Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

#27860
Periodicamente, leggendo articoli o sentendo qualche trasmissione televisiva o radiofonica, credo di aver toccato il fondo dell'abiezione umana e mi meraviglio ogni volta di come si possa scendere sempre più in basso. Ho sempre pensato che, dopo il fondo, si possa solo risalire: ...sta di fatto che il fondo non arriva mai e ...c'è sempre un altro fondo dopo il precedente!

Vorrei condividere con voi l'ultima perversione apparsa sulla stampa, questa volta sul quotidiano che fino a pochi anni fa vantava articoli di un certo prestigio e firme di tutto rispetto. Parlo del "Corriere della sera", un tempo spazio per persone come Pasolini, Buzzati, Montale, Montanelli, ...oggi cloaca dei vari Alberoni di turno.

Se avete coraggio, leggetelo!
http://www.corriere.it/salute/nutrizion ... aabc.shtml
By bonnie
#27865
pur di vendere pillole,terapie varie ed elargire cattiverie son pronti a tutto :?
#27866
:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Certo che sono caduti veramente in basso!
E' come cercare di far passare le fiabe tipo cappuccetto rosso per storie vere! 8O

Il problema e' che c'e' gente talmente incapace di usare il cervello che piglia queste ridicole stronzate per oro colato! :evil:
Avatar utente
By luciano
#27867
Non dobbiamo ancora preoccuparci, non l'hanno ancora inserito nella bibbia degli psichiatri, quando poi lo inseriranno chi mangia cibo sano sarà considerato malato mentale.

Orthorexia Nervosa is Not Currently a Recognized Mental Illness

Orthorexia is not currently listed in the DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual) which is the standard reference for recognized psychiatric conditions; therefore, the current definition is informal and based simply on observation. Sorry for not being able to help those people who cannot eat the normal good food
. :D
By monia
#27871
Io penso invece che in questo articolo ci siano sciocchezze ma anche un fondo di verità e cioè che molte persone spaventandosi o avendo già di loro malattie varie sia fisiche che psichiche quando leggono verità antiche sulla condizione naturale dell'uomo si fanno prendere dall'ansia come se stessero per morire da un momento all'altro. Per fortuna il corpo è fatto per produrre anticorpi altrimenti saremmo morti già a 10 anni per come mangiamo.

Le persone più ansiose che ho conosciuto in vita mia e anche spesso più fanatiche ed estreme le ho proprio conosciute negli ambienti dove si ricerca la cosa opposta e cioè salute e armonia. Praticamente passano dalla nevrosi di prima ad un'altra. Ti riporto l'esempio di quei buddhisti che parlano sempre di buddhismo tutto il giorno al posto di guardare la realtà e smetterla di pensare dualisticamente o fare intellettualismi vari.

Credimi non c'è giudizio morale nelle mie parole, perchè anche io ci sono passata in certi stati...ma tutto ciò che è nuovo, che è esotico, che è troppo diverso, per il cervello E' UNO STRESS e se il sistema nervoso si stressa ottieni l'effetto opposto. Quello che conta è la felicità e per averla bisogna avere cura dei propri nervi e pensieri e non violentarsi cosa che produce altre tossine. La frutta è un cibo che dà felicità come anche il mangiare poco ti fa sentire vuoto e questo è bene. Ed è un bene sapere queste cose, come è un bene tenderci.

Ma c'è un "ma" e cioè capire quanto ciò è compatibile con oggi.


Lo stile di vita attuale è all'antipodo della condizione naturale e passare da un eccesso ad un altro è un grosso squilibrio che a lungo andare fa danni peggiori e fa altalenare le persone tra estremi. Isolarsi dal mondo in una comunità può essere una scelta rispettabile ma non tutti possono permettersela e le cose estreme non fanno mai nulla di positivo.
Io tendo al fruttarianesimo ma per il momento sono più che altro vegana, e anche qui ci vado piano...credimi che molti non ci vanno piano, all'inizio soprattutto, ed è vero che diventano maniacali.
Non mi piace criticare le persone che mangiano animali, posso solo dare il mio modesto contributo con l'esempio di chi CON SERENITà E SENZA ECCESSIVO SFORZO riesce a vivere in questa condizione. Se alle persone viene concesso di vivere altrimenti c'è un motivo.
Ho conosciuto igienisti che parlano continuamente di cambiare, di idealismo con la presunzione che da loro dipende il destino dell'umanità.
La cosa più buffa è che un vero naturista non può essere per definizione un idealista. le leggi di natura parlano di un inizio e di una fine...e il mondo pure dovrà finire per passare poi magari ad un livello migliore.
Penso che la cosa migliore sia fare del proprio meglio ma non buttarsi giù o fissarsi se non si raggiunge l'obiettivo perchè ripeto non dipende tutto da noi!
Se stanno succedendo tutte queste cose nel mondo c'è un motivo, e le cose andranno cmq come dovranno andare che ci piaccia o no non ci siamo creati da soli. La gente starebbe meglio se si ricordasse che c'è un universo, un Dio, un grande Spirito e che come ci ammaliamo noi anche il pianeta invecchia, si ammala e muore. E magari si ammala proprio così con gli abitanti scemi che lo sfruttano.

Ciao
Avatar utente
By curiosoboy
#27872
Non bisogna esagerare con l'ortoressia, e su questo sono d'accordo!
Però bisogna sempre stare attenti al tipo di cibo che si consuma, secondo me!!!
Non mi piace cibarmi di cibo avvelenato e se il mondo intero la pensasse così, non ci sarebbero ortoressici e forse neache anoressici e bulimici!!!

Monia concordo con quello che hai scritto.
By monia
#27873
Anche io infatti compro al supermercato biologico ma spesso compro anche per strada al mercato e non ne faccio un dramma...anzi chi me lo dice che il seme che usano nelle coltivazioni biologiche sia sano? Io posso far crescere anche in modo naturale un frutto o una pianta ma se il seme è malato il risultato non è mai buono. E poi con tutte ste scie chimiche e le pioggie inquinate è difficile ottenere cibo sano al 100%.

Credo che la cosa migliore, ripeto, sia impegnarsi a fare del bene a noi stessi e al prossimo ma mai e poi mai stressarsi per un fine che per quanto perfetto a volte non è fattibile per noi e per l'epoca in cui siamo.Quando forzi stai cmq violando le leggi di natura...un pò di spinta va bene, anzi è doverosa se no non ti muovi ma il troppo sforzo no.

Per questo se vedo persone molte restie al fruttarianesimo non mi permetto di convincerle...anche perchè parlerei di teorie e di esperienze di altri...io non sono mai stata fruttariana al 100% o per lo meno non per + di 3 giorni .
e poi ognuno è così diverso che magari vai a fare del male pur con l'intento di fare del bene perchè non tutti in grado di capire e di gestire un cambiamento alimentare. Ciò che è bene è relativo alla persona, se uno non riesce a smettere di mangiare carne va rispettato cmq.

L'ortoressia c'è ed è vero. La prima volta che ho letto Ehret o libri sull'eco-alimentazione mi è preso un colpo .Perchè ti rendi conto che il mondo sta andando da tutt'altra parte... Poi però ti calmi...ma tutti si calmano? E soprattutto come la stanno seguendo questa dieta? Mangiare sano è un dovere...ma delle volte per farlo ti viene richiesto uno sforzo economico e un grande sacrificio rispetto alle abitudine precedenti e questo non mi piace. Si alla dieta , al buon sano mangiare e si all'impegno per seguirla e all'eticità nel vivere. No allo sforzo perchè allora ci si riammala da un'altra parte.
Ripeto c'è una legge di conservazione e una di distruzione e vale per la cellula come per l'universo. .. questa epoca mi sembra che sia orientata sulla seconda fase.
By Archimede
#27874
Monia, sono perfettamente d'accordo con te. Solo che l'articolo in questione non considera minimamente gli argomenti sollevati dalle tue motivazioni.
Ogni cosa, anche la più giusta, può essere fatta male, o in modo maniacale e nevrotico. Anche l'ehretismo può essere interpretato e praticato malissimo. Anche un digiuno, se fatto in modo inappropriato, può portare a brutte conseguenze.

Hai notato da dove "partono" i nostri "scienziati" per metterci in guardia da ogni conseguenza negativa in campo alimentare? La frase è questa:
Si inizia con l'escludere dalla propria alimentazione i cibi trattati con pesticidi o con qualsiasi additivo artificiale


Quindi la loro preoccupazione è ammonire "attenzione, gente: l'abisso del male inizia col rifiutare cibi industriali!!!"
E te pareva!!! Da dove cominciare se non dalla strenua difesa dei "loro" interessi???
Appunto: interessi "loro", non certo i nostri!
Avatar utente
By luciano
#27876
E' chiaro che oggi ci sono maniaci per ogni idea, ma non è questo il punto. La medicina ortodossa cerca il pretesto per includerla nei suoi manuali diagnostici per poi "curarla" con gli psicofarmaci, questo è il punto.

Insisto sempre di non praticare la dieta in modo maniacale e di non tentare di settarizzare l'Ehretismo.

monia ha scritto:Per fortuna il corpo è fatto per produrre anticorpi altrimenti saremmo morti già a 10 anni per come mangiamo.
Gli anticorpi fanno parte di una teoria della scienza ortodossa forzatamente "dimostrata".

monia ha scritto:Penso che la cosa migliore sia fare del proprio meglio ma non buttarsi giù o fissarsi se non si raggiunge l'obiettivo perchè ripeto non dipende tutto da noi!
Se stanno succedendo tutte queste cose nel mondo c'è un motivo, e le cose andranno cmq come dovranno andare che ci piaccia o no non ci siamo creati da soli. La gente starebbe meglio se si ricordasse che c'è un universo, un Dio, un grande Spirito e che come ci ammaliamo noi anche il pianeta invecchia, si ammala e muore.
Questa ultima asserzione ha molto del fatalismo, tipo non possiamo fare nulla perchè il Karma, perché gli astri, perché dio, ecc. non vogliono.

Ognuno è responsabile delle proprie condizioni. Attribuire la causa delle cose che "succedono" a dio o chi per esso significa negare che l'essere spirituale è causa prima di sé stesso.
Inoltre bisognerebbe comprendere chi o cosa è dio. Le definizioni fornite dai testi cosiddetti sacri delle religioni non sono affidabili, in quanto adattati ai fini delle singole religioni.

monia ha scritto:....Credimi non c'è giudizio morale nelle mie parole, perchè anche io ci sono passata in certi stati...
.... Non mi piace criticare le persone....
... E magari si ammala proprio così con gli abitanti scemi che lo sfruttano.
Qui mi pare che ti contraddici.
Avatar utente
By celestia
#27906
Mi sono divertita a leggere l'articolo, però malignamente mi chiedo: questa British-non-so-cosa... è per caso la forma associativa dei dietologi britannici? No, perchè se così fosse è chiaro che tengono famiglia... devono vivere, e siccome le diete servono solo ai dietologi per vivere alle nostre spalle, tirate le conclusioni!!!
Il tacchino non prepara il pranzo di Natale!
Ciao, buona dieta Ehretista
#27915
mauropud ha scritto:Il problema e' che c'e' gente talmente incapace di usare il cervello che piglia queste ridicole stronzate per oro colato! :evil:


PORCO !"$£"%£^^$&&&*$***$ !!!!!!! :twisted:

E non mi e' arrivato un messaggio email di mio padre dicendo "leggi attentamente questo articolo"?

Perdete ogni speranza o voi che uscite (dal gregge)! 8O
Avatar utente
By betula
#27923
Ho letto l'articolo che è una porcata immane, come tanti altri. Come spiega la signora che mangiare non è prima di tutto un piacere ma un atto di estrema cura verso sè stessi (se si usano i giusti cibi, naturalmente)?
Avatar utente
By luciano
#27931
Colpisce soprattutto gli over 30, tende a essere più diffusa tra gli uomini e tra le persone di buon livello culturale ed è considerato un disturbo dell'alimentazione, anche se nasce da un buon intento.
E' solo un attacco deliberato contro chi mangia sano, ovvero omette il consumo dei "cibi" forniti dall'industria alimentare.

Come afferma Deanne Jade, fondatrice del National Centre for Eating Disorders, la linea di confine tra un atteggiamento sano e un atteggiamento patologico è sottile, inizialmente impercettibile. E ciò che rende il disturbo così insidioso è proprio la sua apparenza buona: tutto nasce come un amore verso sé stessi e verso gli alimenti sani. Ma in realtà nasconde una psicosi e una negazione del cibo come piacere.
Questo è un tentativo di trasformare abitudini salutari in psicosi. Poi per curare la psicosi, occorrono gli psicofarmaci.

Per chi non lo avesse ancora visto:

Inventori di malattie

Ho cambiato il video, questo è completo.
By costina
#27982
ok, io sono salvo perché provo un sacco di piacere, mangiando.

La sindrome di chi si vaccina contro l'influenza A l'hanno messa come malattia?

Quella della fobia degli extracomunitari?

A proposito, quelli che ti spaccano le sfere tutto il giorno con la scemenza delle proteine, hanno una sindrome (proteino-ossessiva sindrome)?

Penso di sì, che l'abbiano messa come malattia, c'è un sacco di gente che ce l'ha.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret