di solito intorno alle 7 di sera quando stacco dal lavorare e mi rilasso. poi torno a casa e mi preparo l'insalata come se niente fosse. la mangio anche se non ho fame.

il periodo di grazia e gloria in realtà è finito con quei 5 giorni di digiuno. a livello fisico non ho particolari problemi. a livello psicologico invece sta emergendo tutta la mia dipendenza cronica da cibo cattivo. a volte non riesco nemmeno a lavorare tanto sono depresso e scoraggiato. la settimana del superfatturato, in quei giorni, sembra essere stata solo un bel sogno. la vendita, soprattutto fatta porta a porta è basata sullo stato psicologico. sono tornato un venditore mediocre. :)

sabato e domenica (il 30 e il 31 maggio) ho digiunato di nuovo, non lo nascondo, per vederne gli effetti sul lavoro. avrei voluto continuare fino a mercoledì, mi ero riproposto questo.
ma se alle 18 di domenica, mi sentivo davvero felice e pensavo di poter digiunare per sempre, dopo poche ore alle 22.00 mi è presa una scimmia incontrollabile e ho interrotto nel peggiore dei modi possibile con un big mac menu. mentre guidavo verso il M(u)C(o) Donald cercavo di dissuadermi. non capivo che cosa non andava. non avevo dolori, non avevo fame. avevo tenuto spenta la tv proprio per non incappare in pubblicità gastronomiche. non sapevo cosa non andava: avevo solo voglia di mettermi in bocca quel maledetto panino.


Per il resto vado avanti, quando riuscirò a farmi anche una sola settimana filata di dieta di transizione senza intoppi, vi farò sapere. :)


PER FOCA:e che ce se gita a fa a pistoia? hai da artornà a fa le vasche nto 'l centro! :D
Avatar utente
By Foca
#25795
Caro Nicola....a Pistoia ci ho messo su famiglia :wink:

Ma a breve parto e vengo nella mia/nostra terra...e ci trascorro tutta l'estate.
Quindi vediamo d'incontrarci....sempre che a te faccia piacere....magari un'insalatina in qualche locale del Corso :lol: oppure vieni tu a trovarmi sul monte dove ho casa.

Poi ci scambiamo la mail per scriverci in privato, sempre che ti faccia piacere.

Ciao Patrizia
Avatar utente
By mutaforma
#25796
Foca ha scritto:.

Poi ci scambiamo la mail per scriverci in privato, sempre che ti faccia piacere.

Ciao Patrizia


come no! a presto
Avatar utente
By LAj
#25799
:D

Ciao mutaforma,
mi piace molto come ti presenti,
schietto, sincero ed essenziale. Mi ricorda un po' Arnold Ehret :)
Mi ha interessato anche la tua prima fonte sul digiuno ...vedrò di trovarla anch'io.

mutaforma ha scritto:questo sarebbe il piano alimentare da un mese. dico sarebbe perchè con frequenza di 2 massimo 3 giorni mi prende un raptus tremendo e corro da mc donald o in pizzeria. mi succede di solito intorno alle 7 di sera quando stacco dal lavorare e mi rilasso. poi torno a casa e mi preparo l'insalata come se niente fosse. la mangio anche se non ho fame.

Questo è effettivamente l'orario più pericoloso soprattutto in relazione agli stili di vita ed abitudini.
Io penso che a fine giornata fisiologicamente ognuno di noi sia meno attivo, a prescindere da quanto si è mattutini.
Eppure in questa fascia oraria, molto probabilmente, iniziamo a vivere effettivamente la nostra giornata extra-lavorativa o programmiamo lunghe serate d'intrattenimento. Questo non senza uno stimolo adrenalinico.
Forse è lui a darti l'input per un qualcosa di "eccessivo". Approfittando delle giornate più lunghe si può pensare di rimandare il pasto a dopo il tramonto. Penso che sia questo il momento più giusto per valutare quanto ci occorre ANCORA ...o meglio abbiamo avuto più tempo per pensarci MEGLIO :D.
Avatar utente
By luciano
#25804
danielsaam ha scritto:
luciano ha scritto:Non servono giustizieri, a parte me che raramente devo assumere quel ruolo per intervenire ferocemente contro post deliberatamente distruttivi o veri e propri attacchi, ma questi sono rari.


Se ti riferivi a me, pardon, mi sono fatto prendere la mano con questi attacchi al forum ... :D
No, mi riferivo a W.D:, nel senso che non c'è bisogno di inserire commenti che sono in realtà dei "flame", infiammano gli utenti per niente, l'unica cosa che mi interessa è che si pratichi il sistema, penso che gli utenti siano in grado di discernere ognuno per proprio conto.
By rita
#25831
ciao mutaforma, ho letto la tua storia con molto interesse!
e complimenti, un ragazzo giovane che sente il bisogno di fare dei digiuni per migliorarsi, soprattutto sul lavoro .
pero' l'impressione che ho avuto è stata che tu voglia arrivare a fare dei digiuni soprattutto per rendere meglio sul lavoro,magari mi sbaglio. sarebbe giusto cio' ma secondo me potresti ottenere di piu' se seguissi la dieta principalmente per disintossicarti da tutti gli alimenti-spazzatura che hai ingerito fino ad oggi, e quindi per eliminare le malattie latenti che ci portiamo dietro da anni inconsapevolmente attraverso dapprima la transizione e poi la dieta si sola frutta. e poi se otterrai un ottimo rendimento sul lavoro.. ben venga..!!
secondo me entrando in quest ottica, riuscirai anche a rilassarti di piu' e ad essere piu' sereno e forse piu' forte di fronte ad un Mac... :lol:
e poi vedrai che quando avrai buttato fuori i veleni, sarà il tuo corpo a non volerne piu', vedrai che se avrai un po' di pazienza, non avrai piu' voglia e avrai la sensazine che non ti ci starà piu' nello stomaco un paninazzo imbottito di mac...
cominque, vorrei farti una domanda: hai visto espellere muco dal tuo corpo?
ciao, a presto!
rita
Avatar utente
By Foca
#25928
Ciao mutaforma.

Questo il mio indirizzo mail dove puoi scrivermi. foca.patrizia@libero.it
Ma anche tutti gli altri ehretisti mi possono scrivere :wink:
Avatar utente
By mutaforma
#26005
scusate il ritardo nel rispondere, sono stati giorni di grande crisi, sono riscivolato nel "tunnel"...

Rita hai ragione, dopo quella settimana lavorativa d'oro avevo completamente perso di vista l'obbiettivo. la dieta fruttariana non è un mezzo. è un fine. uno stile di vita a cui abituare corpo e mente. E avevo sottovalutato quanto possa essere difficile, per uno come me, seguire con la giusta cautela la dieta di transizione e i digiuni, in ogni singola fase.

aprirò un post su questo, quindi qui non mi dilungo.

LAj anche la tua spiegazione circa il degenero delle 19.00 è stato uno spunto di riflessione. avrei una domanda per te, e per tutti quelli che vogliono rispondere.

Se ricordo bene nel libro di Ehret c'è scritto che durante la dieta di transizione i dolori piu classici sono quelli che tornano a farsi sentire piu forti che mai. Ad esempio se uno ha sempre sofferto di raffreddore si ritroverà il naso pieno di muco, uno che ha sempre sofferto di dolori alle articolazioni sentirà in fase di transizione dolore proprio a ginocchia o spalle ed in misura piu forte che mai all'inizio.
Premesso questo, e premesso che io non ho mai avuto un dolorino in vita mia (nonostante la mia scellerata dieta) e che sono forte di costituzione (sia come ossa che come muscolatura) gia dall'adolescenza e che lo stesso NON posso dire per la mia condizione psicologica, la domanda è quesata:

Puo essere che nel mio caso non siano tanto i dolori fisici a farsi sentire in transizione (difatti non ne ho accusato alcuno, l'unica cosa che ho notato è stata una maggiore eruzione cutanea sulle guance e sulle spalle) quanto i "dolori mentali"?
Mi sono sentito piu depresso in transizione, e ho spesso e volentieri sfogato sul cibo (nei vari sgarri che mi sono concesso). ero depresso anche grazie al fatto di non riuscire a fare piu di due giorni di dieta. Anche il fatto di non brillare particolarmente sul lavoro come volevo ha contribuito (come diceva anche RIta). Un giorno mi sono resoconto di essere depresso per il fatto di essere depresso. Perchè non avrei dovuto esserlo, pensavo, mangiando frutta e verdura! :D ho pensato che con me non funzionasse. Ora invece penso stia funzionando alla grande.

In pratica ho passato gli ultimi tre giorni ad ingozzarmi ed essere depresso. come una volta. Che siano questi i miei antichi dolori di sempre, tornati a tormentarmi durante la transizione? la disintossicazione puo farsi sentire anche SOLO nella forma di "cattivi pensieri"?

p.s. ho abusato della frutta fresca. ho deciso di eliminarla per ora. ho notato che i giorni di maggiore "VOGLIA" sono quelli in cui mangio la frutta fresca.
By rita
#26015
ciao mutaforma!
coraggio, non ti buttare giu'! devi accettare anche il fatto di fare un pòasso indietro e non prenderla come una sconfitta! pensa che hai già fatto enormi passi avanti credere in cio' che hai letto nel libro di Ehret. se non ti sei sentito di andare avanti, e hai fatto uno, due passi indietro vedrai che se accetti la cosa, quindi ascolti il tuo corpo e se ti chiede di mangiare cibi spazzatura io ti direi quello che ho detto a me stessa i primi tempi (oh, non è che è passato molto da quei giorni, anch'io sono qui da pochi mesi) (pero' è tutta la vita che cercavo di leggere un libro che mi dicesse la verita'!)cioè di mangiare , Mi sono detta:<fai pure> avevo cominciato seriamente a febbraio, e poi ho mollato tutto con ancor peggio di prima a mangiare dolci e cioccolata a quantità industriale. dopo qualche giorno, quando mi sono calmata, lentamente ho ripreso con la dieta. molto lentamente e ora è da un mese e mezzo che sono in transizione con cibi con poco muco e non ho mai sgarrato.
riguardo l'orario: anch io per tutta la vita ho avuto bisogno di mangiare sale verso le 18.. sbranavo tutto cio' che trovavo in piedi davanti al frigo: pancetta affumicata, salame, per non parlare delle patatine chips tutti i giorni ma solo sacchi grossi i piccoli non bastavano.
come hai detto tu, non ho mai avuto problemi di salute a mangiare così(strano ma vero)solo che aveo un tarlo che mi girava nella testa:
cosa mi succederà in futuro??
e qui capisco perfettamente cio' che spiega Ehret quando parla di malattie latenti...........
cioè quel muco incrostato alle pareti del colon che prima o poi avrebbe potuto farmi venir chissà quale malattia..
poi per far pace col mio corpo e dato che tengo alla forma fisica allora giu' con lo sport : nuoto, judo, pallavolo, palestra..
ma sicuramente se non avessi seguito la dieta non avrei avuto la vita salva..
riguardo alla tua domanda: penso che i dolori fisici o meglio di avvertimento,le sensazioni strane,senso di infelicità, li sentirai quando comincerai coi digiuni.
se vai a pag. 101 forse riesci a capire meglio cio' che ti sto' scrivendo. spiega in due parole quando si dice <è il corpo che mi chiede certi alimenti> è ignoranza: si perde la fede in cio' che si fa quando si ha una crisi, per un digiuno dove troppo velocemente si mette in circolo muco e veleni . questo fatto alimenta un desiderio irresistibile per cibi sbagliati. si produce questo desiderio quando sono in circolo cioè quando la natura sta eliminandoli!
scusa.. non ho capito.. mi spieghi meglio? quando dici: ho abusato della frutta.... i giorni di maggiore voglia sono quelli in cui mangi frutta.
volevi forse dire che i giorni in cui hai fatto un passo indietro sono quelli dove hai anche mangiato frutta? era questo cio' che volevi dire?
perchè se è così allora, penso di sì, è un problema legato alla testa. e cioè credo che nel momento che tu incominci a mangiare meglio poi, hai bisogno di punirti.. o forse è il contrario.. comunque credo che si possa leggere in chiave psicologica. vedi che poi, alla fine ci sei arrivato anche tu, quando dici che hai bisogno di curare i tuoi dolori mentali? chi piu' medico migliore di noi stessi?? alla verità alla strada giusta ci arriviamo, bisogna poi non perderla di vista.. comunque se il destino ci ha portati sino a qui, allora abbiamo fatto un buon cammino e intrspreso la strada giusta, no?
Avatar utente
By mutaforma
#30852
RI-CIAO a tutti! Sono stato in esilio forzato, mi si era fuso il piccì.
dopo qualche mesetto rieccomi finalmente a digitare su questo forum.
ho passato questo periodo di solitudine telematica a fare avanti e indietro per la strada indicata da Ehret :)
E ora, finalmente, da un mese sono DAVVERO in dieta di transizione.
praticamente non l'ho rispettata solo quando sono stato obbligato a prendere parte a cene con amici o di famiglia, una media di due pasti errati a settimana. Ma sono contentissimo! :) qualcosa è cambiato, anzi sta cambiando. prima mentre mangiavo le insalate di Ehret, lo facevo di corsa, come un pensiero da togliere. ora riesco a concentrami su quello che sto facendo, mi ascolto masticare e penso al termine "scopa intestinale", capendone solo ora il senso. con la frutta fresca ci vado cauto. Sono convintissimo che i miei capitomboli di questi mesi sono dovuti al fatto che ho preso sottogamba il periodo di transizione, facendo un po di testa mia.

Grazie a quelli che hanno scritto su questo post, non sapete quanto sono state di stimolo le vostre parole per iniziare questo cammino.
By rita
#30900
:D bentornato mutaforma! :D
mi fa piacere che sei di nuovo qua!
io ho avuto molta forza da questo sito, ho seguito i molti consigli anche non richiesti, cioè andavo a leggere quelli degli altri, anche quelli piu' vecchi. quando ho cominciato, circa un anno fa, se non avessi avuto il pc, internet, e se non ci fosse stato questo forum ( grazie a luciano),non credo che sarei riuscita ad arrivare fin qui. Proprio oggi mi sono resa conto che da oggi , posso continuare per la mia strada, seguire tranquillamente la dieta di Ehret, senza piu' aver bisogno di "appoggiarmi" a qualcuno che come me segue questa dieta. fermo restando che mi fa sempre molto piacere leggere il forum.
alcuni alimenti non fanno piu' parte del mio stile di alimentazione. vedi la carne, il pesce, il pane, le uova. così semplicemente li ho "abbandonati"...
(sono ancora attratta dai dolci,la cioccolata ma per questo ci sto' lavorando..)
ho capito ormai da un pezzo che è solo questione di testa.
se non ti sei sentito di andare avanti, anche consapevole che quello che ingurgitavi ti avrebbe fatto solo danni, comunque sono dell'idea che va bene così. cioè fare dei passi indietro, sapendo che prima o poi saresti tornato sulla strada piu' giusta e logica da seguire, se ci tieni alla tua salute...
a presto!
rita
Avatar utente
By Foca
#30904
Ciao Mutaforma, bentornato :D adesso mi spiego perchè non mi avevi più scritto :wink: ti si era fuso il piccì :lol:
Avatar utente
By danielsaam
#30905
Ri-benvenuto mutaforma! :D

In transizione non farti troppi problemi, abbandona i cibi mucosi un pò alla volta e se esci con altre persone a cena e ti senti attratto da questi cibi mangiali finchè te la senti.
La dieta di transizione non deve essere vissuta come una costrizione, ma anzi deve essere una cosa piacevole.
Vedrai che pian piano proverai disgusto per certi cibi che prima ti attiravano. 8)
Avatar utente
By mutaforma
#30933
Che dire? grazie del sostegno morale a tutti! :)
avevate ragione, se si vive la dieta di transizione con onesta curiosità, si è talmente concentrati su se sessi a studiare le reazioni del proprio corpo, che lo stimolo a mangiare muco non è piu nemmeno un problema: è solo un altro caso da studiare.

ad esempio: i primi giorni che mi sono rimesso sotto con la dieta seriamente, precisamente il terzo giorno, arrivato l'orario di andare a dormire non riuscivo a prendere sonno, mi sentivo depresso e avevo voglia di qualcosa di veramente porco! mi sono alzato, ho preso una pagnotta di pane che avevo comprato e messo da parte il primo giorno. l'ho scaldata in forno e me la sono mangiata. rimesso a letto sono andato giu come un sasso! :D

allora...ci aggiorniamo!

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret