Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By astrid
#8748
Io per cucinare verdure, minestre, zuppe, stufati (ho tutt'ora onnivori in casa)uso la pentola in terracotta, che va sia sul gas alias fornello che in forno . Io le trovo in un grande magazzino dalle mie parti, costano dai 4 ai 10 euro secondo la dimensione e la capacità e quando si rompono le incollo e diventano vasi per i fiori .
Inoltre uso moltissimo la roemertof
http://www.roemertopf.de
credo che si trovi anche qui in Italia è strordinaria per tutto dalla verdura nel nostro caso , ma anche per carne o pesce, c'è chi si fa anche i dolci .
Avatar utente
By Tyler
#8758
davideleo ha scritto:In passato ho provato anche la cottura nelle pentole in vetro pirex e secondo me è quella che più si avvicina al coccio.

Quoto in pieno...
salutoni...
Avatar utente
By aran
#9223
Ciao a tutti, confermo che cucinare nelle pentole di coccio non altera il sapore dei cibi, anzi rende tutto più squisito.

Mi chiedevo se non sia utile tagliare la verdura con un coltello di legno, l'avevo letto da qualche parte.

Inoltre, che ne pensate dell'argento per le posate e le stoviglie?
L’argento è un potente antibiotico naturale usato per migliaia di anni. Le proprietà mediche dell’argento erano già conosciute ai tempi dell’antica Grecia. Si era notato che nelle famiglie in cui si mangiava utilizzando utensili in argento, ci si ammalava difficilmente e le infezioni erano rare. Questa conoscenza si è tramandata tra Re, Imperatori, Zar, Sultani, tra i loro familiari e tra i membri di corte. Si mangiava su piatti d’argento, si bevevo da coppe d’argento, si utilizzavano posate in argento, il cibo veniva conservato in contenitori d’argento e, nel tempo, delle piccole quantità d’argento si mescolavano ai cibi. Dopo una o due generazioni, i benefici dell’argento rendevano praticamente immuni a qualsiasi malattia infettiva.


Ho tratto questa citazione da questo articolo:
http://www.alkaemia.it/alkaemia_argento_colloidale.htm
che parla dell'argento colloidale, ma sembra che anche le posate e le stoviglie possano essere utili.
Un saluto
Aran
By cieliazzurri
#9474
Ciao,
io la uso con lo spargifiamma, a fuoco basso, ci vuole un bel po' prima che si scaldi e dopo trattiene il calore per molto tempo.
Quando faccio ad esempio il cavolo cappuccio a metà cottura o poco dopo spengo il fuoco, la cottura va a termine con il calore che la padella ha trattenuto, intanto posso fare una passeggiata o quant'altro. :P
Raramente aggiungo acqua, per via della cottura lenta, le verdure hanno tempo per rilasciare l'acqua e non far attaccare il cibo.
Prima di usarla ho riempito la pentola, che non è smaltata ma trattata con cose naturali (così dice il certificato) con dell'acqua e sale che ho portato ad ebollizione per qualche minuto poi, quando raffreddata, ho lavato la pentola.
La uso moltissimo e mi trovo proprio bene.
By donaghi
#9475
onelove ha scritto:forse ho dimenticato di fare un trattamento alla pentola prima di iniziare ad usarla?


Le pentole di terracotta appena comprate vanno trattate con aglio (che va strofinato in tutta la pentola). In questo modo non si rompono...e non rilasciano quell'odore strano!
By donaghi
#9496
onelove ha scritto:buono a sapersi, stasera provo a dargli una passata d'aglio.
qual'è la procedura migliore? lasciare l'aglio per qualche ora oppure lavarla subito oppure metterla sul fuoco?



Devi strofinarlo bene e lasciarlo una notte. La mattina dopo la riempi di acqua calda e via!
C'e' qualcuno che usa strofinarle con una fetta di patata...ma io non l'ho mai fatto.
Avatar utente
By aran
#9525
Ciao, il consiglio che ho seguito appena comprata la pentola di coccio è stato quello di tenerla completamente in ammollo in acqua per 24 ore prima di usarla, ma mi sono dimenticato di dirlo quando ne ho parlato in un post precedente. Questa sembra essere la prassi secondo le istruzioni che ho trovato sull'etichetta della pentola, tra l'altro raccomandatami anche dal venditore.
Avatar utente
By federica
#15148
le pentole di coccio sono fantastiche ma bisogna fare molta attenzione se si incrina la cristallina che non solo le impermiabilizza ma impedisce che sostanze varie presenti nell'argilla siano rilasciate durante la cottura... quindi in definitiva una pentola di coccio con cristallina incrinata (o anche semplicemtent sbeccata) è "rischiosa" anch'essa,,, :(
Avatar utente
By Tyler
#15163
Ho comprato delle pentole da questo sito. Clicca.
Me le hanno consigliate dicendomi che sono le migliori poichè rivestite in resina di vetro e non si spaccano a contatto con la fiamma.
Appena mi arrivano e le utilizzo vi saprò dire.
Saluti...Fabio.
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret