Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

#27181
Il Codex Alimetarius entrerà in vigore il 31 dicembre del 2009 e potrebbe essere il più grande disastro per la salute umana: determinerà gli standard di sicurezza alimentare e le regole in più di 160 paesi del mondo, cioè per il 97% della popolazione mondiale.

Un insieme di standard internazionali aventi come scopo la protezione della "salute" dei consumatori, attraverso pratiche nel commercio per: preparati alimentari, semipreparati, crudi, l'igiene degli alimenti, gli additivi, i pesticidi, i fattori di contaminazione, l'etichettatura, i metodi di analisi. Lo scopo recondito è di mettere fuori legge ogni metodo alternativo nel campo della salute, come le terapie naturiste, l'uso di integratori alimentari, di vitamine e di tutto ciò che potrebbe essere un potenziale concorrente per l'industria chimico-farmaceutica.

vi rimetto il link
http://straker-61.blogspot.com/2009/04/ ... tante.html

Per favore ditemi che si tratta di una bufala.... aspetto vostre notizie
Avatar utente
By fan75
#27203
beh scusa se ho "sbraitato", ma non conoscevo il problema...
volevo prima di tutto conoscere il parere dei partecipanti al forum, (e in particolare il tuo), persone, che ritengo, attente alla salute/alimentazione.
La nostra dieta aiuta certamente ad evitare l'assunzione di porcherie varie che l'industria alimentare/farmaceutica cerca di propinare alla popolazione.

Però la cosa cambia se cominciano a vietare vendita di integratori naturali, vitamine, vietare coltivazioni e (allevamenti) BIO etc etc. Semplicemente chiedevo se qlcn ha approfondito la questione, e se, effettivamente, la cosà è così allarmante.

Purtroppo soluzioni al momento non ne ho, ma far conoscere il problema non credo sia sbagliato...
Scusami ancora se ho "starnazzato" ma sono ancora nella fase di incredulità/indignazione/inkazzatura ... poi, come per tutte le altre storture esistenti al mondo d'oggi, ci farò il callo... :D
Avatar utente
By parider
#27204
Io spero solo che tutto quello che si legge e si vede su internet sia un'esagerazione negativa di quella che sarà la realtà dopo il 2009.
Perchè se è vero che tutti i cibi saranno ancora più carichi di veleni e che non esisterà più, di fatto, l'agricoltura biologica sarà una cosa di una gravità immensa.
Saremmo di fatto condanatti ad ingerire veleni e cibi ancora più poveri di sostanze nutritive.
E saremmo condannati tutti, anche chi ha acquisito un' elevata consapevolezza su come raggiungere e mantenere la SALUTE
Avatar utente
By fan75
#27222
appunto ... è proprio cosi che sarà allora??
C'è da provare a leggere sto codex ... magari dal sito della fao si riesce a scaricare .. ci aggiorniamo
Avatar utente
By betula
#27309
Dal poco che so non mi pare che si vieterà l'agricoltura biologica, ma magari mi sbaglio. Ho letto che in realtà tratteranno tutti gli animali destinati all'alimentazione, ragione in più per eliminarli completamente dalla nostra dieta.
Dal punto di vista di integratori naturali, vitamine, eccetera, magari è la volta buona che iniziamo a prendere coscienza della nostra salute e smettiamo di dipendere dalle pasticchine (vi parla una che va in giro con magnesio, zinco, vitamina C, eccetera...)
Avatar utente
By ragman
#27327
Buon giorno a tutti,
sono da tempo iscritto al sito e, pur leggendo il forum, non vi ho mai preso parte finora.
Riguardo al famigerato Codex Alimentarius credo che una soluzione ci sarebbe: fare pressione sui politici.
Sto cercando l'indirizzo email del Ministro Zaia (è quello dell'agricoltura). Se non riuscirò a reperirlo, c'è comunque un numero verde del Ministero. Intendo protestare educatamente ma fermamente contro l'introduzione di un simile codice e chiedere che il Ministero si sensibilizzi per arginare il problema: ricordiamoci che l'OMS e la FAO, che sono dietro questa iniziativa, sono organi di riferimento, ma la potestà politica è del ministro.
Il tentativo è senz'altro disperato, ma ricordate che alle direttive sovrannazionali devono seguire poi leggi degli Stati atte ad applicarle. E molto dipende da come simili leggi "locali" vengono fatte.
Per informazioni su cosa sia il Codex Alimentarius, trovate un bell'articolo a questo link:
http://www.comedonchisciotte.org/site/m ... e&sid=5762
In quanto ehretisti, ritengo che dovremmo mobilitarci e prendere l'impegno di scrivere il più possibile, al ministro, ai giornali, alle associazioni. Se pensiamo solo che questo gruppo ha 2000 iscritti, come reagirebbero a 2000 email contro il Codex Alimentarius?
Scusate se mi sono dilungato...spero che qualcuno si unisca a me nella protesta, se non vogliamo ridurci a mangiare verdura "al cobalto" :(
Saluti,
ragman
Avatar utente
By luciano
#27331
Benvenuto Ragman! :D
ragman ha scritto:chiedere che il Ministero si sensibilizzi per arginare il problema: ricordiamoci che l'OMS e la FAO, che sono dietro questa iniziativa, sono organi di riferimento, ma la potestà politica è del ministro.
Ci credi davvero?

Il ministro fa quello che la lobby di big pharma gli dice di fare. Punto.

Cosa fanno 2000 email inviate al ministero?
Vengono selezionate con la funzione "seleziona tutto", poi con tasto destro compare il menu a tendina, si fa scorrere il mouse su "Cancella" e poi Click!

2000 email nel cestino in pochi secondi. (Devono avere una buona ram pero eh....)
Avatar utente
By ragman
#27337
Ciao Luciano,
grazie del benvenuto e presto posterò qualcosa sulle mie personali esperienze da ehretista.
Sì, so bene che non sono 2000 email a cambiare il mondo,soprattutto se inviate a politici "burattini" di poteri ben più forti e nascosti.
Ma tali poteri temono la nostra consapevolezza e ci vogliono arrendevoli ed addormentati (magari davanti alla TV): già 2000 email vogliono dire:"attenti, ci stiamo svegliando!".
Per questo scriverò al ministro Zaia e cercherò di coinvolgere quanta più gente mi sarà possibile: devono sapere che la consapevolezza sta crescendo, cominciare a sentirsi il fiato sul collo.
Forse per ottenere risultati ci vorranno decenni, ma questa è una strada possibile da cui partire. D'altronde a dimostrazione di quanto sia temuta l'informazione e la consapevolezza ci sono tutti i numerosi tentativi da parte dei politici italiani ed europei di censurare internet.
Avatar utente
By luciano
#27342
Bene dai, facci sapere qualcosa.

Ho già fatto fare in passato interrogazioni parlamentari per altre faccende all'allora ministro della salute Sirchia, ma ha risposto da buffone, chiaro, non può parlare contro i suoi clienti un parlamentare che è sul libro paga delle case farmaceutiche.

La trovi qui, nella seconda pagina di questo pdf:
Interrogazione Medicinenon.it
Avatar utente
By glc69
#27346
Ciao a tutti,
il tema è molto importante ma anche molto lontano dalle nostre potenzialità d'intervento. Del resto ne abbiamo già scritto qui sul Forum e credo che molti di noi si siano già impegnati, quanto meno, a trasferire l'informazione ai propri amici e conoscenti.

Luciano ha ragione da vendere: i politici vengono messi lì solo se disciplinati e servizievoli ed è molto difficile per uno di loro, anche il più elevato moralmente (?), fare qualcosa di nobile eticamente nell'interesse dei cittadini e secondo la propria giusta coscienza e sensibilità spirituale. Non hanno e non possono avere un disegno programmatico nobile ed elevato perchè andrebbe contro gli interessi economici di chi comanda davvero e decide quali pedine collocare nei ruoli chiave.

La soluzione? L'unica direttamente praticabile, dal mio modesto punto di vista, è individuale e consiste nella autosufficienza. Tradotto: nell'orticello di casa in cui ognuno possa limitare i danni con coltivazioni ed alberi da frutto.
Per adesso io sono tra i fortunati a poterlo realizzare ma mi rendo conto che chi ne ha la possibilità è comunque una goccia nell'oceano.

Un saluto a tutti.
Gianluca
Avatar utente
By ragman
#27349
luciano ha scritto:Ho già fatto fare in passato interrogazioni parlamentari per altre faccende all'allora ministro della salute Sirchia, ma ha risposto da buffone, chiaro, non può parlare contro i suoi clienti un parlamentare che è sul libro paga delle case farmaceutiche.


Ciao Luciano e grazie mille ancora! Non vedo l'ora di leggere il tuo articolo sul Codex Alimentarius!
Riguardo all'interrogazione parlamentare, per quanto non mi stupisca che Sirchia non potesse - nè volesse - recepire argomentazioni contro gli psicofarmaci, credo che la tua iniziativa, che ha addirittura provocato un'interrogazione parlamentare, abbia avuto un suo peso politico!
Se la cosa non fosse finita lì, ma se fosse stata raccolta da altri individui ed associazioni, sarebbe anche potuto nascere un gruppo di pressione.
E quando il dissenso cresce, il politico sa che deve muoversi coi piedi di piombo. Più il dissenso è diffuso, più le direttive "dall'alto" sono quantomeno frenate, se non bloccate.
Dico questo perchè l'ottimismo americano ha certamente favorito l'introduzione degli OGM negli Stati Uniti. L'EU invece sa bene che l'opinione pubblica europea è fortemente ostile sospettosa verso OGM e, per quanto la politica sovrannazionale in particolare debba seguire gli ordini di Big Pharma, è costretta a procedere per gradi, con molta circospezione. Anche il Codex Alimentarius così come è definito ora sembra solo un insieme di regole per la produzione ed il commercio degli alimenti, ma già sappiamo che questo verrà implementato in futuro per mettere fuori legge integratori alimentari (personalmente, sono un "fan" del magnesio supremo) e soprattutto i prodotti biologici della terra, in favore di quelli biotecnologici.
In questo senso, Gianluca, per quanto anch'io abbia un orticello, non mi sento rassicurato: so bene che tra qualche anno la coltivazione di ortaggi naturali sarà vietata, esattamente come oggi è vietata la coltivazione di cannabis, in favore dei prodotti bio-tech che il Codex imporrà.
AVOGADO TOSSICO?

Non penso che l'avocado sia tossico. Però bisogna […]

Non bisogna generalizzare. Io sono crudista, ma no[…]

Bhe estrarre un incisivo per creare spazio è propr[…]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret