Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

#28704
Ciao a tutti,
è un mare di tempo che non iniziavo un topic raccontandovi di me.

Negli ultimi mesi sono diventata un po' pigra ed egoista. Vi leggevo solamente senza condividere nulla con voi. :oops:
Tutta colpa, sicuramente, dei farinacei che ho reintrodotto nella mia transizione. Il mio corpo li voleva proprio. Ne avevo e ne ho troppa voglia e quando li mangio mi danno un sacco di serenità. :oops:

Come debbo fare così a toglierli? Ditemi voi!

Consistono nel mangiare una sola volta al giorno o pane di kamut o farro, oppure pasta idem, oppure cereali in chicco nel minestrone, oppure ancora patate.
Ma comunque arriviamo al dunque: la mia pigrizia è arrivata al punto che oltre non aver fatto per tutto il mese di agosto nessuna pulizia intestinale, (vacanze complici) non ho fatto da un paio di mesi neanche il mio digiuno settimanale perchè sono sempre affamata, e perchè la mia forza di volontà credo che sia venuta meno. :oops:
Comunque ci ha pensato lui, il mio organismo, a costringermi a fare un bel digiuno. Dopo aver mangiato come tutte le mattine la mia frutta (melone giallo) dolori lancinanti al livello gastrico e leggera nausea.
Stupidamente vado a fare anche il pranzo con insalata di pomodori, olive, e un po' di seitan. Non l'avessi mai fatto nausea a duemila per tutto il pomeriggio febbricola tipo 37,4 con dolorini diffusi e senso di calore in tutto il corpo.
Nel tardo pomeriggio ho capito che dovevo fare un lavaggio intestinale immediatamente ma nel frattempo che mi accingo vomito tutto il pranzo intatto come se il mio stomaco fosse stato bloccato non facendolo passare.
Subito dopo grande sollievo e procedo con il lavaggio intestinale.
Sollievo enorme con scomparsa dei sintomi febbrili anche se avevo ancora un po' di febbricola.
L'indomani mattina secondo lavaggio intestinale questa volta col caffè per disintossicare la cistifellea e fegato. Natualmente digiuno minimo di 24 h e forse anche di più e morale della favola febbre scomparsa con
tutti i sintomi allegati.
Ecco come un'organismo può farci capire il livello di intossicazione ed Erhet cosa dobbiamo fare.
Sono stracontenta che mi sia venuta questa crisi di eliminazione di tossine e che mi abbia fatto ricapire quanto è valida la teoria di Ehret ed il suo metodo.
Avatar utente
By tistructor
#28707
E' capitato una cosa simile anche a me.
Avevo in programma di fare un digiuno di 3 giorni questo fine settimana. Da concludere il giorno del mio compleanno il 13 di settembre.
Ma ho dovuto iniziare prima. Ieri mattina verso le 5 mi sono svegliato con l'intestino gonfio e un pò dolente. E da quel momento sono dovuto andare in bagno circa ogni 20 minuti. Il tutto si è interroto nel pomeriggio a causa di assenza di materiale da espellere. Il digiuno continua e spero di arrivare fino a domani sera. Mio malgrado devo lavorare e questo complica un pochino le cose. Comunque mi sento bene. Oramai sono abituato ai sintomi del digiuno.
La fame però comincia a salire di tono.

Ciao
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret