Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

#27156
ieri sera ho mangiato patate (non le mangiavo da diverso tempo) fatte al forno (cottura 250 gradi)...stamattina mi sono alzata con due occhi gonfi come un pesce palla! Questo sintomo mi veniva solo se mi azzardavo ad assaggiare qualcosa con la farina dentro ...
Ma le patate proprio non capisco! Forse e' l'amido? Pero' io le ho cotte tantissimo! Altra cosa che ho mangiato e' un avocado...Potrebbe essere stato quello che mi ha prodotto tossine tali da farmi gonfiare gli occhi? Ho fatto un clistere subito e uno lo faccio stasera, va un pò meglio, ma non so cosa ha causato questo sintomo. Ho bisogno di ingrassare un pò per quello che ho mangiato queste cose, a volte provo anche con miele e frutta essiccata, ma pare non essere sufficiente...che cosa devo fare secondo voi? :(
By Marmo
#27164
in effetti le patate sciolgono il muco, ma crude... in effetti non ti so dire esattamente sulle patate.. so solo che anche io quando le mangio, e le mangio solo cotte dato che crude sono immangiabili, mi si gonfia la pancia e mi gonfio anche io... poi mi viene spossatezza, stanchezza mal di testa!! e giò di per se è un segno che non vanno bene per il nostro corpo....
By rita
#27171
...scusate se mi intrometto..
ma se posso dire quel che so io circa le patate, dico che ho fatto un corso sull alimentazione naturale tre anni fa e mi avevano spiegato che le patate sarebbero da eliminare perchè derivano da una pianta velenosa e quindi tossiche per l'uomo,una piccola parte di amidi delle patate è resistente agli enzimi presenti nello stomaco e nell'intestino tenue è per questo che alcuni non riescono a digerirle.
poi si trovano alcune varietà che contengono sostanze tossiche in minor quantità tipo le patate novelle.
anche quando sono state fatte bollire, andrebbero consumate subito perchè altrimenti sviluppano sostanze nocive.
possono provocare intossicazioni e disturbi.

inoltre dai libri di Michel Montignac sull'alimentazione, spiega che le patate andrebbero eliminate perchè alzano l'indice glicemico.

Ehret non dice che sono così pericolose da non mangiarle, anzi in transizione ogni tanto ,cotte al forno possono essere consentite, ma a chi dà dei disturbi evidenti io credo sarebbe meglio evitarle..

Ciao, Rita
#27172
mordix ha scritto:ieri sera ho mangiato patate (non le mangiavo da diverso tempo) fatte al forno (cottura 250 gradi)...stamattina mi sono alzata con due occhi gonfi come un pesce palla!


E' tutto da provare mordix.
A volte succede anche con alimenti corretti.
Uno si guarda allo specchio e si vede ringiovanito.
Il giorno dopo si guarda di nuovo e pensa di vedere la foto di suo nonno!

Eppure ha mangiato "tutto giusto".

Il corpo sta lavorando, non possiamo valutare su una sola istanza.

Prova a mangiare patate per un po'. Magari a pranzo invece che a cena.

Se poi dopo una settimana ancora sembri un pesce palla, allora si deve provare diversamente.
By mordix
#27173
Non mangiavo patate da parecchio tempo infatti, ma visto che avevo letto che se si perde troppo peso sono consentite ogni tanto, ho fatto che cuocerle per benino al forno per eliminare piu' amido possibile...Ma evidentemente non e' bastato, ora che lo so non le tocco piu' perché oggi per espellerle e far ritornare i miei occhi una cosa normale ci ho messo parecchio tempo e ste rotture non le voglio, sopratutto perché faccio un lavoro a contatto col pubblico e l'idea di assomigliare ad un pesce palla non mi piace molto...al diavolo le patate! Grazie mille! :wink:

Ah la qualita' di patate che ho mangiato sono quelle che crescono qui tra le mie montagne, sono quelle rosse valdostane, di solito sono molto saporite e si adattano a qualsiasi tipo di cottura senza rompersi...Forse fanno più male di altre?
Avatar utente
By luciano
#27174
rita ha scritto:...scusate se mi intrometto..
ma se posso dire quel che so io circa le patate, dico che ho fatto un corso sull alimentazione naturale tre anni fa e mi avevano spiegato che le patate sarebbero da eliminare perché derivano da una pianta velenosa e quindi tossiche per l'uomo,
Questo è un po' un mito, che nasce dal fatto che le patate sono delle solanacee, stessa famiglia a cui appartengono, per esempio la belladonna e lo stramonio, che sono piante che contengono alcaloidi che se ingeriti mandano una persona fuori di cotenne e possono portarla alla morte dopo un delirio allucinante.

Però l'unica relazione che esiste tra le patate e tali piante è che appartengono alla stessa famiglia e basta.

Il problema deriva dall'amido, che viene ridotto quando cotte al forno. Poi comunque occorre vedere ogni cosa individualmente.

A me le patate vanno giù che è un piacere se ne mangio poche, ma se esagero poi mi sento come un anaconda che ha ingoiato una mucca.
Ultima modifica di luciano il 5 agosto 2010, 10:40, modificato 1 volta in totale.
By rita
#27176
spiegato perfettamente Luciano!
ora ho capito.
io per esempio le patate le mangiavo tranquillamente e non mi hanno mai dato problemi così come la maggior parte del cibo.
quando mi guardo allo specchio .. mi vedo sempre uguale.. boh..

da quando sono in transizione le ho mangiate solo due volte cotte al forno.
do' piu' prefernza alla frutta e alla verdura fresca.
sono in una transizione rigida con pochi sgarri!! eheheh!!

pero' giustamente come dicevi tu, con cibi che possono dare disturbi bisognerebbe sperimentare proprio come faceva Ehret.
e soprattutto riconoscere su noi stessi i sintomi.
ciao!
Rita
By mordix
#27178
Ah scusa Luciano non ho visto la tua risposta, quindi dici che potrebbe anche non essere quello? E che sia un sintomo della disintossicazione non necessariemnte correlato a quello che ho mangiato? Il sintomo è identico a quello che mi veniva una volta mangiando cose a base di farina, quindi ho pensato che fosse l'amido ad avermi ridotta in quel modo ,ero davvero impressionante, sembravo un' allergica ai fieni che era stata tutto il giorno in mezzo ai campi... due occhi così: 8O

Riprovo, perché qualche chilo devo rimetterlo su, sembro un'anoressica e la cosa comincia a darmi fastidio , non tanto perché me lo dicono gli altri, perché degli altri ben poco me ne frega, (si guardassero loro con i loro pancioni deformi pieni di schifezze invece di criticare me!) ma più che altro che appena metto un vestito mi cade giù, mi tocca a rifarmi l'armadio, qualunque cosa metto mi cade! Ero un taglia 42, mai stata grassa, ed è proprio per quello che non ho piacere di dimagrire anzi, le mie spalle belle larghe e robuste mi servivano per appoggiarci il basso e suonare 4 ore ( a volte di più) senza sentire niente e adesso che sono ridotta così il peso di dato strumento ( molto bello ma non molto femminile) comincia a darmi fastidio non poco, mi si infiamma la spalla e vedo i sorci verdi per tutto il tempo che sto in piedi ad esibirmi...E' una situazione un pò scomoda!

Magari riprovo a pranzo come dici tu , ma un giorno che so che non devo suonare sennò mi tocca cambiare nome al gruppo : The fishball !!!
By rita
#27179
per mordix
...mi vien da ridere perchè anch io sono nelle tua stessa situazione!!
anch io non sono mai stata grassa , anch io taglia 42 e ora che ho perso 6kg e mi si vedono le ossa , mi cascano tutti i vestiti!!!
mio problema è solo quello pero' , cioè che devo rifarmi il guardaroba e buttare tutti i miei bei vestiti, per il resto a parte la gente intorno che non smette di farsi gli affari propri e che se ne esce con frasi tipo quella di stamattina< ma che ti mangi un piatto di spaghetti!>
per il resto io mi paiccio magra e cosa fondamentale .. mi sento benone!!
l'importante è questo, no?
riguardo la tua infiamamzione alla spalla, credo che sia non perchè sei diventata magra e appoggi sulle ossa ma perchè con l'alimentazione che hai cambiato, ti stai disinotssicando l'organismo e di conseguenza le tossine in circolo si smuovono.
non credi?
rita
By mordix
#27182
L'infiammazione di cui parlo è un'infiammazione che viene fuori quando
il mio basso sta appoggiato troppe ore (con la tracolla si intende) sulla mia spalla, mi veniva fuori le prime volte che suonavo ma poi essendomi abituata non ho più avuto il problema adesso che le mie spalle non sono più come prima patisco esattamente come quando suonavo da principiante. Ho sempre la fortuna di sopportare perché ho le spalle larghe,ma comunque fa male.
E' come quando ti fai i muscoli, le prime volte hai un sacco di acido lattico ma poi ti passa man mano che vai avanti se poi smetti però sei d'accapo...ecco con questo dimagrimento è come se avessi smesso di suonare... Non ho più "muscolo" per tenere lo strumento, mi si forma un sacco di acido lattico e mi si infiamma la spalla per tre giorni...Ecco intendevo una cosa del genere io...
Poi sicuramente le tossine fanno il loro porco effetto questo non lo escluderò mai ,hai ragione!

E comunque è vero che la gente non si fa mai i cavoli suoi, anche io ieri vado al bar di un amico del mio tipo e mi sento dire "la smetti di dimagrire?! Mangia qualcosa o te lo ficco dentro io con l'imbuto qualcosa da mangiare!" . Al bar non ci vado mai, anche perché più che un bicchiere d'acqua (i succhi hanno lo zucchero) non posso ordinare, le rare volte che ci vado la combriccola del posto non si astiene mai dal farmi di questi commenti..Sto sempre zitta, perché con gli ignoranti non ci voglio discutere, io mi sono limitata a dire che avevo delle intolleranze alle farine (come credevo fino a poco tempo prima) e che quindi stavo facendo una dieta per disinfiammare il colon e per un pò sarà così...Neanche questa spiegazione è bastata a tappar loro la bocca. Questa ultima battuta che mi hanno fatto mi è sembrata un pò troppo pesante e poco rispettosa nei confronti di una ragazza che per educazione non li ha mandati affanculo (scusa la parolaccia) ma se insistono ancora un pò e lei apre bocca vanno via a quattro zampe e a orecchie basse!

Odio i bar, sono abbastanza allergica alla gente in generale e doverla anche sopportare mentre mi fa delle battute di m...a diventa per me una grossa impresa perché chi mi conosce sa che quando mi girano quello
che mi esce dalla bocca non è carino! Se potessi menare (è fuori legge) con la stessa foga con la quale insulto certi idioti probabilemente ne avrei mandati molti al pronto soccorso!

Scusa lo sfogo poco attinente con la dieta ehretista ah ah ah !!!
By rita
#27212
su su.. dai che poi a fare la dieta si diventa anche piu' tolleranti..!!eheh!!
Anche io quando occorre so farmi rispettare e finchè mi gira lascio correre ma poi quando è troppo è troppo!
il mio motto è "vivi e lascia vivere" che tradotto sarebbe a dire:
io mi faccio gli affaracci miei e tu non t'impicciare e statti un metro piu' in là.
Mi rendo conto che è un'impresa difficile pero' a quanto pare!!
frasi del tipo: ma se mangi tutta quella frutta ti viene il diabete .. mi fanno venire i brividi!! e mi rendo che l'ignoranza..uccide!!
Rispondo:no, è meglio mangiar hot dog e coca cola ...
così il daibete se ne sta' alla larga e mi viene un'ulcera fulminante..
a volte mi viene un nervoso pero' è anche vero che il piu' delle volte da quando sono in transizione, sono piu' tranquilla ,serena e meno litigiosa.
con gli esseri umani mi sto' attrezzando ma con gli animali perfino con gli insetti, solo a guardarli provo delle emozioni
mi ha fatto tenerezza perfino un piccione che oggi è passato davanti a me girando al largo..
By mordix
#27226
Ah beh, per la calma anche io mi sono calmata parecchio... Ma appunto con gli umani si fa più fatica...Bisogna come dici tu.."Attrezzarsi"...col manganello mi verrebbe da dire!
Porterò pazienza che vuoi che ti dica, è già bello che non rispondo loro mentre mi fanno di queste battute, devono solo ringraziare che mangio così se no guai!
Mamma quanti ignoranti! Lo eravamo anche noi per carità (certo non ho mai ipotizzato di mettere su chili con le patatine e l'hamburger!), ma a differenza loro siamo più aperti mentalmente e quindi pronti ad accettare un'alternativa (validissima) dal quella di passare dai 30 anni in poi imbottiti di medicinali perché un cancro ha preso possesso del nostro corpo. Ci sono due tipi di persone: quelle che si attrezzano per mantenersi il più a lungo possibile sani e quelli che dopo che gli vengono i tumori si lamentano e la soluzione la trovano quando la loro malattia è ad uno stato così avanzato che sono irrecuperabili, allora le provano tutte : naturopatia, iridologia,maghi, santi,medici privati ecc... Insomma...li definirei in un modo poco carino... Queste sono le stesse persone che prima ti criticavano con le battuttine! Ecco perchè io non rispondo, alla fine nonostante il nervoso me la rido sotto i baffi! :twisted:
By costina
#27232
ciao mordix, sei troppo forte, suoni anche il contrabbasso, mitico.
Non puoi mettere qualcosa sulla spalla, che sostituisca l'appoggio del muscolo, ormai dimagrito?
Per quanto ne so, la frutta non può far venire il diabete, perché il fruttosio non è utilizzabile dall'organismo, e viene convertito direttamente in glicogeno... meglio di così!
(questa cosa la vorrei approfondire... quando misurano la glicemia del sangue, misurano solo il glucosio, o resta misurato anche il fruttosio? se è così sarebbe un errore) (e se è vero quanto su esposto sul fruttosio/glicogeno, perché i doctors hanno tutta questa fissazione per gli amidi? che bisogna mangiarli?)
Anch'io mi trovo molto bene con bambini, piante, e animali in genere. Con gli umani è un po' più difficile capirsi, hanno molti preconcetti e sono spesso repressi e frustrati.
Approfitto per parlare della magrezza.
io sono 184 cm, circa settanta chili in ottobre, quando ho eliminato i cereali ho cominciato rapidamente a dimagrire. Arrivato a sessantatrè, ero abbastanza mathausen-auschwitz, non è proprio un bel vedere. Poi le cinture non mi bastavano più, avrei dovuto ricomprare tutti i pantaloni, mia mamma si preoccupava e la fidanzata rompeva (le scatole).
Devo dire, però, che ero arrivato a livelli di benessere tali che non sentivo nemmeno più lo stimolo della fame... cioè, arrivava - arriva - in forme diverse da quelle conosciute... una liberazione, comunque.
Forse il godimento del benessere era tale che superava quello del possibile mangiare... mangiavo anche meno del necessario, probabilmente... non ci pensavo neanche.. ma ho deciso di ingrassare un po'... quindi ho introdotto qualcosa in più... e ho cominciato lentamente a ingrassare... cercando di mantenere il benessere.
Allora ho introdotto:
- un po' di patate
oppure
- uno o due snack di sesamo equo-solidale
oppure
- un po' di fagioli
oppure
- un po' di amido (quando mangio il falafel)
ed eventualmente altre possibilità, similari.
Ma quello che volevo dire è che ho cominciato a riprendere lentamente un po' di peso, quindi adesso sono sessantaquattro e qualcosa: ma volevo dire che l'aggiunta giornaliera che mi fa ingrassare - e spero che sia un ingrasso pulito - detto così mi sembra di essere un'oca da patè - biologica - è poca cosa, è molto meno di un normale piatto di pasta: corrisponde a poche forchettate, toh.
Ma questa è solo la reazione del mio organismo allo stato attuale, però interessante.
Quanto al benessere, le persone che ti aggrediscono, o ti rompono, non sanno quello che stanno dicendo, ma sospettano fortemente una verità che rimuovono.
E' che è considerato normale:
- stare male di stomaco
- digerire male
- dormire male
- avere le allergie
- avere mal di testa
- avere la pressione alta a quarant'anni
- sentirsi a pezzi
- avere un principio di diabete
- avere il riflusso gastroesofageo
- avere la colite spastica
- perdere la vista
- perdere l'udito
- perdere la potenza sessuale dopo i quaranta (nei maschi)
- essere vecchi a cinquant'anni.
- avere funghi sulle unghie
- avere dermatite seborroica, puzzare da fare schifo, avere i denti che si cariano, avere l'osteoporosi, avere problemi di prostata, avere il cancro alla mammella, avere il colesterolo alto.
Tutto questo è considerato normale e inevitabile, in quanto è veramente la norma.
E' chiaro che nessuno crede veramente che tutto ciò si possa risolvere con l'alimentazione. Ovviamente è inverosimile, altrimenti lo avrebbero già scoperto (anche se in effetti qualcuno lo ha fatto, ma questa informazione non è di pubblico dominio).
Scusa, se si rompe la macchina vado dal meccanico che la aggiusta, se mi serve il pane vado dal panettiere, e per la salute mi affido ai doctors.
(le leggi ai politici?).
Insomma, non ti credono sulla parola. Tenderanno a ostacolarti in tutti i modi, perché metti in dubbio quello che non era mai stato messo in dubbio. Uno dei pochi pilastri intoccabili della vita, il buon vecchio mangiare...
E il piacere collegato... alla fine non ci restano molti piaceri, in questo mondo sempre più snaturato.
In tanti te la fanno pagare, non ti preoccupare. Si sentono insidiati nelle viscere!
Siamo noi che dobbiamo accettare loro... se è valido quanto diciamo, il tempo lo dimostrerà. Nel frattempo, cerchiamo di non farci il sangue cattivo... e nemmeno di farne agli altri... saremo più convincenti... è difficile ma è l'unica strada. E poi, siamo vulnerabili comunque, su questa terra.
ciao
By mordix
#27258
Ciao costina, no, suono il basso elettrico. Il mio prof insegna anche contrabbasso e mi ha ben chiesto se volevo iniziare ad imparare anche quello, mio malgrado nonostante lo reputo uno strumento fighissimo, ho dovuto dirgli di no, perchè il mio appartamento è troppo piccolo...sniff... un vero peccato!
Non c'è nulla che io conosca in commercio che sostituisca la mia spalla, carina l'idea comunque...Ah, ah, ah...Potresti fartelo brevettare perché no?
:) un'idea nuova è sempre un'idea nuova! :idea:

Anche il mio tipo rompe le palle per la magrezza, lui a differenza di altri sa perché mi nutro così e quindi rompe lo stesso ma fino ad un certo punto anche perché sa che ho problemi di stomaco e sono poi io che gli do uno stop quando comincia a farmi snervare. La mia storia è più o meno questa:

Ad ottobre dello scorso anno ho dovuto di colpo interrompere il consumo dei farinacei perchè tutte le volte che ingerivo un pezzo di pane o di pasta cominciava a bruciarmi tutto il tratto dell'esofago e dello stomaco e la mia digestione era diventata sempre più difficoltosa. Passano un pò di mesi in questa situazione e poi mia nonna mi da il numero di un' iridologa per controllare se avevo qualche intolleranza.
La tipa in pratica mi ha detto che ero intollerante a tutte le farine e che le uniche che potevo (e adesso mi viene da dire per assurdo!) consumare erano quelle di farro e di una farina più nobile chiamata kamut (ovvero l'antenato del nostro grano che non ha subito quindi modifiche del dna), poi mi ha detto che avevo il colon molto infiammato e per un bel pò di tempo avrei dovuto mantenere una dieta per permettergli di guarire.
Mi ha quindi tolto tutto quello che in qualche modo provocava "fermento" quindi tutto quello che faceva parte di cereali (salvo farro e kamut), il riso, il mais, i legumi, la carne rossa troppo cotta (cmq non la consumavo granché già di mio, sono sempre stata abbastanza vegetariana), i sughi pesanti,le cozze, le melanzane( a meno che non toglievo la buccia),gli spinaci,i peperoni,i pomodori troppo verdi, gli insaccati (salvo cotto e crudo),i formaggi stagionati, poi alcuni tipi di frutta più indigesta come fichi, pere,banane,mele troppo verdi, la frutta secca...ecc..parecchia roba insomma, ma se era per guarire meglio così.

Diciamo che ci aveva parecchio azzeccato ,oltretutto guardandomi l'iride è riuscita a sapere che avevo avuto una broncopolmonite a cinque anni, che ho un problema cardiaco e che avevo carenza di magnesio e quindi crampi frequenti e mal di testa...io non le ho detto nulla! E devo ammettere che i primi mesi ho avuto un bel miglioramento rispetto a prima...solo che c'era ancora qualcosa che non mi convinceva quando consumavo il farro e il kamut , ogni tanto mi davano, anche se in minor intensità,qualche disturbo.
Ho cominciato a fare un pò di ricerca per conto mio e avevo già scoperto che l'essere umano era classificato fra i frugivori , po ho avuto la fortuna di incontrare su una chat un tipo che seguiva questa dieta e mi ha spedita in questo sito...In sostanza ad eliminare pane pasta ecc....non ho avuto nessuna difficoltà e poi l' iridologa si era occupata involontariamente di una quasi transizione già levandomi quello che avrebbe potuto infiammare il colon, quindi sono passata dalla dieta precedente a quella ehretista senza nessun problema. L'unica difficoltà è che appunto devo prendere qualche chilo e la frutta secca mi da troppa irritazione al colon, quella essiccata col miele non mi è sufficiente e adesso che ho provato con le patate mi sono proprio resa conto che gli amidi sono una cosa dalla quale devo stare lontana anni luce. Ho poi provato a mangiarle a mezzo giorno come ha detto Luciano, ma la situazione il giorno dopo era la stessa!
Le uniche che mi danno meno disturbo sono le banane quindi penso che mangerò quelle e morta lì.

E comunque si, siamo noi ad accettare loro, il giorno che questa terra avrà qualche bel problemino (molto presto) per come la sfruttano , noi saremo in grado di sopravvivere anche 40 giorni a digiuno loro...NO! -quindi, sì mi metto il cuore in pace!
By costina
#27267
ok, non avevo capito del basso, pensavo che fosse un contrabbasso e potevi mettere un asciugamano intorno alla spalla per proteggerla...
Per il tuo problema del dimagrimento, se sei così intollerante, non posso proprio dirti niente che non sia buttata là e basta.
se poi anche la frutta secca irrita il colon...
probabilmente il tuo organismo reagisce intensamente - e comunque è una reazione sana.
speriamo intensa e relativamente breve.
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret