Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By tistructor
#27782
In tutta la mia vita non ho mai fatto un digiuno così lungo. E' durato circa 50 ore. Ultimo pasto venerdì a mezzogiorno e ho concluso il digiuno la domenica nel pomeriggio.
Ho seguito alla lettera cio che è riportato nel libro:
ho bevuto delle piccole limonate con poco zucchero di canna, ho avuto pochissima sete se non nulla; ho cercato di riposare nei momenti più difficili e ho fatto clisteri durante e dopo il digiuno.
Veniamo alle sensazioni provate e ai fatti capitati:
All'inizio del digiuno ho avuto una violenta e mortificante disussione con mio fratello per motivi futili, questa non era in programma ma questo non ha intaccato la mia volontà nel digiunare anzi l'ha rafforzata. Il digiuno ha notevolmente attenuato i postumi di un tale discussione che in me in passato erano durati anche più di 15 giorni invece già il secondo giorno di digiuno mi sentivo emotivamente leggero; ho provato il senso di vertigine dovuto all'eccessiva velocità nell'alzarsi dal letto e da terra mentre stavo eseguendo dei lavori di muratura (ho visto un mare di stelline davanti agli occhi); ho avuto l'addome contratto in modo violento per tutto il secondo giorno assecondato anche volontariamente mantenendo in tensione i muscoli dell'addome (questa azione mi è venuta automatica) provando un senso di schiacciamento simile all'azione di far uscire il dentifricio dal tubetto; per entrambi i giorni ho sentito qualche cosa nello stomaco credo muco; la lingua è diventata bianco giallastra e ho avuto in bocca un sapore strano indecifrabile; ho notato che l'azione dell'inspirare diventa più difficoltosa come se anche il torace è sotto l'azione dello schiacciamento; la notte ho dormito ma con un sonno leggero un poco agitato.
Ho terminato il digiuno con circa 1kg di prugne gialle e una decina di fichi seguiti da un piatto di zucchine , peperoni stufati e una feta ti pane di segale tostato. Subito i sintomi del digiuno sono spariti ma ho sentito un certo peso sullo stomaco che si è protratto fino in serata. Ehret dice che si dovrebbe andare in bagno naturalmente dopo 2 o 3 ore ma questo non si stava verificando allora ho deciso per un clistere. l'operazione ha funzionato alla perfezione. ha operazione conclusa mi sono messo al pc e tutto ad un tratto dopo circa 40 min nell'intestino(nel colon credo) si è verificato un vero e proprio uragano. un gorgoglio cosi forte non l'avevo mai sentito e sono corso in bagno allarmato. Ci sono rimasto per circa 2 ore comunque non ho avuto dolori di sorta. questa volta il muco l'ho visto poichè usciva praticamente acqua e quella schifezza collosa. ne ho raccolta un pò con la carta e ha fatto un filo di 50 cm impressionante. il giorno seguente mi sentivo bene e non ho avuto problemi a lavorare. Da quando ho smesso il digiuno l'appetito è minore e ho la certezza che il mio corpo voleva proseguire con tale pratica. Martedì causa un lutto nella mia ditta ho avuto il pomeriggio libero ed io e il mio amico siamo andati in montagna. Avevo la preoccupazione di come mi sarei comportato durante uno sforzo del genere. Siamo partiti alle 17.10 da 1800m e alle 19.00 siamo rivati a 3000m le gambe andavano a meraviglia e pure il fiato, non ho avuto nessun sintomo di stanchezza. Oggi mentre scrivo sono di nuovo in digiuno causa un colpo di coda a livello emotivo, non mangio da ieri sera e adesso stanno ritornando tutti i sintomi elencati in precedenza però mi sento bene a livello mentale (è come buttare acqua sul fuoco).
Non avrei mai pensato che in un tempo così breve avrei avuto così tante sensazioni. L'esperienza del digiuno mi sta affascinando. Mi ero sempre chiesto cosa si provasse a fare un digiuno. Questo era un quesito che mi è sempre girato per la testa a cui non avevo mai tentato di dare risposta.

Un bacio a tutti

Fabio
By Naxos_77
#27787
ciao tis complimenti per il tuo primo digiuno
non dubito che ti sei sentito appesantito . . . chi non lo sarebbe dopo 1kg di prugne gialle e una decina di fichi seguiti da un piatto di zucchine , peperoni stufati e una feta ti pane di segale tostato dopo un digiuno di 3 giorni ?
la prossima volta vacci un po piu piano con il cibo devi essere graduale , non puoi passare da 0 a 100 in 4 secondi :D
Avatar utente
By tistructor
#27790
Ma Ehret sul libro dice che non bisogna mangiare una piccola porzione. Dice di fare un pranzo completo stando attenti al tipo di alimenti che si assumono e al proprio stato di salute. Almeno così io ho interpretato il passaggio sul libro. Grazie comunque così ho lo spunto per rileggere criticamente la parte sul digiuno :D .

Ciao

Fabio
Avatar utente
By mauropud
#27795
tistructor ha scritto:Ma Ehret sul libro dice che non bisogna mangiare una piccola porzione. Dice di fare un pranzo completo stando attenti al tipo di alimenti che si assumono e al proprio stato di salute. Almeno così io ho interpretato il passaggio sul libro. Grazie comunque così ho lo spunto per rileggere criticamente la parte sul digiuno :D .


La cosa migliore credo sarebbe stata non mischiare: potevi fermarti alle prugne gialle e lasciare il resto per il prossimo pasto, o mangiare prugne gialle fino a sazieta'!
Booooom!!! :D

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret