Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By danielsaam
#28645
Antishred ha scritto:Non so ragazzi, ma davvero, ultimamente mi sto inventando delle sorte di ricette o cose simili, sempre ispirandomi a siti e libri di ricette crudiste, sbattendomene e mangiando solo le cose che mi piacciono


I vecchi cibi non mi mancano, anzi, mangio sopratutto cibi senza/poveri di muco che mi piacciono, il problema è la quantità anche se penso che col passare del tempo si sistemi; se faccio un confronto con i mesi passati mi rendo conto che le razioni sono diminuite.

Antishred ha scritto:Il cibo è prima di tutto un piacere!


Secondo me il cibo deve essere un piacere nel momento in cui lo si mangia ma non si deve ricercare il piacere nel cibo, sennò diventa come una droga.

Si deve mangiare per vivere non il contrario.

Come ho già scritto in precedenza ci sono momenti (come la mattina) in cui il desiderio per il cibo è pressochè uguale a zero, lo vedo proprio come un qualcosa in più di cui non necessitiamo e quindi sono del parere che prima o poi (magari ci vorranno anni, non lo sò) questo momento della giornata si estenderà a giorni e via dicendo ... naturalmente è difficile ora come ora vivere solo ad aria ed acqua visto che queste componenti non sono più pure come una volta ...

:wink:
Ultima modifica di danielsaam il 6 settembre 2009, 17:31, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By Libero
#28649
Per le fasi di rialimentazione dopo lunghi digiuni, per casi di bulimia o semplicmente per non infilare nel proprio tempo delle schifezze se proprio non si riesce a resistere. uno yogi consiglia di masticare senza ingoiare.

Metti in bocca quello che vuoi, mastichi e poi sputi dentro una ciotola da dare agli uccellini.

Alla fine pensate a una pizza ai 4formaggi, non può considerarsi cibo, di conseguenza non è una cosa che neanche minimamente può nutrire il mio corpo anzi lo danneggia.

Inoltre i muscoli mascellari sono i piu potenti e masticare può rilassare.

Viene detto anche in Amaroli & Digiuno - Christian Tal Schaller.

Io l'ho fatto qualche volta con le noci; dopo il digiuno ho un buco nero nello stomaco e mangerei all'infinito di noci e nocciole, nei casi piu gravi ho risolto cosi.
Avatar utente
By Antishred
#28650
Bellico ha scritto:Per le fasi di rialimentazione dopo lunghi digiuni, per casi di bulimia o semplicmente per non infilare nel proprio tempo delle schifezze se proprio non si riesce a resistere. uno yogi consiglia di masticare senza ingoiare.

Metti in bocca quello che vuoi, mastichi e poi sputi dentro una ciotola da dare agli uccellini.

Alla fine pensate a una pizza ai 4formaggi, non può considerarsi cibo, di conseguenza non è una cosa che neanche minimamente può nutrire il mio corpo anzi lo danneggia.

Inoltre i muscoli mascellari sono i piu potenti e masticare può rilassare.

Viene detto anche in Amaroli & Digiuno - Christian Tal Schaller.

Io l'ho fatto qualche volta con le noci; dopo il digiuno ho un buco nero nello stomaco e mangerei all'infinito di noci e nocciole, nei casi piu gravi ho risolto cosi.


Ciao Bellico!
Da dove scrivi adesso?
Tempo fa avevo letto sul tuo blog del tuo viaggio ad Amsterdam con un tuo amico: vivi ancora lì?

Grazie per i consigli, si può provare. Molti considererebbero la cosa come uno spreco di cibo bello e buono, ma come hai anche già detto tu: in cosa una pizza è nutriente?

Comunque non so, sarà dovuta solo alla mancanza verso farine e amidi che si prova la fame infinita?

E' proprio strano. Ognuno dovrebbe avere la voglia di sperimentare.

Hai voglia di raccontarci dei digiuni che fai?
Perchè non hai assecondato (con razionalità) la voglia di frutta secca? Ti chiedo solo per capire come ti sei comportato dopo il periodo di rialimentazione.

Ciaoo
By kaekko
#28801
danielsaam ha scritto:Secondo voi perchè da onnivori la sensazione di sazietà è molto più marcata?

Sò che da qualche parte nel libro l'ha accennato Ehret ma non ricordo dove.

Più che nel libro mi sembra di averlo letto in un articolo a tema:
in origine l'uomo mangiava un cibo pieno di vitamine, enzimi, sali minerali, ecc e il corpo lo avvisava appena raggiunta la quantità richiesta.
Mangiando per anni non-cibo il corpo non ricevendo più nutrimento a sufficienza ha smesso di inviarci l'avviso di fine fasto e lo ha sostituito con un avviso di stomaco pieno.
Mangiando cibi onnivori, lo stomaco ci avvisa di smettere di mangiare perché non c'è più posto, mentre mangiando frutta e verdura per lungo tempo ci avvisa appena raggiungiamo la quantità di nutrienti richiesta all'organismo.
Avatar utente
By Antishred
#28819
Guardate, sarò pazzo (o comunque sulla buona strada) ma mi succede una cosa strana: dopo un po'che mangio, frutta o altro, ecco dopo che ne mangio una certa quantità, mi inizia a prudere il naso. Generalmente, se smetto di mangiare quando sento l'arrivo del prurito, mi sento pieno ma leggero, se continuo invece mi sento pesante e sonnolento.
Ma che storia è???
Saranno questi i "segnali che il corpo ci manda"???
Meno male che non mi è capitato il segnale del "incredibile voglia di ballare il tip tap" sennò sai quelli di sotto! :D

Voi che dite? Sono da ricoverare?
Avatar utente
By danielsaam
#28834
:lol:
By neo84
#31924
Ciao, anche se non ho ancora iniziato la dieta di transizione come la consiglia Ehret, da una settimana anch'io e la mia compagna siamo passati alla frutta per pranzo, mentre a cena alterniamo verdure crude e cotte, farinacei :(, e qualche formaggio :cry:.
Da allora anch'io ho problemi a conciliare la sensazione di sazietà con l'appagamento, non perché la frutta non mi soddisfi, ma piuttosto perché lo fa ben prima di raggiungere la quantità di cibo a cui prima ero abituato... insomma, mi sembra di dover rieducare le mie sensazioni...
Anche perché nel pomeriggio mi torna la voglia di mettere qualcosa sotto i denti, e così finisce che tra pranzo e cena faccio anche due o tre spuntini-pasti di frutta (datteri e fichi secchi, banane), con il risultato che lo stomaco è sempre pieno e diventa un disagio. Sarà l'abitudine precedente di riempire troppo lo stomaco?
Avatar utente
By Danny
#31936
uno yogi consiglia di masticare senza ingoiare.

Metti in bocca quello che vuoi, mastichi e poi sputi


Questo consiglio lo metto già da me in pratica da un bel pò di tempo.

Da quando mi è chiaro che è il sangue a nutrire il corpo, cerco di ridurre tutto il cibo che assumo in forma liquida. Ogni tanto mi mangio un cocco, e anche se mi metto d'impegno non è facile renderlo liquido, così dopo averne estratto per bene il succo lo sputo fuori.
Così come mi succede per alcune verdure che cucino (forse non abbastanza) particolarmente fibrose.

Naturalmente è da farsi in pacifica solitudine :P
Avatar utente
By Antishred
#31937
neo84 ha scritto:Ciao, anche se non ho ancora iniziato la dieta di transizione come la consiglia Ehret, da una settimana anch'io e la mia compagna siamo passati alla frutta per pranzo, mentre a cena alterniamo verdure crude e cotte, farinacei :(, e qualche formaggio :cry:.
Da allora anch'io ho problemi a conciliare la sensazione di sazietà con l'appagamento, non perché la frutta non mi soddisfi, ma piuttosto perché lo fa ben prima di raggiungere la quantità di cibo a cui prima ero abituato... insomma, mi sembra di dover rieducare le mie sensazioni...
Anche perché nel pomeriggio mi torna la voglia di mettere qualcosa sotto i denti, e così finisce che tra pranzo e cena faccio anche due o tre spuntini-pasti di frutta (datteri e fichi secchi, banane), con il risultato che lo stomaco è sempre pieno e diventa un disagio. Sarà l'abitudine precedente di riempire troppo lo stomaco?


Ciao neo84, mi sembra che la tua transizione vada più che bene, invece. :)
Non sei obbligato a seguire i menu delle otto settimane come indica Ehret, credo che si debbano seguire solo in casi gravi, ma per chi è già in buona salute, si può benissimo cominciare piano piano, riducendo gli alimenti mucosi e aumentando frutta e verdura crude e poi eliminando i mucosi uno ad uno, quando ci si sente pronti.
Non è necessario stravolgere il proprio modo di mangiare!
Ricorda che ora sai la verità, quindi prenditela con comodo! Certo, non che diventi una scusa, ma ora azzardo a dire che puoi anche non temere più niente e hai in mano la tua salute, ora più che mai :D

Se ti senti bene con la frutta durante il giorno, continua pure e mangiane a volontà, preferibilmente fresca e succosa, non ti preoccupare se ti sembra troppa: con gli occhi di una volta anche tre mele ci sembrano troppe, ma la differenza è che una volta non le consideravamo cibo, nè tantomeno ci veniva in mente di fare degli interi pasti di frutta!
Oggi ho mangiato 7 kaki e una decina di banane mature (con la buccia molto molto maculata sono mature, altrimenti no) e mi sono trattenuto perchè ora torno a studiare... quindi valuta tu! Quello che ti senti, mangia, tranquillo, è impossibile esagerare con la frutta a meno di mangiare fino all'indigestione, ma non vedo cosa ci si possa trovare :D

Se invece senti troppe tossine in circolo, fai dei passi indietro e per esempio a pranzo mangia un po'di frutta e poi verdure e del pane tostato, oppure solo verdure o cereali o riso integrale o patate ecc. ecc. (vedere Ehret e/o combinazioni alimentari)

Cerca un buon equilibrio psicofisico e continua fino al prossimo checkpoint (perdonatemi ma sono cresciuto a pane e videogiochi
:) ).

Ciaoo
Avatar utente
By Antishred
#31938
Danny ha scritto:
uno yogi consiglia di masticare senza ingoiare.

Metti in bocca quello che vuoi, mastichi e poi sputi


Questo consiglio lo metto già da me in pratica da un bel pò di tempo.

Da quando mi è chiaro che è il sangue a nutrire il corpo, cerco di ridurre tutto il cibo che assumo in forma liquida. Ogni tanto mi mangio un cocco, e anche se mi metto d'impegno non è facile renderlo liquido, così dopo averne estratto per bene il succo lo sputo fuori.
Così come mi succede per alcune verdure che cucino (forse non abbastanza) particolarmente fibrose.

Naturalmente è da farsi in pacifica solitudine :P


Con tutto il rispetto, ma mi sembra da malati questa storia di masticare e sputare... un po'per lo spreco, un po'perchè non ha senso finire vittime della conoscenza, non succede niente anche se si mangia il peggior cibo sulla terra, per una volta (anche per una vita) si può fare... certo le conseguenze ci sono, ma se si mangiano schifezze al massimo si rischia un po'di catarro o robetta...
Poco più su avevo scritto quasi l'opposto, ma ero offuscato dal dubbio, mentre ora ci vedo più chiaro: "se hai fame, mangia!" :)

Ripeto, senza offesa...

Ciaoo
Avatar utente
By Danny
#31942
Ciao Anti, io dello spreco lo vedrei in tante "belle" altre cose che ci circondano! Ce ne sarebbe una lista infinita.

Il mio masticato può essere considerato al limite del fertilizzante utile :P

Mi spiego meglio. Non è che lo faccia per paura di mangiare troppo o qualcosa di sbagliato, è l'istinto che me lo fa fare. In quelle particolari e rare occasioni, sento che è meglio fare così. E' come buttare fuori dei semi o della buccia, roba che non serve al corpo.

un po'perchè non ha senso finire vittime della conoscenza


Non è frutto di nessuna conoscenza, solo pura esperienza personale. :wink:
Avatar utente
By Antishred
#31944
Danny ha scritto:
Mi spiego meglio. Non è che lo faccia per paura di mangiare troppo o qualcosa di sbagliato, è l'istinto che me lo fa fare. In quelle particolari e rare occasioni, sento che è meglio fare così. E' come buttare fuori dei semi o della buccia, roba che non serve al corpo.



Boh, l'importante appunto è rimanere rilassati quanto più si riesce e non comportarsi in modo compulsivo o vittime di chissà che... siamo sempre al solito discorso: è solo cibo, ripeto, è solo cibo :)

Detto questo, ognuno è libero di agire come meglio crede e si sente.

Ciaoo
Avatar utente
By Danny
#31946
:idea:
rimanere rilassati quanto più si riesce
:idea:

E' solo un sogno, un sogno meraviglioso.

Un saluto rilassatissimo 8)
Avatar utente
By Liam
#39556
La teoria delle calorie pare anche a me non aver senso.

Bisogna ascoltarsi.

Non si può ridurre la vita alle tabelle.

Anch'io mangio spesso meno della metà delle calorie che dovrei senza perdere peso.

Es pasti attuali:
PRANZO: 0,5Kg / 1Kg fragole + insalata mista
CENA: 4 banane + insalata mista

spesso alla fine dei pasti pochissime patate o una fetta di pane segale o cereali
Avatar utente
By ursamajor
#39736
Anche a me ragazzi vale lo stesso trend che è successo a voi.
Al 3° anno di dieta di transizione, sono ad un 80% frutta ed il resto verdura quasi sempre cruda e cerco di diminuire la frutta secca di cui sono troppo goloso!
Le quantità sono andate a diminuire gradualmente in modo naturale MA solo da quando ho instaurato un regime crudista. Quando mi capita di assaggiare ad esempio qualche verdura cotta (quindi anche condita) mi si innesca una voglia irrefrenabile di continuare a rimpinzarmi solo per il gusto del sapore..difficile da tenere a bada.
Altri fruttariani dicono che il cibo cotto porta assuefazione come fosse una droga..sembra assurdo ma l'ho sperimentato. Il senso di sazietà sballa, non è più dettato da ritmi naturali! Con quella cruda o con la frutta difficilmente ci si rimpinza. Ci si autoregola da soli. Certo è necessario sempre un po' di controllo...ma si è molto facilitati.
Poi sto seguendo i consigli dei ragazzi americani di Cincinnati, molto avanti nella strada ehretista (prof. Spira che tra l'altro non sento più da parecchio sul forum EN) che sostengono la teoria che si mangia al solo scopo di 'eliminare'.
All'inizio mi sembrava assurdo ma pensandoci bene e rivedendo le teorie di Ehret rispecchia molto la realtà.
Quando si mangia tanto è perchè sporcizia chiama cibo, quando si inizia ad essere puliti ce nè bisogno sempre meno, una persona perfettamente pulita avrebbe bisogno quasi di niente per vivere; in definitiva non dice Ehret che il corpo umano è una macchina ad aria ed acqua? Noi tutti siamo sulla strada per dimostrare queste idee! I digiuni in quest'ultimo caso sarebbero una pratica naturalissima e senza sofferenze o sintomi particolari..
Per aiutarmi ulteriormente, seguendo sempre i loro saggi suggerimenti, da più' di un anno ormai seguo la pratica della pulizia intestinale quotidiana (1/2 oretta la mattina) e devo dire che questo mi sta aiutando moltissimo a tenere tutto sotto controllo ed aiutare fortemente l'eliminazione e quindi anche il cibo che si mangia (appunto nella sua accezione di eliminazione!). Ma soprattutto ho riscontrato di avere una energia insperata e sentirmi al settimo cielo quando esco di casa la mattina.

A proposito delle calorie..quando faccio le mie giratine di qualche ora in bici su per le colline il mio orlologio, che conta anche le calorie, segna 1000, 2000 anche 3000 e più (una volta quando sono partito la mattina e tornato la sera). Bene non potrei essere qui a raccontarvelo allora, dovrei schiantare all'istante perchè ne immettero' ad occhio meno di 1000 al giorno..e non scendo nemmeno di peso perchè dopo i primi mesi in cui persi una decina di kg adesso da due anni sono costante a 61 kg spaccati.
Sono FeniAnimus

Salve, sono una sostenitrice del sistema di guarig[…]

Panoramica di Beppe

Grazie mille! Provvederò al più presto, agosto per[…]

Salve a tutti nonostante io abbia dedicato molto t[…]

sono da poco affetta da glicemia troppo alta (diab[…]

Libri di Arnold Ehret